Archivi categoria: IFBB

One Way Fitness 2017

CLASSIFICHE FINALI 2017

 

CLASSIFICA CLASSIC MEN’S PHYSIQUE

1) DE PETRILLO VALERIO
2) COSTANTINI ANDREA
3) DI MARCANTONIO GIANFRANCO
4) CAUTIERO DARIO
5) PAOLONE MANUEL
6) ROMANELLO ANDREA

CLASSIFICA WELLNESS FITNESS

1) DESARIO CATERINA
2) COLTELLARO SERENA
3) RITONDALE MONICA
4) DAMALA NICOLETTA
5) RUGGERI ANGELO
6) POMPEI IRENE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE MUSCULAR

1) CROCI RICCARDO
2) PIACENTINI LEONARDO
3) LAZZARETTI MATTEO
4) PANNONE FRANCESCO
5) CORONGIO PIETRO
6) ZANGHI MARCO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) VECCHI ROBERTO
2) FARAVELLI DIEGO
3) IACOVELLA VALERIO
4) TARANGION MANUEL
5) ANGELINI MICHELE
6) TIRABASSI DAVIDE

CLASSIFICA BIKINI +169CM

1) MOROSETTI ELEONORA
2) MICILLO MARZIA
3) DE ROSSI SARAH
4) BELLUCCI SERENA
5) MAULE STEFANIA
6) MASELLA FEDERICA

CLASSIFICA BIKINI -169CM

1) DIONISI ALESSIA
2) MASTRANTONIO MARTINA
3) MARGIONE IRENE
4) CATIZZONE CATIA
5) OSIPOVA VERONIKA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE +182CM

1) IOZZIA PIETRO
2) FASCIANA FRANCESCO
3) FOTI MARCO
4) CAPRIOTTI GIOVANNI
5) LUIGI MAZZOTTA
6) FIGLIOLI STEFANO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -178CM

1) MARSELLA ADRIANO
2) CECCHELLI ANDREA
3) TAGGIASCO MATTEO
4) CAPOBIANCO ANTONIO
5) RIBICHESU ALESSANDRO
6) AMADORI ALESSANDRO

CLASSIFICA BIKINI -166CM

1) LEFTER ROXANA
2) CACCIAPUOTI MAIRA
3) RICCI VIRGINIA
4) PERILLI MARZIA
5) CARRELLA LUIGIA
6) GALFANO VALERIA

CLASSIFICA BIKINI -163CM

1) SALVATI VERONICA
2) CIRULLI ALESSIA
3) TORNESI FEDERICA
4) LIBERTI CLAUDIA
5) PETRELLA FRANCESCA
6) DI NICOLA DOMENICA

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -174CM

1) SEGATI ALEX
2) CORONGIU PIETRO
3) VINCENZO ROMANO
4) SCIBILA ARMANDO
5) DI PASQUALI MARCO
6) ESPOSITO MAURO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE -170CM

1) MARSELLA DENNIS
2) VIVILECCHIA CLAUDIO
3) FENU NICOLA
4) DELL’ERBA GIOVANNI
5) CHIARO GIACOMO
6) TROVATO ALESSANDRO

 

CLASSIFICA BIKINI -160 CM

1) SANTAMARIA SABRINA
2) DI DOMENICO SOFIA
3) SORRENTINO FLORA
4) DE LEONARDIS ALESSIA
5) DI GNEO LOREDANA
6) OTELEA CAMELIA

CLASSIFICA BIKINI -157 CM

1) FALZARONI DANIELA
2)SHKLJARLIR ANZHELA
3) ASTOLFI HELEN MARLENE
4) MEUTI ELEONORA
5) SALERNO SERENA
6) PELLICCIA AFRODITE

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE OVER 40

1) VECCHI ROBERTO
2) RIBISCHESU ALESSANDRO
3) CAPONE PIETRO
4) ANGELUCCI STEFANO
5) AMADORI ALESSANDRO
6) INTINI CLAUDIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES +174CM

1) CARRELLA ANTONIO
2) MONTEFORTE GAETANO
3) TEPERA SAM
4) PITANTI LUCA
5) MARCELLI MATTEO
6) POMES ALESSIO

CLASSIFICA MEN’S PHYSIQUE JUNIORES -174CM

1) SBIZZERA ALESSIO
2) ROMANO VINCENZO
3) APREA GIANMARCO

CLASSIFICA BB SUPER MAX +100KG

1) D’ALESSANDRO EMILIO

CLASSIFICA BB MAX -100KG

1) DI LUCCHIO MICHELE
2) FRANCIA MAURO
3) FALSO ROBERTO
4) VAIANO PATRIZIO

CLASSIFICA BB MEDIO-MAX -90KG

1) MONSIGNORE VALERIO
2) MAGLIOZZI GIOVANNI
3) PRENCIPE GIANFRANCO
4) PALMIERI MARCO OTTAVIANO
5) MASTROENI FRANCESCO
6) D’AMBROSIO MARIO

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 -163CM

1) FALZARONI DANIELA
2) SANTAMARIA SABRINA
3) PETRELLA FRANCESCA
4) DI NICOLA DOMENICA
5) MEUTI ELEONORA
6) D’ASSARO SABINA

CLASSIFICA BIKINI OVER 35 +163CM

1) DIONISI ALESSIA
2) LANZI FABIOLA
3) MUSCIO MONICA
4) KAWCEYNSKA EDYTA
5) ESPOSITO BRUNELLA
6) DINOTA ELIA

CLASSIFICA BIKINI JUNIORES

1) LEFTER ROXANA
2) SHRLJARLIK ANZHELA
3) VERRUSIO FEDERICA
4) CORREALE CAVALLARI STEFANIA
5) MAULE STEFANIA
6) CIUBOTARU ANA MARIA

