Archivi tag: ifbb

One Way Fitness 2017

CLASSIFICHE FINALI 2017

 

CLASSIFICA CLASSIC MEN’S PHYSIQUE

1) DE PETRILLO VALERIO
2) COSTANTINI ANDREA
3) DI MARCANTONIO GIANFRANCO
4) CAUTIERO DARIO
5) PAOLONE MANUEL
6) ROMANELLO ANDREA

CLASSIFICA WELLNESS FITNESS

1) DESARIO CATERINA
2) COLTELLARO SERENA
3) RITONDALE MONICA
4) DAMALA NICOLETTA
5) RUGGERI ANGELO
6) POMPEI IRENE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE MUSCULAR

1) CROCI RICCARDO
2) PIACENTINI LEONARDO
3) LAZZARETTI MATTEO
4) PANNONE FRANCESCO
5) CORONGIO PIETRO
6) ZANGHI MARCO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) VECCHI ROBERTO
2) FARAVELLI DIEGO
3) IACOVELLA VALERIO
4) TARANGION MANUEL
5) ANGELINI MICHELE
6) TIRABASSI DAVIDE

CLASSIFICA BIKINI +169CM

1) MOROSETTI ELEONORA
2) MICILLO MARZIA
3) DE ROSSI SARAH
4) BELLUCCI SERENA
5) MAULE STEFANIA
6) MASELLA FEDERICA

CLASSIFICA BIKINI -169CM

1) DIONISI ALESSIA
2) MASTRANTONIO MARTINA
3) MARGIONE IRENE
4) CATIZZONE CATIA
5) OSIPOVA VERONIKA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) IOZZIA PIETRO
2) FASCIANA FRANCESCO
3) FOTI MARCO
4) CAPRIOTTI GIOVANNI
5) LUIGI MAZZOTTA
6) FIGLIOLI STEFANO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -178CM

1) MARSELLA ADRIANO
2) CECCHELLI ANDREA
3) TAGGIASCO MATTEO
4) CAPOBIANCO ANTONIO
5) RIBICHESU ALESSANDRO
6) AMADORI ALESSANDRO

CLASSIFICA BIKINI -166CM

1) LEFTER ROXANA
2) CACCIAPUOTI MAIRA
3) RICCI VIRGINIA
4) PERILLI MARZIA
5) CARRELLA LUIGIA
6) GALFANO VALERIA

CLASSIFICA BIKINI -163CM

1) SALVATI VERONICA
2) CIRULLI ALESSIA
3) TORNESI FEDERICA
4) LIBERTI CLAUDIA
5) PETRELLA FRANCESCA
6) DI NICOLA DOMENICA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -174CM

1) SEGATI ALEX
2) CORONGIU PIETRO
3) VINCENZO ROMANO
4) SCIBILA ARMANDO
5) DI PASQUALI MARCO
6) ESPOSITO MAURO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -170CM

1) MARSELLA DENNIS
2) VIVILECCHIA CLAUDIO
3) FENU NICOLA
4) DELL’ERBA GIOVANNI
5) CHIARO GIACOMO
6) TROVATO ALESSANDRO

 

CLASSIFICA BIKINI -160 CM

1) SANTAMARIA SABRINA
2) DI DOMENICO SOFIA
3) SORRENTINO FLORA
4) DE LEONARDIS ALESSIA
5) DI GNEO LOREDANA
6) OTELEA CAMELIA

CLASSIFICA BIKINI -157 CM

1) FALZARONI DANIELA
2)SHKLJARLIR ANZHELA
3) ASTOLFI HELEN MARLENE
4) MEUTI ELEONORA
5) SALERNO SERENA
6) PELLICCIA AFRODITE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE OVER 40

1) VECCHI ROBERTO
2) RIBISCHESU ALESSANDRO
3) CAPONE PIETRO
4) ANGELUCCI STEFANO
5) AMADORI ALESSANDRO
6) INTINI CLAUDIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES +174CM

1) CARRELLA ANTONIO
2) MONTEFORTE GAETANO
3) TEPERA SAM
4) PITANTI LUCA
5) MARCELLI MATTEO
6) POMES ALESSIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES -174CM

1) SBIZZERA ALESSIO
2) ROMANO VINCENZO
3) APREA GIANMARCO

CLASSIFICA BB SUPER MAX +100KG

1) D’ALESSANDRO EMILIO

CLASSIFICA BB MAX -100KG

1) DI LUCCHIO MICHELE
2) FRANCIA MAURO
3) FALSO ROBERTO
4) VAIANO PATRIZIO

CLASSIFICA BB MEDIO-MAX -90KG

1) MONSIGNORE VALERIO
2) MAGLIOZZI GIOVANNI
3) PRENCIPE GIANFRANCO
4) PALMIERI MARCO OTTAVIANO
5) MASTROENI FRANCESCO
6) D’AMBROSIO MARIO

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 -163CM

1) FALZARONI DANIELA
2) SANTAMARIA SABRINA
3) PETRELLA FRANCESCA
4) DI NICOLA DOMENICA
5) MEUTI ELEONORA
6) D’ASSARO SABINA

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 +163CM

1) DIONISI ALESSIA
2) LANZI FABIOLA
3) MUSCIO MONICA
4) KAWCEYNSKA EDYTA
5) ESPOSITO BRUNELLA
6) DINOTA ELIA

CLASSIFICA BIKINI JUNIORES

1) LEFTER ROXANA
2) SHRLJARLIK ANZHELA
3) VERRUSIO FEDERICA
4) CORREALE CAVALLARI STEFANIA
5) MAULE STEFANIA
6) CIUBOTARU ANA MARIA

CLASSIFICA BB MEDI -80KG

1) BERDINI GIANLUCA
2) FERRARA FRANCESCO
3) COMUNALE VALERIO
4) CALDARELLI CLAUDIO
5) ROSSI TOMMASO
6) MARTINO RAFFAELE

CLASSIFICA BB LEGGERI -70KG

1) GIORGIO BASSETTI
2) PASTORE ANTONIO
3) DE SANTIS ANDREA
4) ROSSETTI GIUSEPPE
5) MAZZUOCOLO ANTONIO
6) RAFFAELLI MANUEL

