Archivi tag: muscles

Sahar Kazes, the neo pro is coming!

English Version

1) At first, thanks to be here! Let’s us introduce you, Sahar,

to those who do not know you yet, tell us your name and something about yourself, please…?

Thank you for the opportunity to introduce myself to the world and Italia especially!

My name is Sahar Kazes, from Israel, 27 Y.o (since this Monday), works as a nutrition consultant, Owner of Online Nutrition system in Israel called “My New Shape” and engaged to the love of my life Adi Liraz.

2) When you started to do bodybuilding? And Why?

As a child, I had some confidence issues, to be honest, really big ones. Sometimes I felt like all I want to do is just runaway from everything and disappear. I saw some big and strong people in WWE and wanted to be like them.

Then at the age 17 (2008), I did a gym membership and immediately fell in love with the GYM because I saw results from hard work. But you know, did not know what I was doing for over a year, just spent most of the day there.

Had to stop training for 3 years because I recruited to the army and when I was released, I realized my biggest dream was to Earn IFBB PRO CARD. When my close family realized that bodybuilding is my life, they put me in really big difficulties and eventually got kicked out of my home when I was 20 Y.O. They left me no choice. Quote: “it’s this house or your stupid bodybuilding”. In fact my family was never there to support me, no one believed in my dreams and in my abilities. Every penny I gained used to buy groceries for myself and funding the gym membership. But nothing could stop me. Nothing!

3) Can you tell us your success during your competition years?

My first competition was in 2013, and second was in 2014, in a competition called IFBB MR. Israel. 2013 was not successful and in 2014 I took the bodybuilding overall title. Then I took a 3 year break because my priorities has changed for that time (and for the LAST time).

In November 2017 I competed and won class 3 bodybuilding in NAC MR. Universe.

In April 2018 I won Bodybuilding Overall title in NAC Israel championship.

In May 2018 I won class 3 category in PCA BODYPOWER in England and 2nd place in PCA SUPERSERIES in the day after at 212 Category.

In June 2018 I competed at Olympia Amateurs in Alicante, Spain and won 2nd place and didn’t stop to make my dream come true and Finally,

In September 2018, Olympia Amateurs Italia in Abano Terme and won Bodybuilding Overall and IFBB PRO CARD.

5) Who is your coach? And you really recently win your pro card into Mr Olympia Overall in Abano, how many time you put into this prep?

And how you decide to tackle this show with what kind of state of mind?

My coach is Stas Struzberg. He is like a father for me, for almost a complete year we meet every week to make our plans. His knowledge is divine, I trust him with my eyes closed. I am in a preparation since November 2017, since I won Mr. Universe, I didn’t want to stop competing so I keep setting bigger goals after every success.

Because I have won second in Olympia Amateurs Spain in June, I understood I need to put myself in war mode. I came to fight, to win, no matter what it takes. Every morning I tell to myself “ITS NOT OVER UNTIL I WIN”

6) Your future goals?

My future goals now to set myself to 212 category in IFBB pro shows next year, and of course the main goal is to reach to the mighty Olympia stage! My biggest goal now is to gain enough muscle mass to stand strongly in IFBB PRO shows, keep my aesthetics and proportions and always improving my posing on stage.

7) Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?

My bulking usually ends with 1000+ grams of complex carbs, 250g of protein, and ALWAYS listen to my belly like my coach taught me. I don’t use ANY supplements besides fast digestive carbohydrates during workouts, WHEY protein powder (not always, sometimes I just prefer to eat solid food and not drink it). Well dieting is the most important thing, let’s say if you don’t put 100% to training and 100% to dieting, nothing will happen.

9) What type of training do you like most? What exercises do you feel are the most effective when it comes to making gains?

I am training in a Static-Dynamic method, my coach instructed me how to do it, told me the science behind it and, even sent me to read on it online, just when I fully understood the method, I have started doing it and gaining amazing results since.

10) What newbie mistakes did you make when you first started training?

When I first started training I did every mistake possible haha, for example, in my “bulking” period, I went above 30% body fat (for real!), did my training with heavy ass weights, shitty technique, got injured a lot because of it, etc.

11) How do you see yourself in ten years?

I don’t want to sound arrogant, but in 10 years from now I see myself as Mr. Olympia. I will never stop!

12) What is the bodybuilding, for you?

Bodybuilding for me is the reason that I live for. I have found my passion in life, of course I will never stop working, developing my business, make a family with my beloved fiancé, and do professional bodybuilding all together. Everything is possible if you want it enough.

13) Do you have any funny stories about getting a cool comment about your physique by a random person?

I have thousands of stories on comments given to me, usually when I walk in front of people in the streets, everyone suddenly get silent and stare at me like I am an alien, sometimes people think I am violent to my fiancé, because my size but hell no! I got a heart of a teddy bear.

14) If any of our members and/or visitors would like to meet you or get in contact with you…where and how can they do that? Thanks to doing this, Any last words?

Well, I live now in Israel, anyone can contact me on my Facebook: Ifbb Pro Sahar Kazes.

My Instagram: saharkazes_ifbbpro

My email: Sahar91@gmail.com

I will happily invite everyone to follow me,

I post almost everything on Instagram so I believe this is the best way.

Thanks again, chat soon, Vittorio!

Annunci

L’ARTE DEL POSING TRA CONTROLLO E CONSAPEVOLEZZA

8e8cf-banner_articoli

 

Di Angelo Magliulo aka Aldo la Pace

Quanto è importante il posing ? E soprattutto per quanto sia palese che sia di fondamentale importanza per gli agonisti, può essere anche di grande utilità per i non agonisti ? La risposta non può essere altro che affermativa . Posare , magari anche mentre vi allenate, tra una serie e l’altra, contraendo i gruppi muscolari che state allenando, aiuterà incredibilmente a mantenere e migliorare la connessione mente-muscolo e la propriocettività ossia Il controllo dei muscoli… Importantissimo! shawn rhoden_culturismo italianoAumenterà inoltre l’afflusso di sangue ed acido lattico, di conseguenza, il pumping! … Poi, posare nei giorni di riposo o nel post workout , permette anche qui di migliorare e mantenere la connessione mente- corpo. Qual è quindi il segreto per avere un aspetto estetico “plastico” “piacevole” in una posa ? La capacità di riuscire a contrarre al massimo quei muscoli che devono fare da protagonisti nella posa, facendo meno fatica possibile ovvero senza arrivare a tremare stressando il sistema nervoso… Ergo, questo ci insegna ad utilizzare la connessione mente-muscolo in un modo più efficiente. Nondimeno si noterà in tal senso una positiva ripercussione nel nostro allenamento, ove in ogni ripetizione riusciremo a reclutare più fibre possibili in modo specifico, in quanto impareremo a contrarre bene quel distretto, coinvolgendo il meno possibile gli altri. (cit. Morescanti ) Avere muscoli e non sapere mostrarli sul palco per un atleta agonista è come non averli o quanto meno ne rappresenterebbe un grave handicap. Il saper vendere sul palco con eleganza e armonia quello che si è creato in uno o più anni chiusi ai box è un po’ come andare a riscuotere il frutto del proprio lavoro. L’arte del mostrare le proprie linee e volumi con maestria è quasi sempre erroneamente dissociata dal BodyBuilding non agonistico. L’importanza del posing va ben oltre quella puramente estetica o della performance sul palco, considerandolo fortemente rilevante a livello propriocettivo. Il saper contrarre volontariamente tutti i propri muscoli, controllare le articolazioni singolarmente e gestire entrambi nello spazio è fondamentale per possedere una tecnica corretta. Questa non è che un mix di coordinazione, propriocezione, respirazione, visualizzazione e concentrazione che consente all’atleta di avere la maggiore tensione possibile sul muscolo target.