CLASSIFICA BB MEDI -80KG

1) BERDINI GIANLUCA
2) FERRARA FRANCESCO
3) COMUNALE VALERIO
4) CALDARELLI CLAUDIO
5) ROSSI TOMMASO
6) MARTINO RAFFAELE

CLASSIFICA BB LEGGERI -70KG

1) GIORGIO BASSETTI
2) PASTORE ANTONIO
3) DE SANTIS ANDREA
4) ROSSETTI GIUSEPPE
5) MAZZUOCOLO ANTONIO
6) RAFFAELLI MANUEL

CLASSIFICA WOMEN PHYSIQUE

1) FERLANTE ELSA
2) CATALDO FRANCESCA
3) CARBONI PAOLA
4) CONETTA PAOLA

CLASSIFICA BB OVER 55

1) GARAU FAUSTO

CLASSIFICA BB OVER 50

1) LA BARBERA FABIO
2) ERRA CLAUDIO
3) DEL ROSSO MAURIZIO
4) DOLENZ MAURIZIO
5) DI COSTANZO PIETRO
6) MARCUCCI FABRIZIO

CLASSIFICA BB OVER 40 +90KG

1) DELLIPAOLI PASQUALE
2) FILIPPUCCI ROBERTO
3) PARACHINI CRISTIAN
4) STINIGUTA OVIDIU

CLASSIFICA BB OVER 40 -90KG

1) FIORE ANTONIO

CLASSIFICA OVER 40 -80KG

1) FENDERICO IVAN
2) CEA ALBERTO
3) FORMISANO GIORGIO
4) AMATO FRANCESCO
5) OLIVIERI DIEGO
6) PESCETELLI PATRIZIO

CLASSIFICA BB JUNIORES +80KG

1) CARNEVALI NICOLO’
2) BOSSO NICOLO’

CLASSIFICA BB JUNIORES -80KG

1) MARCHI SIMONE

 

CLASSIFICA BODY FITNESS OVER 40

1) FORTE MONIA
2) COSTANTINO ROSY
3) LESO STEFANIA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PAZIENZA MARINA

CLASSIFICA BODY FITNESS +163CM

1) MARTINO FABIANA
2) TODRANI ADRIANA
3) MORICHE ELISA
4) LORENZETTO BARBARA
5) LESO STEFANIA

CLASSIFICA BODY FITNESS -163CM

1) RAGO ELENA
2) FORTE MONIA
3) BENTROVATO ADELINA
4) TOZZI MARIA ELISABETTA
5) PANIZZA NADIA
6) PIERUCCI MILENA

CLASSIFICA HP CLASSIC OVER 40

1) RICCITELLI MATTEO
2) BUCCINO ENZO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) TERZANI ALESSIO
5) DE LUCA PABLO
6) SPUZZO CESARE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB +180CM

1) PAOLUCCI FRANCESCO
2) GRANESE VIRGINIO
3) DELEDDA MASSIMILIANO
4) STINIGUTA OVIDIU
5) DEZZI DANIELE

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -180 CM

1) REITANO GIORGIO
2) BUCCINO ENZO
3) PALAMARO GUIDO
4) GIACCIO ALFONSO
5) FUNARI FILIPPO
6) TERZANI ALESSIO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -175CM

1)SERENI MARIO
2) MANNA RAFFAELE
3) CIPRO VINCENZO
4) MALEPASSO WALTER
5) NOVI GIORDANO
6) TAVERA FRANCESCO

CLASSIFICA HP CLASSIC BB -171CM

1) BASSETTI GIORGIO
2) MARINO GIOVANNI
3) D’AMICO MIRCO
4) FEDERICO ANTONIO
5) GUIDA ENRICO

CLASSIFICA EASY HP -4KG +175CM

1) BERNOCCO VINCENZO
2) DI GIAMMARIA VALERIO
3) FERRARO ORLANDO
4) MERCOLINO RAFFAELE

CLASSIFICA EASY HP -4KG -175CM

1) FINAMONTI ANDREA
2) MALEPASSO WALTER
3) CAVARICCI ANDREA
4) CUTOLO LUIGI
5) GUARINO DANIELE
6) MACCIONE SIMONE

 

 

 

 

 

BCAA: Cosa sono e a che servono

Di Francesco Mazzotta IFBB PRO

COME SEMPRE HO DETTO……SONO ADATTI SOLO PER SPORT DI RESISTENZA PER NON PERDERE LA MASSA MUSCOLARE……..EVITANDO IL CATABOLISMO E NON PER I BODY BUILDER CHE SONO ALLA RICERCA DELL’ ANABOLISMO E AUMENTO DELLA MASSA MUSCOLARE…

culturismo_italiano_Francesco Mazzotta

Se frequentate palestre o centri sportivi avrete già sentito parlare dei BCAA, che altro non sono che gli aminoacidi ramificati.

Alcuni sportivi, infatti, integrano I BCAA nella loro routine alimentare prima, durante o dopo il workout e tendono a consigliarli a chi vuole migliorare le proprie prestazioni fisiche.

Le domande che ci si pone, sentendoli nominare, sono parecchie, forse complice anche la sigla non facilmente riconducibile a “branched-chain amino acid”, ovvero “aminoacidi a catena ramificata”.

Tra le domande più frequenti vi sono:

Cosa sono e che ruolo svolgono I BCAA nel nostro organismo?
Perché sono così diffusi tra sportivi e soprattutto in alcune discipline?
Ne assumiamo a sufficienza con la classica dieta mediterranea?
Per che tipo di persone sono maggiormente indicati? E per quali, invece, possono rivelarsi di poca utilità?
Risponderemo a tutte queste domande, senza però trascurare informazioni importanti.

