Archivi categoria: risultati

I MIGLIORI ESERCIZI PER LA SCHIENA?

8e8cf-banner_articoli

L’ANATOMIA DELLA SCHIENA:

Conoscere i muscoli su cui stai lavorando può essere estremamente utile. Accanto alle gambe, la schiena contiene la più alta concentrazione di muscoli nel corpo e per una buona ragione. La parte posteriore supporta la funzione e il movimento di tutti gli arti e perciò ha bisogno di una vasta gamma di lavori che deve essere eseguita su base regolare.

Parte inferiore della schiena (inferiore trapezio) Funzione: depressione della scapola. Posizione: dalla scapola fino alla cima dei glutei – o fondamentalmente la parte inferiore della schiena intorno alla colonna vertebrale. Dorso medio (romboidi) Funzione: ritrae la scapola, rotazione verso il basso della scapola. Posizione: collegato alla scapola e alla colonna vertebrale nel mezzo della schiena.

muscoli schiena01

Lats (Latissimus Dorsi) Funzione: estensione, adduzione, rotazione mediale. Ubicazione: inserzioni nelle 6 vertebre toraciche e lombari inferiori. Inserti anche nel lato centrale dell’area del braccio. Trapezio Funzione: elevazione della scapola, adduzione della scapola, depressione della scapola. Posizione: gli inserti nella parte superiore del collo viaggiano lungo tutta la colonna vertebrale e si inseriscono appena attorno ai glutei.

winklaar_roelly_back_culturismo italiano

I 5 PRINCIPALI ESERCIZI PER AUMENTARE LE DIMENSIONI I MUSCOLI DELLA SCHIENA, PER UNA SCHIENA MIGLIORE:

La maggior parte degli esercizi, combinano una certa misura del lavoro sui muscoli della schiena. Pochi esercizi prendono di mira solo i muscoli della schiena, quindi è importante tenere presente che quando crei il tuo allenamento per impegnare i muscoli della schiena, lavorerai anche i muscoli all’interno delle estremità che potrebbero già essere stati sfrutati durante gli esercizi precedenti.
Pianifica di conseguenza il tuo allenamento.

Esercizio n. 1 : Rematore con bilanciere

rematore_con_bilanciere

Probabilmente l’allenamento più appropriato per spingere la massa della parte superiore del corpo al massimo. Ciascuno dei gruppi muscolari primari della schiena sarà utilizzato  se si utilizza la forma corretta con un bilanciere con un peso ben ponderato. Per iniziare, state con i piedi alla larghezza delle spalle. Piega leggermente le ginocchia e tieni la testa alta. Piegati in modo da essere quasi ma non del tutto parallelo al pavimento. Lascia che il peso passi direttamente sotto il petto. I palmi delle mani dovrebbero essere rivolti verso di te mentre sollevi il peso. Usa i muscoli della schiena per attirare il peso fino a toccare il petto mantenendo i gomiti piegati vicino al tuo corpo. Abbassa il peso sotto controllo e ripeti.

pullups-2015-8-1

Esercizio n. 2 – Pull up and Chin Ups: Questo può sembrare un esercizio più appropriato per le braccia, ma una grande quantità di lavoro è posizionata sulla parte superiore della schiena per sollevare il peso del corpo e abbassarlo sotto controllo. Questo esercizio è una vera sfida pesante semplicemente perché stai sollevando il tuo peso corporeo completo. Un’alternativa per principianti sarebbe quella di utilizzare una macchina trainata assistita che usa il peso per contrastare il proprio peso corporeo. Utilizzare questa macchina fino a quando è possibile eseguire regolarmente pull-up / chin-up nella forma corretta. Poi passerei a quella libera.

pull-up-pullups-chin-up

A causa della posizione della presa, il pull up possono spesso essere un po’ più difficili rispetto al  chin up. In ogni caso, inizia con la amata ed odiata barra. Porta i palmi verso l’esterno (lontano da te) per le alzate o pull-ups e i palmi rivolti verso l’alto (verso di te) per il chin up. Mantieni le mani alla larghezza delle spalle approssimativamente per i pull up e appena all’esterno della larghezza della mascella per le chin up.