CLASSIFICA WOMEN PHYSIQUE

1) FERLANTE ELSA
2) CATALDO FRANCESCA
3) CARBONI PAOLA
4) CONETTA PAOLA

CLASSIFICA BB OVER 55

1) GARAU FAUSTO

CLASSIFICA BB OVER 50

1) LA BARBERA FABIO
2) ERRA CLAUDIO
3) DEL ROSSO MAURIZIO
4) DOLENZ MAURIZIO
5) DI COSTANZO PIETRO
6) MARCUCCI FABRIZIO

CLASSIFICA BB OVER 40 +90KG

1) DELLIPAOLI PASQUALE
2) FILIPPUCCI ROBERTO
3) PARACHINI CRISTIAN
4) STINIGUTA OVIDIU

CLASSIFICA BB OVER 40 -90KG

1) FIORE ANTONIO

CLASSIFICA OVER 40 -80KG

1) FENDERICO IVAN
2) CEA ALBERTO
3) FORMISANO GIORGIO
4) AMATO FRANCESCO
5) OLIVIERI DIEGO
6) PESCETELLI PATRIZIO

CLASSIFICA BB JUNIORES +80KG

1) CARNEVALI NICOLO’
2) BOSSO NICOLO’

CLASSIFICA BB JUNIORES -80KG

1) MARCHI SIMONE

 

CLASSIFICA BODY FITNESS OVER 40

1) FORTE MONIA
2) COSTANTINO ROSY
3) LESO STEFANIA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PAZIENZA MARINA

CLASSIFICA BODY FITNESS +163CM

1) MARTINO FABIANA
2) TODRANI ADRIANA
3) MORICHE ELISA
4) LORENZETTO BARBARA
5) LESO STEFANIA

CLASSIFICA BODY FITNESS -163CM

1) RAGO ELENA
2) FORTE MONIA
3) BENTROVATO ADELINA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PIERUCCI MILENA

CLASSIFICA HP CLASSIC OVER 40

1) RICCITELLI MATTEO
2) BUCCINO ENZO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) TERZANI ALESSIO
5) DE LUCA PABLO
6) SPUZZO CESARE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB +180CM

1) PAOLUCCI FRANCESCO
2) GRANESE VIRGINIO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) STINIGUTA OVIDIU
5) DEZZI DANIELE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -180 CM

1) REITANO GIORGIO
2) BUCCINO ENZO
3) PALAMARO GUIDO
4) GIACCIO ALFONSO
5) FUNARI FILIPPO
6) TERZANI ALESSIO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -175CM

1)SERENI MARIO
2) MANNA RAFFAELE
3) CIPRO VINCENZO
4) MALEPASSO WALTER
5) NOVI GIORDANO
6) TAVERA FRANCESCO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -171CM

1) BASSETTI GIORGIO
2) MARINO GIOVANNI
3) D’AMICO MIRCO
4) FEDERICO ANTONIO
5) GUIDA ENRICO

CLASSIFICA EASY HP -4KG +175CM

1) BERNOCCO VINCENZO
2) DI GIAMMARIA VALERIO
3) FERRARO ORLANDO
4) MERCOLINO RAFFAELE

CLASSIFICA EASY HP -4KG -175CM

1) FINAMONTI ANDREA
2) MALEPASSO WALTER
3) CAVARICCI ANDREA
4) CUTOLO LUIGI
5) GUARINO DANIELE
6) MACCIONE SIMONE

 

 

 

 

 

Annunci

Intervista a Filippo Masucci: il burbero che tutti amano

CulturismoItaliano_masucci01 (3)D) Partiamo, come di consueto, da una tua piccola presentazione personale per chi non ti conosce ancora, chi è Filippo Masucci?

Intanto un grosso saluto a tutti gli appassionati di body building,  sono Masucci Filippo atleta internazionale ifbb dal 2004 , nella mia ormai lunga carriera , ho partecipato a 3 campionati europei , 5 campionati del mondo, 3 arnold classic, 1 olympia amateur,. Nella maggior parte di queste competizioni sono riuscito a centrare la finale , conquistando nel 2005 un 3° posto al campionato europeo,
3 quarti posti ai campionati Mondiali negli anni 2007 2008 e 2009 , nel 2013 un 2° posto all’arnold classic europe. In tutto questo ho avuto anche una piccola parentesi nella Wabba, dove ho partecipato al Mr Universo arrivando al 2° posto nel 2014 , quella sfilza infinita di 4° a cui si aggiungono il primo Arnold classic che ho disputato in America nel 2011 , l’Olympia Amateur dello stesso anno , e l’ultimo Arnold Classic da me disputato sempre negli Stati uniti nel 2013 . Quel n° 4 mi ha lasciato parecchio l’amaro in bocca, questo per ciò che riguarda le competizioni internazionali. Il resto delle gare sono talmente tante che ad elencarle perderei troppo tempo, quello di cui vado molto orgoglioso è di aver conquistato il posto nella nazionale ifbb , vincendo le qualifiche nel periodo in cui in nazionale ci andavano 8 -10 atleti massimo .

D) Da quanti anni ormai segui questo stile di vita? E come hai iniziato con il culturismo?

Tutto e’ cominciato nel lontano 8 gennaio 1990 , a 20 anni , ed ebbe inizio , perché nella mia adolescenza sono sempre stato molto in sovrappeso , 1,65 cm di altezza per 105 kg . Pensate un po’ come ero, ho effettuato il mio primo campionato regionale nel 1993 , a 65 kg ,poi da li una pausa , che mi ha tenuto lontano dagli allenamenti per quasi 4 anni, per problemi di lavoro, quando mi accorsi che il mio fisico stava di nuovo diventando come quando ero giovane, ricominciai nel 1998 a frequentare nuovamente la palestra e da li’ non mi fermai più , ricominciai a gareggiare nel 2001 , e ad oggi sono uno degli atleti più longevi Italiani , avendo fatto 15 anni di gare di fila , solo pochi stop per infortuni, ma quelli ci stanno!!!

CulturismoItaliano_masucci01 (2)

D) Da un tuo punto di vista personale, qual’è la parte più dura del culturismo e perchè?