Partiamo dall’inizio.

logo

1. Che ruolo hanno i BCAA?
Ciò che differenzia gli aminoacidi ramificati (BCAA) dagli altri tipi di aminoacidi è il fatto che i BCAA intervengono direttamente nel lavoro muscolare, senza impiegarsi prima a livello di lavoro epatico.

I BCAA arrivano direttamente ai muscoli servendoli di azoto, fondamentale a sua volta per la sintesi di altri aminoacidi (alanina e glutamina). Questo implica che, con un corretto apporto di BCAA, si evita di incorrere nel tanto temuto catabolismo muscolare.

Altro effetto importante dei BCAA è l’opposizione dell’ingresso del triptofano libero nel cervello; quindi, al diminuire della concentrazione di BCAA, corrisponde un aumento della sensazione di fatica, nemica delle buone performance.

Diminuendo lo stimolo dato dal triptofano, i muscoli lavoreranno con meno fatica anche grazie all’apporto di azoto che contribuisce alla sintesi proteica e al reintegro della glutamina, a sua volta impiegata per neutralizzare l’iperammonemia (eccesso di ammoniaca).culturismo_italiano_Bcaa 2

Non vogliamo soffermarci qui sugli effetti dell’ammoniaca, ma vi basti sapere che, oltre ad essere una sostanza molto tossica per i tessuti, impedisce la sintesi proteica.

Costituendo il 35% circa di tutti gli aminoacidi presenti nei muscoli, un corretto apporto di BCAA risulta quindi fondamentale per evitare scarse performance e il catabolismo muscolare.

I BCAA, inoltre, come accennato, formano alanina durante la loro ossidazione. Forse non lo sapete, ma l’alanina è precursore più importante della gluconeogenesi che, come si deduce della parola, è il processo in cui un composto non glucidico viene convertito in glucosio (e, quindi, energia).

Ricapitolando: meno sensazione di fatica, meno catabolismo muscolare, maggiore energia e stimolazione alla produzione di proteine. Niente male, vero?

Culturismo Italiano Bcaa

2. Per chi sono maggiormente indicati?
Come è facile desumere dagli effetti, I BCAA sono maggiormente indicati per chi mira al mantenimento della massa muscolare.

A causa della loro peculiarità di frenare il catabolismo muscolare si rivelano indicati anche per chi segue regimi alimentari ipocalorici e non vuole che i muscoli vengano “attaccati” nella produzione di energia.

Chiaramente, costituendo un’importante sostegno in allenamenti intensi per la barriera al triptofano, si rivelano importanti anche in chi non è così interessato alla costruzione di nuova massa muscolare ma al semplice recupero post-allentamento.

3. È meglio assumere i BCAA prima, durante o dopo l’allenamento?
Non esiste una risposta giusta universale, ma vi elenchiamo gli effetti che i BCAA hanno se assunti prima, durante o post allenamento.

Prendere i BCAA prima di un allenamento influenza la risposta di alcuni ormoni anabolici, tra cui insulina, testosterone e ormone della crescita. I BCAA pre-workout permettono inoltre di avere più energia, a causa della barriera che costituiscono all’ingresso del cervello nei confronti del triptofano.

Assumere i BCAA durante l’allenamento diminuisce la degradazione proteica dei muscoli, contribuendo ad alleviare la sensazione di fatica nelle sessioni prolungate di allenamento.

arnold-schwarzenegger-now-2015-wallpaper-2

Assumere i BCAA post allenamento permette di favorire la sintesi proteica – e, di conseguenza, diminuire o annullare il catabolismo muscolare – e di ripristinare le riserve di energia.

Gli aminoacidi essenziali sono i giusti integratori da assumere Pre e post allenamento e nel Pre contest in dieta stretta anche durante gli spuntini e al mattino….. in tal senso se avete qualcosa da dire sono qui ad ascoltare e leggere le vostre discordanze in merito.

Un caro saluto a tutti i lettori,
P.t. Franco Mazzotta

San Marino 2016: leggendario! 


Leggendario. É la parola più adatta che mi viene in mente per questa edizione del San Marino pro 2016. Parto dalla mia splendida Sicilia alla volta del paese della libertà, così si legge al suo ingresso al confine…di San Marino. Quest’anno arrivo nuovamente a questo appuntamento nel freddo dicembre, con una punta di soddisfazione in più visto che sono anche sponsor della manifestazione oltre che ormai fan sfegatato dell’evento! 


Quest’anno ho deciso di essere ancora più parte di questo evento, come vi dicevo proponendomi come sponsor della manifestazione. Un opportunità che ho condiviso con l’organizzazione di v-power e Gianenrico Pica IFBB pro, che alla mia proposta di far parte di questo grandioso evento é stato subito disposto a farmi entrare in questa macchina di emozioni e super atleti , che è il San Marino pro! Grande é stata l’emozione nel leggere più volte il nome di questo blog, la mia creatura, su uno dei palchi più importanti nel nostro paese. Regalandomi non poca soddisfazione vi dirò, finalmente posso affermare che anche CULTURISMO ITALIANO é riuscito con le sue sole forze, senza sponsor e sostenuto da tutti voi  che numerosi mi seguite, a essere parte di questo splendido evento. Creando ancora più forte fra noi e questo evento inimitabile! Purtroppo non sono riuscito ad avere una buona connessione internet quest’anno ma per il prossimo anno mi sto attrezzando così da farvi vivere ancora con maggiore partecipazione ed essere ancora più parte dell’evento! Come solo CULTURISMO ITALIANO con il vostro supporto può fare! 