Ronnie_coleman_back2_culturismo-italiano


Esercizio n. 3 – Shrug con bilanciere

Questo è un esercizio che mira essenzialmente al trapezio. Non stai fornendo alcun allenamento aggiuntivo a nessun altro gruppo muscolare nella parte superiore della schiena, quindi tienilo a mente mentre fai ruotare gli esercizi. A seconda del livello del tuo allenamento, di solito puoi lavorare su un sacco di peso quando lavori con il trapezio su qeusto esercizio – basta mantenere una corretta esecuzione.

26813

Per impostare questo esercizio, utilizzare un bilanciere ponderato e posizionarlo all’altezza della coscia da un rack regolabile. Lascia che il peso si trovi davanti alle tue cosce con le braccia completamente distese. Mantieni la schiena dritta, con il mento in alto e cerca di alzare le spalle più in alto che puoi. Solleva il peso mentre lo fai, fermandoti per qualche secondo. Abbassa il peso sotto controllo e ripeti. In alternativa, puoi anche usare i manubri per eseguire queso esercizio,  ma non ti avvicineresti allo stesso peso che puoi utilizzare sul bilanciere. Generalmente, poi magari ci sono sempre le eccezioni.

Esercizio n.  4 – Reamtore con manubrio singolo

rematore_con_manubri

Questo esercizio fornisce una contrazione molto più completa su un range di movimento maggiore rispetto alla versione con bilanciere. Questo è anche un modo ideale per isolare e concentrarsi su ciascun lato della schiena, riposandone uno attraverso il lavoro dell’altro. Usa una panca per inginocchiarti, appoggiandoti con la mano libera sulla panca. Muoviti in modo che il busto sia parallelo al pavimento. Lascia il manubrio sospeso con il braccio esteso. Attira il peso per toccare il petto, i palmi rivolti verso il tuo corpo mantenendo i gomiti ben stretti ( lats permettendo). Rilascia il peso ed estendi il braccio ma tutto sotto controllo. L’angolazione, la presa e il peso del tuo corpo cambieranno il grado e la difficoltà di questo esercizio.

Esercizio n.  5 – Stacco da terra

sollevamenti_da_terra

Lo stacco da terra o deadlift, è un eserciziopiù popolare fra gli amanti dell’allenamnto della schiena e per una buona ragione. Fa parte di ogni serio programma di allenamento con i pesi perché richiede che la maggior parte del corpo, compresi i muscoli della schiena, lavori in congiunzione per il perfetto allenamento di sollevamento. L’unico altro esercizio che è più efficace nella costruzione di muscoli solidi  è lo squat credo.

È importante notare che mentre questo esercizio si rivolge ai muscoli della schiena per la stabilità, non si sta sollevando con la schiena. Per eseguire lo stacco, devi stare con i piedi alla larghezza delle spalle. Piega le ginocchia e abbassati per afferrare la barra. Con il sollevamento di carichi pesanti, tieni le mani opposte con una rivolta verso l’interno e l’altra rivolta verso l’esterno.Quando sollevi, solleva il peso con le gambe, concentrando la spinta sui glutei, sui fianchi e sul resto dei gruppi muscolari delle gambe. Tieni la schiena dritta e tenendo le braccia completamente distese con il peso vicino al corpo. Quando ti alzi completamente, mantieni il peso e abbassalo di nuovo sotto controllo.

dorian-yates_back2_culturismo-italiano

Spero che vedrai maggiori  risultati aggiungendo alcuni o tutti questi esercizi per costruirti la schiena alla tua solita routine di allenamento. Quando si lavora per aumentare la massa muscolare della schiena, ricorda che è importante assumere la giusta quantità di nutrienti e proteine per sostenere i tuoi esercizi.

Alla prossima, Vittorio!

Annunci

Leg day al Massimo!

8e8cf-banner_articoli

Leg day al Massimo!

di Massimo Cola.

