Archivi categoria: interview

Gianluca Di Lorenzo, uno Junior sul tetto del culturismo Italiano

14018009_1594242804202755_2027130249_n1) Grazie per essere qui, vuoi introdurti ai nostri lettori per quanti non ti conoscono? 

Salve a tutti i colleghi e agli appassionati del ferro, mi chiamo Gianluca Di Lorenzo sono napoletano ho da poco compiuto 23 anni e pratico fitness da circa 3 anni e mezzo quando in seguito ad un lesione alla tibia decisi di smettere con il podismo e rimanere in forma con la palestra.

2) Come ti sei avvicinato a questo stile di vita e come/perchè poi hai deciso di intrapredere l’agonismo?

Dal rimanere in forma , al fitness  al culturismo vero e proprio il passo è breve per quanto mi riguarda: il mio corpo rispondeva davvero bene e dopo il primo anno e mezzo e con già ottimi risultati decisi di intraprendere il body building come attività primcipale da solo, dopo essere rimasto senza parole di fronte ad un poster di Kevin Levrone in una indimenticabile “most muscolar” che in me accese la voglia di lavorare sempre più e duramente per sembrare più simile possibile a quella figura incredibile ritratta in quel poster!
Da li i primi video motivazionali e tutto quello che è stata la golden era USA, le prime nottate a vedere il mr Olympia in seconda serata in tv ad accrescere sempre più il desiderio di calcare un palco prima o poi!

3) Gianluca, chi è il tuo coach?

Bè diciamo che abbinando dieta integrazione e allenamento un po’ come fanno tutti i ragazzi agli albori, e informandomi su i vari forum del web di allenamento e nutrizione e scambiando chiacchiere con i veterani della palestra ho tirato avanti fino al 17 aprile 2015, quando spinto dalla voglia di fare le cose per bene al primo colpo e in un colpo solo ho trovato un maestro, un datore di lavoro, un amico irrinunciabile ormai quasi un”secondo padre” e senza ombra di dubbio un esempio della cultura fisica: campione pluripremiato e ormai professionista del settore, nutrizionale e esperto di fitness, il Dott. Salvatore Solimeno.  Mi vide e mi mi fece capire che potevo avere le carte in regola per dire la mia prima o poi. Il mio primo anno agonistico iniziò dopo solo due mesi in cui mi trasformò letteralmente da appassionato ad “atleta” permettendomi di fare esperienze nel circuito Wabba International e Ibfa, dove chiusi l’anno piazzandomi in tutte le competizioni del 2015 (circa 7 gare estive…) sempre sul secondo gradino del podio. Un ottimo risultato per un esordiente direte voi, ma quell’esperienza di essere sempre ad un passo “dall’ oro” mi diede la carica e il fuoco interiore per affrontare un estenuante periodo di costruzione che mi ha portato poi alla mia effettiva trasformazione!

4) Ci Parli dei tuoi più recenti risultati agonisitici e le sensazioni diverse che hai provato?

14021662_1591517821141920_4539886367803816704_nBè il giorno successivo al compimento del mio ventitreesimo compleanno, 15 maggio 2016 alle selezioni regionali Wabba International di Sorrento un nuovo Gianluca Di Lorenzo sale in pedana e sbalordisce tutti, anche se stesso, per come tiene il palco fieramente e riuscendo a conquistare il podio nella sua categoria juniores e a guadagnarsi la possibilità di competere ai nazionali di Verona!
Anche qui risulto primo indiscusso e nemmeno il tempo di realizzare la mia “neo laurea” di campione italiano Wabba International che mi trovo il giorno dopo di nuovo sul gradino più alto a sollevare la coppa di campione mondiale!!! In una gara che è stata a mio parere, tra le mie esibizioni più emozionanti… Inutile dirvi cosa ho provato insieme ai miei cari e sopratutto al mio coach con cui ho vissuto in simbiosi ogni momento dall inizio alla fine.. Tornati nella bella Napoli carico di coppe e di titoli ci sediamo a tavolino e decidiamo che adesso era il momento per sfruttare al massimo la mia miglior forma di sempre: sono pronto per debuttare nella federazione dei miei sogni la IFBB.
In men che no si dica mi ritrovo a Roma vincente anche sul palco del GP Onewayfitness, gara qualificante per il campionato Italiano assoluto IFBB.. Il sogno era vicino.. La settimana più lunga della mia preparazione, ogni giorno estenuante già carico da stanchezza accumulata da 4 gare, una più prestigiosa dell altra, si chiudeva con la domanda:  Gianlù hai dato più del massimo? ..Così parto per Roma nuovamente carico di adrenalina mista paura e concendtrazione; non mi importava di ciò che avevo conquistato fin ad allora…Non mi importava “chi ero” ma chi sarei potuto essere il giorno dopo i campionati IFBB! Vedo tutti i campioni e le varie glorie della IFBB Italia come in foto, alcune persone mi fermano per farmi i complimenti e per dirmi che seguendomi su facebook ramite CULTURISMO ITALIANO erano ormai diventati miei sostenitori! Incredbilie! Steso nel back stage, completamente immerso in ciò che mi aspettava, per la prima volta salivo sul palco non più speranzoso di far bene, ma convinto di essere l’ uomo da battere! Posa dopo posa contro i migliori juniores italiani vengo proclamato primo anche qui e sancisco il record personale di 4 titoli su un totale di 5 gare nella mia categoria juniores (con la vittoria al oneway non si acquisiscono titoli): campione regionale Wabba Internationa, campione italiano Wabba International, campione mondiale Wabba International e campione italiano Junior IFBB !
Solo una volta tornato a casa e aver posto l ‘ultima coppa in fila con le altre mi resi conto dell impresa.
Non adagiandomi mai,  ma su ciò che avevo e focalizzandomi su ciò che volevo chiudendo le gare estive con soddisfazione immensa e il giorno dopo gli italiani Ifbb, mi metto subito in off per dare il massimo nelle prossime competizioni invernali IFBB dove ho intenzione di confermare e replicare un altra trafila di successi!

14030660_1594242827536086_1845222182_n

5) Chi ti piacerebbe conoscere o con chi i vorresti allenare almeno una volta nella vita, dell’elite del bodybuilding mondiale?

…Bè  date le recenti dichiarazioni nel volersi rimettere in gioco addirittura per l’ Olympia, il mio sogni sarebbe di allenarmi con the Maryland Muscle Machine AKA Kevin Levrone, che come ho detto mi ha catapultato nel mondo del body building. I  mia preferiti come quella di tanti è la golden era 80/90 dei vari Levrone, Wheeler, Sarcev e Ray che restano i miei modelli di ideali estetici!

6) Ci puoi spiegare come ti alleni in generale e dare un allenamento tipo e come svolgerlo per le gambe?

i miei allenamenti si differenzianoin base a imminenza di una competizione. Attualmente che mi trovo a pochi mesi dai palchi invernali e il coach ha optato per un brevissimo periodo di relax in cui tenendo sempre la dieta e abbassando i WORKOUT a 4/5 sedute ho ristabilito l’ equilibrio  ora che sono nel pieno del lavoro intenso per dare il meglio in queste competizioni. Se dovessi consigliare un tipo di allenamento sicuramente i tri-set sono un ottimo compromesso tra lavoro di intensità e resistenza utilissimo sia in regime dietetico drastico dove insieme al circuito, a mio parere si classificano come i migliori alleati della lipolisi supportato ovviamente ad una dieta ben strutturata e in periodo di bulk dove si è soliti abbassare le reps e alzare i recuperi, elavorando unicamente sull’ intensità i triset ci permettono di reclutare tutte le fibre che dopo 6/8 ripetizioni di lavoro intenso e sono meno stimolate. Questa e la tecnica che consiglio anche nel “leg day” in quanto ci permette di intervenire su tutti distretti del lower body in maniera sinergica!

13880325_1588869491406753_3578792221674824264_n

7) Quali sono i tuoi integratori preferiti e perchè?

Per quanto riguarda l’ integrazione non sono mai stato dipendente dalle “polveri”, diciamo che prediligo una dieta ben strutturata che diversifico il più possibile senza star li a fare il piccolo chimico con il bilancino. Ovviamente nel mio quotidiano non possono mancare idrolizzate e bcaa, glutammina, acido lipoico e omega 3 in primis, e in periodi un po’ più lontani dai contest sono solito usare creatina e destrosio per massimizzare gli allenamenti intensi dei periodi di costruzione.

8) Nella tua dieta durante l’anno non agonistico, quando vuoi crescere, preferisci seguire un aumento graduale di peso o un bulk spinto alla Lee Priest,  per capirci?

Di solito preferisco un lean bulk, ma vi confesso che il vero salto di qualità l’ ho fatto nel momento in cui post stagione agonistica estiva 2015 ho iniziato a stare subito in ipercalorica a poco meno di 5000 kcal partendo da un peso gara di 86/87 kg fino ad arrivare al mio massimo mai raggiunto 114 kg in off. In questo periodo anche se la percentuale di grasso era sempre controllata e sempre al di sotto del 12% di grasso corporeo, esteticamente ero molto coperto quindi diciamo che ho dovuto mettere un po’ lo specchio da parte.. Ovviamente la dieta era alta in kcal per la quantità del cibo e non per la qualità scadente, in quanto sopratutto nei periodi di ipercalorica preferisco non consumare troppi cheat meal (massimo 1 al mese se capita e comunque sempre senza esagerare) perché essendo già bello carico non voglio rischiare in un aumento di peso non funzionale al guadagno fisico.

13241308_1566336323660070_370615264145538743_n9) Alimento da cheat meal, preferito?

La mia fortuna e che non sono un tipo goloso di dolci o fast food in quanto l’unico alimento che un po’ mi pesa non toccare in preparazione è la pizza, da buon napoletano; Che poi volendo può cmq starci in un regime da 5000 kcal in cui i carbo la fanno da padrone ovviamente sempre con i dovuti accorgimenti.

11) Chi è Gianluca Di Lorenzo a parole tue?

Bhe chi è Gianluca Di Lorenzo? Una domanda un pò esistenziale a cui non è facile dare una risposta secca.. …uhmm…Diciamo che non solo in ambito culturistico sono uno a cui non piace sognare o sperare cioè che desidera.. Se c e un modo per raggiungere ciò che desidero, cerco di  conquistarlo e  non mi scoraggio mai e ci provo e riprovo fin a quando non riesco! D’ altronde come si dice: un vincente è un sognatore che non ha mai mollato!

12) Perchè ti piace il Bodybuilding come stile di vita?

Al bodybuilding devo davvero gran parte della mia crescita interiore.. La filosofia che alcune cose, come il fisico, non si possono comprare ma si guadagnano spendendo (in tempo, dedizione, fatica etc) mi ha reso una persona più forte e grazie al rapporto che il coach ha instaurato tra tutti i ragazzi del team, il body building mi ha insegnato anche la fratellanza, l’umiltà, la disponibilità verso gli altri, la condivisione, e sopratutto il rispetto dell’altro!

13) Quando salirai nuovamente su un palco?

Per fortuna colmerò a brevissimo l’ardente desiderio di ricalcare il palco in quanto in pochi mesi sto lavorando per essere di nuovo protagonista indiscusso in tutte le competizioni invernali ifbb per l’ultima volta in categoria Juniores.. Poi mi aspetterá una lunga off forse di qualche anno per riuscire a costruire un fisico che mi permetta di dire la mia nella categoria di peso che mi aspetterà,  probabilmente intorno ai 90 kg, contro atleti che si allenano da più anni e che hanno molta più qualità ed esperienza di me!

GianlucaDiLorenzo_Culurismoitaliano14) Secondo te, questo stile di vita, o meglio….l’allenarsi con i pesi e seguire una dieta equilibrata, non gareggiare nello specifico, potrebbe essere da preferire e da suggerire ai tanti che vogliono inziare un’attività in palestra? Invece di Zumba, step e compagnia cantante?

In base alla mia esperienza non posso che consigliare e spingere tutti al body building in quanto come ho già detto che mi ha reso una persona più matura e migliore nei confronti degli altri. E Comunque un approccio rigoroso e sempre da preferire ad un più sommario di chi crede che i risultati capitino con il tempo! Nulla capita per caso, ma succede solamente quando si fa correre tutto nella stessa direzione di conquista dell’obiettivo che sia agonistico o dilettantistico! A mio parere “esercizi” come la zumba o i corsi fitness sono più uno svago della mente e utili per il concetto di benessere più mentale, che fisico.. Di certo converranno tutti con me nell’affermare che il body building è più funzionale nei risultati.. Magari l’unico vantaggio è la socializzazione dei primi, rispetto al culturismo che potrebbe risultare un po’ più alienante in quanto é un lavoro che si fa con se stessi.. Per quanto mi riguarda se dovessi frequentare un corso lo farei esclusivamente per conoscere una bella ragazza (XD)!

15) C’è una persona..che conosco molto bene…che mi ha detto che sei un ottimo atleta al momento, ma decisamente pazzo! (ride) Nel senso buono ovvio, ma nel tuo caos di scelte avventate hai fatto delle scelte perfettamente equilibrate e con ridsultati lampanti e decisamente ottimi, vuoi rispondere a questa persona?

Cosa rispondo a chi mi ha da scherzosamente del folle?! Bhe che non può che avere ragione !Perché so bene che ho fatto delle scelte che pochissimi che pensano giustamente al loro avvenire avrebbero fatto: vincere tutto in una federazione e dopo due settimane fare lo stesso in un altra consapevole di beccarsi squalifiche internazionali in entrambe (possedendo titoli assoluti in entrambe lei federazioni sono stato sospeso per un anno dai palchi esteri sia in IFBB che in WABBA trovandomi campione in carica in entrambe). Dal mio canto posso dire che il mio essere “impavido” mi ha comunque portato al massimo risultato auspicabile e che essere ambizioso e non accontentarsi di ciò che si ha (nemmeno se hai appena intascato un titolo nazionale ed internaIonale) mi ha regalato adrenalina ed emozioni fortissime che terrò sempre nel mio bagaglio di esperienze indimenticabili regalate dal body building agonistico!