dexter_culturismo italiano

Ma da dove si comincia? Normalmente si comincia dalla percezione del segnale più evidente, quello della respirazione. Posare è, infatti, un esercizio non semplice che richiede controllo e consapevolezza del respiro: deve essere lento e di tipo diaframmatico. Controllare la respirazione non è cosa semplice, soprattutto quando ci si allena o si è concentrati a sollevare un bilanciere carico; lo è ancora di più per un neofita, che in genere ha poco controllo muscolare e svolge i movimenti in maniera meccanica… Figuriamoci se deve pensare come e quando respirare! In questo il posing può essere d’aiuto: posare anche solo 5 minuti al giorno davanti a uno specchio aiuta a prendere maggiore consapevolezza e propriocezione dell’atto respiratorio, a farlo diventare un atto naturale e automatico anche in altre circostanze. All’inizio vi vedrete goffi e sarete impacciati ma con il tempo arriveranno le sensazioni positive, perché saper gestire ogni muscolo del vostro corpo a piacere, compreso il diaframma, è uno strumento che dà le dovute soddisfazioni.. Il posing può essere introdotto tra le serie o anche a fine allenamento, in questo contesto, oltre a ricoprire una parte tecnica, viene sfruttato come ciliegina sulla torta di un allenamento ben fatto. Infatti il posare, con la sua contrazione statica, continua a lacerare un muscolo già ampiamente pre-stancato e permette l’afflusso di sangue e nutrienti nei distretti allenati. E la propriocezione? Che cosa è esattamente? La propriocezione muscolare (quella che comunemente viene definita connessione mente-muscolo) è la capacità di sentire lavorare e attivare in modo corretto i diversi gruppi muscolari quando vengono allenati.vince taylor_culturismo italiano Senza propriocezione il movimento è solo meccanico e automatico, poco funzionale sia per aumentare la massa muscolare che migliorare la forza. Potete fare quante serie e ripetizioni volete ma se il muscolo non si “attiva” a dovere non ha alcun senso! Questo fa la differenza tra un dilettante e un esperto . Un classico esempio è la Lat Machine: uno degli attrezzi più utilizzati nella palestra, da uomini e donne, neofiti e avanzati ma… In quanti la eseguono in modo corretto?! La maggior parte si concentra sul movimento di tirar giù la barra fino al petto e basta: questo è del tutto sbagliato, 9 utenti su 10 non attivano i dorsali e non si ha nessun miglioramento, non si fa altro che tirar su e giù le braccia. Dopo una estenuante nonché produttiva seduta di allenamento del “back” con l’amico iffb pro Kille Kuijala sotto l’attenta direzione del coach Mauro Sassi “MR Stones” focalizzammo l’attenzione del piano di allenamento proprio su questo aspetto. Concentrazione sui muscoli del dorso, escludere completamente il trapezio per quanto sia possibile , mantenere le spalle in basso, abbassare le scapole e solo dopo seguiranno gomiti e braccia. Questa è la differenza tra svolgere un movimento e sentire un movimento; nel secondo caso il muscolo si attiva, lavora meglio e le fibre sono reclutate al massimo. Bisogna percepire le sensazioni di un muscolo che lavora: ci si deve concentrare nel “momento presente”, nella percezione del ritmo respiratorio e lasciar andare tutti i pensieri non inerenti allo svolgimento di ‘quel’ movimento (gli stessi princìpi che troviamo alla base della meditazione). Una volta in grado di sentire e percepire un lavoro muscolare ci saranno tutte le basi per migliorare. Il “pump” può essere un parametro per capire se si sta lavorando bene. Se bastano poche serie e poche ripetizioni per generare un buon pompaggio muscolare, si stanno facendo le cose nel modo giusto. Altrimenti ci si troverà costretti a rincorrere volumi sempre maggiori. Arnold diceva “Non puoi sviluppare un muscolo che non senti mai lavorare”. Quest’affermazione è stata travisata, sentir lavorare un muscolo non significa sentirlo bruciare o far male o sfinirlo di ripetizioni. Il posing può essere considerato una forma di visualizzazione interna messa in pratica, un training propriocettivo che aiuta ad ascoltare il proprio corpo, a raggiungere una maggiore consapevolezza corporea, ad apprendere ed affinare le capacità di autopercezione e autoispezione.

melvin antony_culturismo italiano

Migliora la capacità di concentrazione che, per uno sportivo, significa mantenere l’attenzione sulle azioni precise di un compito, in modo da produrre una corretta esecuzione. Infine, il posing è anche un lavoro personale che riguarda il modo di essere. La fluidità dei movimenti, l’impostazione e il modo di posare degli atleti sul palco dicono molto sulla loro personalità o semplicemente di quello che vogliono far passare. Ricordiamoci che il posing è una forma di arte, una sorte d’illusione per esaltare linee e volumi corporei. Posare davanti allo specchio durante o a fine allenamento è un feedback del corpo alla mente che può generare sensazioni positive ed essere appagante. Non c’è bisogno di essere grossi o atleti professionisti, anche un piccolo risultato è un ulteriore stimolo a continuare e a dare il meglio. La costruzione del corpo va di pari passo con la costruzione della mente. All’inizio si può suddividere la parte alta dalla parte bassa; solo quando si avrà confidenza con i movimenti si può pensare di contrarre tutti i muscoli di entrambe le parti contemporaneamente. La mia esperienza personale con il mio amico , coach , mentore e non saprei come altro definirlo Mr “Stones” Sassi è stata di questo tipo : a quattro settimane dalla competizione nelle sessioni mattutine oltre ad aver in modo non ossessivo utilizzato il cosiddetto “cardio “ provando a lavorare sulla scala o anche sullo step dapprima enfatizzando lo sforzo aerobico su gluteo mentre in altri casi sui quadricipiti , si passava, ultimati i 20 max 30 min di attività cardio vascolare, ai tre giri di posing, comprendenti tutte le pose chiamate dai giudici da sotto palco nessuna esclusa, ogni posa doveva essere tenuta per un tempo non inferiore ai tre secondi per poi passare alla successiva. Questo tipo di lavoro oltre a creare una importante dimestichezza con le pose permetteva di lavorare sulla respirazione e la gestione dell’ossigeno per non arrivare dopo i confronti sul palco senza fiato e senza capacità contrattile.

dennis wolf_culturismo italiano

Altro che tapis roullant per un ora , la chiazza di sudore che troverete sul pavimento vi lascerà attoniti (cit. Dennis Wolf ). In ogni sport il vincitore alza le braccia, in modo spontaneo. Non lo insegniamo neanche ai bambini: è automatico farlo. Dopo un po’ posare diverrà un automatismo imitando perché no la “nonchalance” di Dexter Jackson on the stage mentre con un sorriso smagliante mostra senza palpiti i suoi muscoli . Chiudete gli occhi e provate ad immaginare magari di essere proprio lui mentre posate. Provando o fingendo di essere, magari si diventa (sicuramente non il su citato atleta) ma si migliora. Ci si può allenare davvero ad essere migliori? Io direi di si .

Un saluto a tutti i lettori di Culturismo Italiano Angelo Magliulo aka Aldo la Pace

L’ immagine di se è importante

Vi è mai capitato di svegliarvi per un esame da tenere alle otto del mattino, preparati alla perfezione, per poi finire storditi e confusi? O di precipitarvi in palestra pronti a spaccare tutto per poi ritrovarvi all’uscita con la coda fa le gambe? Oppure di voler chiedere ad una ragazza di uscire con voi la sera, per poi finire davanti alla tv da soli?