Questa edizione non si rinnova solo nella data, passata a dicembre, ma si espande unendo il famoso mr Olympia amatoriale IFBB e presentandosi nel palazzetto multi eventi centro olimpico, che crea uno scenario più grande per gli atleti dando un risalto maggiore alla competizione. Anche l’expo si rinnova, con nuovi espositori e miti del culturismo italiano a far da cornice all’evento. Campioni del culturismo italiano che si uniscono e si fondono alla perfezione con le leggende venute dalla terra natia del bodybuilding, l’America. 

L’edizione 2016 diventa San Marino Pro – Olympia Amateur Europe Edizione 2016! 

La quarta Edizione del San Marino Pro, l’appuntamento più atteso del bodybuilding Italiano, cresce ancora di credibilità e notorietà internazionale. Le tre edizioni passate sono state un crescendo di consenso sia in termini di affluenza che di qualità degli ospiti. Gian Enrico Pica, Presidente della IFBB San Marino (Federation Sammarinese Body Building) e CEO V-Powersrl è lieto di informare che l’edizione 2016 del San Marino Pro – Olympia Amateur si é tenuto a San Marino dal 2 al 4 Dicembre nella Repubblica di San Marino, i vincitori di 5 categorie dell’Olympia Amateur (BODY BUILDING OVERALL, MEN PHYSIQUE OVERALL, BODY FITNESS (FIGURE) OVERALL, BIKINI OVERALL, WOMEN PHYSIQUE OVERALL) riceveranno la IFBB PRO CARD.


Il Montepremi della Gara professionistica é stato di $ 30.000 suddiviso tra le categorie Open Men, Figure e Bikini!

Dopo il primo forte impatto emotivo non potevo che scegliere questo termine, leggendario, per descrivere questo evento speciale e raro! Infatti, non credo di esagerare nel dire che questo spettacolo raduna quest’anno il meglio dell’esistenza del BODYBUILDING professionistico di tutti i tempi. Quest’anno sono stati invitati dall’organizzatore, Gianenrico Pica IFBB Pro, alcuni fra i migliori Bodybuilders al mondo e icone di questo sport: Gaspari, James, Ray, Palumbo, Wheeler, Greene, Rhoden. Campioni che hanno fatto la storia di questo sport, atleti che hanno calcato più volte il palco dell’olympia. Campioni che hanno portato questo sport ai massimi livelli, leggende. 

 Campioni che hanno dato vita ad un seminario unico e speciale che da solo valeva tutto il biglietto, il viaggio! Un seminario dove si è parlato di vero bodybuilding, di esperienze dirette e racconti di quello che è stato e che sempre sarà il bodybuilding: passione, dedizione, pesi, grossi muscoli, posing, allenamento, alimentazione, proporzioni, arte. Un seminario magnifico che mi ha fatto 

emozionare, ridere e riflettere. Un momento in cui mi ha ricordato perché mi piace queste stile di vita. Un seminario come non se ne sono mai fatti e visti. Un seminario magistralmente moderato da Dennis James e per noi tradotto in tempo reale da Carlo Teani e da Luca Silvestrini. Un seminario che tanto bene ha parlato della passione che ci anima e ci accomuna, il vero bodybuilding, un seminario come non se ne sono mai visti prima in Italia, un seminario bellissimo. Mi spiace per coloro che non hanno avuto questa fortuna di poter essere presenti. Perché tornare a parlare di vero bodybuilding , finalmente, é ciò che ci voleva anche qui da noi! Troppo ci siamo persi dietro a stratagemmi per modificarne la vera natura di questa passione, ma essa ci ricorda sempre che é fatta di muscoli, dedizione e risultati fisici.


La gara amatoriale ci regala diversi primi posti in terra italica, con diversi nostri atleti vincitori di molte categorie di peso. Ma ci mostra anche le eccellenze di molti atleti stranieri, che danno battaglia agguerrita sul palco, come il mio amico russo: Shotia Kagramanian, eccellente bodybuilder che stravince la sua categoria di peso, con muscoli e una condizione superba. L’Italia culturistica ne esce ritemprata da questa speciale competizione. Complimenti a tutti. Speriamo di rivederla anche il prossimo anno.
La competizione professionistica, dal canto suo, é stata ben organizzata e Gianenrico Pica ci ha portato molti atleti professionisti eccellenti sul palco, nomi come Zupan, Beyeke, Ray, Shabunya ma fra tutti vince meritatamente la nuova stella del bodybuilding internazionale professionistico lo spettacolare: Lionel Beyeke, che ha lasciato tutti i presenti a bocca aperta per una condizione eccezionale e volumi incredibili! L’atleta francese si porterà a casa poi la coppa del primo posto meritatamente, guadagnando così la qualifica per l’olympia 2017, presentando un fisico muscoloso, tirato da bodybuilder e un posing sicuro e ben studiato. Vittoria meritata. Una gara che ci ha fatto vivere per una sera il bodybuilding di altissimo livello come solo i pro di questo sport sanno fare. Fra gli atleti pro presenti anche diversi italiani ma fra tutti va data una nota speciale alle donne , nello specifico a Mariella Pellegrino che si classifica 9′ alla sua gara di esordio nelle bikini. Mentre nelle figure le due veterane del palco, Lorena Cozza e Agnese Russo, ci regalano uno spettacolo entusiasmante dove la seconda conquista la finale classificandosi poi quinta. Grande competizione, grandi atleti. Splendida la categoria men bodybuilding dove, oltre la già citata vittoria di Beyeké, spicca decisamente Petar Klancir. Sottolineato anche dal grandissimo Dave Palumbo nel suo video report della gara che potete trovare sul sito rxmuscle. Insomma una competizione come non se ne possono vedere di eguali nella nostra bella Italia. Grazie dobbiamo solo dirlo al grande lavoro di Gianenrico Pica e del suo staff di Vpower sempre gentilissimi e disponibili con tutti! Insomma, cosa aspettate a prenotare i vostri posti per l’edizione 2017? A presto, Vittorio.