MassimoCola_culturismo italiano 01Presentazione : sono Massimo Cola, ho 50 anni e mi alleno con costanza dall’ eta’ di 18 anni, ho partecipato a piu di 90 competizioni e ho portato alle gare decine di atleti di vario livello. Considero la gara un obbiettivo per migliorarsi e quindi non dico mai a nessun ragazzo, ”non hai la genetica per fare body building”, io stesso all’ eta di 17 anni ero un ciccione e nessuno avrebbe mai pensato che sarei arrivato a questo punto. Mi ricordero’ sempre agli inizi della frequantazione della palestra, dopo poco piu di un anno ero dimagrito e cominciavo e vedere qualche muscolo. Mentre mi giardavo allo specchio facendo un doppio bicipite, arriva un campione dell’ epoca e mi fa’ : ”Massimo lascia perdere non e’ per te”. Quella frase mi ha spinto a darmi da fare per dimostrare il contrario. Dopo questa lunga prefazione vorrei spiegare il mio approccio all’ allenamento dei quadricipiti :

inizio sempre con 10′ di cyclette in per aumentare la temperatura corporea e soprattutto delle gambe

passo poi all’ iperextension pre riscaldare i lombari e successivamente 1 esercizio x l’ addome

inizio poi con altre 3 serie alla pressa per riscaldamentoMassimoCola_culturismo italiano 02

passo al leg extension, scelgo per prima questo per affaticare e fare ”danni” al quadricipite in maniera che poi quando andro a fare i multiarticolari riusciro’ meglio a portare il quadricipite a cedimento , essendo gia affaticato

Leg extension 2 x 20 riscaldamento 5 serie con rest pause, ad ogni serie, di 5” = 5 x 7 + 7 + max

Leg press 45° 2 x 20 riscaldamento 4 x 15/12/12/12 (queste 4 serie non a cedimento aumentando il peso) 2 x 12 ( la prima serie con poco meno peso dell’ ultima dovwe cerco di superare i limiti precedenti)

Leg press orizzontale 4 x 12 a cedimento, accosciata completa

Leg extension per finire il quadricipite 4 x 10 con 2 secondi di contrazione massima (contrazione di picco). Alla settima ripetizione il dolore dovra’ essere cosi forte da dire non riusciro’ a completare la decima ripetizione ma poi tirando fuori tutta la rabbia le si completa.

Stretching finale.

Vorrei precisare che e’ la propria motivazione a rendere un allenamento cosi veramente produttivo

MassimoCola_culturismo italiano 03Avendo abbracciato fin da giovane la tecnica weider della tensione continua, la applico sempre per i quadricipiti, in poche parole faccio si che il quadricipite non perda mai tensione e quindi non distendo mai completamente le gambe quando faccio esercizi multiarticolari tipo leg press squat ecc. questo aiuta anche a preservare le articolazioni

L’ esecuzione deve essere perfetta, movimento piu ampio possibile ma senza perdere mai tensione al muscolo allenato.

Riflessione : divido in 2 le persone che alleno, il pacifico e il guerriero, il pacifico e’ colui che ama riposare, preferisce la stabilità, la sicurezza, il non avere rischi di nessun genere, mentre il guerriero e’ colui che non sa’ stare senza una battaglia che ama mettersi in gioco, anzi ha proprio bisogno di mettersi in gioco, altrimenti la sua vita la considera senza senso. Il guerriero riesce anche dalla scheda di allenamento la piu semplice, a ricavarne il massimo dei risultati, mentre il pacifico, per far si che un allenamento causi i danni che possano innescare la crescita, ha bisogno di tecniche per aumentarne l’ intensita’. E tu chi sei, pacifico o guerriero? Buon allenamento, Massimo.

MassimoCola_culturismo italiano 06

“Un misurino di…”: Beta-Alanina

 