Se avete risposto di si ad una di queste domande, probabilemnte dovrete lottare per almeno una sufficenza nell’esame di fiducia e stima di sè. Il termine stima di se stesi si riferisce al cancettto che se si ha del proprio valore, mentre per fiducia intediamo la convinzione di riuscire a portare a termine un determinato compito, un obiettivo. Le due cose, ovviamente, sono dipendenti tra loro, ed ognuna contribuisce in qualche modo aformare l’immagine che ogni individuo ha di se stesso, pobabilmente l’aspetto più importante e complesso della psiche umana. Se doveste incontrare problemi in tal senso, non limitatevi a pensare che magari il vostro destino è deciso dal momento i cui i vostri genitori si sono scambiati il loro DNA.

Culturismo italiano Fiducia02

Rafforzare la fiducia e la stima di sè è possibile, e permete di migliorare l’immagine di se stessi, prorpio come con l’esercizio in palestra è possibile migliorare i nostri muscoli. Per lo stesso motivo è altresì possibile compromettere il tutto: la sfida è tra costruire e distruggere. Per fortuna nostra, ormai la scienza ha appurato che il fitness in generale, in particolare l’allenamento coi pesi, è davvero una marcia in più per migliorare l’immagine di se stesi. Il bello dell’allenamento coi pesi è che permette di quantificare concretamente i progressi fatti, basta guardarsi allo specchio per osservare i progressi, questo è un incentivo.

Culturismo Italiano fiducia01

Un incentivo a migliorasi sempre di più, mangiando bene, alleandosi meglio e con più regolarità. Se un vostro iscritto in palestra o voi stessi migliorate, vedrete che andrete più volentieri in palestra, sono i risultati che ti premiano con la costanza e ti spingono ad andare oltre. Tutti quei “trainers” che continuano a non far progredire i propri clienti, in realtà non stanno facendo il loro lavoro, stanno solamente facendo perdere tempo a voi e aloro stessi. E’ il progresso…è il body building…la costruzione…che crea il succeso e la volontà di andare avanti. Anche il solo aumento di un chilo sulla panca piana o qualche centimetro in meno sul girovita. E’ quello che innesca un benessere e un stimolo alla nostra autostima e alla fiducia in se stessi che aumenta di session in sessione, di mese in mese, di anno in anno. Come si dice…un mattone alla volta!

Culturismo Italiano Fiducia03
Si ha così un’immagine quindi migliore e positiva. L’immagine di sè, la nostra immagine è importante.

Vittorio

Intervista a Cobus Van Der Merwe – Big Bodybuilder from South Africa

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (7)Q : Hello Mr Der Merwe , thank you for taking the time to sit down and do this interview. where are you from?
Hi Vittorio! I am from Gauteng Province in South Africa.

Q: How old are you and which are your stats now?
I am 39 years old. My off season weight is 120kg and 110kg contest.

Q: When you started to do body building and why?
I competed from the age of 16 years. And I was inspired by the movie Pumping Iron and of course Arnold Scwartzenegger

Q: How long do you train? And how do you train?
I train no longer than 90min 5 days a week. I am lucky to be coached by Federicco Foccherini also a former IFBB Pro from Italy and he makes me train with perfect form using also drop sets and super sets.

Q: Your split routine and an example of workout?
I like doing push and pull movements togheter day1 chest and biceps, day2 hams gluteus and calves, day3 shoulders and traps. Day4 quads and calves, day 5 rest, day6 back and triceps,day7 rest.

Q. What are your preferd supplements and what you like to eat before go to gym?
I like BCAAs, Glutamine and whey Isolate and good multivitamin. I like to eat some oatmeal and eggs with Cayenne pepper 1hour before I train.

Q:You have a balance and classich physique, really great and aestetich, you think the body building must move on this way instead fo more mass and more freaky muscles just we see in this time into some competitors?
I believe that bodybuilding is like the words says building the body this means always to builds as much muscle as you can this to me is progression because we al have different genetics some athletes will always look like mass monsters and some more aesthetics but I do believe that even the aesthetic athletes are also trying to gain as much muscle as they can.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (8)

Q: Tell us about how you gained your pro card, and how much is different know to compete at pro level instead of amateur?
I reicieved my Pro Card in 2014 by winning the over all Africa Amateur Olympia title. I will do my first Pro show 28 May 2016 the Africa Arnold Classic.the big difference for me between Pro and amateur was to add extra meals and to increase my portion sizes and the time to consume all the meals in one day. Also costing extra money is a big challenge.

Q: What do you think the biggest mistake people make when it comes to train ? and when try to begin to follow a bodybuilding lifestyel?
The biggest mistake I see people make starting out is the knowledge of a proper meal planning and to also first learn to perform an excercises the right way before they try to increase the weight and use bad form.CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (5)

Q: Your condition on stage is shared and full, how you get this peck condition and when you get your best shape of your life, in your opinion?
I get my condition by using a carb and fat cycle and off course protein is always high. I will also do moderate cardio to spare the muscle not to be burned for energy.

Q: Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?
Good quality supplements are very important, I will,always use top quality brands and a good whey Isolate, BCAAs and Glutamine.

Q: How important it is for a bodybuilder to Have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
Good sponsorships are very difficult to find in South Africa as bodybuilder because we have to compete with most popular sports in South Africa like Rugby and cricket. I am currently looking for a good sponsor.CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (9)

Q: Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life? And you think the bodybuilding can help the man giving much more confidence, determination…?
Bodybuilding has always made me stand out in every aspect of my life. Yes it is definitely a great confidence booster for a man to have a strong muscular build.

Q: Can you image, at your begin of your training you will be big like you are now?
I was not big when I was a young boy and I was always reading comic books and wanted to be a superhero. Then I saw Pumping Iron and realized there is a sport were you can build strength and muscles. I started to follow the sport of bodybuilding through the gym mags and was further inspired by other Pro bodybuilders like Dorian Yates, Ronnie Coleman. I always wanted to become e a Pro bodybuilder but never realized how much you have to sacrifice and I almost gave up on this dream. I am so lucky to have my wife married for 17years and 2 kids,family and friends that has always supported me to get this far.

Q: What is the bodybuilding, for you?
Bodybuilding for me is and always will be a personal journey that has made me different from everybody else and I hope that I have inspired a lot of people to never give up on your dreams no matter what and my motto in life is ” I refuse to be average”

Q: What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
My advice to any young bodybuilder is simple you have to keep the balance in life that is the key to success in this sport for the long run.

————————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————–

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (3)D: Benvenuto Mr Der Merwe, grazie per il tempo che ha trovato per fare questa intervista. da che parte del mondo viene?
Ciao Vittorio! Sono di Gauteng in Sud Africa!

D: Quanti anni ha e quali sono le statistiche adesso?
Ho 39 anni. Il mio peso fuori stagione è 120kg e 110kg in gara, quindi mi mantengo sempre molto pulito.

D: Quando ha iniziato a fare body building e perché?
Ho gareggiato a partire dall’età di 16 anni. E mi sono ispirato al film Pumping Iron e, naturalmente, Arnold Schwarzenegger!

D: PEr quanto tempo ti alleni? E come ti alleni?
Per non più di 90 min, mi alleno 5 giorni a settimana. Ho la fortuna di essere allenato da Federico Foccherini anche lui un ex IFBB Pro Italiano e lui mi fa allenare sempre con una forma perfetta utilizzando anche drop set e super set!

D: Come dividi il tuo allenamento nella settimana?
Mi piace fare push and pull e serie a scalare per il petto e bicipiti nel giorno1 , giorno2 bicipiti femorali, glutei e polpacci. Le spalle il giorno3 con il trapezzio. Mentre quadricipiti e polpacci al giorno4, giorno 5 di solito riposo, il giorno6 faccio schiena e tricipiti, giorno7 riposo.