Muscle memories: Shawn Ray

banner_memorie

di Michele Parisi

Bentornati amici e amiche di Culturismo Italiano;
dopo il successo destato dal primo articolo, presento oggi un altro campione assoluto dell’età d’oro del bodybuilding, quella dei “nineties”, signore e signori: Shawn Ray.

CulturismoItaliano_shawn-rayNacque il 9 settembre del 1965 a Placentia (California), ragazzo dal carattere forte, già da giovane mostrò spiccate doti di comunicatore e appena diciottenne vinse la sua prima competizione. A livello giovanile vinse nell’arco dei 2 anni successivi praticamente tutto, sia a livello locale che mondiale come dilettante; nell’87 vinse prima il Mr. California e poi il tesserino da pro aggiudicandosi i Nationals NPC, sia la categoria (medio-massimi) sia l’assoluto.

La prima gara da pro la disputò nel 1988, la storica Night of Champions; la prima vittoria arrivò nel ’90 all’Ironman Pro, seguita dall’affermazione all’Arnold Classic, vittoria che però gli fu tolta in favore di Mike Ashley per non aver superato il test anti-doping. Nessun problema, perché l’anno dopo si aggiudicò nuovamente questa gara, stavolta senza intoppi.

CulturismoItaliano_shawnRay06La sua carriera non ha previsto la partecipazione ad un numero di gare altissimo: infatti, tolta qualche sporadica presenza all’Ironman e all’Arnold, Shawn si concentrò soprattutto sul “Big O.”, suo palcoscenico naturale e prediletto, dove, eccetto la prima presenza nel ’88 (dove arrivò 13°), non si e’ piazzato mai al di sotto del 5° posto dal 1990 al 2001, 12 volte consecutivamente e di cui spiccano 3 terzi posti e 2 secondi posti (’94 e ’96) dietro l’imbattibile Dorian….tumblr_nsxi2njhwk1tzj1x0o1_500

Yates, di cui Shawn fu spesso la nemesi, era la sua contrapposizione fisica: Ray, che dichiarò più volte di non voler assomigliare al Mr. Olympia in carica, ne avere il fisico del suo altro grande rivale degli anni ’90, Nasser El Sonbaty, era in effetti un baluardo del fisico estetico vecchio stampo, contro i fisici imperanti e dominanti dell’epoca, dove i più forti e gli emergenti ormai superavano i 110kg. Oltre ai già citati Dorian e Nasser, si facevano largo mostri della massa del calibro di Paul Dillet, Jean-Pierre Fux e migliorava CulturismoItaliano_shawnRay07costantemente un certo Ronnie Coleman…. Ciò nonostante Shawn, con la sua superba combinazione di rotondità e separazione muscolare, con un perfetto equilibro sotto ogni punto di vista, una vita sottilissima, muscoli assolutamente armonici e simmetrici tra loro e messi in mostra con un posing spettacolare, sia nelle obbligatorie che nelle libere, riusciva sempre ad imporsi sulla maggior parte di loro nell’evento più importante, distinguendosi dalla massa: un vero e proprio osso duro pronto a battere anche il migliore in assoluto, qualora non si fosse presentato al top, poiché la sua preparazione era sempre perfetta in qualunque occasione.

CulturismoItaliano_ShawnRay09Questo atleta possiamo definirlo splendido esemplare di simmetria, perfetto collante tra gli anni ’80 e ’90, con una plasticità fisica, una simmetria e una linea che ricalca statue viventi a cui si ispirò come il grande Bob Paris, ma con volumi e masse non ancora usuali per i tempi, visto che alla fine degli anni ottanta, tolto il mr. Olympia in shawn-ray-diet-bio-bodybuilder-mr-olympia-2014-bodybuilding-fitness-your-guide-to-building-bodybuilder-photos-youm-misr-12carica Lee Haney, pochi superavano i 100kg: lui, che superava abbondantemente i 90kg ma su una struttura minuta e leggerissima, con articolazioni inesistenti e un altezza modesta (1,70cm scarsi), aveva una muscolosità avanti per l’epoca, dunque presentava quel “total package” tanto ricercato che lo rendeva un fuoriclasse assoluto.

Posatore d’altri tempi, aveva la capacità di esaltare al meglio la bellezza del suo corpo senza punti deboli ne superiori che sovrastassero gli altri, presentandolo ai massimi livelli con musiche intense e struggenti che davano risalto alla sua passione, la sua plasticità saltava fuori con transizioni tra una posa e l’altra che lo hanno reso leggendario.

CulturismoItaliano_ShawnRay02La sua eleganza, non solo fisica, lo rese il modello perfetto per copertine, servizi dei più grandi fotografi del settore del periodo e articoli delle riviste più famose al mondo come Flex, Muscle & Fitness, Musclemag, nonché in vari video di cui e’ protagonista. La suo filmografia varia tra video istruttivi e documentari, motivazionali e descrittivi delle sue preparazioni all’Olympia. Famoso per la sua proverbiale loquacità, in effetti risulta molto bravo col microfono, facendo spesso da cronista di gare per siti e per grandi canali televisivi CulturismoItaliano_ShawnRay03(ESPN) ed intervistatore, prima saltuariamente durante la carriera, dopo il ritiro in modo fisso; oramai commentatore e redattore capo di Muscular Development, dove lavora sia con video sul sito, sia come corrispondente per la versione magazine, risulta anche grande organizzatore e promotore di gare ed èsempre presente nei maggiori contest (sia professionistici che dilettantistici) in giro per il mondo.