Beta-Alanina

Beta-Alanina per tutti Bodybuilder competitivo o il grande appassionato della forma fisica in palestra ricercano con varie metodiche di costruire muscoli spingendo peso. È necessario spingere pesi per promuovere le risposte adattative nel tuo muscolo. Il muscolo risponde alla spinta con utilizzo dei pesi in maniera più o meno intensa costruendo proteine contrattili attraverso la sintesi delle proteine muscolari. Quanto più intenso il lavoro , più risposta si ottiene. Il lavoro totale in una sessione di allenamento aiuta a determinare quanto il tuo muscolo si adatta e cresce. Quindi, siamo sempre alla ricerca di integratori che aumentano la quantità (perché ricordo più ci si allena più si cresce ) di lavoro che possiamo svolgere in ogni sessione di allenamento. Ci sono molte tecniche di allenamento per provocare l’affaticamento giusto associato a quel senso di bruciore nei muscoli, esercizio intenso e tecniche riescono a provocare ciò che cerchiamo. Questo include l’utilizzo di tutti i depositi di fosfati di creatina. In secondo luogo, quando i muscoli passano alla glicolisi per rendere ATP dal glucosio, l’acido lattico e altri metaboliti dell’acido si accumulano nel muscolo. Si pensa che questi metaboliti acidi contribuiscano a quella sensazione di bruciore “, poi l’accumulo di acido e la goccia di pH conducono alla disfunzione degli enzimi che producono energia e dell’apparato contrattile del muscolo. Infine, la connessione muscolare-mente-muscolare, altrimenti nota come funzione neuromuscolare, fallisce con uno sforzo successivo. Andiamo ad approfondire la carnosina è costituita dall’istidina e dalla beta-alanina non amino-proteica. La beta-alanina è il substrato limitante del tasso di carnosine muscolare, in quanto l’istidina è un amminoacido facilmente disponibile nelle proteine . Anche se il corpo può creare beta-alanina tramite componenti del DNA e dal metabolismo aspartato nei batteri intestinali, l’integrazione è il modo migliore per aumentare i livelli di carnosina. In realtà, questo è molto meglio che cercare di integrarsi con carnosina stessa. La somministrazione dai 4 a 6,4 grammi di beta-alanina al giorno per quattro settimane può aumentare i livelli di carnosina intramuscolare di oltre il 60% e aumentare la capacità di buffer di quasi il 20% . Inoltre, dosi inferiori di due a quattro grammi di beta-alanina per Giorno per un massimo di otto settimane può aumentare i livelli di carnosina del 50%. Dose più elevate per periodi più lunghi (fino a 10 settimane) possono produrre un aumento dell’80% dei livelli di carnosina muscolare. Tuttavia, tali dosi elevate per tali lunghi periodi possono essere limitate da effetti collaterali come la sensibilità al nervo, sensibilità che si trasforma con effetti fastidiosi (Perni e aghi nelle mani e nei piedi). Sembra che i sintomi del nervo avvengano con dosi superiori a 10 milligrammi per chilogrammo di massa corporea. Un recente studio sul dosaggio pubblicato nella rivista scientifica del College americano di medicina sportiva ha suggerito che ~ 1,2 grammi di beta-alanina al giorno era ottimale Per mantenere fino al 50% di carnosina muscolare oltre la linea di base dopo una fase di carico di sei settimane di 3,2 grammi al giorno (quattro x 800 mg di dosi). 1. La beta-alanina aumenta sicuramente il contenuto di carnosina muscolare. 2. La beta-alanina può aumentare i miglioramenti aerobici indotti dalle prestazioni aerobiche. Tuttavia, a causa della letteratura inconsistente, non si può concludere che la beta-alanina abbia alcun effetto sulla capacità di resistenza o aerobica (non tanto importante per i bodybuilder comunque). 3. Le prove di tipo moderato e di alta qualità suggeriscono che la supplementazione beta-alanina aumenta il lavoro totale, la potenza, la capacità di lavoro fisica e la soglia di fatica. 4. Studi moderati e di alta qualità hanno mostrato un aumento della massa magra nei gruppi trattati con betà alanina rispetto al placebo. Quanto è attribuito all’effetto formativo o alla sua supplementazione non può essere determinato da dati disponibili. In sostanza, sembra che l’integrazione beta-alanina aumenta la soglia anaerobica e ritarda l’affaticamento nei successivi set di lavoro. Si pensa che aumentando il contenuto di carnosina nel muscolo, l’acido metabolico diminuisca da set a set, permettendo di fare più lavoro nei set successivi. I dati mostrano che l’effetto di beta-alanina è meglio visto nei set successivi di un allenamento piuttosto che nel primo paio di set. Un’altra funzione della beta-alanina è stata recentemente esplorata dai ricercatori dell’Università della Florida centrale. È noto che la beta-alanina usa gli stessi trasportatori come glicina, taurina e GABA per entrare nelle cellule. La beta-alanina può anche agire come un Neuromodulatore che lega NMDA, GABA e recettori glicinici nell’ippocampo del cervello che aiuta nell’apprendimento, nella funzione di memoria e negli effetti antitumorali. Gli studi sui topi hanno dimostrato che l’integrazione beta-alanina aumenta i livelli di carnosina nella corteccia cerebrale e aumenta il Il fattore neurotrofico (BDNF) nell’ippocampo. Anche il BDNF rilasciato dal muscolo è il legame tra il modo in cui il muscolo esercitato migliora la funzione del cervello nei bambini e negli adulti più anziani. Quello che i ricercatori hanno scoperto è che la supplementazione beta-alanina è stata in grado di migliorare il potere di salto creata con gli arti inferiori e la precisione di tiro. Tuttavia, non hanno misurato alcun miglioramento della funzione cognitiva o delle prestazioni correnti. Questo è coerente con gli studi precedenti e con la revisione sistematica di cui sopra – che mostrano un piccolo effetto della beta-alanina sulle prestazioni di resistenza e gli effetti positivi sul miglioramento della potenza e della soglia anaerobica nelle prestazioni di salto / sprint. È interessante notare che i soldati di questo studio avevano migliorato la marcatura e il tasso di acquisizione di bersagli, suggerendo che beta-alanina migliorasse le prestazioni psicomotorie. Sembra che l’integrazione beta-alanina possa agire sulla vostra fatica all’esercizio a più livelli. Migliorando il contenuto di carnosina del muscolo, sembra che la beta-alanina migliora il buffering dell’acido metabolico, migliorando capacità di eseguire da set a set il sollevamento dei carichi . Inoltre, beta-alanina può ridurre l’esercitazione e l’esaurimento percepiti dalla stanchezza neuromuscolare. I dati sembrano abbastanza forti per i bodybuilders che cercano di migliorare le loro prestazioni in palestra.