D. Quali sono i tuoi integratori preferiti e cosa ti piace mangiare prima di andare in palestra?
Mi piacciono i BCAA, la glutamina e siero di latte isolate e buon multivitaminico. Mi piace mangiare un po’ di farina d’avena e uova con pepe di Caienna 1 ora prima mi alleno 😉

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe

D: Lei ha un fisico molto equilibrato, davvero grande e molto bello esteticamente, pensa che il body building deve andare avanti in questo modo, invece che cercare di sviluppare più più massa e muscoli, diciamo più in stile Freaky che possiamo vedere in molti concorrenti attuali?
Credo che il bodybuilding lo dice la parola stessa, è la costruzione del corpo e significa sempre costruire i muscoli il più possibile questa per me è la progressione, ma poichè siamo tutti con una genetica diversa alcuni atleti tenderanno sempre ad avere un aspetto di mostri di massa e qualche altro molto più estetica, ma io credo che anche gli atleti estetici stanno anche cercando di guadagnare quanto più muscoli che possono. Come faccio io!

D: Ci racconta di come ha guadagnato la pro card, e quanto è diverso sapere di competere a livello pro, invece di quello dilettantistico?
Ho ricevuto la mia Pro Card nel 2014 vincendo il titolo all’Africa Amateur Olympia. Farò il mio primo show Pro 28 mag 2016 Africa Arnold Classic. La grande differenza per me tra i Pro e dilettanti è stato quello di aggiungere pasti extra e per aumentare le mie dimensioni e trovare il tempo di consumare tutti i pasti in un giorno. Inoltre tutto ciò comporta una spesa economica maggiore, è una grande sfida.

D: Quale pensa sia il più grande errore che le persone fanno quando si tratta di allenarsi? O quando si cercare di cominciare a seguire una lifestyel come quello del bodybuilding?
Il più grande errore che vedo fare alle persone, è quello di non avere un buon piano nutrizionale da subito, e non eseguire gli esercizi correttamrnte ma cercare solo di aumentare il peso in questi, con esecuzioni pessime.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (4)D: La sua condizione sul palco è completa, come si ottiene questa condizione?
Ottengo la mia condizione utilizzando un ciclo di carboidrati e grassi e proteine ​​fuori gara sempre alta. Faccio anche cardio in maniera moderata per risparmiare il muscolo non per essere bruciato per produrre energia.

D: Puoi raccontarci la vostra dieta, integratori di routine? E quanto la giusta nutrizione è importante per lei, per costruire i muscoli?
Come ho già detto un buon piano di alimentazione è fondamentale fin da subito. Per gli integratori usatene sempre di buona qualità, sono molto importanti, io uso sempre marchi di qualità e scelgo come principali un buon siero di proteine del latte isolate, BCAA e glutammina.

D: Quanto è importante per un bodybuilder di avere uno sponsor di oggi? Pensi che è possibile fare questo sport senza uno?
Buone le sponsorizzazioni sono molto difficili da trovare in Sud Africa come bodybuilder perché dobbiamo competere con la maggior parte degli sport popolari in Sud Africa come il rugby e il cricket. Attualmente sto cercando un buon sponsor.

D: Crede … che il bodybuilding l’ha aiutato nella sua vita? E pensa che il bodybuilding può aiutare l’uomo dandogli molta più fiducia, determinazione …?
Bodybuilding mi ha sempre fatto risaltare in ogni aspetto della mia vita. Sì, è sicuramente una grande iniezione di fiducia per un uomo avere un buona massa muscolare.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (2)D: Poteva immagine, al suo inizi dei suoi allenamenti che sarebbe diventato com’è adesso?
Non ero grande quando ero un ragazzino e leggevo sempre i fumetti e ha voluto sempre essere un supereroe! Poi ho visto Pumping Iron e ho capito che c’era questo fantastico sport dove si poteva costruire la forza e muscoli. Ho iniziato a seguire lo sport del bodybuilding attraverso le riviste da palestra ed e sono stato ulteriormente ispirato da altri culturisti Pro come Dorian Yates, Ronnie Coleman. Ho sempre voluto diventare un bodybuilder e un Pro, ma non mi sarei mai aspettato della grande fatica e di quanto si deve sacrificare e ho quasi rinunciato a questo sogno. Ma sono molto fortunato ad avere mia moglie con cui sono sposato da 17 anni e 2 splendidi bambini, una famiglia e gli amici che mi ha sempre sostenuto per arrivare a questo punto!

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (6)

D: Cos’è il bodybuilding, per lei?
Il Bodybuilding per me è e sarà sempre un percorso personale che mi ha reso diverso da tutti gli altri e spero che io dia riuscito ad ispirare altra gente e a non mollare mai i tuoi sogni, non importa cosa si vuole il mio motto nella vita è “Mi rifiuto di essere nella media “!

D: Qual è il tuo consiglio per il bodybuilder più giovane che ti ammira?
Il mio consiglio a qualsiasi giovane bodybuilder è semplice: bisogna mantenere l’equilibrio nella vita che è la chiave del successo in questo sport per il lungo termine!

Proteine, la base dei muscoli

Precisiamo che il contenuto di questi articoli è puramente divulgativo e di solo scopo informativo, dando dati riconosciuti come universalmente validi, ma senza entrare nello specifico.  In quanto in questi articoli non daremo ne esplicitamente ne intrinsecamente nessun consiglio diretto al singolo,  su quantità o pratiche specifiche che solo il medico qualificato o un rainer qualificato ( nel caso in cui tratteremo tipologgie di allenamento) può suggerire o imporre al singolo individuo. Rimmarremo sul generico e prendendo ad esempi consigli che hanno funzionato nella maggior parte dei casi in soggetti sani e allenati. Buona lettura. imparate per crescere!

CulturismoItaliano_culturista01

Oggi torniamo alla nostra serie di articoli che riguarda i bodybuilder principianti per quanto concerne l’alimentazione ai fini della crescita muscolare e della definizione.
Dopo aver presentato e differenziato per sommi capi i tre macronutrienti, oggi entriamo nello specifico partendo dalla fonte principale che contraddistingue i fisici muscolosi dagli altri, l’alimento per antonomasia, il re indiscusso: la Proteina.

CulturismoItaliano_proteine

Le proteine sono elementi di cui sono composti tutti gli esseri viventi ed hanno varie funzioni, di cui la principale è la funzione plastica, cioè di “costruzione corporea”;

in alcuni casi di necessità specifiche dell’organismo o di un loro consumo in eccesso, possono essere utilizzate per produrre energia attraverso specifici percorsi energetici che trasformano il loro derivato (aminoacidi) in carboidrati per essere bruciate come fonte energetica, ma questa e’ un altra storia, concentriamoci sulla capacita’ proteica di “costruzione”…

Come ho anticipato, le proteine, nella loro forma scomposta, danno luogo a vari aminoacidi, ne esistono di molti tipi, tutti con funzioni diverse e più o meno coinvolte nei vari processi e di importanza più o meno vitale in essi: questo é un discorso molto importante che, anche se non andiamo ad approfondire per la facilità di comprensione che ci siamo imposti per chi ci legge, differenzia le varie fonti proteiche.

Sono infatti i tipi di aminoacidi e la loro caratteristiche e proporzione che, a parità di quantità, distinge una fonte proteica dall’altra e fa risultare una migliore rispetto ad un’ altra a seconda dell’obiettivo, che per noi ovviamente resta quello di accrescere la muscolatura magra.
Non entreremo qui in discorsi di tipo etico che tocchino la sensibilità magari di alcuni lettori, visto la crescente corrente vegana e la presa di coscenza e di posizione contro alcune forme di produzione di carni che urtano la coscienza di alcuni.
Ma ci limiteremo a dire che, fino ad oggi, mangiare qualsiasi tipo di carne, rossa o bianca indistintamente, ha sempre dato un apporto molto elevato ed adeguato di aminoacidi, soprattutto quelli “essenziali” (cioè sono quegli aminoacidi che bisogna per forza introdurre con l’alimentazione perchè il corpo non è in grado di produrli da solo attraverso gli altri che ha a disposizione…); altre fonti molto valide a seguire sono le uova (molti prediligono l’albume a discapito del tuorlo, poiche’ ricco di grassi, ma in verità anch’esso è ricchissimo di sostanze nutritive e proteine di alta qualità) e i latticini e i prodotti caseari in genere, altrettanto validi.