Disse che la sua massima aspirazione da giovane era diventare come l’ex Mr. Olympia Chris Dickerson e anche come Bob Paris, che reputava la massima espressione di bellezza e perfezione fisica, cosa che, in seguito, disse di aver ritrovato in un altro grande campione a cavallo dei due decenni, Francis Benfatto. Sempre in lotta con i vertici nel supportare un fisico che mettesse la bellezza e la simmetria sempre davanti alla massa a tutti i costi, contrario ad inestetismi, ginecomastie, stomaci prominenti, bozzi strani in alcuni muscoli, tutto ciò che era caratteristico dei Freak per lui andava eliminato o quantomeno penalizzato; fino all’ultimo tentò di diventare mister Olympia, che lui pensava e pensa tutt’ora di aver meritato, ma mai ricevette tale onorificenza per la strada CulturismoItaliano_ShawnRay05sbagliata seguita e impostata a suo avviso dalle gerarchie federali.

Rimarrà nella memoria collettiva come uno dei più grandi atleti a non essere diventati Mr. Olympia (nonostante ci fosse andato vicino più volte), nonché come posatore impareggiabile e a tutt’oggi inimitato ed inimitabile.

Bene, siamo nuovamente giunti al momento dei saluti. Ci ritroveremo presto qui per raccontarvi le gesta di un nuovo campione storico, per farlo conoscere a chi sa poco o nulla di lui e per rinfrescare la memoria dei nostalgici….Arrivederci e restate con noi!

Gianluca Di Lorenzo, uno Junior sul tetto del culturismo Italiano

14018009_1594242804202755_2027130249_n1) Grazie per essere qui, vuoi introdurti ai nostri lettori per quanti non ti conoscono? 

Salve a tutti i colleghi e agli appassionati del ferro, mi chiamo Gianluca Di Lorenzo sono napoletano ho da poco compiuto 23 anni e pratico fitness da circa 3 anni e mezzo quando in seguito ad un lesione alla tibia decisi di smettere con il podismo e rimanere in forma con la palestra.

2) Come ti sei avvicinato a questo stile di vita e come/perchè poi hai deciso di intrapredere l’agonismo?

Dal rimanere in forma , al fitness  al culturismo vero e proprio il passo è breve per quanto mi riguarda: il mio corpo rispondeva davvero bene e dopo il primo anno e mezzo e con già ottimi risultati decisi di intraprendere il body building come attività primcipale da solo, dopo essere rimasto senza parole di fronte ad un poster di Kevin Levrone in una indimenticabile “most muscolar” che in me accese la voglia di lavorare sempre più e duramente per sembrare più simile possibile a quella figura incredibile ritratta in quel poster!
Da li i primi video motivazionali e tutto quello che è stata la golden era USA, le prime nottate a vedere il mr Olympia in seconda serata in tv ad accrescere sempre più il desiderio di calcare un palco prima o poi!

3) Gianluca, chi è il tuo coach?

Bè diciamo che abbinando dieta integrazione e allenamento un po’ come fanno tutti i ragazzi agli albori, e informandomi su i vari forum del web di allenamento e nutrizione e scambiando chiacchiere con i veterani della palestra ho tirato avanti fino al 17 aprile 2015, quando spinto dalla voglia di fare le cose per bene al primo colpo e in un colpo solo ho trovato un maestro, un datore di lavoro, un amico irrinunciabile ormai quasi un”secondo padre” e senza ombra di dubbio un esempio della cultura fisica: campione pluripremiato e ormai professionista del settore, nutrizionale e esperto di fitness, il Dott. Salvatore Solimeno.  Mi vide e mi mi fece capire che potevo avere le carte in regola per dire la mia prima o poi. Il mio primo anno agonistico iniziò dopo solo due mesi in cui mi trasformò letteralmente da appassionato ad “atleta” permettendomi di fare esperienze nel circuito Wabba International e Ibfa, dove chiusi l’anno piazzandomi in tutte le competizioni del 2015 (circa 7 gare estive…) sempre sul secondo gradino del podio. Un ottimo risultato per un esordiente direte voi, ma quell’esperienza di essere sempre ad un passo “dall’ oro” mi diede la carica e il fuoco interiore per affrontare un estenuante periodo di costruzione che mi ha portato poi alla mia effettiva trasformazione!

4) Ci Parli dei tuoi più recenti risultati agonisitici e le sensazioni diverse che hai provato?