Inizialmente , la parte piu’ dura nell’affrontare questa disciplina era l’alimentazione , parlo nei primi 4 /5 anni di agonismo, poi invece , questo per me non e’ più stato un problema , oggi non saprei alimentarmi diversamente , oggi credo che la parte più difficile per fare il body builder , sia la costanza, il tenere la mente sempre concentrata, far si che quando sei in sala pesi nessun agente esterno possa distoglierti dal tuo obiettivo , trovare sempre gli stimoli giusti, questo secondo me e’ la parte più difficile di questa disciplina.

D) Quali sono state le prime gare fatte e le più importanti vinte?

Di gare ne ho vinte tante , nel circuito italiano le migliori gare della mia federazione , appunto la ifbb , le ho vinte piu’ volte , ma la gara che per me ha avuto piu’ significato e’ stato il Campionato del Mondo del 2007 nel Bahrain , dove non vinsi ma conquistai un 4° posto molto molto discusso, dagli score ero 3° fino a 3 minuti prima che finisse la gara…poi quello che e’ successo non lo so!

D) Hai mai pensato di mollare con l’agonismo?

Avrò’ pensato di mollare con l’agonismo almeno una decina di volte , compreso la gara di cui ho parlato sopra, ma questo pensiero  durava solo per una settimana max , poi si riprendeva più decisi di prima , ho un carattere molto deciso, difficile distogliermi dalle mie idee , so che questo e’ un difetto, per molti versi , ma per altri mi ha permesso di essere oggi quello che sono! Quindi ho sempre pensato di mollare il CulturismoItaliano_masucci01 (7)culturismo nei momenti in cui mi facevano un torto in gara, ma non ho mai pensato di mollarlo perche mancava la voglia, un giorno so che dovrò mollare, ed ormai quel giorno non credo sia lontano, ma mollerò solo per un problema fisiologico, quando il mio fisico avrà difficoltà a rispondere alle alte sollecitazioni di allenamento a cui questa disciplina ti sottopone. Prima di allora mi dovrete sopportare!

D) Cos’è il culturismo per te?

A questa domanda ci va una risposta secca: lavoro, passione, vita. Questo e’ il b.b. per me.

D) Porti sul placo una condizione molto estrema per un culturista, quanto tempo dura una tua preparazione ad una gara, e varia da competizione a competizione?

Le mie preparazioni non sono mai durate meno di 6 mesi , e molto raramente nel periodo in cui mi preparo faccio i famosi sgarri alimentari. Il massimo che posso fare e’ mangiarmi una pizza ogni mese circa fino a 3 mesi prima dalla competizione , questo mi permette di portare una condizione cosi’ estrema! Non varia da competizione a competizione, sono un tipo molto meticoloso , e se devo salire su un palco , voglio salire al top , se no rimango a casa.

CulturismoItaliano_masucci01D) Cosa non va e cosa va meglio, nel culturismo Italiano secondo te?

A questa domanda preferirei non rispondere , per evitare di essere frainteso, visto il mio recente passato. Noi atleti dobbiamo pensare solo a prepararci al meglio e salire sul palco , a tutto il resto devono pensare gli organi competenti, nel momento in cui smetterò di fare l’atleta , se mi varrà concesso dirò cosa va e cosa non va secondo me nel b.b.di oggi , ma fino ad allora , non sono in grado di esprimermi in tal senso.

D) A chi ti sei ispirato, quali erano i tuoi modelli? E oggi, a chi ti ispiri?

Sinceramente non mi sono ispirato mai a nessuno di preciso, certo e’ normale che ho un paio di atleti che preferisco a livello professionistico rispetto altri , uno di questi e’ Shawn Ray , per me il n° 1 in assoluto.

Degli atleti di oggi mi piace molto il mio coetaneo Dexter Jakson , e poi lui il re dell’ Olympia: Phil Heat! Però ripeto quello che mi piace piu’ di tutti e’ Shawn Ray!

D) Qual’è sempre stato il tuo obiettivo finale nell’ allenamento?

Sentire piu contrazione muscolare possibile dal muscolo che sto allenando, spremendo il più possibile , facendo delle contrazioni prima con il cervello e poi con il muscolo, cerco di concentrarmi per far si di collegare mente e muscolo nell’esecuzione, questo però lo puoi effettuare solo se hai una piena padronanza del tuo corpo , bisogna avere tanti anni di allenamento alle spalle!CulurismoItaliano_Masucci02

D) Un gruppo muscolare carente, come consigli di allenarlo?

Prima cosa quando entri in palestra e devi allenare il tuo muscolo carente, devi andare con una voglia ed una concentrazione tale da sentire muovere ogni singola fibra muscolare, Poi con il mio coach Mauro Sassi abbiamo provato ad allenare il muscolo meno ipertrofico, più volte a settimana, con W.O totalmente differenti, es: 1° allenamento settimanale con carichi alti , 2° allenamento settimanale con carichi medi alzando l’intensità di lavoro, Per me ha funzionato.

D) Oltre a far parte del Team Stones di Mauro Sassi, hai anche un team di atleti tutto tuo….è difficile far appassionare oggi i ragazzi all’agonismo?

Non sono io a cercare i ragazzi che vogliono essere allenati da me, quindi chi viene per essere allenato , già parte con l’idea di fare l’agonista o comunque di avere cambiamenti sostanziali nel suo corpo, il problema e’ che molti di essi non sono coscienti dei sacrifici e del tempo che ci vuole per far si che questo avvenga. E capita che ogni tanto qualcuno si perde per strada!

D) Cosa consiglieresti al neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?

Il mio primo consiglio è di avere pazienza, lavorare sodo, alimentarsi in maniera idonea , ed essere costante, prima o poi i risultati arrivano, parlando un po’ di come ho cominciato io: i sacrifici che ho fatto per essere come sono adesso sono stati tanti e costanti, e se l’ho fatto io possono riuscirci tutti, l’importante è volerlo.

D) Prossime competizioni in programma?CulturismoItaliano_masucci01 (6)

Prima competizione in vista è l’Arnold Classic negli Stati Uniti il prossimo Marzo, poi da li con il mio Coach Mauro Sassi vedremo come proseguire la stagione. 🙂

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio nell’impegno preso con il body building?