 

Alla prossima, Cristiano Giovinazzo

——————————————————————–

Cristiano Giovinazzo nato a Roma il 9 agosto 1974 Personal Trainer Pluri qualificato dal 1999 svolge la sua attivita’ in tutto il territorio nazionale ha lavorato a Milano, Vicenza e Foggia ma di base a Roma sua città natale personal trainer, preparatore atletico ed agonista sportivo tra i suoi clienti diversi personaggi dello star sistem italiano e personaggi tv e atleti pluri premiati. In  attività decennale come Artista tv a 360° attore e ballerino , partecipando con il gruppo da lui fondato Centocelle Nightmare dal 1998 a piu’ di 300 trasmissioni televisive nazionali, reality ed eventi televisivi su Canali mediaset e rai tra le quali: buona domenica, maurizio costanzo show, beato tra le donne , il gioco dei 9, treno dei desideri, tg 2 costume e societa’, ciao darwin, premiata teleditta, affari tuoi, matricole, miss italia nel mondo, il brutto anatroccolo, tg 5, tg 4, rai 2 dossier, stranamore, la vita in diretta, verissimo, fuego, pomeriggio 5, uno di noi, grande fratello, mr centocelle, la fattoria, cronache marziane, conversando, fantozzi 2000, quando tramonta il sole in america, tappeto volante, c’e’ posta per te, uomini e donne, e molti altri ancora .  Presente con sui articoli su varie riviste italiane come:  Cultura Fisica L, Muscle & Fitness, Messaggero , Corriere della Sera, Il Tempo , Il Mattino ed altri ancora.. Più di 150 articoli e pubblicazioni dedicate.

One Way Fitness 2017

CLASSIFICHE FINALI 2017

 

CLASSIFICA CLASSIC MEN’S PHYSIQUE

1) DE PETRILLO VALERIO
2) COSTANTINI ANDREA
3) DI MARCANTONIO GIANFRANCO
4) CAUTIERO DARIO
5) PAOLONE MANUEL
6) ROMANELLO ANDREA

CLASSIFICA WELLNESS FITNESS

1) DESARIO CATERINA
2) COLTELLARO SERENA
3) RITONDALE MONICA
4) DAMALA NICOLETTA
5) RUGGERI ANGELO
6) POMPEI IRENE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE MUSCULAR