14021662_1591517821141920_4539886367803816704_nBè il giorno successivo al compimento del mio ventitreesimo compleanno, 15 maggio 2016 alle selezioni regionali Wabba International di Sorrento un nuovo Gianluca Di Lorenzo sale in pedana e sbalordisce tutti, anche se stesso, per come tiene il palco fieramente e riuscendo a conquistare il podio nella sua categoria juniores e a guadagnarsi la possibilità di competere ai nazionali di Verona!
Anche qui risulto primo indiscusso e nemmeno il tempo di realizzare la mia “neo laurea” di campione italiano Wabba International che mi trovo il giorno dopo di nuovo sul gradino più alto a sollevare la coppa di campione mondiale!!! In una gara che è stata a mio parere, tra le mie esibizioni più emozionanti… Inutile dirvi cosa ho provato insieme ai miei cari e sopratutto al mio coach con cui ho vissuto in simbiosi ogni momento dall inizio alla fine.. Tornati nella bella Napoli carico di coppe e di titoli ci sediamo a tavolino e decidiamo che adesso era il momento per sfruttare al massimo la mia miglior forma di sempre: sono pronto per debuttare nella federazione dei miei sogni la IFBB.
In men che no si dica mi ritrovo a Roma vincente anche sul palco del GP Onewayfitness, gara qualificante per il campionato Italiano assoluto IFBB.. Il sogno era vicino.. La settimana più lunga della mia preparazione, ogni giorno estenuante già carico da stanchezza accumulata da 4 gare, una più prestigiosa dell altra, si chiudeva con la domanda:  Gianlù hai dato più del massimo? ..Così parto per Roma nuovamente carico di adrenalina mista paura e concendtrazione; non mi importava di ciò che avevo conquistato fin ad allora…Non mi importava “chi ero” ma chi sarei potuto essere il giorno dopo i campionati IFBB! Vedo tutti i campioni e le varie glorie della IFBB Italia come in foto, alcune persone mi fermano per farmi i complimenti e per dirmi che seguendomi su facebook ramite CULTURISMO ITALIANO erano ormai diventati miei sostenitori! Incredbilie! Steso nel back stage, completamente immerso in ciò che mi aspettava, per la prima volta salivo sul palco non più speranzoso di far bene, ma convinto di essere l’ uomo da battere! Posa dopo posa contro i migliori juniores italiani vengo proclamato primo anche qui e sancisco il record personale di 4 titoli su un totale di 5 gare nella mia categoria juniores (con la vittoria al oneway non si acquisiscono titoli): campione regionale Wabba Internationa, campione italiano Wabba International, campione mondiale Wabba International e campione italiano Junior IFBB !
Solo una volta tornato a casa e aver posto l ‘ultima coppa in fila con le altre mi resi conto dell impresa.
Non adagiandomi mai,  ma su ciò che avevo e focalizzandomi su ciò che volevo chiudendo le gare estive con soddisfazione immensa e il giorno dopo gli italiani Ifbb, mi metto subito in off per dare il massimo nelle prossime competizioni invernali IFBB dove ho intenzione di confermare e replicare un altra trafila di successi!

14030660_1594242827536086_1845222182_n

5) Chi ti piacerebbe conoscere o con chi i vorresti allenare almeno una volta nella vita, dell’elite del bodybuilding mondiale?

…Bè  date le recenti dichiarazioni nel volersi rimettere in gioco addirittura per l’ Olympia, il mio sogni sarebbe di allenarmi con the Maryland Muscle Machine AKA Kevin Levrone, che come ho detto mi ha catapultato nel mondo del body building. I  mia preferiti come quella di tanti è la golden era 80/90 dei vari Levrone, Wheeler, Sarcev e Ray che restano i miei modelli di ideali estetici!

6) Ci puoi spiegare come ti alleni in generale e dare un allenamento tipo e come svolgerlo per le gambe?

i miei allenamenti si differenzianoin base a imminenza di una competizione. Attualmente che mi trovo a pochi mesi dai palchi invernali e il coach ha optato per un brevissimo periodo di relax in cui tenendo sempre la dieta e abbassando i WORKOUT a 4/5 sedute ho ristabilito l’ equilibrio  ora che sono nel pieno del lavoro intenso per dare il meglio in queste competizioni. Se dovessi consigliare un tipo di allenamento sicuramente i tri-set sono un ottimo compromesso tra lavoro di intensità e resistenza utilissimo sia in regime dietetico drastico dove insieme al circuito, a mio parere si classificano come i migliori alleati della lipolisi supportato ovviamente ad una dieta ben strutturata e in periodo di bulk dove si è soliti abbassare le reps e alzare i recuperi, elavorando unicamente sull’ intensità i triset ci permettono di reclutare tutte le fibre che dopo 6/8 ripetizioni di lavoro intenso e sono meno stimolate. Questa e la tecnica che consiglio anche nel “leg day” in quanto ci permette di intervenire su tutti distretti del lower body in maniera sinergica!

13880325_1588869491406753_3578792221674824264_n

7) Quali sono i tuoi integratori preferiti e perchè?

Per quanto riguarda l’ integrazione non sono mai stato dipendente dalle “polveri”, diciamo che prediligo una dieta ben strutturata che diversifico il più possibile senza star li a fare il piccolo chimico con il bilancino. Ovviamente nel mio quotidiano non possono mancare idrolizzate e bcaa, glutammina, acido lipoico e omega 3 in primis, e in periodi un po’ più lontani dai contest sono solito usare creatina e destrosio per massimizzare gli allenamenti intensi dei periodi di costruzione.

8) Nella tua dieta durante l’anno non agonistico, quando vuoi crescere, preferisci seguire un aumento graduale di peso o un bulk spinto alla Lee Priest,  per capirci?

Di solito preferisco un lean bulk, ma vi confesso che il vero salto di qualità l’ ho fatto nel momento in cui post stagione agonistica estiva 2015 ho iniziato a stare subito in ipercalorica a poco meno di 5000 kcal partendo da un peso gara di 86/87 kg fino ad arrivare al mio massimo mai raggiunto 114 kg in off. In questo periodo anche se la percentuale di grasso era sempre controllata e sempre al di sotto del 12% di grasso corporeo, esteticamente ero molto coperto quindi diciamo che ho dovuto mettere un po’ lo specchio da parte.. Ovviamente la dieta era alta in kcal per la quantità del cibo e non per la qualità scadente, in quanto sopratutto nei periodi di ipercalorica preferisco non consumare troppi cheat meal (massimo 1 al mese se capita e comunque sempre senza esagerare) perché essendo già bello carico non voglio rischiare in un aumento di peso non funzionale al guadagno fisico.

13241308_1566336323660070_370615264145538743_n9) Alimento da cheat meal, preferito?

La mia fortuna e che non sono un tipo goloso di dolci o fast food in quanto l’unico alimento che un po’ mi pesa non toccare in preparazione è la pizza, da buon napoletano; Che poi volendo può cmq starci in un regime da 5000 kcal in cui i carbo la fanno da padrone ovviamente sempre con i dovuti accorgimenti.