16) C’ un ultima cosa che vuoi dire ai nostri lettori, ringraziamenti particolari che vuoi fare, prima di chiudere qusta intervista?

Gianluca_di_Lorenzo_cutlurismoitalianoVorrei ringraziare in primis il mio coach Salvatore, che mi ha portato dal nulla a conquistare tutti i miei sogni agonistici e per avermi “consegnato” il trofeo più prezioso, quello della sua amicizia; un ringraziamento va alla mia famiglia che mi ha sopportato e supportato nei momenti no della preparazione, in particolare mia sorella e mia madre, ed una ragazza che nonostante oggi non frequenti più, purtroppo,  è stata la mia ancora di salvezza nella perdizione mentale data dalla fatica e dallo stress precontest, Vittorio Gagliano per avermi consigliato e supportato da quando ero ancora “l’eterno secondo” della passata stagione agonistica ad oggi che sono l’attuale campione italiano in carica, tutta la Bodyhouse di Pompei colleghi e clienti che hanno sempre creduto in me e mi hanno sostenuto nel mio percorso e infine. coloro che hanno investito parte del loro tempo a leggere di me è del mio pensiero sul body building.

Per concludere voglio citare una frase del più famoso culturista di sempre: Non importa quanto tu sia lontano dal tuo obiettivo…inizia ad avvicinartici. Con la forza della goccia che buca la roccia, con la fede che sposta le montagne e, soprattutto la passione che brucia nel cuore, chissà, forse, un giorno… (Schwarzenegger).

Ho avuto la determinazione dalla mia parte e per me “quel giorno” è arrivato.. E spero ne arrivino in futuro tanto altri!
Ad maiora amici GIANLUCA DI LORENZO!

Annunci

Intervista a Romeo Basso…come un rombo di tuono!

D)Benvenuto Romeo! Parlaci un pò di te come hai iniziato con questa disciplina e perchè?

CulturismoItaliano_Romeo Basso1R)Inanzitutto ci tenevo a rungraziarvi x questa opportunità che mi date. .ho. iniziato questa disciplina circa -25 anni fa all’epoca facevo pugilato e mi consigliarono di fare un Po di cultura fisica (perché all’epoca così si chiamava) per prendere un pò di massa e per migliorare la mia muscolatura. …così entrai per la prima volta in questo mondo  totalmente sconosciuto. ..una piccola palestra con attrezzi fatti artigianalmente ma molto funzionali. ..è da qui è iniziato tutto .

D) Quando hai iniziato seriamente a considerare l’idea dell’agonismo?

R)dopo quasi un anno di allenamento mi consigliarono di seguire un alimentazione corretta cosa che per me era inaudita. ..comunque iniziai a seguire tale alimentazione all’epoca ma non c’erano tanti integratori e da lì a poco mi rendevo conto che il mio corpo cominciava a cambiare fino al punto che dopo circa 4 mesi di alimentazione, un amico  mi convinse a prendere parte alla prima competizione agonistica, il  campionato regionale ipf dove mi classificai secondo. .e questo è stato solo l’inizio!

D) Adesso sei un over 40, e hai molta esperienza nel campo dell’allenamento suppongo, ma a parere tuo com’è cambiata in questi ultimi anni la categoria over 40?

R)oggi sono passati un bel pò di anni da quella prima gara diciamo che di esperienza lo acquisita, ma io ho sete di imparare sempre, di provare e sperimentare nuove tecniche di allenamento.  Oggi la categoria over è cambiata tantissimo, io ritengo che il body building non ha età,  vedi over che arrivano in gara con densità e volumi da paura che è difficile che troverai su un atleta giovane,  dato che  la maturità muscolare si acquisita negli anni. Ora sono dei veri fenomeni, dificili da battere!

CulturismoItaliano_Romeo Basso3D) Come ti alleni, per quanto tempo e dove?

R)Le mie sedute di allenamento variano dal periodo off che sono quattro, al periodo di gara dove mi alleno tutti i giorni escluso la domenica, per questione lavorative sono costretto ad allenarmi dove capita .

D) Perchè hai scelto il bodybuilding di categoria a peso come categoria di gara?

R)Bè ho scelto la categoria a peso perché nell’arco degli anni il mio corpo è cambiato tantissimo sono partito da un peso gara di 83 kg su 176 cm ad oggi il mio peso gara si aggira intorno ai 100- 102 kg in gara

D) Che tipologia di allenamento ti piace?

R)Per quanto riguarda gli allenamenti sono molto istintivo …vado dalle serie forzate, al rest pause. Fino ad arrivare a poche settimane della competizione con dei circuiti devastanti …allenamenti che non superano comuqnue  i cinquanta minuti.CulturismoItaliano_Romeo Basso4

D) Per portare una estrema condizione come la tua sul palco, come ti alimenti nel pre-gara? E come ti regoli con il cardio?

R)Eseguo circa 39 min di cardio circa quattro volte a settimana non di più, ovviamente questo è soggettivo io ho un metabolismo molto veloce quindi se faccio molto cardio rischio di vedermi emanciato. Essenzialmene è quello che faccio.

D) Quali integratori usi o preferisci?

R) Bè come integratori uso proteine in polvere di ottima qualità, un pool di aminoacidi ramificati, creatina, e tanti omega tre.

D) Che tipo di alimentazione segui, quali fonti proteiche preferisci e cosa preferisci mangiare in offseason?

R) la mia alimentazione in off tengo molto alto la soglia dei carbo fino ad arrivare circa a 700/ 800 gr al giorno ovviamente con una soglia proteica più bassa di circa 2,5 gr per chilo corporeo. ..nel pre contest abbasso i carbo ma non scendo mai sotto la soglia dei 200 gr al giorno variandone la immissione nel corpo per non far abituare il metabolismo e portandolo a difendersi e bloccarsi. E alzo le proteine fino ad arrivare a 3,5gr per kg corporeo. Le fonti proteiche che prediligo sono albume d’uovo, carni bianche, pesce e carne rossa e tanta verdura.

D) Cos’è il body bulding per te, me lo spieghi?

CulturismoItaliano_ Romeo Basso5R) Mi chiede cos’è il body building per me. ..bhe’ questa domanda mi emoziona sai…. ho dato a questo sport più della metà della mia vita e chissà quanto altri ancora ho in servo. …ho gioito e pianto, ho lottato contro l’ignoranza di chi non capisce i nostri sacrifici di chi non apprezza, ma io vado sempre avanti magari controvento ma lo rifarei altre 1000 volte perché per me come per tanti altri come me, il body building è la nostra Vita.

D) Chi sono i tuoi miti nel culturismo?

R)Bè oggi credo che sia mutato tanto e troppo il bodybuilding professionistico l’era di Coleman ha stravolto tanto i canoni. .oggi vedo tantissimi muscoli ma pure con ventri ben pronunciati io resto del parere che un bel fisico non deve avere solo muscoli enormi ma deve essere un Total package, quindi senza ombra di dubbio dico: il mitico Flex Wheeler in passato e oggi posso dire il grande Dexter Jackson.

D) Sei uno degli atleti over più rocciosi e densi attualmente sui palchi italiani, e lo hai dimostrato al recente Seccarecci Classic, ma cosa vorresti ancora migliorare per distaccare ancora di più i tuoi avversari?

R)innanzitutto grazie. …diciamo che il mio motto sia nella vita che nello sport è: volere è potere. ….in passato ho già preso parte a competizioni dello stesso spessore e direi con una bella forma ma non sono stato considerato. ..questo mi ha forgiato (visto che sono una testa dura) dandomi la carica la voglia e la mentalità giusta per migliorarmi. …..quindi fin quando avrò voglia, la mentalità e carica giusta, io c’ è la metterò tutta per salire sul gradino più alto del podio in una forma sempre migliore!

D) Consiglieresti ai tuoi coetanei di intraprendere questa disciplina?

R) E perchè no? Ma assolutamente si. .credo fermamente che il bodybuilding sia agonistico che non. …non ha età e ultimamente lo vediamo spesso sui social network foto di atleti oramai non più giovanissimi con una forma fisica invidiabile. Alleantevi!

CulturismoItaliano_Romeo Basso2

D) Le nuove categorie di gara, men’s physique, bikini etc….cosa ne pensi?

R) Bè devo dire che oggi stanno spopolando in modo smisurato nelle gare atleti di queste categorie e da molti non sono visti di buon occhio. ..io credo che ognuno di noi è libero di fare le proprie scelte agonistiche senza essere criticato. ..Rispetto i sacrifici che si fanno, che  costano per tutti allo stesso modo e allo stesso prezzo.

D) Piani agonistici futuri? Cosa ci dobbiamo aspettare da te ?

R) i miei piani agonistici per il futuro sono di tentare il salto nel campo internazionale …. magari proprio l’anno prossimo!

D)C’è ancora qualcosa che vuoi dire, ringraziare qualcuno, concludendo questa intervista?

1214CulturismoItaliano_Romeo Basso7R) Bè quello che mi sento di dire che sappiamo benissimo che questo sport non è ricompensato economicamente e da soli non possiamo farcela magari ritornare un po indietro nel tempo quando gli atleti venivano sponsorizzati …e magari aiutati pure un pochino dalle federazioni che non guasterebbe. ..concludo questa intervista ringraziando in primis la mia famiglia che mi è sempre vicino un grazie a lei Vittorio per questa possibilità che mi ha dato. Un grazie particolare va al mio amico Biagio Barbato e il mitico prof Gianluca Daniele noi non siamo un Team, ma semplicemente amici che mettono insieme le proprie esperienze i propri vissuti l’uno a disposizione dell’alto. Grazie di cuore.

Tuttle le foto sono di Francesco Iovine

Intervista a Cobus Van Der Merwe – Big Bodybuilder from South Africa

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (7)Q : Hello Mr Der Merwe , thank you for taking the time to sit down and do this interview. where are you from?
Hi Vittorio! I am from Gauteng Province in South Africa.

Q: How old are you and which are your stats now?
I am 39 years old. My off season weight is 120kg and 110kg contest.

Q: When you started to do body building and why?
I competed from the age of 16 years. And I was inspired by the movie Pumping Iron and of course Arnold Scwartzenegger

Q: How long do you train? And how do you train?
I train no longer than 90min 5 days a week. I am lucky to be coached by Federicco Foccherini also a former IFBB Pro from Italy and he makes me train with perfect form using also drop sets and super sets.

Q: Your split routine and an example of workout?
I like doing push and pull movements togheter day1 chest and biceps, day2 hams gluteus and calves, day3 shoulders and traps. Day4 quads and calves, day 5 rest, day6 back and triceps,day7 rest.

Q. What are your preferd supplements and what you like to eat before go to gym?
I like BCAAs, Glutamine and whey Isolate and good multivitamin. I like to eat some oatmeal and eggs with Cayenne pepper 1hour before I train.

Q:You have a balance and classich physique, really great and aestetich, you think the body building must move on this way instead fo more mass and more freaky muscles just we see in this time into some competitors?
I believe that bodybuilding is like the words says building the body this means always to builds as much muscle as you can this to me is progression because we al have different genetics some athletes will always look like mass monsters and some more aesthetics but I do believe that even the aesthetic athletes are also trying to gain as much muscle as they can.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (8)

Q: Tell us about how you gained your pro card, and how much is different know to compete at pro level instead of amateur?
I reicieved my Pro Card in 2014 by winning the over all Africa Amateur Olympia title. I will do my first Pro show 28 May 2016 the Africa Arnold Classic.the big difference for me between Pro and amateur was to add extra meals and to increase my portion sizes and the time to consume all the meals in one day. Also costing extra money is a big challenge.

Q: What do you think the biggest mistake people make when it comes to train ? and when try to begin to follow a bodybuilding lifestyel?
The biggest mistake I see people make starting out is the knowledge of a proper meal planning and to also first learn to perform an excercises the right way before they try to increase the weight and use bad form.CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (5)

Q: Your condition on stage is shared and full, how you get this peck condition and when you get your best shape of your life, in your opinion?
I get my condition by using a carb and fat cycle and off course protein is always high. I will also do moderate cardio to spare the muscle not to be burned for energy.

Q: Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?
Good quality supplements are very important, I will,always use top quality brands and a good whey Isolate, BCAAs and Glutamine.

Q: How important it is for a bodybuilder to Have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
Good sponsorships are very difficult to find in South Africa as bodybuilder because we have to compete with most popular sports in South Africa like Rugby and cricket. I am currently looking for a good sponsor.CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (9)

Q: Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life? And you think the bodybuilding can help the man giving much more confidence, determination…?
Bodybuilding has always made me stand out in every aspect of my life. Yes it is definitely a great confidence booster for a man to have a strong muscular build.

Q: Can you image, at your begin of your training you will be big like you are now?
I was not big when I was a young boy and I was always reading comic books and wanted to be a superhero. Then I saw Pumping Iron and realized there is a sport were you can build strength and muscles. I started to follow the sport of bodybuilding through the gym mags and was further inspired by other Pro bodybuilders like Dorian Yates, Ronnie Coleman. I always wanted to become e a Pro bodybuilder but never realized how much you have to sacrifice and I almost gave up on this dream. I am so lucky to have my wife married for 17years and 2 kids,family and friends that has always supported me to get this far.

Q: What is the bodybuilding, for you?
Bodybuilding for me is and always will be a personal journey that has made me different from everybody else and I hope that I have inspired a lot of people to never give up on your dreams no matter what and my motto in life is ” I refuse to be average”

Q: What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
My advice to any young bodybuilder is simple you have to keep the balance in life that is the key to success in this sport for the long run.