1) CROCI RICCARDO
2) PIACENTINI LEONARDO
3) LAZZARETTI MATTEO
4) PANNONE FRANCESCO
5) CORONGIO PIETRO
6) ZANGHI MARCO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) VECCHI ROBERTO
2) FARAVELLI DIEGO
3) IACOVELLA VALERIO
4) TARANGION MANUEL
5) ANGELINI MICHELE
6) TIRABASSI DAVIDE

CLASSIFICA BIKINI +169CM

1) MOROSETTI ELEONORA
2) MICILLO MARZIA
3) DE ROSSI SARAH
4) BELLUCCI SERENA
5) MAULE STEFANIA
6) MASELLA FEDERICA

CLASSIFICA BIKINI -169CM

1) DIONISI ALESSIA
2) MASTRANTONIO MARTINA
3) MARGIONE IRENE
4) CATIZZONE CATIA
5) OSIPOVA VERONIKA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) IOZZIA PIETRO
2) FASCIANA FRANCESCO
3) FOTI MARCO
4) CAPRIOTTI GIOVANNI
5) LUIGI MAZZOTTA
6) FIGLIOLI STEFANO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -178CM

1) MARSELLA ADRIANO
2) CECCHELLI ANDREA
3) TAGGIASCO MATTEO
4) CAPOBIANCO ANTONIO
5) RIBICHESU ALESSANDRO
6) AMADORI ALESSANDRO

CLASSIFICA BIKINI -166CM

1) LEFTER ROXANA
2) CACCIAPUOTI MAIRA
3) RICCI VIRGINIA
4) PERILLI MARZIA
5) CARRELLA LUIGIA
6) GALFANO VALERIA

CLASSIFICA BIKINI -163CM

1) SALVATI VERONICA
2) CIRULLI ALESSIA
3) TORNESI FEDERICA
4) LIBERTI CLAUDIA
5) PETRELLA FRANCESCA
6) DI NICOLA DOMENICA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -174CM

1) SEGATI ALEX
2) CORONGIU PIETRO
3) VINCENZO ROMANO
4) SCIBILA ARMANDO
5) DI PASQUALI MARCO
6) ESPOSITO MAURO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -170CM

1) MARSELLA DENNIS
2) VIVILECCHIA CLAUDIO
3) FENU NICOLA
4) DELL’ERBA GIOVANNI
5) CHIARO GIACOMO
6) TROVATO ALESSANDRO

 

CLASSIFICA BIKINI -160 CM

1) SANTAMARIA SABRINA
2) DI DOMENICO SOFIA
3) SORRENTINO FLORA
4) DE LEONARDIS ALESSIA
5) DI GNEO LOREDANA
6) OTELEA CAMELIA

CLASSIFICA BIKINI -157 CM

1) FALZARONI DANIELA
2)SHKLJARLIR ANZHELA
3) ASTOLFI HELEN MARLENE
4) MEUTI ELEONORA
5) SALERNO SERENA
6) PELLICCIA AFRODITE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE OVER 40

1) VECCHI ROBERTO
2) RIBISCHESU ALESSANDRO
3) CAPONE PIETRO
4) ANGELUCCI STEFANO
5) AMADORI ALESSANDRO
6) INTINI CLAUDIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES +174CM

1) CARRELLA ANTONIO
2) MONTEFORTE GAETANO
3) TEPERA SAM
4) PITANTI LUCA
5) MARCELLI MATTEO
6) POMES ALESSIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES -174CM

1) SBIZZERA ALESSIO
2) ROMANO VINCENZO
3) APREA GIANMARCO

CLASSIFICA BB SUPER MAX +100KG

1) D’ALESSANDRO EMILIO

CLASSIFICA BB MAX -100KG

1) DI LUCCHIO MICHELE
2) FRANCIA MAURO
3) FALSO ROBERTO
4) VAIANO PATRIZIO

CLASSIFICA BB MEDIO-MAX -90KG

1) MONSIGNORE VALERIO
2) MAGLIOZZI GIOVANNI
3) PRENCIPE GIANFRANCO
4) PALMIERI MARCO OTTAVIANO
5) MASTROENI FRANCESCO
6) D’AMBROSIO MARIO