Non mollate mai ragazzi, io di problemi ne ho superati tanti, ed il b.b. è stata sempre la mia ancora di salvezza, so che la vita non e facile e’ ti mette sempre davanti a delle scelte, ma in tutte le scelte che ho fatto , questa disciplina l’ho tenuta sempre nel cuore e nell’anima, la sofferenza, le privazioni, la tenacia , hanno fatto di me l’uomo che sono! Ed io sono felice di essere me stesso! Un’altra cosa che voglio dirvi, è di volare sempre bassi , e di rispettare sempre i vostri avversari, ricordatevi che voi avete fatto sacrifici per salire in un palco, ma anche loro!

D) Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?

Intanto Ringrazio te Vic per l’intervista, poi ringrazio di cuore i miei pochi amici, e quando parlo di amici parlo di quelli che mi sono stati veramente accanto , nelle gioie e nei dolori, non faccio nomi perchè loro sanno bene chi sono!

Ringrazio la mia famiglia , il mio Team , il TEAM MASUCCI , tutti compresi , nuovi e vecchi , chi mi ha dato tante emozioni, e chi mi darà tante emozioni. E voglio Ringraziare la palestra Body is Life di Salvo Barcellona , per mettersi a disposizione , affinchè io possa eseguire un’allenamento al top !!!!CulturismoItaliano_masucci01 (4)
Ed infine voglio ringraziare con tutto il cuore il mio Coach Mauro Sassi, grazie a lui sto vivendo una seconda giovinezza , a 46 anni mi sento molto più forte ed in forma di quando ne avevo 30!

Stiamo facendo insieme un lavoro eccezionale, e lui pur essendo surclassato dai tanti impegni, trova sempre un momento da dedicarmi , da qui si evince il gran rispetto che nutre nei miei confronti, che poi e’ totalmente ricambiato. Mauro Sassi lo stimi perche’ e’ indubbiamente un grande Coach , ma lo ami per il Grande Uomo che dimostra di essere! Un saluto a tutti!

Seccarecci Classic IFBB 2015, ci sono andato!

Roma. 11 Ottobre 2015.

11046263_942480975813375_314985089474850714_n

Seccarecci Classic Ifbb, in ricordo di un amico, una competizione che grazie agli atleti che vi partecipano gli rende onore.

Ricevo una sera sera di settembre un messaggio del mio amico Francesco Seccarecci: “..Ti volevo dire che l’undici di Ottobre faremo il Seccarecci Classic a Roma! Mi farebbe molto piacere se ci fossi! io te l’ho detto mò vedi tu! ;)”….un messaggio che mi ha fatto molto piacere, Francesco, come il fratellone Daniele, è un bravo ragazzo. Un lavoratore e un ottimo esempio di come il culturismo e la vita normale possano convivere tranquillamente non sfociando per forza nell’agonismo. La mia risposta non si è fatta attende :”Mi farebbe molto piacere per rivederti, rivedere la tua bella mamma, perchè io sono sempre dalla parte del culturismo e non delle bandiere, per ricordo di Daniele e per rivedere i miei Amici, per divertirmi!”

Preso il biglietto aereo, la camera d’albergo, si va alla volta della capitale, Roma ci aspetta! Daniele sempre nel cuore!

Arrivo in una giornata piovosa, nella splendida location,  Hotel Marriott Park, un albergo non molto distante dall’ aereoporto di Fiumicino. Sicuramente un posto abituato ad ospitare varie convention, attrezzato con una buona palestra tecnogym, ampie sale per accogliere eventi e un cordiale team.

12108995_1059032880788285_2451005311145112083_n

Sistemati i bagagli mi dirigo dove si svolgerà  l’interessante corso di Rossella Prunetti su come creare pasti sfiziosi e gustosi pure rispettando la dieta e lo stile di vita del body building. Durante il corso, Rossella oltre a fornirci molte informazioni interessanti ci ha anche deliziati con alcuni manicaretti appositamente creati per l’occasione. Potrete trovare molte ricette interessanti qui sulla sua famosa pagina facebook.

Mentre questo corso si svolgeva avvenivano le operazioni di peso nella sala adiacente, qui gli atleti venivano divise nelle varie categorie e si preparavano per l’evento che si sarebbe svolto il giorno dopo: il Seccarecci Classic.

11113748_1060248744000032_7895612628176024032_o

Fra un muffin e una spiegazione di come utilizzare anche le nascoste propietà di una proteina vegetale,  incontro i miei primi amici della giornata, il massiccio Simone Costantini, il sempre longevo e uno dei pochi veri bravi posatori d’Italia Fabio Paoloni  la bellissima Daniela D’Emila,  il team Stones, tutti carichi per salire sul palco e pronti a dare spettacolo, Innocenti, Rinaldi, il neo acquisto Andrea Presti e il loro coach Mauro Sassi. La regina del culturismo Italiano, la splendida Cristiana Casoni, ma fra i tanti saluti incontro finalmente, la signora di queste giornate, la mamma di Daniele Seccarecci. Ogni volta che  incontro lei e/o Francesco Seccarecci, è come rivedere immediatamente Daniele vivo davanti a me, ed è davvero una delle cose più belle di questi eventi per me. Rincontrare un amico.12120164_1060250320666541_1692365421927918420_o

Non so bene come descrivere la cosa ma è una sensazione unica, rivedere Francesco Seccarecci e la sua mamma, è davvero sempre come se Daniele fosse li con noi, accanto sorridendo alle nostre battute e supportandoci nei nelle nostre lunghe chiaccerate.

Se questa gara esiste lo dobbiamo anche a loro, nella loro volontà di portare avanti il ricordo di Daniele dandogli una giusta riconoscenza con una gara che ogni anno si arricchisce di più e diventa sempre più 12115557_1060249667333273_1242509659155314940_nperfetta e perfettibile. Daniele è stato e rimarrà un grande del Culturismo Italiano, sia per aver portato in alto la bandiera italiana sia per una capacità che poi hanno oggi giorni nel mondo del culturismo italiano, sapersi rapportare in ogni contesto e con ogni persona gli si presentasse davanti, avendo sempre una battuta pronta con tutti e una testa che gli ha permesso di realizzare molte cose importanti in questo pazzo mondo del body building mondiale!

Daniele Seccarecci rimarrà sempre un esempio come atleta per ognuno di noi,  un esempio di determinazione, costanza e fatti concreti.