————————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————–

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (3)D: Benvenuto Mr Der Merwe, grazie per il tempo che ha trovato per fare questa intervista. da che parte del mondo viene?
Ciao Vittorio! Sono di Gauteng in Sud Africa!

D: Quanti anni ha e quali sono le statistiche adesso?
Ho 39 anni. Il mio peso fuori stagione è 120kg e 110kg in gara, quindi mi mantengo sempre molto pulito.

D: Quando ha iniziato a fare body building e perché?
Ho gareggiato a partire dall’età di 16 anni. E mi sono ispirato al film Pumping Iron e, naturalmente, Arnold Schwarzenegger!

D: PEr quanto tempo ti alleni? E come ti alleni?
Per non più di 90 min, mi alleno 5 giorni a settimana. Ho la fortuna di essere allenato da Federico Foccherini anche lui un ex IFBB Pro Italiano e lui mi fa allenare sempre con una forma perfetta utilizzando anche drop set e super set!

D: Come dividi il tuo allenamento nella settimana?
Mi piace fare push and pull e serie a scalare per il petto e bicipiti nel giorno1 , giorno2 bicipiti femorali, glutei e polpacci. Le spalle il giorno3 con il trapezzio. Mentre quadricipiti e polpacci al giorno4, giorno 5 di solito riposo, il giorno6 faccio schiena e tricipiti, giorno7 riposo.

D. Quali sono i tuoi integratori preferiti e cosa ti piace mangiare prima di andare in palestra?
Mi piacciono i BCAA, la glutamina e siero di latte isolate e buon multivitaminico. Mi piace mangiare un po’ di farina d’avena e uova con pepe di Caienna 1 ora prima mi alleno 😉

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe

D: Lei ha un fisico molto equilibrato, davvero grande e molto bello esteticamente, pensa che il body building deve andare avanti in questo modo, invece che cercare di sviluppare più più massa e muscoli, diciamo più in stile Freaky che possiamo vedere in molti concorrenti attuali?
Credo che il bodybuilding lo dice la parola stessa, è la costruzione del corpo e significa sempre costruire i muscoli il più possibile questa per me è la progressione, ma poichè siamo tutti con una genetica diversa alcuni atleti tenderanno sempre ad avere un aspetto di mostri di massa e qualche altro molto più estetica, ma io credo che anche gli atleti estetici stanno anche cercando di guadagnare quanto più muscoli che possono. Come faccio io!

D: Ci racconta di come ha guadagnato la pro card, e quanto è diverso sapere di competere a livello pro, invece di quello dilettantistico?
Ho ricevuto la mia Pro Card nel 2014 vincendo il titolo all’Africa Amateur Olympia. Farò il mio primo show Pro 28 mag 2016 Africa Arnold Classic. La grande differenza per me tra i Pro e dilettanti è stato quello di aggiungere pasti extra e per aumentare le mie dimensioni e trovare il tempo di consumare tutti i pasti in un giorno. Inoltre tutto ciò comporta una spesa economica maggiore, è una grande sfida.

D: Quale pensa sia il più grande errore che le persone fanno quando si tratta di allenarsi? O quando si cercare di cominciare a seguire una lifestyel come quello del bodybuilding?
Il più grande errore che vedo fare alle persone, è quello di non avere un buon piano nutrizionale da subito, e non eseguire gli esercizi correttamrnte ma cercare solo di aumentare il peso in questi, con esecuzioni pessime.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (4)D: La sua condizione sul palco è completa, come si ottiene questa condizione?
Ottengo la mia condizione utilizzando un ciclo di carboidrati e grassi e proteine ​​fuori gara sempre alta. Faccio anche cardio in maniera moderata per risparmiare il muscolo non per essere bruciato per produrre energia.

D: Puoi raccontarci la vostra dieta, integratori di routine? E quanto la giusta nutrizione è importante per lei, per costruire i muscoli?
Come ho già detto un buon piano di alimentazione è fondamentale fin da subito. Per gli integratori usatene sempre di buona qualità, sono molto importanti, io uso sempre marchi di qualità e scelgo come principali un buon siero di proteine del latte isolate, BCAA e glutammina.

D: Quanto è importante per un bodybuilder di avere uno sponsor di oggi? Pensi che è possibile fare questo sport senza uno?
Buone le sponsorizzazioni sono molto difficili da trovare in Sud Africa come bodybuilder perché dobbiamo competere con la maggior parte degli sport popolari in Sud Africa come il rugby e il cricket. Attualmente sto cercando un buon sponsor.

D: Crede … che il bodybuilding l’ha aiutato nella sua vita? E pensa che il bodybuilding può aiutare l’uomo dandogli molta più fiducia, determinazione …?
Bodybuilding mi ha sempre fatto risaltare in ogni aspetto della mia vita. Sì, è sicuramente una grande iniezione di fiducia per un uomo avere un buona massa muscolare.

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (2)D: Poteva immagine, al suo inizi dei suoi allenamenti che sarebbe diventato com’è adesso?
Non ero grande quando ero un ragazzino e leggevo sempre i fumetti e ha voluto sempre essere un supereroe! Poi ho visto Pumping Iron e ho capito che c’era questo fantastico sport dove si poteva costruire la forza e muscoli. Ho iniziato a seguire lo sport del bodybuilding attraverso le riviste da palestra ed e sono stato ulteriormente ispirato da altri culturisti Pro come Dorian Yates, Ronnie Coleman. Ho sempre voluto diventare un bodybuilder e un Pro, ma non mi sarei mai aspettato della grande fatica e di quanto si deve sacrificare e ho quasi rinunciato a questo sogno. Ma sono molto fortunato ad avere mia moglie con cui sono sposato da 17 anni e 2 splendidi bambini, una famiglia e gli amici che mi ha sempre sostenuto per arrivare a questo punto!

CulturismoItaliano_Cobus Van Der Merwe (6)

D: Cos’è il bodybuilding, per lei?
Il Bodybuilding per me è e sarà sempre un percorso personale che mi ha reso diverso da tutti gli altri e spero che io dia riuscito ad ispirare altra gente e a non mollare mai i tuoi sogni, non importa cosa si vuole il mio motto nella vita è “Mi rifiuto di essere nella media “!

D: Qual è il tuo consiglio per il bodybuilder più giovane che ti ammira?
Il mio consiglio a qualsiasi giovane bodybuilder è semplice: bisogna mantenere l’equilibrio nella vita che è la chiave del successo in questo sport per il lungo termine!

Intervista a Misha Itchenko – bodybuilder from Ukraine

CulturismoItaliano_Itchenko01 (3)Q : Hello Misha, thank you for taking the time to sit down and do this interview. let’s us introduce you to those who do not know you yet, and are visiting Culturismo Italiano, where are you from? How old are you? Your weight and your age?
1. Hi everyone! My name is Misha Itchenko, I’m 25 and I’m bodybuilder from Ukraine. My current weight is 115 kg and 184 cm high.

Q: Tell us a little history of your succes during your bodybuilding and when you started and how you discover the bodybuilding world?
2. Soo. Everything began as I was 16. My future trainer helped me to discover the great bb-world, he wrote a special diet for me, and it was my first step forward. And, I guess, I also had my first success: during two years I gained almost 50 kg.

Q: Why did you get involved in bodybuilding show and begin to compete?
3. I always admired huge bodybuilders, even being a little boy, watching them shining on the stage. And as my trainer and I saw my achievements I started to compete. During my first show I was 19.

Q; Do you know some italian’s bodybuilder?
4. Wesley Gasparotto (I meet him on the European Championship 2010) big guy.

CulturismoItaliano_Itchenko01Q: Who is your myth, who inspires you as bodybuilder?
5. There are many great bodybuilders all around the world, but a Man who inspires me is Kevin Mark Levrone.

Q: How long do you train? Tell us about your training? Do you have a particular philosophy?
6. I’m a gym rat over 9 years. About my philosophy: my own particular ideas are still in progress and perhaps too “young” to be a philosophy.

Q: I see you have freaky arms, how do you train it? Any tips?
7. You wanna know my secret: basic exercises for deltas, chest and back and a separate training for arms is rareness in my training-plan.

Q: Turning to your training, how do you like to split up your body during the course of a week?
8. Ok, I can share this information: 1 day Back (back delta and triceps); 2 day Legs; 3 day Chest (front and middle delta); 4 day Legs (femoris biceps, calfs), 5 day Abs

Q: You are a tall big muscles guy, but you look really very aesthetic keeping many muscles, you think that’s the future of the body building? Mass with class?
9. Aesthetic body means for me intensity of muscles, their fullness and healthy view.

Q: I saw you on stage, you are freaky condition! How do you get it?CulturismoItaliano_Itchenko01 (6)
10. I’m working on my condition at first in my head, after that in gym and on kitchen. Bodybuilding is a part of my lifestyle and I love what I’m doing! I’m enjoying every single day and I see it brings results!

Q: Wich are the nutritional strategies that follow in the off season and pre contest?
11. In my off season I’m eating without separating proteins, fats and carbs. During pre contest period I’m separating it, but I never exclude carbs and water.

Q: structured as it is your supply? what to eat to increase your mass muscles and what to absolutely avoid during the pre-contest?
12. To increase my muscle mass I’m eating homemade cottage cheese with honey. During pre-contest I’m avoiding fruit, sugar and junk food.

Q: What supplements you use?
13. Vitamins + Minerals, Omega 3, 6, glutamine, leucine, protein shakes.

Q: What is the bodybuilding, for you?
14. Bodybuilding is my hobby, which brings me joy and happiness.

Q: what is the secret of bodybuilders est Europe to be so huge?
15. We are huge because of great genetic and spirit-power!

CulturismoItaliano_Itchenko01 (5)

Q: When you compete again?
16. Very soon, so watch me and wish me good luck!

Q: What can you say to those who have the same age or a little more and would set me to do body building seriously the reccomanded it? and a young boy undecided?
17. To those who are visiting gym I can recommend to communicate with more experienced people, not to pass training and not to forget about cardio and … to find a good beloved girl to support you! And to those who have not decided: go to gym and you will not regret!

CulturismoItaliano_Itchenko01 (2)Q : I am sure you get comments about your physique very frequently. Do you have any funny stories about getting a cool comment about your physique by a random person?
18. As I meet Kai Green in Prague, he asked for couple exercises for legs from me 🙂 and I gave some valuable advices! 🙂

Q: There some message you want to comunicate for our readers for do their best into bodybuilding?
19. Dear friends, first of all I would like to thank you for reading this interview! Thanks to you Vittorio too. Love each other, love what you do, eat delicious and healthy food, travel and spend less time sitting with games!

————————————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————————–

Benvenuto Misha! Grazie per il tuo tempo, quanti anni hai, da dove vieni e quanto pesi attualente?
1. Ciao a tutti! Il mio nome è Misha Itchenko, ho 25 anni e sono CulturismoItaliano_Itchenko01 (7)un culturista dell’Ucraina. Il mio peso attuale è di 115 kg per 184 cm di altezza.

Come hai cominciato con il culturismo?
2. Bè. Tutto è cominciato quando avevo 16 anni, il mio futuro allenatore mi ha aiutato a scoprire il grande mondo del body building, ha scritto una dieta speciale per me, ed è stato il mio primo passo in avanti. E credo, anche il mio primo successo: in due anni ho guadagnato quasi 50 kg! 😉

Come hai deciso di prendere la strada dell’agonismo?
3. Ho sempre ammirato i bodybuilders enormi, pur essendo un ragazzino, guardandoli “brillare” sul palco. E come il mio allenatore ha visto i miei successi mi ha invitato a competere. Durante il mio primo spettacolo a soli 19 anni.

Conosci qualche culturista Italiano?
4. Wesley Gasparotto (lo incontro al Campionato Europeo 2010), bello grosso!

Invece, chi ti ha ispirato a livello mondiale per costruire il tuo fisico attuale?
5. Ci sono molti grandi bodybuilders in tutto il mondo, ma un uomo a cui mi ispiro è Kevin Mark Levrone.

Parlando di allenamento, da quanto tempo ti alleni ormai e che “filosofia” segui in palestra?
6. Sono un topo da palestra da più di 9 anni. Circa la mia filosofia: le mie idee particolari sull’allenamento sono ancora in corso e forse troppo “giovani” per essere una filosofia. 😉

Qualche piccolo suggerimento o “segreto” per avee braccia fantastiche come le tue?
7. Vuoi conoscere i miei segreti? Eccoli: esercizi di base per i deltoidi, petto e sulla schiena ma una formazione separata per le braccia è rarità nella mia formazione. Diciamo che li alelno con il resto del corpo.

Come suddividi il tuo allenamento?
8. Ok, posso condividere queste informazioni: 1 giorno Back (compresi i deltoidi posteriori e tricipiti); 2° giorno gambe; 3 giorni Petto (anteriore e deltoidi centrali); 4 giorno Gambe nuovamente (bicipite femorale), polpacci; 5° giorno Abs

Credi di più in un fisico estetico o enorme senza confini?
9. Estetica del corpo significa per me l’intensità e la potenza dei muscoli, la loro pienezza e un aspetto sano.

Come ottieni la tua condizione eccellente in gara?
10. lavorando sulla mia condizione in un primo momento nella mia testa, dopo in palestra e poi in cucina. Il Body building è una parte del mio stile di vita e mi piace quello che sto facendo! Mi sto godendo ogni singolo giorno e vedo che porta risultati! Ecco come ottengo quall condizione, perché mi piace!

Come cambia la tua alimentazione pre e off season?
11. Nella mia offseason mangio senza separare proteine, grassi e carboidrati. Durante il pre-gara sto separo tutto, ma non escludo mai carboidrati e acqua.