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 -163CM

1) FALZARONI DANIELA
2) SANTAMARIA SABRINA
3) PETRELLA FRANCESCA
4) DI NICOLA DOMENICA
5) MEUTI ELEONORA
6) D’ASSARO SABINA

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 +163CM

1) DIONISI ALESSIA
2) LANZI FABIOLA
3) MUSCIO MONICA
4) KAWCEYNSKA EDYTA
5) ESPOSITO BRUNELLA
6) DINOTA ELIA

CLASSIFICA BIKINI JUNIORES

1) LEFTER ROXANA
2) SHRLJARLIK ANZHELA
3) VERRUSIO FEDERICA
4) CORREALE CAVALLARI STEFANIA
5) MAULE STEFANIA
6) CIUBOTARU ANA MARIA

CLASSIFICA BB MEDI -80KG

1) BERDINI GIANLUCA
2) FERRARA FRANCESCO
3) COMUNALE VALERIO
4) CALDARELLI CLAUDIO
5) ROSSI TOMMASO
6) MARTINO RAFFAELE

CLASSIFICA BB LEGGERI -70KG

1) GIORGIO BASSETTI
2) PASTORE ANTONIO
3) DE SANTIS ANDREA
4) ROSSETTI GIUSEPPE
5) MAZZUOCOLO ANTONIO
6) RAFFAELLI MANUEL

CLASSIFICA WOMEN PHYSIQUE

1) FERLANTE ELSA
2) CATALDO FRANCESCA
3) CARBONI PAOLA
4) CONETTA PAOLA

CLASSIFICA BB OVER 55

1) GARAU FAUSTO

CLASSIFICA BB OVER 50

1) LA BARBERA FABIO
2) ERRA CLAUDIO
3) DEL ROSSO MAURIZIO
4) DOLENZ MAURIZIO
5) DI COSTANZO PIETRO
6) MARCUCCI FABRIZIO

CLASSIFICA BB OVER 40 +90KG

1) DELLIPAOLI PASQUALE
2) FILIPPUCCI ROBERTO
3) PARACHINI CRISTIAN
4) STINIGUTA OVIDIU

CLASSIFICA BB OVER 40 -90KG

1) FIORE ANTONIO

CLASSIFICA OVER 40 -80KG

1) FENDERICO IVAN
2) CEA ALBERTO
3) FORMISANO GIORGIO
4) AMATO FRANCESCO
5) OLIVIERI DIEGO
6) PESCETELLI PATRIZIO

CLASSIFICA BB JUNIORES +80KG

1) CARNEVALI NICOLO’
2) BOSSO NICOLO’

CLASSIFICA BB JUNIORES -80KG

1) MARCHI SIMONE

 

CLASSIFICA BODY FITNESS OVER 40

1) FORTE MONIA
2) COSTANTINO ROSY
3) LESO STEFANIA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PAZIENZA MARINA

CLASSIFICA BODY FITNESS +163CM

1) MARTINO FABIANA
2) TODRANI ADRIANA
3) MORICHE ELISA
4) LORENZETTO BARBARA
5) LESO STEFANIA

CLASSIFICA BODY FITNESS -163CM

1) RAGO ELENA
2) FORTE MONIA
3) BENTROVATO ADELINA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PIERUCCI MILENA

CLASSIFICA HP CLASSIC OVER 40

1) RICCITELLI MATTEO
2) BUCCINO ENZO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) TERZANI ALESSIO
5) DE LUCA PABLO
6) SPUZZO CESARE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB +180CM

1) PAOLUCCI FRANCESCO
2) GRANESE VIRGINIO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) STINIGUTA OVIDIU
5) DEZZI DANIELE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -180 CM

1) REITANO GIORGIO
2) BUCCINO ENZO
3) PALAMARO GUIDO
4) GIACCIO ALFONSO
5) FUNARI FILIPPO
6) TERZANI ALESSIO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -175CM

1)SERENI MARIO
2) MANNA RAFFAELE
3) CIPRO VINCENZO
4) MALEPASSO WALTER
5) NOVI GIORDANO
6) TAVERA FRANCESCO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -171CM