CulturismoItaliano_proteine2
Oggi si e’ scoperto che molte fonti vegetali sono buone fonti anch’esse di proteine permettendo a chi ha fatto una scelta vegetariana o vegana di poter sostituire degnamente gran parte delle fonti proteiche magari prima giudicate insostituibili.
Il valore di una fonte proteica, comunque si può giudicare dal suo valore biologico: un calcolo scientifico che valuta vari parametri nonchè la tipologia, quantità e proporzione in percentuale di vari aminoacidi, come precedentemente accennato, considerando soprattutto la presenza dei già citati aminoacidi essenziali.
Il valore biologico degli alimenti, reperibile in molte tabelle anche su internet, è attualmente il contesto migliore attraverso cui valutare la qualità della fonte proteica in questione, in modo che possiate scegliere cio’ che è meglio per voi. Ovviamente maggiore è il valore biologico, al dilà della velocità di digestione proteica della fonte (altro valore da non sottovalutare), maggiore è la capacità di costruzione di nuovo tessuto muscolare (sintesi proteica).

CulturismoItaliano_proteine3
Per concludere, aggiungiamo alle fonti solide proteiche sopra citate, le bevande proteiche in polvere oggi in commercio (i cosiddetti pasti sostitutivi proteici o integratori) anche esse provenienti da varie fonti: le classiche e più usate sono le proteine del siero del latte, le più veloci in assoluto in termini di digeribilità e come tali, però, anche quelle che “vanno via” prima richiedendo presto un nuovo pasto per mantenere alta la sintesi proteica, sono anche le più ricche di aminoacidi ramificati (BCAA) e sono indicate in momenti di fabbisogno urgente di aminoacidi ossia appena alzati e dopo l’allenamento; altre molto usate, quelle della caseina, sempre estratte dal latte, sono invece le più lente come digeribilità, indicate infatti in momenti in cui passa più tempo prima del pasto seguente (esempio, prima di dormire) e come funzionalità sono simili ai vari prodotti caseari e ai latticini; esistono anche quelle dell’ albume, leggermente inferiori in termini di valore biologico, ma comunque ottime, soprattutto per chi ha problemi nell’ ingerire fonti derivate dal latte; per finire oggi abbiamo anche quelle della carne, con i vantaggi e svantaggi ad essa connessi, quelle della soia, buona fonta alternativa vegetale, quella del grano, di basso valore biologico ed altri esempi vegetali che ci vengono oggi fornite sotto forma di integratori come quelle del pisello, del riso integrale. Con questo avete un quadro generale di cosa sono le proteine, a cosa servono e quali cibi le contengono, sta a voi capire quali fonti scegliere, mentre per le quantità, una volta scelti gli alimenti con cui comporre il proprio regime alimentare, si scelgono le porzioni di essi in base al proprio fabbisogno (per farlo, ovviamente, dovete essere coscienti di quante proteine contengono, ad esempio, ogni 100 gr di alimento scelto….); per la quantità totale giornaliera da assumere di proteine sappiate che, oltre a non poter dare nessun consiglio preciso, bisognerebbe sapere del soggetto con precisione vari parametri: l’altezza, il peso, la percentuale di massa corporea grassa e di quella magra, nonchè il proprio metabolismo basale, l’allenamento che si fa con i pesi (il tipo di intensità da esso richiesti) e se eventualmente si sta facendo anche attività cardiovascolare, oltre allo stile di vita, lavoro, famiglia ecc. dell’interessato, poiche’ tutto puo’ incidere.

CulturismoItaliano_culturista02

Tutto cio’ premettendo sempre che i soggetti siano in perfetta salute, senza nessun problema a fegato e reni e casi simili riscontrati in famiglia, e che siano sempre seguiti da un medico. Detto questo, la classica “regola non scritta del bodybuilding” parla di consumare 2 grammi di proteine per chilo corporeo ai fini della massima crescita muscolare….un consiglio ormai trentennale che comunque nella maggior parte dei casi ha prodotto ottimi risultati ed ottimi bodybuilder, questo per lo meno dice la storia, perchè la scientificità in tutto ciò non esiste ancora e forse non ci sarà mai.
Bene ragazzi, concludiamo rimandandovi al prossimo appuntamento dove continueremo a darvi un’ infarinatura sui macronutrienti…. stay tuned guys!

Intervista a Nicolas Vullioud ”Quadzila” – Team Tuor

Nicolas Vullioud12032097_775139262614178_2661332083387082359_nD) Hello Nicolas, thank you for taking the time to sit down and do this interview. Where are you from?
1. No worries, I thank you for the interview. I come from Switzerland, I’m living at 15 minutes from Geneva, in a small city.

D) How old are you and how much do you weigh now?
2. I’m 24, and now I’m 103-105 kilos, in offseason of course.

D) When you begin to lift and why?
3. I have started to lift a few years ago, almost 6-7 I think. I didn’t plan to do any competitions. It was only for my own pleasure. Actually I had a very serious injury when I was playing soccer. And when I can back, things were different. I had to find an other sport, able to give me the same pleasure and same fun. But I always liked fitness and bodybuilders. When I was younger, I was already watching videos of Jay cutler or Colemann. I was fascinated.

D) How long do you train? And how do you train?
4. It depends on the period. But in general I spend 2 hours in the gym per day. Almost everyday, sometimes less. And I have a few cardio sessions in the week too. This is in offseason. And when I’m on the prep, it depends on my coach. But the trainings are getting more intensive and I use more systems, like the famous SST.

D) About your nutrittion, how much calories you eat a day and how they are divided?
5. I will be honest about nutrition. I never give any details about quantities or anything. It’s not a secret. I do that to respect the work of my coach. It’s not professional to say everything when someone works hard for you.

D) What are your preferred supplements and what you like to eat before you go to the gym?10368271_617175088410597_6868504678301198017_n
6. My favourite supplement is the bcaa. Today the quality became really good. And the flavours are also very tasty. And i don’t have a specific meal before my workouts. It depends on the moment. I follow my diet and I’m training when I can.

D) I know you are some incredible leg, looks like Oaks! How do you train it? Can you give use an example of leg’s traning?
7. It’s the first time that someone is comparing my legs with oaks. Very funny. :D. Honestly I think it’s something genetic, and it’s linked to my morphology. I have short legs so the angles are easier when I work them. And there is always bigger :D. But I do very intense workouts for the legs. Nothing incredible, I mean specific exercise. It’s all about sensations, burning, and angles. I’m very precise when I do the exercises. Every thing I do has an 11704821_741868189274619_5781821320934739444_nexplanation. I don’t do things like a robot. But I always start with the leg extension because I had a few problems two years ago with my knees. So I do very long warm up of 20-30 minutes. Mix of bike, light set with the leg extension, bodyweight squat, and then I start. I don’t do free squat, I only do the movements where I get good sensations and stability. Leg presses, hack squat and smith machine squat. And heavy sets when I start, between 8-10 and then some lighter sets, based more on the pump. But no fixed routine.

D) You’re a young guy, but you have already stay the stages of shows more than once, you think you get go pro early?
8. I think there is a big difference between the amateurs and the pro’s. So I need to have more experience and to continue to work hard. I believe in my coach. And I believe in our work. It’s all about patience, working hard.

D) How much different is your life by the teen of the same age?
9. I don’t drink alcohol, I eat the same meals every day without eating something else. I don’t go out, I don’t do the party. And I calculate my hours of sleeping. I go every day in the gym and I try to find excuses. I have already trained with temperature, being sick. But if I want to become a pro, I have to do that and people don’t understand that. But the biggest difference is that, i just do what I love to do, and I don’t follow the social way.