La prima giornata volge al termine, io decido di passare la serata con un altro mio Amico di Roma. Andrea Nuccitelli, un mito del culturismo Italiano e con la sua splendida famiglia, quando torno in albergo si è fatto tardi è ora di andare a nanna. Domani si gareggia!

11224407_1059778780713695_8841489029403128658_n

La colazione  è pronta! Il sole splende alto nel cielo in questa metà di Ottobre, quasi a voler rendere giustizia ad una giornata così importante per tutti coloro che sono venuti qui a Roma oggi, per dare ricordare Daniele.  Finito di mangiare tutto, mi dirigo alla piccola expo pre-gara, dove trovo ad attendermi il grande PRO Italiano Emiliano Dell’Uomo, in splendida forma pronto a dare battaglia fra qualche settimana sul palco del San Marino Pro,  altra grande competizione  unica nel suo  genere in Italia e unico modo per vedere dal vivo i PRO IFBB da noi.

12065499_1060248574000049_808973120641865640_n

Ma queste sono le ore più decisive  per un atleta, la condizione di gara si sta rivelando in tutta al sua pienezza, le ragazze sono ormai agli ultimi ritocchi, tutto deve essere perfetto, si ripassa mentalmente la routine, si prova qualche posa  allo specchio, l’ultima ricarica di carbo prima di salire sul palco,  il lavoro si mesi sarà portato con orgoglio sul palco, per divenire il campione, per far brillare il proprio nome sopra gli altri per alzare quella coppa sopra tutti gli altri, per essere immortali. Si prepara il posing, si riscaldano i muscoli, si sistema l’acconciatura….il Seccarecci Classic inizia!11113748_1060248744000032_7895612628176024032_o

Si apre la competizione con un bel video in ricordo di Daniele  dove sembra quasi che lui posi sullo steso palco con i ragazzi in gara…molto suggestivo, dopo i giusti saluti iniziali sia della federazione IFBB che della mmma di Daniele, comincia davvero con la gara! Non vi annoierò descrivendo tutte le categorie, tranquilli ma coloro che più mi hanno colpito per una cosa o per un altra, dando a questa manifestazione il giusto lustro e l’onore che merita.

12141519_1060248737333366_5280278852750081418_n

I Classic body building aprono la competizione, con atleti che già segnano l’alto livello di questa gara. Tutti meritevoli e in condizioni davvero ottime. Da Fagotti a Felici, Da Ludovico a Brancaccio. Ma è la categoria Bb over 40 che attira di più la mia attenzione,  questi over sono davvero tosti! Da Frinsinghelli  a Paoloni i muscoli si sprecano su questo palco, ma farla da padrone in questa categoria è un enorme e granitico Romeo Basso, che poi vincerà la categoria,  ma qui abbiamo uno dei pochi veri talenti nel posing italiani: Fabio  Paoloni, vederlo posare è sempre un piacere come lui, pochi in Italia.

Si presenta poi sul palco l’inossidabile Nicola Gravina che alla “tenera” età di 70 anni passati ci dimostra che il body building può essere una fonte di giovinezza e longevità come poche altre discipline.

12079825_1060249044000002_6730812375244111290_o

Mentre nelle Women Physique vince una ormai una campionessa italiana, Jessica Laghetto, nei 70 kg si conferma un duro avversario per tutti, il neo vincitore dell’Arnold Classic, Enzo Mascaro  seguito da un miglioratissimo Francesco Cervino e dal campione italiano in carica Francesco di Novi piazzatosi terzo in questa serata. Nei body builders  80kg  sale sul palco Roberto Casavecchia…e il mondo si ferma! Elegante, possente, posing da puro spettacolo, unico! Vince meritatamente, chiudendo i giochi nell’attimo esatto in cui smette di posare. mettendo dietro a se 5 ottimi atleti che in questa categoria hanno lottato come leoni per strappare la coppa al re degli 80 kg, Roberto Casavecchia.

12080233_1060250277333212_4459558985149122283_o
Mentre vince la successiva categoria Simone Meittini anche lui fresco dell’avventura dell’Arnold Classic di Madrid, su un superbo Gianni Iacono ritornato sul palco dopo un lungo periodo di stop forzato dovuto ad un incidente stradale, mostrando sul palco una forma pienamente riconquistata e straordinaria. In questa categoria fa il suo esordio il giovane Alex Daz che pure essendo un novizio si classifica molto bene, con il tempo e continuando a impegnarsi al massimo come ha fatto fin ora, salirà con una velocità straordinari le classifiche di molte competizioni.12113316_1060249090666664_926171830261534487_o

Continua la serata e si sale di peso nelle categorie body building arrivando così alla nuova categoria fino a 100kg. Categoria inaugurata i questa competizione che prevede per questa volta, solo 3 atleti. Due dei quali del Team Stones. Jonata Rianaldi e Michael Tiraoro.12120164_1060250320666541_1692365421927918420_o

il primo è drasticamente cambiato dall’ultima gara in cui l’ho visto dal vivo…una schiena impressionante, volumi aumentati in ogni distretto pure mantenendo una linea piacevole, magari non al top in questa competizione, ma credetemi un lavoratore come Jonata in poco tempo ci sorprenderà! Vince la categoria invece un bellissimo Tiraoro tornato anche lui sul palco dopo tanto tempo, elegante e molto bello da vedere. Ottima prova.

Prima di procedere alle ultime categorie, un video ci viene mostrato, un video perfetto in onore di Daniele, un video fatto da un vero professionista come Zhasni per un vero professionista IFBB PRO. Un video che riceve oltre 3 minuti ininterrotti di applausi, un video che gli rende onore, un video scelto e voluto dal fratello di Daniele, Francesco per rendere onore a suo fratello maggiore, un ottimo lavoro. Nessuno poteva fare di meglio, è evidente.