CulturismoItaliano_Itchenko01 (8)

Parlando sempre della tua dieta, cosa usi in off per aumentare di massa, mentre cosa eviti assolutamente in pre-gara?
12. Per aumentare la mia massa muscolare in off mangio ricotta fatta in casa con miele. Durante il pre-gara evito frutta, zucchero di qualunque genere e cibo spazzatura.

Che integratori prediligi?
13. Vitamine + Minerali, Omega 3, 6, glutammina, leucina, frullati di proteine.

Cos’è il body bulding per te?
14. Bodybuilding è il mio hobby, che mi porta gioia e felicità.

Secondo teperchè i body builders dell’est europa sono così massicci?
15. Noi siamo enormi a causa del grande spirito di dedizione e della potenza della nostra genetica!

Quando gareggerai nuovamente?
16. Molto presto, spero mi auguriate buona fortuna!

Cosa puoi consigliare a color che stanno entrnado per le prime volte in una palestra e vogliono intraprendere magari la strada del culturismo serio?
17. Per coloro che sono in palestra per le prime volte posso consigliare di parlare e interagire sempre con persone più esperte, non saltare gli allenamenti e per non dimenticare il cardio e … trovare una brava ragazza che vi ami e vi sostenga in questo percorso! E a coloro che non hanno deciso: andate in palestra e non ve ne pentirete!
CulturismoItaliano_Itchenko01 (4)Qualche episodio particolare legato al tuo viaggio nel body building?
18. Quando ho incontrato Kai Greene a Praga, bè mi ha chiesto un paio di esercizi per le gambe…a me!!! 🙂 🙂 bè gli ho dato alcuni preziosi consigli! 😉

Siamo alla fine, vuoi lasciare un ultimo pensiero per coloro che ci stnano leggendo?
19. Cari amici, prima di tutto vorrei ringraziarvi per aver letto questa intervista! Grazie Vittorio. Amatevi, amate quello che fate, mangiare cibo buono e sano, viaggiate e spendete meno tempo seduti con i videogames!

Intervista a Enrico Frisinghelli atleta IFBB

culturismo_italiano_Frisinghelli01D) Grazie per essere qui con noi oggi Enrico, cosa ti ha spinto ad iniziare con il culturismo?
R) Ciao a tutti! Il mio avvicinamento a questo sport risale a più di venti anni fà quando, un mio compagno di studi si divertiva a prendermi in giro per la mia esagerata magrezza. Infatti su una altezza di 1,79cm pesavo solo 63 kg. Sotto la spinta delle sue prese in giro mi ha convinto a frequentare con lui una palestra. Come tutti ho passato i primi anni ad allenamento con scarso impegno e scarsa costanza. Tuttavia con il passare del tempo ho cominciato ha leggere qualche rivista del settore e quindi ha capire quanto anche altri aspetti tipo: alimentazione, riposo e stile di vita potessero risultare importanti per ottenere dei risultati. Ero estasiato nel vedere le foto dei campioni di quel periodo e da li la mia passione ha cominciato a crescere sempre di più.

D) Quanti anni sono che adesso gareggi? e come ti sei approcciato ala tua prima gara?
R) Ho partecipato alla mia prima gara 18 anni fa ed è stato in pratica la prima realizzazione e soddisfazione che ho avuto da questo sport. Devo molto al mitico campionissimo Armando Defant che mi ha seguito nei miei primi anni di competizione.

D) Chi sono i tuoi miti nel culturismo e perchè?culturismo_italiano_Frisinghelli02
R) Secondo me il vero mito del body building è Ronnie Coleman in quanto è colui che davvero ha cambiato i parametri di questo sport , sono del tutto convinto che nessuno neanche nei prossimi venti anni riuscirà a raggiungere il livello ottenuto da Coleman. Per quanto riguarda i campioni attuali sono un super fan di Kai Green.

D) Sei in allenamento con Gabriele Trapani per adesso, com’è iniziata la vostra collaborazione e come procede?
R) La nostra collaborazione è cominciata quasi per caso in quanto abbiamo degli amici in comune che ci hanno presentato,la nostra collaborazione, che ormai è diventata una grande amicizia prosegue e spero proseguirà il più allungo possibile , in quanto con nessun altro trainer mi sono trovato così bene , e credo che i risultati lo stiano ampiamente dimostrando. Senza esagerare mi permetto di dire che lavorare con Gabriele è stata per me una vera e propria rivelazione , un continuo arricchimento delle mie conoscenze, supportate dai mie studi personali è stato quasi come iniziare a fare uno sport diverso.

culturismo_italiano_Frisinghelli03D) Ci puoi spiegare il tuo approccio dietetico, a grandi linee, per ottenere una condizione muscolare così dettaglia in gara?
R) Come tutti gli agonisti seguo un regime alimentare controllato tutto l’anno, che ovviamente varia in base alla vicinanza o meno delle competizioni, mi ritengo una persona piuttosto fortuna in quanto posso permettermi di mangiare molti carboidrati anche nella fase precotes. Di conseguenza non devo faticare molto nella mia fase di definizione . Tutta via esiste il rovescio della medaglia ossia faccio parecchia fatica nella fase in cui tento di aumentare i miei volumi muscolari.

D) ci spieghi come suddividi il tuo allenamento e perchè?
R) Nella maggior parte del anno mi alleno in 5 sedute settimanali . In certi periodi anche 6 sedute cosa che però mi stanca molto. Trovo che questa sia la soluzione migliore per il mio corpo tuttavia i miei allenamenti sono sempre molto brevi, durata massima un ora, però l’intensità a volte rasenta la follia.

D) Il momento più esaltante per la tua carriera agonistica fin ora e perchè?culturismo_italiano_Frisinghelli04
R) Sicuramente la punta massima della mia carriere fino a questo momento è stata la recente vittoria al Mr Olympia a Liverpool. una soddisfazione immensa che mi ha gratificato in tanti sacrifici e mi ha commosso fino alle lacrime.

D) Cosa ti piace del bodybuilding?
R)di questo sport mi entusiasma la possibilità di continuare a imparare e sperimentare su se stessi le varie tecniche di allenamento e i differenti approcci alimentari. Per questo motivo da anni continuo a studiare per continuare a progredire e anche per poter essere sempre aggiornato per il mio lavoro di personal trainer. Un’altra cosa che adoro sono le competizioni, impegnarsi e sopportare dei sacrifici per avere la soddisfazione di poter raggiungere la propria forma migliore.

D) Cosa consiglieresti ai neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?
R) alle persone che iniziano, a livello alimentare posso consigliare di aumentare fino a 6 il numero di pasti giornalieri, di prendere coscienza della composizione dei cibi e di imparare gradualmente, osservando i risultati su se stessi, a manipolare i macro nutrimenti. Non dobbiamo mai dimenticare che ogni organismo è diverso e reagisce in modo differente ai vari stimoli proposti. Per questo culturismo_italiano_Frisinghelli06motivo ognuno deve osservare su di se cambiamenti e risultati.

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio impegno preso con il body building?
R)Ho imparato nel corso degli anni che per dare il proprio meglio l’aspetto mentale è davvero fondamentale. Sono un gran sostenitore delle tecniche motivazionali e di visualizzazione dei propri obiettivi. Più il livello competitivo si alza più la mente può fare la differenza. Quindi consiglio agli atleti di dedicare più tempo alla concentrazione pre allenamento per riuscire a lavorare sulle sensazioni del nostro corpo e dei nostri muscoli per ottimizzare i risultati.

D) Piani agonistici futuri?
R) Come negli ultimi anni mi concentrerò sulla stagione agonistica invernale 2016.

D)Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?culturismo_italiano_Frisinghelli07

R) sicuramente devo ringraziare la mia famiglia, il mio sponsor storico Genesis nutrition, il mio trainer Gabriele Trapani e tutti gli amici che mi sono stati vicini in questi anni.
Un grande ringraziamento a Vittorio di culturismo italiano per questa possibilità
Un abbraccio Enrico.

Franco Malè, un’intervista senza peli sulla lingua!

Culturismo italiano_male04D) Benvenuto! Partiamo con un piccolo curriculum: le prime gare fatte e le più importanti vinte?

Ciao a Tutti! Ho disputato circa a 12 gare e tutte per me hanno una grande importanza perché dietro ognuna c’e’ una storia diversa. la prima gara e’ stata il Mr Lazio NABBA e solo dopo 6 mesi di allenamento sono arrivato secondo poi dopo altri sei mesi ho vinto il Mr Italia di Sapri vincendo anche l’assoluto li ho avuto la conferma che in quest sport potevo raggiungere buoni risultati! Circa dopo un anno mi sono presentato al Mr Italia WABBA in una forma stupenda ma purtroppo arrivai secondo non per la mia forma ma solamente perché non avevo acquistato attrezzature dal presidente della federazione in carica… non sono stato mai un lecca culo e tanto meno il cagnolino di nessuno volevo essere giudicato solo per il mio valore e la cosa più assurda che il lunedì dopo solo tre giorni mi arriva una telefonata dalla federazione che mi diceva che “Anche se sei arrivato secondo la tua forma non è da italiani ma è da Europei! Quindi abbiamo deciso di portarti in Grecia a gareggiare per l’Italia anche se solo il vincitore degli Italiani poteva partecipare, felice di ciò parto con la nazionale ed all’arrivo in Grecia mi chiudo in stanza per due giorni sdraiato a letto visto che dopo la gara mi ero abbuffato perché non sapevo di questa decisione. Bè al momento di salire sul pulmino tutto tirato pronto per il pre-gara viene il capo dei giudici italiani dicendomi che non potevo Culturismo italiano_male08partecipare agli Europei perché tutti gli accompagnatori degli atleti italiani avevano fatto una riunione e avevano deciso che non dovevo gareggiare perché toccava solo al vincitore in carica degli Italiano! Facendo cambiare la decisione presa dalla presidenza stessa pare!!! Cosa che ho ritenuto di basso livello come macchinazione, perché fatta dagli stessi italiani e così 15 minuti prima del pre-gara e dopo averli mandati tutti a quel paese, ho preso una decisione importante per me: andare in America!
In america ho disputato tre gare nella prestigiosa NPC piazzandomi 6° al Mr Los Angeles e invece 1° e vincendo pure l’Overall al Mr Hercules USA, un 3° posto al Nord America nei medio massimi. Poi ritornato in Italia dopo tanti anni ho ripreso a gareggiare anche qui. Ottenendo anche qui tante vittorie Overall al Gran Prix Freeway battendo tra gli altri il vincitore dell’assoluto di tre mesi prima del Trofeo Due Torri, il Gran Prix Internazionale open in Svizzera sempre Overall, Mr Universo NABBA Overall e primo al Trofeo Due Torri cat. Massimi poi con l’ ultima vittoria del 2000 mi sono ritirato da vincente.

Culturismo italiano_male01D) Perché hai iniziato a fare culturismo?

Ho iniziato a praticare culturismo perché dopo aver fatto altri sport in passato, tra cui il ciclismo e la boxe, volevo rimettermi in forma ed iniziai ad allenarmi con i pesi. Dopo alcuni mesi già ero il più grosso della palestra e ho capito che forse avevo una buona genetica per questo stile di vita.

D) Cos’è il culturismo per Franco Malè?

Cos’è il culturismo per me? Per me è una ragione di vita che va oltre i muscoli o le vene è un modo di vivere, di pensare, di agire, di vedere i muscoli come tuoi amici. Muscoli che ti accompagnano nella vita e ti renderanno forte e ti aiuteranno a superare momenti difficili, su loro puoi sempre contarci, perché rappresentano la tua forza interiore.

D) 3 fratelli, 3 genetiche mostruose….il body building è ….?

Io e i miei fratelli, Maurizio e Marcello, abbiamo iniziato ad allenarci insieme me li sono portati in palestra fin da piccoli uno aveva 14 anni anni l’altro 11, poi la genetica ha fatto il resto ed anche loro hanno avuto un ruolo importate nel culturismo italiano. Dimostrandosi atleti grossi e massicci.

D) A chi ti sei ispirato, quali erano i tuoi modelli?
D) Hai avuto un “maestro”, qualcuno che ti ha seguito, a cui pensi di dover gran parte dei tuoi risultati?
D) A parte le gare vinte, qual è stata, secondo te, la tua forma migliore?Culturismo italiano_male06

Secondo me la mia forma migliore è stata al Trofeo Due Torri del 1999, un mese dopo aver vinto il Mr Universo, anche se sapevo che sarebbe stato difficile vincere, ma solamente perché in un colloquio privato con uno sponsor della manifestazione di un noto venditore di attrezzature sportive, mi disse:”Sai, si però c’è “Tizio” in gara!” – Come a farmi intendere che il primo posto era già assegnato, ma fatto sta che che poi l’anno successivo hanno diviso la categoria massimi in due…come mai? Avranno capito di aver fatto uno sbaglio l’anno prima? Chissà!

D) Come ti allenavi? E qual’è sempre stato il tuo obiettivo finale nCulturismo italiano_male03el tuo allenamento?

Come mi allenavo? Bè per me l’allenamento era sacro non mi affidavo agli integratori, sapevo che per crescere ci voleva una grande intensità negli allenamenti. Quella intensità appresa dai campioni americani.

D) Quanto è importante la nutrizione per un culturista e quali sono oggi gli errori che vedi commettere?

La nutrizione è importantissima non si può diventare Campioni VERI, senza alimentarsi come tali. Gli errori di oggi penso siano più o meno quelli di ieri: molti pensano che la chimica è alla base di tutto, ma se fosse cosi avremmo tantissimi atleti enormi…ma, sorpresa, non e’ cosi! Alla base c’è la genetica, che però deve andare di pari passo con la dedizione e la voglia di sacrificio.

D) Cosa non va nel culturismo Italiano secondo te oggi?