12193649_792008307593940_2847984585942760474_nD) How important it is for a bodybuilder to have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
10. Well, I think it’s very hard without a sponsor. It’s very hard to find one, and it’s very hard to find one which is serious. In Switzerland, it’s very hard, life is very expensive. The problem of today is obvious. Some people have a sponsor but aren’t really athletes, and some people are real athletes with talents but nobody is helping those ones. So it’s a bit unfair sometime. But that’s very general.

D) Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life?
11. Bodybuilding didn’t help me in life. It has changed my life. I will never thank enough my coach for that. Because my way of thinking, has changed, my personality too. My behaviour. It’s very hard to explain it but. It’s exaclty the thing I needed to be happy at 100% in my life.

D) There some funny or strange episode about your big muscled size that can you smile or proud to tell us?
12. I lived many great moments. My titles are beautiful memories. When I won the overall in 2014 for the swisschampionship, was an amazing moment. I was still a junior and I had some pressure because I didn’t do the result I wanted a few weeks before at the Arnold Classic. So it was a good revenge. And my mom was there, so I cried with her. It was an emotional movement.
My title at mister olympia amateur in Malaga was one of the greatest memory. The title of course, but I was with people that I love. And I’ve shared great moments with my coach and people. The atmosphere was great. I could have stayed weeks and weeks there.17649_716337035161068_2712634912800374734_n
I have one thing that I will remember forever. I had the chance to do a workout with Ronny Rockel. It was very impressive. I was very intimidated. And I’m still like that when I’m next to bodybuilders like him.
And an other thing funny was about Instagram. I use this social network a lot with Facebook. And I saw one day that flex Lewis followed me back. I was like a kid. Because this guy, like many others, are inspiration for me. So when you can a little bit attract their attention, it’s always a honour.

D) Can you image, at you’re begin of your training you will be big like you are now?
13. As I said before, I never thought I would go on stage. And I’m proud of that of course. Because the first time was a very big step. I was afraid. And now I’m looking forward to go on stage. Now I’m conscious I did something good. But I want to get better again and again. This sport has no limit.

D) How hard do you push yorself to activete your goals in gym?
14. My strongest point is probably my mentality. I don’t have limits. So I don’t need anyone to push myself. But very often I keep in mind what my coach tells me. And I have picture of Flex Lewis at home with his signature. It means maybe nothing, but it’s a kind of motivation for me.

D) Do you know my blog/facebook page right? What do you think about?
13.yes of course I know it. It’s very good and popular. The first time I saw a pic of me on your Facebook page, I was very happy and honoured. Many people follow your page so it’s a good publicity. And moreover you ve always been nice with me 😉 .

11666046_732760453518726_6378741427018505883_nD) What is the bodybuilding, for you?
14. Bodybuilding is just my life. This is a lifestyle but also a kind of school. You learn to respect people, athletes. It’s not only an art, it’s a discipline.

D) What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
15. That would be pretentious to give advice to people. Because I have to learn again and again. So my advice Is to train hard, to believe in what you do, and to listen to people. It’s important to stay open minded. It’s the best way to think about ourself, and to understand what you have to change to become a better person.

D) When you will back on stage?
16. I’ll be back in March in Ohio at the Arnold Classic in 2016.

D) Any final words before end this?
17. I thank you for the interview. I’m flattered that you have thought about me. And I wish you good luck for the success of your Facebook page. Ciao to all!

———————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
———————————–

11822300_752586801536091_3443696391576185948_nD) Ciao Nicolas, grazie per aver trovato del tempo per sederti e fare questa intervista con me. Da dove vieni?
1. Nessun problema, ti ringrazio per l’intervista. Io vengo dalla Svizzera, vivo a 15 minuti da Ginevra, in una piccola città.

D) Quanti anni hai e quanto pesi ora?
2. ho 24 anni, e ora sono 103-105 chili, in offseason naturalmente 😉 

D) Quando hai iniziato ad allenarti e perché?
3. Ho iniziato ad allenarmi qualche anno fa, quasi 6-7 credo. Non avevo intenzione di fare eventuali gare. Ho iniziato solo per il mio piacere. In realtà ho avuto un infortunio molto grave quando giocavo a calcio. E quando ero guarito, le cose erano diverse. Ho dovuto trovare un altro sport, in grado di darmi lo stesso piacere e lo stesso divertimento. Ma mi è sempre piaciuto il fitness e essere un body builder. Quando ero più piccolo, guardavo spesso i video di Jay Cutler o Coleman. Ero affascinato.

D) Per quanto tempo ti alleni? E come ti alleni?
4. Bè dipende dal periodo. Ma in generale trascorro 2 ore in palestra al giorno. Quasi tutti i giorni, a volte meno. E ho un paio di sessioni di cardio a settimana anche. Questo in offseason. E quando sono in preparazione, dipende dal mio allenatore. Ma gli allenamenti sono sempre più intensi e io uso più sistemi, come il famoso SST.

D) Parlaci della tua nutrizione, quante calorie mangi in un giorno e il modo in cui sono divisi?
5. Sarò onesto sulla nutrizione. Non dò mai alcun dettaglio su quantità o altro. Non è un segreto. Lo faccio per rispettare il lavoro del mio allenatore. Non è professionale dire tutto quando qualcuno lavora sodo per voi.12111951_783507568444014_7302749116932539305_n

D) Quali sono i tuoi integratori preferiti e quello che ti piace mangiare prima di andare in palestra?
6. Il mio supplemento preferito sono i BCAA. Oggi la qualità è diventata davvero buona. E i sapori sono anche molto gustosi. No, non ho un pasto specifico prima dei miei allenamenti. Ma dipende dal momento. Seguo la mia dieta e mi alleno quando posso.

D) So che hai delle gambe enormi, sembrano delle querce! Come le alleni? Ci puoi fare un esempio di come allenare le gambe?
7. E ‘la prima volta che qualcuno mi dice che assomigliano a delle querce. Molto divertente. :D. Onestamente penso che sia qualcosa di genetico, e riguardanti la mia morfologia. Ho le gambe corte così le leve sono più facili quando li lavoro. E comunque sono sempre state grosse :D. Ma faccio allenamenti molto intensi per le gambe. Niente di incredibile, voglio dire come esercizio specifico. E ‘tutta una questione di sensazioni, bruciore, e di angolazione. Sono molto preciso quando faccio gli esercizi. Ogni cosa che faccio ha una spiegazione. Io non faccio le cose come un robot. Ma inizio sempre con le leg extension perché ho avuto qualche problema due anni fa con le ginocchia. Così faccio un lungo riscaldamento di 20-30 minuti. Mix di bici, leggero insieme con la leg extension, squat con il mio peso corporeo, e poi mi alleno. Non faccio squat libero, faccio solo i movimenti in cui ricevo buone sensazioni e stabilità. Leg presses, hack squat and smith machine squat. Serie pesanti quando inizio, tra l’ 8-10 poi alcuni set leggeri, basata più sul pump. Ma nessuna di routine fissa.

10388189_595739130554193_431308473497659604_nD) Sei un ragazzo giovane, ma hai calcato il palco più di una volta, pensi di passare pro presto?
8. Penso che ci sia una grande differenza tra i dilettanti ed i professionisti del body building. Ho bisogno di avere più esperienza e continuare a lavorare sodo. Io credo nel mio allenatore. E credo nel nostro lavoro. È tutta una questione di pazienza, lavorando sodo.