12068885_1060249310666642_4139787121083380627_o

E sia arriva così ai giganti, ai più grossi: i super massimi.  In questa categoria abbiamo davvero molti atleti belli e grossi.11224407_1059778790713694_4476542831846362139_n Un ragazzo molto alto, scusate non ricordo il nome, rispetto agli altri mi colpisce per la struttura ampia che se nel tempo riuscirà a riempire di più sarà davvero un osso duro da battere. Corvaglia che si presenta con gambe enormi da purosangue, mentre non ho visto purtroppo Roberto Falso al top come invece si presenta spesso in gara. Ma per adesso i tre protagonisti rimangono loro: Costantini, Presti e Innocenti.  Grossi, pieni, tirati, belli, tondi ed esplosivi! Un Costantini decisamente migliorato rispetto all’Arnold recuperando anche sulle gambe che è sempre stato un suo punto forte. Con una linea e delle proporzioni davvero molto belle. Un Innocenti con il miglior front dell’intera gara, con muscoli possenti e pieni, che però lascia uno spiraglio agli altri atleti sul dietro. Un Presti in una forma strepitosa, mostrando un side chest, e un back da rimanere senza parole. 12140639_10153417569807562_2783165224470396194_nLa rountine di Costantini dedicata a Daniele è da brividi, lascia tutti con il magone in gola, rendendo giustizia sia al suo fisico che alla sua muscolatura equilibrata ed elegante, il femorale di Presti mi lascia senza parole…è come se avesse un hp impiantato sotto la coscia! Nelle pose di lato evidenzia molto bene il suo incredibile spessore generale con una schiena ampia,  Il doppio bicipite frontale di Innocenti spacca come un boom sonico! Mostrando anche in rilassata frontale una potenza difficile da trovare spesso in atleti così giovani. Tre grandi atleti, è fuori dubbio, tre meravigliosi massimi!  Posa dopo posa, si scontrano questi tre titani che da subito si impongono come i top della serata senza dubbio alcuno. Ogni confronto è un’ esplosione di potenza, muscoli e vene, Ognuno dei tre è molto forte e i punti carenti sono davvero pochi e minima è, secondo me la differenza fra i tre.  Questa è davvero una sfida ardua, sia per gli atleti sul palco che per i giudici. Chiunque ne esca vincitore ha vinto e di conseguenza gli altri hanno perso, contro grandi atleti. Una battaglia onorevole e davvero di alto livello. i confronti si susseguono, le rountine libere lasciano spazio al posedown finale dove la musica si fa assordante e i grossi si mescolano con il pubblico per un posedown stratosferico Alla fine la spunta Andrea Presti, facendo un esordio con il botto in IFBB. vincendo poi anche l’assoluto body building!11224407_1059778784047028_3804789454034411066_n

Il resto della serata prevede Bikini e Men’s physique, due categorie che io trovo davvero difficile da giudicare, le prime le premierei tutte con il primo posto! i secondi invece non riesco a capire come un atele sia migliore dell’altro, sono tutti ragazzi in formissima…ecco qui mi servirebbe l’aiuto del mio amico Francesco Montuori o di Valentino Tozzi per darmi un mano! Ma dove sono quei due quando ho bisogno di loro?!?!? Fra queste categorie quelli che più mi hanno colpito sono nelle bikini mi salta subito all’occhio la bellissima Matilde Biagini, che vincerà poi le bikini fino a 169cm, nei men’s physique bellissimi Rinaldi e Zanetti.

Ma come tutte le cose belle, anche questa competizione volge al termine e così il mio articolo su questa competizione. Una piccola nota personale. Daniele Seccarecci oltre ad essere molto grosso, molto alto e uno dei più pesanti atleti mai apparso su un palco PRO, tanto da meritare di entrare nel Guinness World Record book,  era una body builder che sapeva posare come pochi al mondo. Ogni posa, ogni routine era studiata e provata, molte volte prima di salire sul palco. In questa gara in suo onore solo pochi gli hanno davvero reso onore con il posing. Perché è il posing che di Daniele più di ogni altra cosa ci rimane sempre dentro, prova ne sono le foto sempre in posa perfetta che hanno fatto il giro del mondo . Trimboli, Casavecchia, Costantini, Paoloni. Alcuni nomi che gli hanno reso giustizia, molti altri a malincuore ancora si ostinano a sbagliare musica rispetto al loro fisico o presentano delle routine inventate al momento, certo non farà punteggio, ma la routine è l’unico momento che vi darà sempre visibilità e che renderà giustizia al vostro impegno. Daniele lo sapeva bene. Grazie Daniele!

Ci tengo a ringraziare alcune persone però prima di chiudere. Francesco Seccarecci, che si dimostra ogni volta un amico, come lo era sua fratello. Un uomo che porta vanti la memoria di Daniele con orgoglio e dandogli il giusto onore.12087680_1060249897333250_4728538482921760895_o

La mamma di Daniele, sempre gentilissima con me e piena di preziosi consigli,  ogni volta che ci vediamo non possiamo far a meno di abbracciarci  e sentire Daniele qui, accanto a noi, dentro il nostro cuore. grazia ancora alla famiglia Seccarecci per l’invito, è stato un onore vedere questa competizione dal vivo. Mauro Sassi e Cristiana Casoni per tutto il supporto e l’affeto dimostratomi sempre, i ragazzi del Team Stones per essere dei veri body builders. Simone Costantini per la sua amicizia e Andrea Nuccitelli per sopportarmi sempre!

12095126_1060250010666572_3003552910507420686_o

Ora si torna a casa, felici di aver rivisto i miei Amici, di aver rivisto Daniele, pronto per nuovi allenamenti motivato dal Culturismo Italiano.

Vittorio

Intervista a Simone Costantini Atleta IFBB Italia

22445_1264014731860_1179328_nQ: ciao Simone, grazie per la tua disponibilità, ti presenti ai nostri lettori per cortesia?

Ciao a tutti i web-lettori di Culturismo Italiano mi chiamo Simone Costantini…ma tutti mi conoscono come COSTA, ho 33 anni e pratico BB dal 2001….anche se ho cominciato a fare le cose seriamente solo dal 2007. Diciamo che prima ero distratto, come è giusto che sia, da altre cose….serate con gli amici,viaggi etc etc…una vita dissipata (ride n.d.r)

Q: Perchè poi sei passato dal semplice andare in palestra, mi sembra di capire, all’agonismo vero e proprio, cos’è che ha scatenato dentro la voglia di salire su un palco?