Da tanti anni sono fuori dalle competizioni l’unica cosa che mi disturba sono questi Team con schiere di atleti che non capisco il perche’ devono stare tutti insieme quando il BB e’ uno sport individuale e non una squadra di calcio come se Yates, Coleman o Cutler e vari, tutti a far parte di un Team magari il Team di Fichi!
Questi sono guerrieri che agiscono da soli! E poi , secondo me, tutti quest capi Team che nel body building non hanno vinto niente ed ora fanno i guru…e tutte queste pecorelle dietro questo mi infastidisce, ma co
munque io ho fatto il mio tempo…quindi va bene cosi.

D) Oramai non gareggi più, ma se potessi tornare su di un palco di gara, quale sceglieresti e perchè?

Se fossi in grado di gareggiare di nuovo, vorrei partecipare ad una gara di professionisti IFBB c’ero molto vicino dopo tutte le gare vinte e tanti atleti italiani erano passati professionisti senza vincere ciò che avevo vinto io, avevo chiesto di partecipare al Gran Prix IFBB visto che era a Roma ed io avevo gareggiato da poche settimane quindi ero in forma, bè mi fu risposto che dovevo rifare tutta la trafila dal Mr lazio! Che dire stessa situazione di gelosia ed invidia di sempre, come tantissimi anni prima in Grecia ma la soddisfazione mia e’ di aver lasciato un segno in questo sport! Mentre questi ancora vanno in giro nelle gare con quelle giacchette blu con lo scudetto della fedCulturismo italiano_male02erazione al petto mi fanno ridere. Avrebbero voluto essere vincenti sul palco ma purtroppo per loro non ci sono riusciti.

D) Cosa consiglieresti ai neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?

Ad un principiante direi di iniziare con il piede giusto perché i sacrifici sono tanti e la strada è lunga, io come regola mi sono sempre dato di ascoltare chi era meglio di me e da li la decisione di andare alla Mecca a Venice! Li i migliori sono, e non i ciarlatani che ci sono qui che fanno tutto difficile e tutto segreto con alchimie miracolose…il miracolo lo fa’ l’allenamento vero ed intenso punto.

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio nell’ impegno preso con il body building?

A chi sta leggendo non voglio dire niente in fondo, ho raccontato la mia storia di trenta anni in questo sport quindi spero che le persone da questa intervista possano prendere degli spunti per se stessi non mi reputo un guru, mi reputo un uomo che da ragazzino amava questo sport meraviglioso, ed ancora oggi continuo a farlo perché è la mia vita!

D) Le nuove categorie di gara, men’s physique, bikini etc….cosa ne pensi?

Cosa penso dei men’s phisique…mah, io capisco che gli organizzatori hanno bisogno di piu partecipanti alle gare quindi, più giro di soldi nel settore, ma certamente non mi piacciono affatto vedere molti bei ragazzi con quei mutandoni muoversi sul palco come donnette ed ad ogni posa spostarsi i capelli! Non ci vedo niente di maschio poi essere giudicati!  Per metà corpo nascosto…come si fa quando le gambe sono una parte impCulturismo italiano_male07ortantissima per un atleta! Ma visto che in questo momento non se ne può fare a meno, farei delle gare di belezza di questi in altre manifestazioni,  e a parte  di  culturismo vero! Pensiamo ad esempio ad Arnold,  “scodinzolare” sul palco in mutandoni e muoversi i capelli è una cosa assurda! Per quanto riguarda le bikini, sono a favore perché esprimono la femminilità  ed al tempo stesso penalizzerei le atlete super muscolose nella categoria delle donne perché si verifica sempre la stessa situazione dei men’s phisique ma al contrario, troppo mascoline per me!

D) Cosa ne pensi del livello del body building Italiano attuale?

Sinceramente non lo seguo da vicino ,quindi vedo qua e là qualche foto, so solamente che tanti anni fa a praticare culturismo eravamo in tanti e  tanti gareggiavano, quindi la selezione era più grande ed arrivare era molto più difficile do oggi! Con l’avvento del wellness sono pochi a praticarlo seriamente, come le mosche bianche, ma tuttavia si vede qualche atleta completo.

D)Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?

Certo che voglio ringraziare qualcuno. Per iniziare tutti i miei amici, che dopo tanti anni mi scrivono dicendomi che mi ammirano e mi stimano e spero che ora con questo articolo lo faranno di piu’ perche’ cosi avranno modo di conoscere anche il mio carattere e non solo il fisico. Ma il mio ringraziamento particolare va a mio fratello Maurizio con lui ho condiviso tutta la mia vita lui e’ semprCulturismo italiano_male05e quello che mi aiutava negli allenamenti mi faceva da sentinella quando mi allenavo per non far avvicinare nessuno che poteva distarmi e sempre lui quando stavo per salire sul palco mi diceva: “vai sei il migliore nessuno ti può battere”… e li già sapevo di aver vinto a prescindere daciò che decidevano i giudici, e ricordate sempre a testa alta mai chinarsi a nessuno! Grazie Vittorio per l’ opportunità che mi hai dato, a presto!

 

Intervista a Nicolas Vullioud ”Quadzila” – Team Tuor

Nicolas Vullioud12032097_775139262614178_2661332083387082359_nD) Hello Nicolas, thank you for taking the time to sit down and do this interview. Where are you from?
1. No worries, I thank you for the interview. I come from Switzerland, I’m living at 15 minutes from Geneva, in a small city.

D) How old are you and how much do you weigh now?
2. I’m 24, and now I’m 103-105 kilos, in offseason of course.

D) When you begin to lift and why?
3. I have started to lift a few years ago, almost 6-7 I think. I didn’t plan to do any competitions. It was only for my own pleasure. Actually I had a very serious injury when I was playing soccer. And when I can back, things were different. I had to find an other sport, able to give me the same pleasure and same fun. But I always liked fitness and bodybuilders. When I was younger, I was already watching videos of Jay cutler or Colemann. I was fascinated.

D) How long do you train? And how do you train?
4. It depends on the period. But in general I spend 2 hours in the gym per day. Almost everyday, sometimes less. And I have a few cardio sessions in the week too. This is in offseason. And when I’m on the prep, it depends on my coach. But the trainings are getting more intensive and I use more systems, like the famous SST.

D) About your nutrittion, how much calories you eat a day and how they are divided?
5. I will be honest about nutrition. I never give any details about quantities or anything. It’s not a secret. I do that to respect the work of my coach. It’s not professional to say everything when someone works hard for you.

D) What are your preferred supplements and what you like to eat before you go to the gym?10368271_617175088410597_6868504678301198017_n
6. My favourite supplement is the bcaa. Today the quality became really good. And the flavours are also very tasty. And i don’t have a specific meal before my workouts. It depends on the moment. I follow my diet and I’m training when I can.

D) I know you are some incredible leg, looks like Oaks! How do you train it? Can you give use an example of leg’s traning?
7. It’s the first time that someone is comparing my legs with oaks. Very funny. :D. Honestly I think it’s something genetic, and it’s linked to my morphology. I have short legs so the angles are easier when I work them. And there is always bigger :D. But I do very intense workouts for the legs. Nothing incredible, I mean specific exercise. It’s all about sensations, burning, and angles. I’m very precise when I do the exercises. Every thing I do has an 11704821_741868189274619_5781821320934739444_nexplanation. I don’t do things like a robot. But I always start with the leg extension because I had a few problems two years ago with my knees. So I do very long warm up of 20-30 minutes. Mix of bike, light set with the leg extension, bodyweight squat, and then I start. I don’t do free squat, I only do the movements where I get good sensations and stability. Leg presses, hack squat and smith machine squat. And heavy sets when I start, between 8-10 and then some lighter sets, based more on the pump. But no fixed routine.

D) You’re a young guy, but you have already stay the stages of shows more than once, you think you get go pro early?
8. I think there is a big difference between the amateurs and the pro’s. So I need to have more experience and to continue to work hard. I believe in my coach. And I believe in our work. It’s all about patience, working hard.

D) How much different is your life by the teen of the same age?
9. I don’t drink alcohol, I eat the same meals every day without eating something else. I don’t go out, I don’t do the party. And I calculate my hours of sleeping. I go every day in the gym and I try to find excuses. I have already trained with temperature, being sick. But if I want to become a pro, I have to do that and people don’t understand that. But the biggest difference is that, i just do what I love to do, and I don’t follow the social way.

12193649_792008307593940_2847984585942760474_nD) How important it is for a bodybuilder to have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
10. Well, I think it’s very hard without a sponsor. It’s very hard to find one, and it’s very hard to find one which is serious. In Switzerland, it’s very hard, life is very expensive. The problem of today is obvious. Some people have a sponsor but aren’t really athletes, and some people are real athletes with talents but nobody is helping those ones. So it’s a bit unfair sometime. But that’s very general.

D) Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life?
11. Bodybuilding didn’t help me in life. It has changed my life. I will never thank enough my coach for that. Because my way of thinking, has changed, my personality too. My behaviour. It’s very hard to explain it but. It’s exaclty the thing I needed to be happy at 100% in my life.

D) There some funny or strange episode about your big muscled size that can you smile or proud to tell us?
12. I lived many great moments. My titles are beautiful memories. When I won the overall in 2014 for the swisschampionship, was an amazing moment. I was still a junior and I had some pressure because I didn’t do the result I wanted a few weeks before at the Arnold Classic. So it was a good revenge. And my mom was there, so I cried with her. It was an emotional movement.
My title at mister olympia amateur in Malaga was one of the greatest memory. The title of course, but I was with people that I love. And I’ve shared great moments with my coach and people. The atmosphere was great. I could have stayed weeks and weeks there.17649_716337035161068_2712634912800374734_n
I have one thing that I will remember forever. I had the chance to do a workout with Ronny Rockel. It was very impressive. I was very intimidated. And I’m still like that when I’m next to bodybuilders like him.
And an other thing funny was about Instagram. I use this social network a lot with Facebook. And I saw one day that flex Lewis followed me back. I was like a kid. Because this guy, like many others, are inspiration for me. So when you can a little bit attract their attention, it’s always a honour.

D) Can you image, at you’re begin of your training you will be big like you are now?
13. As I said before, I never thought I would go on stage. And I’m proud of that of course. Because the first time was a very big step. I was afraid. And now I’m looking forward to go on stage. Now I’m conscious I did something good. But I want to get better again and again. This sport has no limit.

D) How hard do you push yorself to activete your goals in gym?
14. My strongest point is probably my mentality. I don’t have limits. So I don’t need anyone to push myself. But very often I keep in mind what my coach tells me. And I have picture of Flex Lewis at home with his signature. It means maybe nothing, but it’s a kind of motivation for me.

D) Do you know my blog/facebook page right? What do you think about?
13.yes of course I know it. It’s very good and popular. The first time I saw a pic of me on your Facebook page, I was very happy and honoured. Many people follow your page so it’s a good publicity. And moreover you ve always been nice with me 😉 .

11666046_732760453518726_6378741427018505883_nD) What is the bodybuilding, for you?
14. Bodybuilding is just my life. This is a lifestyle but also a kind of school. You learn to respect people, athletes. It’s not only an art, it’s a discipline.

D) What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
15. That would be pretentious to give advice to people. Because I have to learn again and again. So my advice Is to train hard, to believe in what you do, and to listen to people. It’s important to stay open minded. It’s the best way to think about ourself, and to understand what you have to change to become a better person.

D) When you will back on stage?
16. I’ll be back in March in Ohio at the Arnold Classic in 2016.

D) Any final words before end this?
17. I thank you for the interview. I’m flattered that you have thought about me. And I wish you good luck for the success of your Facebook page. Ciao to all!

———————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
———————————–

11822300_752586801536091_3443696391576185948_nD) Ciao Nicolas, grazie per aver trovato del tempo per sederti e fare questa intervista con me. Da dove vieni?
1. Nessun problema, ti ringrazio per l’intervista. Io vengo dalla Svizzera, vivo a 15 minuti da Ginevra, in una piccola città.

D) Quanti anni hai e quanto pesi ora?
2. ho 24 anni, e ora sono 103-105 chili, in offseason naturalmente 😉 

D) Quando hai iniziato ad allenarti e perché?
3. Ho iniziato ad allenarmi qualche anno fa, quasi 6-7 credo. Non avevo intenzione di fare eventuali gare. Ho iniziato solo per il mio piacere. In realtà ho avuto un infortunio molto grave quando giocavo a calcio. E quando ero guarito, le cose erano diverse. Ho dovuto trovare un altro sport, in grado di darmi lo stesso piacere e lo stesso divertimento. Ma mi è sempre piaciuto il fitness e essere un body builder. Quando ero più piccolo, guardavo spesso i video di Jay Cutler o Coleman. Ero affascinato.

D) Per quanto tempo ti alleni? E come ti alleni?
4. Bè dipende dal periodo. Ma in generale trascorro 2 ore in palestra al giorno. Quasi tutti i giorni, a volte meno. E ho un paio di sessioni di cardio a settimana anche. Questo in offseason. E quando sono in preparazione, dipende dal mio allenatore. Ma gli allenamenti sono sempre più intensi e io uso più sistemi, come il famoso SST.

D) Parlaci della tua nutrizione, quante calorie mangi in un giorno e il modo in cui sono divisi?
5. Sarò onesto sulla nutrizione. Non dò mai alcun dettaglio su quantità o altro. Non è un segreto. Lo faccio per rispettare il lavoro del mio allenatore. Non è professionale dire tutto quando qualcuno lavora sodo per voi.12111951_783507568444014_7302749116932539305_n

D) Quali sono i tuoi integratori preferiti e quello che ti piace mangiare prima di andare in palestra?
6. Il mio supplemento preferito sono i BCAA. Oggi la qualità è diventata davvero buona. E i sapori sono anche molto gustosi. No, non ho un pasto specifico prima dei miei allenamenti. Ma dipende dal momento. Seguo la mia dieta e mi alleno quando posso.