D) Quanto è differente la tua vita da un ragazzo della tua stessa età?
9. Non bevo alcolici, mangio gli stessi piatti ogni giorno senza mangiare qualcos’altro. Io non esco, non vado alle feste. E calcolo mie ore di sonno. Ci vado ogni giorno in palestra e cerco di non trovare delle scuse. Mi sono pure allenato con la febbre. Ma se voglio diventare un professionista, devo farlo e la gente non lo capisce. Ma la più grande differenza è che, io faccio solo quello che mi piace fare, e io non seguo la via sociale o le mode.

D) Quanto è importante per un body builder di avere uno sponsor, oggi? Pensi che è possibile praticare questo sport senza?
10. Beh, penso che sia molto difficile senza uno sponsor. E ‘molto difficile trovare uno, ed è molto difficile trovarne uno buono. In Svizzera, è molto difficile, la vita è molto costosa. Il problema di oggi è evidente. Alcune persone hanno uno sponsor, ma non sono veramente atleti, e alcune persone sono atleti reali con talenti, ma nessuno li aiuta. Quindi è un po’ ingiusto. Ma questo è molto in generale.

D) Credi … che il body building ti ha aiutato nella tua vita?
11. Body building non mi ha aiutato nella vita. Ha cambiato la mia vita. Non potrò mai ringraziare abbastanza il mio allenatore per questo. Perché il mio modo di pensare, è cambiato, la mia personalità anche. Il mio comportamento. E ‘molto difficile da spiegare, ma. è la cosa che avevo bisogno per essere felice al 100% della mia vita.12096281_780880738706697_7300736070625730537_n

D) C’è qualche episodio divertente o strano in che ti è capitato dato il tuo fisico, che magari ti fa sorridere o di cui sei orgoglioso da volerci raccontare?
12. Ho vissuto molti bei momenti. I miei titoli sono bei ricordi. Quando ho vinto il L’assoluto nei campionati svizzeri nel 2004, è stato un momento incredibile. Ero ancora una junior e ho sentito una certa pressione perché non ho fatto il risultato che volevo qualche settimana prima al Arnold Classic. Quindi era una bella rivincita. E mia madre era lì, così ho pianto con lei. E ‘stato un momento molto emozionante
Oppure quando ho vinto il mio titolo di Mister Olympia amatoriale a Malaga è stato uno dei più grandi. Il titolo certo, ma ero lì con le persone che amo. E ho condiviso grandi momenti con il mio allenatore e le persone presenti. L’atmosfera era ottima. Avrei potuto restare settimane e settimane lì.
Ho una cosa che ricorderò per sempre. Ho avuto la possibilità di fare un allenamento con Ronny Rockel IFBB PRO. E ‘stato molto impressionante. Ero molto intimidito. E io sono ancora così quando sto accanto a culturisti come lui.
E un’altra cosa divertente è successa su Instagram. Io uso questo social network molto più di Facebook. E ho visto che un giorno che Flex Lewis ha iniziato a seguirmi. Ero felice come un bambino. Perché questo ragazzo, come molti altri, sono fonte di ispirazione per me. Così, quando si può attirare la loro attenzione, è sempre un onore.

D) Hai mai immaginato di diventare così come sei adesso, all’nizio?
13. Come ho detto prima, non ho mai pensato che sarei andato sul palco. E sono orgoglioso di questo, naturalmente. Perché la prima volta è stato un grande passo per me. Avevo paura. E adesso non vedo l’ora di salire sul palco. Ora sono consapevole che ho fatto qualcosa di buono. Ma voglio stare meglio ancora e ancora. Questo sport non ha limiti.

12088266_782658875195550_4784503310804585592_nD) Come è difficile si fa a spingere spingerti ogni giorno per superare i tuoi limiti?
14. Il mio punto di forza è probabilmente la mia mentalità. Non ho limiti. Quindi non ho bisogno di nessuno per spingere me stesso al livello successivo. Ma molto spesso tengo in mente quello che il mio allenatore mi dice. E ho la foto di Flex Lewis a casa con la sua firma. Significa forse niente, ma è un fonte di motivazione per me.

D) Conosci la mia blog/ facebook page giusto? Che cosa ne pensi?
13. Certo naturalmente la conosco. E’ molto buona e popolare. La prima volta che ho visto una foto di me sulla tua pagina di Facebook, sono stato molto felice e onorato. Molte persone seguono la tua pagina in modo che sia una buona pubblicità per tutti noi. E inoltre sei sempre stato gentile con me ;).

11692640_737351799726258_5754254203350277142_nD) Cos’ è il body building, per te?
14. Body building è la mia vita. Questo è uno stile di vita, ma anche una sorta di scuola. Si impara a rispettare le persone, gli atleti. E’ non solo un’arte, è una disciplina.

D) Qual è il tuo consiglio per il body builder più giovane che ti ammirano?
15. Bè sarebbe pretenzioso dare consigli alle persone. Perché devo imparare ancora molto. Quindi il mio consiglio è quello di allenarsi duramente, a credere in quello che fate, e ascoltare le persone. E ‘importante rimanere aperti. E ‘il modo migliore per pensare a noi per capire che cosa si deve cambiare, per diventare una persona migliore.

11694897_735505403244231_6332625783214423414_n

D) Quando torni sul palco?
16. Torno a marzo in Ohio, all’ Arnold Classic nel 2016.

D) Alcune parole finali prima di finire?
17. Ti ringrazio per l’intervista. Sono lusingato che mi hai scelto. E ti auguro buona fortuna per il successo della tua pagina di Facebook. Un saluto a tutti!

INTERVIEW TO MARIUS CHERA – Team Tuor

11947993_433909690128912_7952133343299860753_oQ : Hello Mr Chera, thank you for taking the time to sit down and do this interview. Where are you from?
This is my first time doing an interview and I am honored to speak with your publication. Regarding your first question, I am from Sibiu, Romania.
Q: How old are you and which are your stats now (weights in and offseason)?
Currently I am 23 years old. During offseason I weigh 105 Kg, and now, 2 weeks until the competition I weigh around 92 Kg.
Q: When you started to do body building and why?
I started weightlifting in February 2010 to do to stay fit after disappointing career in local junior basketball team. I started competitive body building in 2012 when I realized my true passion for this sport.
Q: How long do you train? And how do you train?
In my offseason training I go to the gym at least 6 times per week, and in my competition training I tend to go even more frequently. I usually train for about 1-2 hours per day, depending on my routine and the competition season.
Q. What are your preferred supplements and what you like to eat before you go to the gym?
My preferred meal before I go to the gym is lean beef and brown rice. Adding some healthy fat or simple sugars is an option depending on which period of the season I am at. Regarding supplements I use Beta alamine, Citruline, Arginine and before the contest I also use some fat burners.
10174876_244192122434004_131077438_n
Q: You’re a young guy, but you have already stay the stages of shows more than once, you think you get go pro early?
Even if is really difficult to get a pro card in Europe, I think about that every day and this motivates me to work hard and be disciplined to achieve a “pro” level body.
Q: What do you think the biggest mistake people make when it comes to train? And when try to begin to follow a bodybuilding lifestyle?
In my opinion the number one mistake people make is the lack of diversity on training techniques. Regarding your second question, I believe that people should keep a balance between bodybuilding lifestyle and the social life.


Q: Your shoulders and arms incredibly huge, how do you train?
Both are genetically gifted body parts, which responded well from the beginning of my training. Like I said before, I use allot of techniques with different intensities around the main movements. Constantly changing my routine worked really well in developing this small muscle groups.
Q: Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?
For me the right nutrition is very important, and this is more and more obvious to me as I am progressing in my career. My diet has few protein sources like chicken, beef, fish and egg whites and few carbs sources like oats, brown rice and sweet potatoes.
Regarding supplements I think you must complete your daily protein intake with some protein powders. Also a vitamin/mineral complex is needed. In my opinion fish oil is also very important for low fat diets like mine.
Q: On YouTube we can see you continue to grow and improve yourself from last time we see you on stage, but what are you focusing on your growth now?
Right now I am focusing on growing my overall mass, but in the same time keeping balance and symmetry between upper body and lower body. My other focus is developing my weak body parts.