Ti spiego…sono entrato in palestra perchè per la mia altezza, ero davvero troppo magro, pesavo circa 60kg x178cm…così provai ad iscrivermi in palestra…era circa il 98…frequentai per qualche mese poi però mollai…tornai poi nel 2000, e nel 2001 la prima persona che incontrai fu Gian Enrico Pica. Con il suo aiuto cominciai a fare le cose un po’ più seriamente e nel 2001 feci la mia prima gara: la “NOTTE DEI CAMPIONI” alla Spezia come mediomax e arrivai, se non ricordo male, 11°. Diciamo che non ero proprio ligio alla dieta e rigorso con gli allenamenti, ma soprattutto non seguivo il BB come stile di vita. Mi coricavo tardi, saltavo dei pasti e tante altre cose.Così decisi di riprovare nel 2003 e vinsi il GP OWF nei MAX. Infine nel 2005 dopo un 4° posto al Ludus, decisi che se dovevo fare questo sport dovevo metterci il 100%. Fù così che mi misi sotto e vinsi nel 2007 il GP OWF nei mediomax e 3° agli Italiani, molto motivato mi presentai agli Italiani del 2009 con circa 12kg in più del 2007 e portati a casa due 3° posti, uno al GP OWF e uno agli ITA. Qualche mese dopo partecipai al mio primo 2T dove per la testardagine di rientrare nel peso presentai una forma poco convince nte e feci 7°. Mi rifeci 2 settimane dopo vincendo il Ludus Overall. In poche parole…mi sono sempre allenato per gareggiare, per me l’agonismo a differenza di altri è linfa vitale di questo sport.

1919531_1226452992840_4277104_n

Q: quindi è stata più una sfida contro te stesso per migliorarti, ma quando dici che a differenza di altri l’agonismo per te è la linfa di questo sport, credi che qualcuno possa pensare che si altro “la base” del bodybuilding agonistico?

Beh sento molti che parlano di BB come stile di vita, mangiare sano, allenarsi, essere sempre in forma tutto l’anno. Il mio obbiettivo è gareggiare e migliorarmi sempre, anche se questo prevede un off-season molto spinto che vada a pregiudicare l’aspetto fisico. Non mi interessa andare al mare con l’addome di fuori per il gusto di farmi vedere sopratutto se in quel periodo la mia dieta prevede un grande apporto di carboidrati. Tutto per me è finalizzato alla gara.

1919531_1221884958642_6922745_nQ: quindi sei più un tipo alla Lee Priest, più che alla Flex Wheeler ( che stava comunque in forma tutto l’anno) possiamo dire? Eppure on stage hai una forma e delle linee classiche e prorporzionate invidiabili, sembra quasi una contraddizione non trovi?

Beh…si probabilmente sono un tipo alla Priest, almeno per l’approccio alimentare, anche se come BB, il mio idolo è da sempre Wheeler. Comunque l’approccio alla dieta lo scegliamo noi in base ai risultati che questa ci porta, la linea ce la dà madre natura. Non credo proprio che rimanere in forma tutto l’anno migliori la linea. quella o ce l’hai o non ce l’hai. Preciso che non sono un amante del cibo, infatti mangiare tanto in off-season per me è pià stressante che la fame precontest. Però su di me un alto apporto di carboidrati ha sempre funzionato…e squadra che vince non si cambia.

Q: capisco, tu credi in tutta questa invidia che spesso si legge delal gente comune, verso i culturisti? Questo continuo additarli perchè in realtà vorrebbero essere come loro? O pensi che comunque se un corpo muscoloso piace si cerca di ottenerlo più che invidiarlo? E magari questa invidia/cattiveria sia dovuta ad altro?

L’invidia spesso nasce da qualcosa che si desidera e non si riesce ad avere: che sia bellezza, altezza, denaro, potere o muscoli cambia poco.
E’ vero che poi il CULTURISTA spesso viene martoriato più di altre categorie, a parer mio ingiustamente.
1919531_1221884878640_3242425_nCome è vero anche che spesso molti personaggi della nostra categoria…ben si prestano ai luoghi comuni e alle prese in giro

Q: del tipo? Cosa credi che porti cattiva pubblicità a questo sport dai suoi stessi praticanti? Cosa trovi che al giorno d’oggi ci sia di sbagliato nel culturismo Italiano e cosa vorresti migliorare?

Penso che presentarsi alle gare o in strada con vestiti come dei personaggi di blade runner non aiuti di certo ad evitare le prese in giro verso la nostra categoria. Stesso discorso vale per ciò che concerne l’uso della lingua italiana, che aimè spesso viene massacrata da molti miei colleghi su FB o sui forum.
Da migliorare ci sarebbe molto, in primis il rapporto tra le aziende di integratori e gli atleti stessi quella è la cosa principale su cui bisognerebbe lavorare. Cercare di portare il BB italiano vicino ai livelli di quello americano, almeno per quanto riguarda gli sponsor e il giro di affari.

Q: credi che in Italia sia possibile una cosa del genere? Qui il culturista è semrpe stato visto come qualcosa di anomalo non trovi? Credi che sia dovuto anche agli esempi che ahi riportato tu poco prima, di strani abbigliamenti e particolari attegiamenti magari da superuomo?

Bè non mi aspetto di certo che in Italia il BB possa riscuotere successo come in America, un paese dove gli stadi si riempiono per vedere i Rodeo o le evoluzioni dei BigFoot. Però ci si potrebbe provare! Ovviamente lo sforzo deve esserci sia da una parte che dall’altra. Intanto le aziende dovrebbero impegnarsi a investire di più negli atleti e gli atleti stessi a dare un’immagine più sobria e meno malata del nostro sport. Difficile ma non impossibile. Il fatto che su Italia Uno venga trasmesso il Mr Olympia è indice che un certo grado di odiens c’è. L’italia rimane comunque il paese del Calcio…purtroppo.

1919531_1223403636608_4905781_n

 

Q: Tornando a te,quando hai iniziato questo sport seriamente a livello agonistico, avresti mai pensato di arrivare sul podio di un europeo? Cosa si prova Simone?

Sinceramente sono un tipo step by step quindi non avrei mai pensato di arrivare su un podio Europeo! E’ stata una soddisfazione indescrivbile! La preparazione per questa gara è stata la più difficile che io abbia mai affrontato sia dal punto di vista fisico e quello mentale, e arrivare su quel podio, nonostante tutto, è stato vedere la luce alla fine del tunnel! E che luce…quella di un palco Europeo!!! Pelle d’oca ragazzi! ( Simone si è poi classificato secondo alla sua prima apparizione su di un palco internazionale n.d.r)

Q: Pensi che nel tuo “viaggio” fino ad oggi nel mondo del bodybuilding tu possa vantare rapporti che, dal tuo punto di vista, siano sinceri e che durino nel t empo? E un altra cosa, spesso ti piace definirti american-boy, in che senso?