D) So che hai delle gambe enormi, sembrano delle querce! Come le alleni? Ci puoi fare un esempio di come allenare le gambe?
7. E ‘la prima volta che qualcuno mi dice che assomigliano a delle querce. Molto divertente. :D. Onestamente penso che sia qualcosa di genetico, e riguardanti la mia morfologia. Ho le gambe corte così le leve sono più facili quando li lavoro. E comunque sono sempre state grosse :D. Ma faccio allenamenti molto intensi per le gambe. Niente di incredibile, voglio dire come esercizio specifico. E ‘tutta una questione di sensazioni, bruciore, e di angolazione. Sono molto preciso quando faccio gli esercizi. Ogni cosa che faccio ha una spiegazione. Io non faccio le cose come un robot. Ma inizio sempre con le leg extension perché ho avuto qualche problema due anni fa con le ginocchia. Così faccio un lungo riscaldamento di 20-30 minuti. Mix di bici, leggero insieme con la leg extension, squat con il mio peso corporeo, e poi mi alleno. Non faccio squat libero, faccio solo i movimenti in cui ricevo buone sensazioni e stabilità. Leg presses, hack squat and smith machine squat. Serie pesanti quando inizio, tra l’ 8-10 poi alcuni set leggeri, basata più sul pump. Ma nessuna di routine fissa.

10388189_595739130554193_431308473497659604_nD) Sei un ragazzo giovane, ma hai calcato il palco più di una volta, pensi di passare pro presto?
8. Penso che ci sia una grande differenza tra i dilettanti ed i professionisti del body building. Ho bisogno di avere più esperienza e continuare a lavorare sodo. Io credo nel mio allenatore. E credo nel nostro lavoro. È tutta una questione di pazienza, lavorando sodo.

D) Quanto è differente la tua vita da un ragazzo della tua stessa età?
9. Non bevo alcolici, mangio gli stessi piatti ogni giorno senza mangiare qualcos’altro. Io non esco, non vado alle feste. E calcolo mie ore di sonno. Ci vado ogni giorno in palestra e cerco di non trovare delle scuse. Mi sono pure allenato con la febbre. Ma se voglio diventare un professionista, devo farlo e la gente non lo capisce. Ma la più grande differenza è che, io faccio solo quello che mi piace fare, e io non seguo la via sociale o le mode.

D) Quanto è importante per un body builder di avere uno sponsor, oggi? Pensi che è possibile praticare questo sport senza?
10. Beh, penso che sia molto difficile senza uno sponsor. E ‘molto difficile trovare uno, ed è molto difficile trovarne uno buono. In Svizzera, è molto difficile, la vita è molto costosa. Il problema di oggi è evidente. Alcune persone hanno uno sponsor, ma non sono veramente atleti, e alcune persone sono atleti reali con talenti, ma nessuno li aiuta. Quindi è un po’ ingiusto. Ma questo è molto in generale.

D) Credi … che il body building ti ha aiutato nella tua vita?
11. Body building non mi ha aiutato nella vita. Ha cambiato la mia vita. Non potrò mai ringraziare abbastanza il mio allenatore per questo. Perché il mio modo di pensare, è cambiato, la mia personalità anche. Il mio comportamento. E ‘molto difficile da spiegare, ma. è la cosa che avevo bisogno per essere felice al 100% della mia vita.12096281_780880738706697_7300736070625730537_n

D) C’è qualche episodio divertente o strano in che ti è capitato dato il tuo fisico, che magari ti fa sorridere o di cui sei orgoglioso da volerci raccontare?
12. Ho vissuto molti bei momenti. I miei titoli sono bei ricordi. Quando ho vinto il L’assoluto nei campionati svizzeri nel 2004, è stato un momento incredibile. Ero ancora una junior e ho sentito una certa pressione perché non ho fatto il risultato che volevo qualche settimana prima al Arnold Classic. Quindi era una bella rivincita. E mia madre era lì, così ho pianto con lei. E ‘stato un momento molto emozionante
Oppure quando ho vinto il mio titolo di Mister Olympia amatoriale a Malaga è stato uno dei più grandi. Il titolo certo, ma ero lì con le persone che amo. E ho condiviso grandi momenti con il mio allenatore e le persone presenti. L’atmosfera era ottima. Avrei potuto restare settimane e settimane lì.
Ho una cosa che ricorderò per sempre. Ho avuto la possibilità di fare un allenamento con Ronny Rockel IFBB PRO. E ‘stato molto impressionante. Ero molto intimidito. E io sono ancora così quando sto accanto a culturisti come lui.
E un’altra cosa divertente è successa su Instagram. Io uso questo social network molto più di Facebook. E ho visto che un giorno che Flex Lewis ha iniziato a seguirmi. Ero felice come un bambino. Perché questo ragazzo, come molti altri, sono fonte di ispirazione per me. Così, quando si può attirare la loro attenzione, è sempre un onore.

D) Hai mai immaginato di diventare così come sei adesso, all’nizio?
13. Come ho detto prima, non ho mai pensato che sarei andato sul palco. E sono orgoglioso di questo, naturalmente. Perché la prima volta è stato un grande passo per me. Avevo paura. E adesso non vedo l’ora di salire sul palco. Ora sono consapevole che ho fatto qualcosa di buono. Ma voglio stare meglio ancora e ancora. Questo sport non ha limiti.

12088266_782658875195550_4784503310804585592_nD) Come è difficile si fa a spingere spingerti ogni giorno per superare i tuoi limiti?
14. Il mio punto di forza è probabilmente la mia mentalità. Non ho limiti. Quindi non ho bisogno di nessuno per spingere me stesso al livello successivo. Ma molto spesso tengo in mente quello che il mio allenatore mi dice. E ho la foto di Flex Lewis a casa con la sua firma. Significa forse niente, ma è un fonte di motivazione per me.

D) Conosci la mia blog/ facebook page giusto? Che cosa ne pensi?
13. Certo naturalmente la conosco. E’ molto buona e popolare. La prima volta che ho visto una foto di me sulla tua pagina di Facebook, sono stato molto felice e onorato. Molte persone seguono la tua pagina in modo che sia una buona pubblicità per tutti noi. E inoltre sei sempre stato gentile con me ;).

11692640_737351799726258_5754254203350277142_nD) Cos’ è il body building, per te?
14. Body building è la mia vita. Questo è uno stile di vita, ma anche una sorta di scuola. Si impara a rispettare le persone, gli atleti. E’ non solo un’arte, è una disciplina.

D) Qual è il tuo consiglio per il body builder più giovane che ti ammirano?
15. Bè sarebbe pretenzioso dare consigli alle persone. Perché devo imparare ancora molto. Quindi il mio consiglio è quello di allenarsi duramente, a credere in quello che fate, e ascoltare le persone. E ‘importante rimanere aperti. E ‘il modo migliore per pensare a noi per capire che cosa si deve cambiare, per diventare una persona migliore.

11694897_735505403244231_6332625783214423414_n

D) Quando torni sul palco?
16. Torno a marzo in Ohio, all’ Arnold Classic nel 2016.

D) Alcune parole finali prima di finire?
17. Ti ringrazio per l’intervista. Sono lusingato che mi hai scelto. E ti auguro buona fortuna per il successo della tua pagina di Facebook. Un saluto a tutti!

Intervista a Carlo Michelini Campione del mondo WABBA INTERNATIONAL

11825666_1662978803914340_6293618691991596168_nD)Benvenuto Carlo, una nuova generazione di campioni finalmelte prende parte al grande spettacolo del culturismo Italiano, Parlaci un pò di te come hai iniziato con questa disciplina e perché?
R1) anche se ricevi quotidianamente ringraziamenti per il lavoro che svolgi, ci tengo davvero a sottolineare quanto mi senta onorato per questa tua intervista. Ricordo quando seguivo culturismo italiano e leggevo le interviste dei veri campioni, mai avrei pensato che potessi avere anche io questa occasione. Premesso questo, ho incominciato a frequentare le palestre come “affiancamento” agli sport che preparavo al tempo, ossia rugby inizialmente e successivamente lotta libera e MMA. Presto mi accorsi che la passione per la palestra crebbe a tal punto da metterla in primo piano rispetto le altre discipline; per esempio se per impegni avessi dovuto rinunciare ad un allenamento in sala pesi o di lotta, facilmente avrei optavo per la seconda opzione. Il motivo era semplice, riuscivo a sfogarmi maggiormente e a dare tutto me stesso oltre ad avere sempre ambito ad ottenere un fisico che mi soddisfacesse.

D) Quando hai iniziato seriamente a considerare l’idea dell’agonismo?
R2) ho sempre avuto una mentalità da agonista: già all’età di 5 anni disputavo gare di moto cross e karate per poi proseguire con le partite di rugby in cui per forza dovevo essere titolare, alle gare di lotta in cui arrivai secondo ad una gara internazionale (ricordo ancora il rammarico per aver perso la finale per un punto gli ultimi 5 secondi). 11222788_980417848655282_3808696148384879655_nDetto ciò quando cominciai l’università di scienze motorie, da pendolare non potevo seguire gli orari prefissati degli allenamenti di lotta, perciò mi dedicai solamente al culturismo e ben presto necessitai di confrontarmi con altri su un palco.

D) Chi è il tuo coach e perchè hai scelto lui/lei? Fai parte di un qualche team?
R3) il mio coach è Davide d’Alessandro, atleta agonista di gran livello e dottore in biologia dell’alimentazione. Descrivere Davide in poche righe è impossibile … per farti capire, io l’ho soprannominato “il robot dal cuore d’oro”. Non è il classico preparatore che ti riempie di falsi complimenti e aspettative, però quando hai bisogno, lui c’è sempre. Anche sotto gara quando gli chiedo certezze o conferme sulla forma fisica non si sbilancia mai, la sua classica risposta è “aspettiamo l’esito della visita”; quando però esclama le semplici parole “bene, ci siamo” vado a letto tranquillo, consapevole di aver raggiunto il massimo. Entrambi abbiamo sempre cercato di scindere l’amicizia dal rapporto professionale, ma dopo 3 anni di collaborazione e vittorie non posso negare di essermi affezionato a lui. Ricordo il nostro primo incontro nel 2012 a Sapri in cui venni letteralmente abbandonato prima di salire sul palco dal mio ex preparatore per andare a mangiarsi una 01pizza, lui mi diede qualche consiglio grazie a quali portai la miglior forma fisica di quella stagione agonistica. In quel momento capii il suo talento e valore.

D) Come ti alleni, per quanto tempo e dove?
R4) per me l’allenamento è un momento sacro, uno dei pochi in cui mi concentro solo su me stesso. In off-season mi alleno 4/5 volte a settimana, nel pre-gara 5/6. In entrambi i casi non mi alleno mai per più di 45 minuti/un’ora, di cui 15 minuti di aerobica al termine dell’allenamento che trovo fondamentale in termini per lo più salutistici. Parlo per me stesso, ma non credo efficaci allenamenti di addirittura 2 ore come sento anche due volte al giorno. Da quando mi preparo non ho mai effettuato 2 allenamenti al giorno. Di solito mi alleno, in base agli impegni lavorativi, o nella palestra del circolo Canottieri Mincio, in cui d’estate faccio il bagnino, oppure nella palestra Millenium dove svolgo attività di personal trainer.

D) Perchè hai scelto il classic bodybuilding come categoria di gara?
R5) in verità non è stata una scelta… ho un fisico che dimostra più chili rispetto quelli che veramente sono, alle ultime gare mi ricordo che alcuni partecipanti mi chiesero se mi avessero pesato sulla luna. Difficilmente mi peso sottogara anche perché partecipando prima da juniores il peso non contava. Per curiosità al trofeo GENSAN, in cui decidetti di fare doppia categoria, Davide mi disse di farlo ed ero appena 1kg e mezzo sopra la mia altezza, quindi optammo per l’HP senza dover ricorrere a pratiche “fastidiose”. Vinsi sia le categorie che l’assoluto quindi decidemmo di proseguire anche per le gare successive.

D) Che tipologia di allenamento ti piace?
R5) gli allenamenti che prediligo sono sia di forza che di intensità. Mi 11755718_1656894611189426_3997243820390500174_nspiego meglio, dopo essermi accuratamente scaldato per almeno 10 minuti comincio con un esercizio base di pura forza con 4/6 ripetizioni per 4/5 serie e 3 minuti di recupero, per poi svolgere altri 2 esercizi complementari di 2/3 serie in rest-pause/ stripping/ super serie. Ogni settimana cambio protocollo di allenamento per non abituare mai il muscolo. L’allenamento è sempre portato a cedimento fino a volte davvero esagerare. Davide mi rimprovera spesso di questo, ma c’è poco da fare… pur sapendo che non è corretto, mi diverto così.

D) L’esercizio tuo preferito e perchè?
R6) il mio esercizio preferito è senza dubbio lo squat, seguito dalle distensioni su panca piana. Sono esercizi in cui esprimo al meglio la mia forza, non è un caso che i distretti muscolari più sviluppati in gara siano gambe e pettorali. Non ti nego però che trovo anche molto efficaci esercizi complementari ai cavi o alla macchine per migliorare i dettagli.

D) Per portare una estrema condizione come la tua sul palco, come ti alimenti nel pre-gara?
R7) molto semplice, per me la comune alimentazione pre-gara comincia nell’istante in cui, ovviamente in dosi diverse, decido di preparare una competizione che sia a sei mesi, un anno, due… credo che il mio punto forte sia proprio la determinazione e rigorosità in cui seguo sempre una dieta, nonostante sia un golosone e riesca a mangiare quantità di cibo esorbitanti. Davide stesso si chiede come riesca a non sgarrare mai. Premetto di avere la fortuna di essere astemio, di detestare i cibi fritti e salati e di essere un amante di carne e pesce crudi, patate americane e riso. Questo mi facilita notevolmente, se non fosse per la passione anche per i dolci. Questo mi permette anche pre-gara di non scaricare troppo i carboidrati e i grassi, non svuotandomi mai troppo e non essere costretto a correre ai ripari dell’ultimo minuto. Anche perché a differenza di tutti coloro che si vantano di sgarrare fino a pochi giorni prima della gara e 11952002_1672413992970821_7431357525616565465_nnonostante ciò arrivano in forma, su di me appena “esco dalle righe” si nota negativamente.