1) BASSETTI GIORGIO
2) MARINO GIOVANNI
3) D’AMICO MIRCO
4) FEDERICO ANTONIO
5) GUIDA ENRICO

CLASSIFICA EASY HP -4KG +175CM

1) BERNOCCO VINCENZO
2) DI GIAMMARIA VALERIO
3) FERRARO ORLANDO
4) MERCOLINO RAFFAELE

CLASSIFICA EASY HP -4KG -175CM

1) FINAMONTI ANDREA
2) MALEPASSO WALTER
3) CAVARICCI ANDREA
4) CUTOLO LUIGI
5) GUARINO DANIELE
6) MACCIONE SIMONE

 

 

 

 

 

Cominciamo dalle basi

Iniziamo oggi col primo articolo delle serie  che, come abbiamo accennato, interesserà gli argomenti più diversi riguardo il culturismo venedo incontro a tutti i neofiti e principianti che vogliono saperne di più in modo semplificato su come accrescere la massa muscolare magra e ridurre il grasso corporeo a secondo degli obiettivi di miglioramento fisico che ognuno si  prefigge.

Precisiamo inoltre che il contenuto di questi articoli è puramente divulgativo e di solo scopo informativo, dando dati riconosciuti come universalmente validi, ma senza entrare nello specifico.  In quanto in questi articoli non daremo ne esplicitamente ne intrinsecamente nessun consiglio diretto al singolo,  su quantità o pratiche specifiche che solo il medico qualificato o un rainer qualificato ( nel caso in cui tratteremo tipologgie di allenamento) può suggerire o imporre al singolo individuo. Rimmarremo sul generico e prendendo ad esempi consigli che hanno funzionato nella maggior parte dei casi in soggetti sani e allenati. Buona lettura. imparate per crescere!

CulturismoItaliano_macro
Macronutrienti

Benvenuti! Incominciamo proprio dalel basei, pechè da quelle si costruiscono solide fondamente  così da poter costruire  buoni muscoli.
Gli alimenti sono costituiti da macronutrienti e micronutrienti, i primi sono quelli che ci forniscono le energie utili ai nostri percosi metabolici e i micronutrienti quelli che riguardano sostanze utili a tutte le attività vitali e che partecipano direttamente a tutti i processi corporei, ma che non danno energia in modo diretto.

CulturismoItaliano_Lipidi
Lipidi o Grassi

I macronutrienti sono elementi che vanno introdotti in una certa quantità, poiché trattasi della più importante fonte di energia dell’organismo. Di questo gruppo fanno parte i carboidrati (o glucidi), i grassi (più correttamente lipidi) e le proteine (o protidi). Le energie che essi contengono sono o materiale di uso più o meno immediato, diciamo come la benzina, e materiale di deposito (i “magazzini” dove depositare sono i muscoli e il grasso superfluo) ma entreremo nello specifico nei prossimi articoli quando entreremo nel dettaglio di ogni singolo macronutriente.

CulturismoItaliano_micro
Micronutrienti

Per adesso ci limitiamo a dire che tutti e tre devono essere presenti nella dieta di ognuno di noi, ma sappiate sin da adesso che sono le loro quantita’ che cambiano l’aspetto del nostro corpo!

CulturismoItaliano_proteine
Proteine o Protidi

Il rapporto tra un macronutriente e l’altro, nonchè la fonte alimentare specifica da cui provengono, che alla fine determina la composizione corporea, il rapporto massa magra / massa grassa e che ci permette di aumentare o diminuire l’una e l’altra poichè vanno a coadiuvare il proprio metabolismo di base modificandolo in modo sostanziale, ovviamente in stretto legame con l’attività fisica effettuata e l’intensità con cui la eseguite…. il cardio, i pesi, le tecniche di intensità di allenamento richiedono tutte specifiche quantità di ogni macronutriende, ma sempre in base al soggetto in questione.

CulturismoItaliano_carbo
Carboidrati o Glucidi

Infatti la base con cui si dovrebbe decidere come impostare la propria dieta come con le quantità da adottare per ogni singolo macronutriente, andrebbero decise in base al proprio morfotipo….ma questa e’ un altra storia che affronteremo dopo aver dato un infarinatura generale sui principi fondamentali in termini di alimentazione…. nel prossimo articolo inizieremo a parlare piu’ dettagliatamente dei singoli macronutrienti, quindi, rimanete con noi!