Devo dire che nel mio “viaggio” qualche bell’amicizia è nata e dura nel tempo altre però si sono perse così come sono nate. Il BB è un ambiente molto competitvo e soprattutto ristretto e le invidie e pettegolezzi sono all’ordine del giorno. Io dal canto mio non ho un carattere “facile” e sono abituato a dire sempre le cose in faccia, per questo posso suscitare molte antipatie, come anche posso piacere proprio per la mia schiettezza.
Sul discorso American Boy….beh è risaputo che sono un amante degli States e dell’american style dalla musica all’abbigliamento. Poi ci gioco molto con questa cosa ed è diventata una parte del Costa “personaggio”.

22445_1264014771861_2116022_nQ: Quindi mi stai dicendo che c’è una distinzione fra Costa e Simone Costantini? Chi è allora Simone Costantini al di là dei muscoli e dei trofei?

Non è un vera e propria distinzione ma ovviamente Simone Costa Costantini per fortuna non è solo quello che fa Body Building e che chiama il suo paese Iron Hill, con una passione sfrenata per Jordan. Ma scriverlo qui sopra sarebbe un po’ limitante, preferisco dare la possibilità ad ognuno di farsi una propria idea conoscendomi di persona senza fermarsi alle apparenze o al giudizio (positivo o negativo che sia ) di tizio, caio e sempronio.

Q: Tornando al bodybuilding e al defic che sta passando in questi anni, se oggi un ragazzo di vedesse in palestra e ti dicesse: Io voglio diventare come te! E’ possibile? Mi dici come fare per fare le gare? Che consigli gli daresti? Lo invoglieresti all’agonismo?

Risponderei che “IMPOSSIBLE IS NOTHING”, come cita una famosa pubblicità… o quasi. Quindi se fosse davvero determinato potrebbe tranquillamente gareggiare. C’è da mettere in conto però tutti i pro e i contro. Prepararsi per una gara comporta moltissimi sacrifici e se non c’è la testa predisposta a questo non si va molto lontano!

Q: Quanto è importante secondo te ( se lo è) saper attirare nuovo pubblico alle gare di body building e cosa si potrebbe fare in questo senso?

1919531_1221884918641_3510230_nRitengo sia molto importante attirare nuovo pubblico alle gare. Le cose da fare sono molte e credo che la IFBB si stia muovendo in tal senso introducendo categoria più accessibili come la recente BIKINI per le donne, e la ormai consolidata HP. Ovviamente se ci fossero più sponsor, quindi più soldi, più esibizioni di PRO, sia Italiani che non, più pubblicità (POSITIVA) anche a livello mediatico, sono quasi certo che il pubblico sarebbe di certo più numeroso. Non dimenticando nemmeno una certa “snellezza” nello svolgimento delle gare stesse, una gara che finisce all’una di notte diventa pensante anche per il più accanito dei fans.

Q: Concordi nella nascita di qeuste sottocategorie come i men fashion o le cover, le bikini piuttosto che gli ove r 50 per attirare un nuovo bacino di utenza o credi che questo sia una speci di elemosina, del tipo: venite perchè siamo pochi?

No non credo che sia da attribuirsi ad un impoverimento, in senso numerico, degli atleti, concordo quindi nell’inserimento di nuove categorie che possano permettere ad un bacino più ampio di 22445_1264014651858_1084217_npersone di avvicinarsi a questo mondo. In fin dei conti non tutti vogliono un corpo da 100kg di muscoli e le righe sul culo, ma a prescindere dall’aspetto più o meno muscoloso il denominatore comune è sempre quello: DIETA+ALLENAMENTO. Ovvio che non significa che si deve permettere a cani e porci di salire sul palco: sarebbero da penalizzare gli uomini con la pancetta, seppur “men-fashion” o bikini con la cellulite. Io rimango dell’idea di prendere da esempio il top…ossia gli USA.

Q: Il bodybuilding dalla tua famiglia com’è visto? ti supportano? C’è una persona che vuoi ringraziare particolarmente per averti supportato fino ad oggi?

La mia è da sempre una famiglia di sportivi per cui capiscono bene i miei sacrifici e mi hanno sempre sostenuto fin dall’inizio!!! Un ringraziamento particolare va a quella “SANTA DONNA” di mia madre che è la mia fan n.1 e mi supporta/sopporta in questo mio cammino. Sotto questo punto di vista mi reputo un ragazzo fortunatissimo!!!!

01_ITA

Q: C’è mai stata una situazione divertente dovuta alla tua stazza? Magari un commento che ti ha fatto sorridere di qualcuno vedendoti oppure una situazione legata al culturismo di cui vai particolarmente fiero?
Di situazioni divertenti me ne capitano sempre con i bambini: una volta al mare mentre ero seduto in acqua, vedo nuotarmi incontro una bambinetta che arriva fino a me, mi tocca le spalle e mi chiede tutta seria : “ma questi dove si comprano??”. Rido ogni volta che ci penso! Se negli adulti rimanesse un pò del loro essere bambini, ci sarebbero molti meno pregiudizi questo vale non solo per la nostra categoria.

Q: Hai qualcosa da dire hai nostri lettori di particolare e per incoraggiarli a dare il mass imo nel culturismo?

22445_1264014691859_1088307_n

Il mio motto è “DO OR DIE” per cui se decidete di salire sul palco, impegnatevi al 1000×1000 per arrivare al top. Magari verrete superati da qualcuno meglio di voi, ma almeno avrete la consapevolezza di aver dato il massimo!!! In questo cammino non perdete mai di vista chi siete, i valori importanti della vita e il rispetto per voi stessi e per gli altri! Un abbraccio a tutti i lettori di CULTURISMO ITALIANO!!!

Grazie Simone per aver passato un pò di tempo con noi e dal tuo fan numero 7, in bocca al lupo per tutto!!! Stay strong and huge my Friend!

Vorremo ringraziare Simone Costantini per averci concesso parte del suo tempo per questa intervista.