D) Quali integratori usi o preferisci, e perchè?
R8) Reputo fondamentali integratori quali omega-3, multivitaminici… in primis dobbiamo pensare alla salute. pre allenamento utilizzo BCAA, glutammina e ZMA, postallenamento proteine isolate, creatina, malto destrine e amminoacidi essenziali. Questi ultimi li uso spesso durante i pasti principali. Credo che più che la quantità degli integratori sia fondamentale la qualita delle materie prime, percio consiglio a molti di non fissarsi mai sui prezzi più bassi come unico criterio di scelta.

D) Che tipo di alimentazione segui, quali fonti proteiche preferisci e cosa preferisci mangiare in offseason?
R9) ogni pasto deve avere la giusta ripartizione dei macro nutrienti,credo assurdo abusare di sole proteine…Come ti dicevo è una alimentazione molto pulita e priva di eccessi … Gli alimenti sono gli stessi sia in off che nelle ultime settimane,li gestisco e ripartisco solamente in maniera diversa variando le quantità… le mie fonti proteiche principali sono gli albumi,sono proteine ad alto valore biologico e li trovo più leggeri e digeribili rispetto cane e pesce, difficilmente di questi supero i 200 gr per pasto…in off season mi 12096231_1680899535455600_5423249585945362418_ndiletto ai fornelli, mi piace molto cucinare i classici pancake con albumi e avena di ogni gusto o vari pudding, risotti e soprattutto sushi di cui vado matto …pensa che finite le gare ho mangiato solo due pizze (famiglia), ma di sushi migliaia di pezzi…

D) Secondo te, cosa ti serve per migliorare ulteriormente nelle competizioni e come ti vedi fra 10 anni?
R9) ho la fortuna di avere un fisico abbastanza simmetrico e proporzionato…in compenso ho difficoltà nel mettere su volume, su questo vorrei puntare a migliorare,specialmente nei polpacci…la mia bestia nera!
Tra dieci anni? può sembrare una risposta alla Dominik Toretto, ma vivo la vita giorno per giorno ,anche in campo agonistico…perciò onestamente non saprei risponderti…magari saremo seduti a fare un’altra intervista;)

D) Chi sono i tuoi miti nel culturismo?
R10) Bè il mio mito è quello più comune, Arnold. Fu una sua foto di side chest vista a 5/6 anni a farmi innamorare di questa disciplina. C’è però un altro atleta a cui mi ispiro meno idolatrato dalla gente, Victor Martinez. Nel 2007 portò una forma strabiliante e assolutamente avrebbe dovuto vincere l’Olympia. Da lì cominciarono a susseguirsi una serie di eventi sfortunatissimi: morì uccisa la sorella, si ruppe un braccio, la gamba,venne arrestato….lui ha seempre trovato la forza per rialzirsi e salire su un palco,questo vuol dire essere dei ”mister”nella vita!

D) Sei un giovane campione del mondo WABBA INTERNATIONAL, cosa significa questo per te e come ci si sente ad essere il migliore al mondo?
R11) Bella domanda! La prima cosa che mi verebbe da dire è :” ero in bolletta prima di essere campione del mondo e lo sono anche adesso, percio è cambiato poco”. Ovviamente sto scherzando, da un punto di vista personale aver vinto Mr Universo, il 2 torri e in ultimo i mondiali è una soddisfazione immensa di cui vado molto fiero. Non tanto per i risultati di per sé che ho ottenuto, ma per quello che ho dovuto passare senza mai cedere per raggiungerli, e non mi riferisco né alla dieta né agli allenamenti, bensì questioni piu personali…Ad ogni modo,non mi sarei mai aspettato tutto ciò, questo perché mi sono 11062821_1014811101882347_8967701712260979709_osempre posto obiettivi ma mai aspettative…Per il resto quando alcuni conoscenti mi salutano dicendo ciao mr universo, li correggo sempre…sono e resto Carlo Michellini. Sono sempre rimasto coi piedi per terra, paragonando ciò che ho vinto a delle meteore: Un anno sei detentore del titolo, il giorno dopo non sei nessuno! l’importante è mantenere certi valori quali umiltà e rispetto. Certo non ti nego che a letto prima di chiudere gli occhi guardo sempre le coppe sullo scaffale e mi addormento felice….

D) Consiglieresti ai tuoi coetanei di intraprendere questa disciplina? e Perchè?
R12) onestamente, no. Purtoppo la maggior parte dei miei coetanei nin hanno la testa per gestire certe pressioni senza impazzire,litigare con la morosa,famiglia ecc..ho visto troppi ragazzi voler troppo e troppo presto e rovinarsi con le stesse loro mani. Consiglio di allenarsi,tenersi in forma e divertirsi ma non essere schiavi delle gare. Molti lo fanno solo per apparenza e non perché gli piace,questo porta solo ad effimere illusioni e conseguenti delusioni…I n questo settore bisogna fare delle scelte e rinunce, non tutti sono disposti a farle

D) Piani agonistici futuri? Cosa ci dobbiamo aspettare da te ?
R13) Come dice sempre mia mamma :”da Carlo bisogna sempre aspettarsi di tutto”!In questo momento ho dei piani, ma non agonistici: sto dando priorità all’ università, lavoro e famiglia…Tornando alle gare però mi piacerebbe, per ora, riuscire a vincere da h/p ciò che ho vinto da Juniores!

D) C’è ancora qualcosa che vuoi dire, ringraziare qualcuno, concludendo questa intervista?
R13)Grazie per avermelo chiesto! Perdonami la classica frase:” vorrei ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini”, ma ahimè dovevo dirla perché, d’altronde è proprio così.
Nello specifico vorrei 11828641_988606801169720_8851313340920073151_nringraziare la wabba International nella figura del presidente Gianni Coselli, per avermi accolto e avermi fatto sentire sempre parte di una grande famiglia.
Dopodiche ci sono tre persone “chiave” senza le quali non sarei mai arrivato a certi risultati: il mio preparatore Davide d’Alessandro, per l’infinità pazienza, sapienza e vicinanza nei momenti, in termini tecnici, più determinanti della preparazione; la mia ragazza Alessandra, è come una seconda preparatrice, o come direbbero gli americani mental-coach! pur non essendo del settore ( difficilmente l’ho vista allenarsi e mai una volta a dieta) , riesci a starmi vicino sempre capendo le difficoltà della preparazione senza farmele pesare, rasserenandomi nei momenti pre-gara riuscendo addirittura a farmi russare nel backstage…OLTRE ad avere una famiglia fantastica, che addirittura mi prepara i pasti che devo seguire e mi fa sentire davvero “accettato” nonostante il mio rigoroso stile di vita; in ultimo, ma credo la figura più importante, mia mamma. Ti assicuro che detesta questo ambiente ( se mi metto nei panni di una madre posso capire il perché…), ma nonostante ciò mi ha sempre supportato e mai abbandonato, attraversando in macchina tutta l’Italia per portarmi ad una gara visto che io non ero nelle condizioni per guidare… questo credo proprio significhi voler bene ad un figlio.

Intervista ad Alfredo Tessitore campione FNBB

   12204610_1086593768019365_117366951_n   1)Ciao Alfredo e grazie per essere qui, racconta un po’ ai miei lettori parte del tuo background, come hai iniziato con il culturismo?
1- Grazie a te, Vittorio, per avermi dato questa bella opportunità.
Ho cominciato a fare sport appena ho cominciato la scuola materna, quando non avevo ancora compiuto 3 anni, quando mia madre decise di portarmi in piscina.
Senza quasi mai abbandonare, con una costanza atipica per un bambino, ho continuato a nuotare fino ai 13 anni, per poi cominciare pallanuoto, inserendomi in una squadra, facendo partire un’esperienza agonistica che è durata fino ai 21 anni, terminata poi per una brutta infiammazione al tendine del capolungo del bicipite destro. La pallanuoto durante l’adolescenza mi ha insegnato cosa vuol dire davvero il sacrificio e la costanza in allenamento e credo che questo mi abbia dato un grande vantaggio nei miei primi approcci al Culturismo.
Ho sempre avuto, fin da bambino, una passione per i muscoli, e con piccola soddisfazione personale ho sempre notato che, anche quando nuotavo o giocavo a pallanuoto, tendevo ad avere un buon tono muscolare ed una discreta crescita nonostante facessimo allenamento con i pesi per soli due o tre mesi all’anno. Quando ho dovuto lasciare l’acqua (un po’ per l’infortunio, un po’ per noia) mi sono iscritto in una palestra vicino casa, avevo 21 anni, e da quel momento ho iniziato il mio percorso nel Culturismo.

2) qual’e stato fino ad oggi il tuo percorso agonistico?
2- Il mio primo passo su un palco risale a soli due anni dopo che cominciai ad allenarmi in palestra, accettando la proposta di gareggiare da parte del proprietario del centro in cui ero iscritto, una persona con qualche episodio da preparatore diversi anni prima e nonostante seguii una preparazione dai metodi superati ed obsoleti, vinsi il Campionato Centro Sud Italia cat. Medi della FIBBN nel 2011. Dopo qualche settimana ottenni il 4° posto nei Campionati Italiani.
Ho continuato a gareggiare ogni anno da quel momento, vincendo nuovamente il titolo cat. Medi del Centro Sud Italia FIBBN nel 2012 ed ottenendo un 2° posto al campionato Centro Sud AINBB, dopo un’infinita battaglia contro Andrea Pignatti (che era diventato campione italiano FIBBN), seguendo in questa gara i consigli di un grande Campione del Natural Bodybuilding, Gabriele Savant, una persona dalle infinite competenze nel settore, alla quale devo veramente moltissimo, avendo cambiato completamente gli approcci della mia preparazione.
Nel 2013 1°posto cat. Medi al Centro Sud Italia e 2°posto ai Campionati Italiani AINBB.12207702_10207991767381403_1735807545_n
Il 2014 è stato un anno di stop, ho concluso il mio percorso di studi laureandomi in Architettura ed ho subito un’operazione per una peritonite, che mi ha costretto a fermare allenamenti e dieta per più di un mese, per poi ripartire pian piano con l’obbiettivo di tornare sui palchi nel 2015.
Proprio pochi giorni fa sono tornato sul palco, in Belgio, vincendo categoria e titolo Assoluto della BeNeLux Cup FNBB.

3) come ti approcci all’allenamento?
3- Cerco sempre di resettare completamente la mente prima di ogni allenamento, concentrandomi sul da farsi e cercando soprattutto di DIVERTIRMI, perché per me l’allenamento è la parte più divertente del Bodybuilding, al pari dei minuti trascorsi sul palco.

4) cosa consideri prioritario durante il tuo allenamento?
4- Senza dubbio la priorità è la corretta tecnica ed il mantenimento di un’intensità di lavoro adeguatamente alta. Ho imparato con l’aiuto di Gabriele S. a non aver paura di allenarmi col demone dell’overtraining, facendo lavorare i muscoli nel vero senso della parola. Particolare attenzione ai giochi di leva e ai T.U.T.

5) come alimentazione cosa predilixGi in offseason e in pregare per mantenere una buona massa muscolatura?
5- Non faccio tanta differenza sulla scelta degli alimenti tra off season e pre gara, cerco di avere una varietà di cibi quanto più ampia possibile, modulando tutti i macronutrienti senza demonizzarne nessuno, dando soprattutto importanza alla modulazione di carboidrati, mai portati a zero. Credo che l’importanza primaria dell’alimentazione di un atleta siano la ricerca di un metabolismo efficiente e la realizzazione di una tabella che non dia quello stress dato dall’essere schiavo del proprio programma.

6) Integratori, cosa ne pensi del loro uso e tu quali usi e perché ?
6- Non sono solito usare un insieme infinito di integratori, anzi, tendo ad
10336642_790174451007464_6180397804391406871_nusare l’indispensabile relativo alla mia alimentazione e al modo in cui mi alleno. Particolarmente importante è l’integrazione during e post allenamento, ma non apprezzo i classici pre workout, prediligendo una capacità di concentrazione meno “rage”. Ho la fortuna di essere supportato dalla +WATT, che ringrazio per aver creduto in me sin dai miei primi passi sul palco, permettendomi di poter fare affidamento ad un’integrazione di qualità eccellente.

7) sempre sull’alimentazione, cosa prediligi come fonte proteica?
7- Non ho problemi a mangiare qualsiasi fonte animale, fatta eccezione per il maiale ed insaccati vari. Per questioni di praticità, essendo spesso in giro per lavoro, tendo a consumare prevalentemente pollo.

8) Dimmi cos’è il Bodybuilding per te?
8- Il Bodybuilding che intendo io è una disciplina che strizza l’occhio all’arte, quel Culturismo nato con gli eroi classici, celebrato nella sua “Golden Age” dai nomi mitici dei primi Mr Olympia, rispetto molto i risultati ottenuti dagli Atleti di oggi, ma non ne condivido il punto di vista, lo stile…salvo rare eccezioni, tra i Campioni del professionismo (che dettano i canoni estetici agli altri) si sta perdendo quel senso “classico” di estetica.
La Cultura Fisica impone uno stile di vita tale che insegna tanto e che spesso aiuta anche nella vita di tutti i giorni.12212471_10207983778141677_1068734919_n

9) puoi spiegarci quanto ė differente la tua giornata tipo da un ragazzo della tua stessa età.
9- Col Bodybuilding raramente si “mangia”, ma col bodybuilding si può tranquillamente lavorare e vivere una vita normalissima. La principale differenza tra me ed un mio coetaneo sta nel fatto che nella mia quotidianità c’è un’ora e mezza di allenamento ed un regime alimentare da rispettare, ma che una volta assimilato, non pesa assolutamente e si può adattare ad ogni momento. Non credo ci sia alcun’altra differenza.