Q: How much different is your life by the teen of the same age?
In the offseason period my life is not so much different from the life of my friends. Sometimes I am trying to detach from the bodybuilding lifestyle by having diverse activities like going out to clubs, visiting places, having some drinks and few cheat meals. But, when the competition period starts (let’s say 20 weeks before the contest) I am 100% devoted and focused on my program to achieve my goals and sometimes that requires some distance from my friends and I am happy that they understand.
Q: How important it is for a bodybuilder to have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
Nowadays I believe a sponsor is quite important for a bodybuilder. To be a good amateur bodybuilder and to fight for a pro card this requires the help of a serious sponsor.
Q: Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life? And you think the bodybuilding can help the man giving much more confidence, determination…?
I do believe the bodybuilding has helped me. I am satisfied at this point in my life but I am still striving for more.
Q: Can you image, at you’re begin of your training you will be big like you are now?
Honestly I never thought I would get to this level and I am still surprised on how my body still reacts.
Q: What is the bodybuilding, for you?
For me bodybuilding is more than a sport, it is an art, it is for people which are mentally strong and disciplined.

1491651_244192185767331_2077138671_nQ: What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
My advice for such a young bodybuilder is to filter the valuable information from other people and make smart decisions at his own.
Q: When you will back on stage?
My next contest will be Arnold Classic in Madrid on which I am competing in the junior’s category. Next year I will be a senior and depending on what I will decide with my coach Patrick Tuor and the IFBB 2016 calendar, I will make a decision on what contest to compete in.

————————————-
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————-

1722926_10152907190122700_5307755960859850603_nD: Ciao Marius per essere qui con noi, a fare questa intervista. Da dove vieni?
Questa è la mia prima volta che faccio un intervista e io sono onorato di parlare con il vostro blog. Per quanto riguarda la prima domanda, io sono di Sibiu, in Romania.
D: Quanti anni hai e quali sono le tue statistiche ad oggi?
Ho 23 anni. Durante l’offseason Io arrivo a peso 105 Kg, e ora, a 2 settimane prima della mia prossima competizione pesa circa 92 Kg.
D: Quando hai iniziato a fare body building e perché?
Ho iniziato il sollevamento pesi nel febbraio 2010 e l’ho fatto per rimanere in forma dopo una carriera deludente in una squadra di basket locale junior. Ho iniziato con il body building competitivo nel 2012 quando ho capito che questa era la mia vera passione.
D: Quanto tempo ti alleni? E come ti alleni ormai?
Nel mio allenamento offseason vado in palestra almeno 6 volte alla settimana, invece nel pre-gara Io tendo ad andare ancora più frequentemente. Io di solito alleno per circa 1-2 ore al giorno, a seconda della mia routine e della stagione agonistica.
D. Quali sono i tuoi integratori preferiti e che cosa ti piace mangiare prima di andare in palestra?
Il mio pasto preferito prima di andare in palestra è della carne magra di manzo e riso integrale. L’aggiunta di alcuni zuccheri semplici o grassi sani è un’opzione a seconda di quale10995103_361958877323994_7535080217684000174_n periodo della stagione sono. Per quanto riguarda gli integratori che uso, prendo Alamine Beta, Citrullina, arginina e prima della gara uso alcuni brucia grassi.
D: Sei un ragazzo giovane, ma hai già fatto qualche gara importante, pensi di ottenere la tua pro card presto?
Anche se è davvero difficile ottenere una card pro in Europa, penso ogni giorno a questo e mi motiva a lavorare sodo! Ad essere disciplinato per ottenere un corpo da livello “pro”.
D: Quale pensi sia il più grande errore che le persone fanno quando si tratta di allenarsi? O quando tenta di iniziare a seguire uno stile di vita come il body building?
A mio parere lo sbaglio principale è la mancanza di diversità sulle tecniche di allenamento. Per quanto riguarda la seconda domanda, credo che la gente dovrebbe mantenere un equilibrio tra stile di vita da body building e la vita sociale.
D: Le tue spalle e le tue braccia sono incredibilmente enorme, come li alleni?
Entrambi sono parte del mio corpo geneticamente dotate, perché hanno risposto bene fin dall’inizio all’allenamento. Come ho detto prima, io uso sempre tecniche diverse e diverse intensità sempre usando dei movimenti di base. Sono in continua evoluzione la mie routine , sto lavorato molto bene nello sviluppo di questi piccoli gruppi muscolari.
D: Puoi raccontarci della tua dieta, integratori di routine? E quanto la giusta nutrizione è veramente importante per costruire i muscoli?
Per me la giusta nutrizione è molto importante, e questo è sempre più evidente per me come sto progredendo nella mia carriera. La mia dieta ha poche fonti di proteine ​​come il pollo, manzo, pesce e albumi e poche fonti carboidrati come l’avena, riso e patate dolci.
Per quanto riguarda gli integratori: Penso che è necessario completare l’apporto proteico giornaliero con alcune proteine ​​in polvere. Inoltre è necessario un complesso vitaminico / minerale. A mio parere, l’olio di pesce è molto importante anche per le diete a basso contenuto di grassi come la mia.


D: Su YouTube si può vedere che sei in continua crescita e sei migliorato a vista d’occhio da ultima volta che sei salito sul palco, ma su cosa stai concentrando la tua crescita ora?
In questo momento mi sto concentrando sulla crescita della mia massa totale, ma allo stesso tempo mantenere l’equilibrio e la simmetria tra la parte superiore del corpo e inferiore del corpo. L’altro mio obiettivo è lo sviluppo di parti del mio corpo al momento più deboli.
D: Quanto differente è la tua vita da un altro ragazzo della tua stessa età?
Nel periodo offseason la mia vita non è tanto diversa dalla vita dei miei amici. A volte cerco di staccare dalla vita del body building facendo diverse attività come andare nei club, visitando luoghi, mangiando anche cibi cosi detti “sporchi”. Ma, quando inizia il periodo di gara (diciamo 20 settimane prima della gara) io sono al 100% dedicato e concentrato sul mio programma per raggiungere i miei obiettivi e, talvolta, ciò richiede una certa distanza dai miei amici e sono felice che sono compreso da loro.11909509_427503127436235_7843342014246670352_n
D: Quanto è importante per un body builder avere uno sponsor, oggi? Pensi che è possibile praticare questo sport senza?
Oggi credo che uno sponsor è molto importante averlo per un bodybuilder. Per essere un buon culturista amatoriale e lottare per una pro card questo richiede l’aiuto di uno sponsor serio.
D: Credi che … il body building ti ha aiutato nella tua vita? E pensi che il body building possa aiutare l’uomo dandogli più fiducia, determinazione, etc …?
Si io credo che il body building mi ha aiutato. Sono soddisfatto di questo a questo punto della mia vita, ma sto ancora lottando per avere di più.
D: Hai mai immaginato, ai tuoi inizi che saresti diventato cosi grosso?
Sinceramente non ho mai pensato che avrei avuto questo livello e sono ancora sorpreso di come il mio corpo reagisce!
D: cos’è il body building, per te?
Per me è più di uno sport, è un’arte, è per le persone che sono mentalmente forti e disciplinati.


D: Qual è il tuo consiglio per il body builder giovane che ti ammira?
Il mio consiglio per un giovane body builder è quello di filtrare le informazioni preziose da altre persone e prendere decisioni intelligenti a proprie.
D: Quando torni sul palco?
La mia prossima gara sarà Arnold Classic a Madrid quale nella sarò in competizione nella categoria junior. L’anno prossimo sarà un senior e seconda di ciò che deciderò con il mio allenatore Patrick Tuor e il calendario IFBB 2016, deciderò dove gareggiare!