12025412_10207983734820594_2140690050_n

10) cosa pensi si possa fare per migliorare l’opinione che ha la gente comune del culturista?
10- Senza dubbio bisognerebbe migliorare il modo in cui il culturista medio si pone verso la società. Troppo spesso il mondo del bodybuilding si è auto-ghettizzato, cominciando dalla banalità del modo di vestire fino al non sapersi rapportare ed adattare alla vita di una socialità eterogenea, perché troppo spesso prigioniero dei propri schemi, per nulla flessibili. Credo sia improponibile la figura ormai quasi ridicola del culturista vestito con abiti da pagliaccio e che non entra al ristorante perché lì non può mangiare.

11) cosa ne pensi di culturismo italiano, e cosa dovrei fare per migliorarlo secondo te?
11- Vittorio, tu hai fatto e stai facendo un lavoro eccezionale. Hai una pagina ed un sito che sono diventati una vetrina luccicante per chi fa Bodybuilding, ormai seguita da decine di migliaia di persone, diventata punto di riferimento per il rimbalzo delle notizie e degli aggiornamenti su gare e atleti sparsi in Italia e nel mondo tanto da superare di gran lunga i vecchi mezzi di informazione come le riviste di settore. Magri un giorno potresti inserire un paio di rubriche per raggruppare spunti su metodi di allenamento e alimentazione, proprio come fanno i maggiori siti di Culturismo d’oltreoceano.

12202549_10207983736900646_1031964270_n12) siamo alla fine, c’è qualcuno che vuoi ringraziare?
12- Il bodybuilding è una disciplina individuale, ma è sempre fondamentale il supporto e la presenza di alcune persone per la miglior riuscita.
Il mio più grande ringraziamento va al mio amico Gabriele Savant, che riesce a guidarmi nelle preparazioni in maniera eccellente, innovando sempre più il suo bagaglio culturale. Oltre ad essere un Campione dal talento formidabile, eternamente con una forma paurosa, sta diventando sempre più un punto di riferimento anche nel campo del coaching, guadagnandosi il rispetto di personalità anche negli USA.
Un altro ringraziamento va alla mia famiglia e a tutti i miei amici, in particolare mio fratello Davide e i miei amici Emanuele, Andrea e Gaetano, che sin dalla mia prima gara mi hanno seguito con grande passione ed anche ai miei due compagni d’avventura Diego e Antonio che in questa preparazione in diverse maniere mi hanno sempre motivato a dare di più.
Infine ringrazio un altro Campione, Ciro Credendino, che a suo modo mi ha spronato a dare il massimo in questa ultima preparazione, in modo che io ottenessi il meglio da me stesso. Lui stesso sta collaborando a far crescere la FNBB, una Federazione che ha creato un movimento puro e sincero nel natural Bodybuilding, dove sembra rinata la bellezza del culturismo della Golden Age, una Federazione per la quale mi impegnerò ad essere testimonial.
Ancora grazie a te, Vittorio, sia per il tuo lavoro meticoloso nel Bodybuilding sia per l’opportunità che mi hai offerto con questa intervista.
Continua così.

INTERVIEW TO MARIUS CHERA – Team Tuor

11947993_433909690128912_7952133343299860753_oQ : Hello Mr Chera, thank you for taking the time to sit down and do this interview. Where are you from?
This is my first time doing an interview and I am honored to speak with your publication. Regarding your first question, I am from Sibiu, Romania.
Q: How old are you and which are your stats now (weights in and offseason)?
Currently I am 23 years old. During offseason I weigh 105 Kg, and now, 2 weeks until the competition I weigh around 92 Kg.
Q: When you started to do body building and why?
I started weightlifting in February 2010 to do to stay fit after disappointing career in local junior basketball team. I started competitive body building in 2012 when I realized my true passion for this sport.
Q: How long do you train? And how do you train?
In my offseason training I go to the gym at least 6 times per week, and in my competition training I tend to go even more frequently. I usually train for about 1-2 hours per day, depending on my routine and the competition season.
Q. What are your preferred supplements and what you like to eat before you go to the gym?
My preferred meal before I go to the gym is lean beef and brown rice. Adding some healthy fat or simple sugars is an option depending on which period of the season I am at. Regarding supplements I use Beta alamine, Citruline, Arginine and before the contest I also use some fat burners.
10174876_244192122434004_131077438_n
Q: You’re a young guy, but you have already stay the stages of shows more than once, you think you get go pro early?
Even if is really difficult to get a pro card in Europe, I think about that every day and this motivates me to work hard and be disciplined to achieve a “pro” level body.
Q: What do you think the biggest mistake people make when it comes to train? And when try to begin to follow a bodybuilding lifestyle?
In my opinion the number one mistake people make is the lack of diversity on training techniques. Regarding your second question, I believe that people should keep a balance between bodybuilding lifestyle and the social life.


Q: Your shoulders and arms incredibly huge, how do you train?
Both are genetically gifted body parts, which responded well from the beginning of my training. Like I said before, I use allot of techniques with different intensities around the main movements. Constantly changing my routine worked really well in developing this small muscle groups.
Q: Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?
For me the right nutrition is very important, and this is more and more obvious to me as I am progressing in my career. My diet has few protein sources like chicken, beef, fish and egg whites and few carbs sources like oats, brown rice and sweet potatoes.
Regarding supplements I think you must complete your daily protein intake with some protein powders. Also a vitamin/mineral complex is needed. In my opinion fish oil is also very important for low fat diets like mine.
Q: On YouTube we can see you continue to grow and improve yourself from last time we see you on stage, but what are you focusing on your growth now?
Right now I am focusing on growing my overall mass, but in the same time keeping balance and symmetry between upper body and lower body. My other focus is developing my weak body parts.


Q: How much different is your life by the teen of the same age?
In the offseason period my life is not so much different from the life of my friends. Sometimes I am trying to detach from the bodybuilding lifestyle by having diverse activities like going out to clubs, visiting places, having some drinks and few cheat meals. But, when the competition period starts (let’s say 20 weeks before the contest) I am 100% devoted and focused on my program to achieve my goals and sometimes that requires some distance from my friends and I am happy that they understand.
Q: How important it is for a bodybuilder to have a sponsor today? You think is possible to do this sport without one?
Nowadays I believe a sponsor is quite important for a bodybuilder. To be a good amateur bodybuilder and to fight for a pro card this requires the help of a serious sponsor.
Q: Do you believe … that bodybuilding has helped you into your life? And you think the bodybuilding can help the man giving much more confidence, determination…?
I do believe the bodybuilding has helped me. I am satisfied at this point in my life but I am still striving for more.
Q: Can you image, at you’re begin of your training you will be big like you are now?
Honestly I never thought I would get to this level and I am still surprised on how my body still reacts.
Q: What is the bodybuilding, for you?
For me bodybuilding is more than a sport, it is an art, it is for people which are mentally strong and disciplined.

1491651_244192185767331_2077138671_nQ: What is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?
My advice for such a young bodybuilder is to filter the valuable information from other people and make smart decisions at his own.
Q: When you will back on stage?
My next contest will be Arnold Classic in Madrid on which I am competing in the junior’s category. Next year I will be a senior and depending on what I will decide with my coach Patrick Tuor and the IFBB 2016 calendar, I will make a decision on what contest to compete in.

————————————-
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————-

1722926_10152907190122700_5307755960859850603_nD: Ciao Marius per essere qui con noi, a fare questa intervista. Da dove vieni?
Questa è la mia prima volta che faccio un intervista e io sono onorato di parlare con il vostro blog. Per quanto riguarda la prima domanda, io sono di Sibiu, in Romania.
D: Quanti anni hai e quali sono le tue statistiche ad oggi?
Ho 23 anni. Durante l’offseason Io arrivo a peso 105 Kg, e ora, a 2 settimane prima della mia prossima competizione pesa circa 92 Kg.
D: Quando hai iniziato a fare body building e perché?
Ho iniziato il sollevamento pesi nel febbraio 2010 e l’ho fatto per rimanere in forma dopo una carriera deludente in una squadra di basket locale junior. Ho iniziato con il body building competitivo nel 2012 quando ho capito che questa era la mia vera passione.
D: Quanto tempo ti alleni? E come ti alleni ormai?
Nel mio allenamento offseason vado in palestra almeno 6 volte alla settimana, invece nel pre-gara Io tendo ad andare ancora più frequentemente. Io di solito alleno per circa 1-2 ore al giorno, a seconda della mia routine e della stagione agonistica.
D. Quali sono i tuoi integratori preferiti e che cosa ti piace mangiare prima di andare in palestra?
Il mio pasto preferito prima di andare in palestra è della carne magra di manzo e riso integrale. L’aggiunta di alcuni zuccheri semplici o grassi sani è un’opzione a seconda di quale10995103_361958877323994_7535080217684000174_n periodo della stagione sono. Per quanto riguarda gli integratori che uso, prendo Alamine Beta, Citrullina, arginina e prima della gara uso alcuni brucia grassi.
D: Sei un ragazzo giovane, ma hai già fatto qualche gara importante, pensi di ottenere la tua pro card presto?
Anche se è davvero difficile ottenere una card pro in Europa, penso ogni giorno a questo e mi motiva a lavorare sodo! Ad essere disciplinato per ottenere un corpo da livello “pro”.
D: Quale pensi sia il più grande errore che le persone fanno quando si tratta di allenarsi? O quando tenta di iniziare a seguire uno stile di vita come il body building?
A mio parere lo sbaglio principale è la mancanza di diversità sulle tecniche di allenamento. Per quanto riguarda la seconda domanda, credo che la gente dovrebbe mantenere un equilibrio tra stile di vita da body building e la vita sociale.
D: Le tue spalle e le tue braccia sono incredibilmente enorme, come li alleni?
Entrambi sono parte del mio corpo geneticamente dotate, perché hanno risposto bene fin dall’inizio all’allenamento. Come ho detto prima, io uso sempre tecniche diverse e diverse intensità sempre usando dei movimenti di base. Sono in continua evoluzione la mie routine , sto lavorato molto bene nello sviluppo di questi piccoli gruppi muscolari.
D: Puoi raccontarci della tua dieta, integratori di routine? E quanto la giusta nutrizione è veramente importante per costruire i muscoli?
Per me la giusta nutrizione è molto importante, e questo è sempre più evidente per me come sto progredendo nella mia carriera. La mia dieta ha poche fonti di proteine ​​come il pollo, manzo, pesce e albumi e poche fonti carboidrati come l’avena, riso e patate dolci.
Per quanto riguarda gli integratori: Penso che è necessario completare l’apporto proteico giornaliero con alcune proteine ​​in polvere. Inoltre è necessario un complesso vitaminico / minerale. A mio parere, l’olio di pesce è molto importante anche per le diete a basso contenuto di grassi come la mia.


D: Su YouTube si può vedere che sei in continua crescita e sei migliorato a vista d’occhio da ultima volta che sei salito sul palco, ma su cosa stai concentrando la tua crescita ora?
In questo momento mi sto concentrando sulla crescita della mia massa totale, ma allo stesso tempo mantenere l’equilibrio e la simmetria tra la parte superiore del corpo e inferiore del corpo. L’altro mio obiettivo è lo sviluppo di parti del mio corpo al momento più deboli.
D: Quanto differente è la tua vita da un altro ragazzo della tua stessa età?
Nel periodo offseason la mia vita non è tanto diversa dalla vita dei miei amici. A volte cerco di staccare dalla vita del body building facendo diverse attività come andare nei club, visitando luoghi, mangiando anche cibi cosi detti “sporchi”. Ma, quando inizia il periodo di gara (diciamo 20 settimane prima della gara) io sono al 100% dedicato e concentrato sul mio programma per raggiungere i miei obiettivi e, talvolta, ciò richiede una certa distanza dai miei amici e sono felice che sono compreso da loro.11909509_427503127436235_7843342014246670352_n
D: Quanto è importante per un body builder avere uno sponsor, oggi? Pensi che è possibile praticare questo sport senza?
Oggi credo che uno sponsor è molto importante averlo per un bodybuilder. Per essere un buon culturista amatoriale e lottare per una pro card questo richiede l’aiuto di uno sponsor serio.
D: Credi che … il body building ti ha aiutato nella tua vita? E pensi che il body building possa aiutare l’uomo dandogli più fiducia, determinazione, etc …?
Si io credo che il body building mi ha aiutato. Sono soddisfatto di questo a questo punto della mia vita, ma sto ancora lottando per avere di più.
D: Hai mai immaginato, ai tuoi inizi che saresti diventato cosi grosso?
Sinceramente non ho mai pensato che avrei avuto questo livello e sono ancora sorpreso di come il mio corpo reagisce!
D: cos’è il body building, per te?
Per me è più di uno sport, è un’arte, è per le persone che sono mentalmente forti e disciplinati.


D: Qual è il tuo consiglio per il body builder giovane che ti ammira?
Il mio consiglio per un giovane body builder è quello di filtrare le informazioni preziose da altre persone e prendere decisioni intelligenti a proprie.
D: Quando torni sul palco?
La mia prossima gara sarà Arnold Classic a Madrid quale nella sarò in competizione nella categoria junior. L’anno prossimo sarà un senior e seconda di ciò che deciderò con il mio allenatore Patrick Tuor e il calendario IFBB 2016, deciderò dove gareggiare!