11) Chi è Gianluca Di Lorenzo a parole tue?

Bhe chi è Gianluca Di Lorenzo? Una domanda un pò esistenziale a cui non è facile dare una risposta secca.. …uhmm…Diciamo che non solo in ambito culturistico sono uno a cui non piace sognare o sperare cioè che desidera.. Se c e un modo per raggiungere ciò che desidero, cerco di  conquistarlo e  non mi scoraggio mai e ci provo e riprovo fin a quando non riesco! D’ altronde come si dice: un vincente è un sognatore che non ha mai mollato!

12) Perchè ti piace il Bodybuilding come stile di vita?

Al bodybuilding devo davvero gran parte della mia crescita interiore.. La filosofia che alcune cose, come il fisico, non si possono comprare ma si guadagnano spendendo (in tempo, dedizione, fatica etc) mi ha reso una persona più forte e grazie al rapporto che il coach ha instaurato tra tutti i ragazzi del team, il body building mi ha insegnato anche la fratellanza, l’umiltà, la disponibilità verso gli altri, la condivisione, e sopratutto il rispetto dell’altro!

13) Quando salirai nuovamente su un palco?

Per fortuna colmerò a brevissimo l’ardente desiderio di ricalcare il palco in quanto in pochi mesi sto lavorando per essere di nuovo protagonista indiscusso in tutte le competizioni invernali ifbb per l’ultima volta in categoria Juniores.. Poi mi aspetterá una lunga off forse di qualche anno per riuscire a costruire un fisico che mi permetta di dire la mia nella categoria di peso che mi aspetterà,  probabilmente intorno ai 90 kg, contro atleti che si allenano da più anni e che hanno molta più qualità ed esperienza di me!

GianlucaDiLorenzo_Culurismoitaliano14) Secondo te, questo stile di vita, o meglio….l’allenarsi con i pesi e seguire una dieta equilibrata, non gareggiare nello specifico, potrebbe essere da preferire e da suggerire ai tanti che vogliono inziare un’attività in palestra? Invece di Zumba, step e compagnia cantante?

In base alla mia esperienza non posso che consigliare e spingere tutti al body building in quanto come ho già detto che mi ha reso una persona più matura e migliore nei confronti degli altri. E Comunque un approccio rigoroso e sempre da preferire ad un più sommario di chi crede che i risultati capitino con il tempo! Nulla capita per caso, ma succede solamente quando si fa correre tutto nella stessa direzione di conquista dell’obiettivo che sia agonistico o dilettantistico! A mio parere “esercizi” come la zumba o i corsi fitness sono più uno svago della mente e utili per il concetto di benessere più mentale, che fisico.. Di certo converranno tutti con me nell’affermare che il body building è più funzionale nei risultati.. Magari l’unico vantaggio è la socializzazione dei primi, rispetto al culturismo che potrebbe risultare un po’ più alienante in quanto é un lavoro che si fa con se stessi.. Per quanto mi riguarda se dovessi frequentare un corso lo farei esclusivamente per conoscere una bella ragazza (XD)!

15) C’è una persona..che conosco molto bene…che mi ha detto che sei un ottimo atleta al momento, ma decisamente pazzo! (ride) Nel senso buono ovvio, ma nel tuo caos di scelte avventate hai fatto delle scelte perfettamente equilibrate e con ridsultati lampanti e decisamente ottimi, vuoi rispondere a questa persona?

Cosa rispondo a chi mi ha da scherzosamente del folle?! Bhe che non può che avere ragione !Perché so bene che ho fatto delle scelte che pochissimi che pensano giustamente al loro avvenire avrebbero fatto: vincere tutto in una federazione e dopo due settimane fare lo stesso in un altra consapevole di beccarsi squalifiche internazionali in entrambe (possedendo titoli assoluti in entrambe lei federazioni sono stato sospeso per un anno dai palchi esteri sia in IFBB che in WABBA trovandomi campione in carica in entrambe). Dal mio canto posso dire che il mio essere “impavido” mi ha comunque portato al massimo risultato auspicabile e che essere ambizioso e non accontentarsi di ciò che si ha (nemmeno se hai appena intascato un titolo nazionale ed internaIonale) mi ha regalato adrenalina ed emozioni fortissime che terrò sempre nel mio bagaglio di esperienze indimenticabili regalate dal body building agonistico!

16) C’ un ultima cosa che vuoi dire ai nostri lettori, ringraziamenti particolari che vuoi fare, prima di chiudere qusta intervista?

Gianluca_di_Lorenzo_cutlurismoitalianoVorrei ringraziare in primis il mio coach Salvatore, che mi ha portato dal nulla a conquistare tutti i miei sogni agonistici e per avermi “consegnato” il trofeo più prezioso, quello della sua amicizia; un ringraziamento va alla mia famiglia che mi ha sopportato e supportato nei momenti no della preparazione, in particolare mia sorella e mia madre, ed una ragazza che nonostante oggi non frequenti più, purtroppo,  è stata la mia ancora di salvezza nella perdizione mentale data dalla fatica e dallo stress precontest, Vittorio Gagliano per avermi consigliato e supportato da quando ero ancora “l’eterno secondo” della passata stagione agonistica ad oggi che sono l’attuale campione italiano in carica, tutta la Bodyhouse di Pompei colleghi e clienti che hanno sempre creduto in me e mi hanno sostenuto nel mio percorso e infine. coloro che hanno investito parte del loro tempo a leggere di me è del mio pensiero sul body building.

Per concludere voglio citare una frase del più famoso culturista di sempre: Non importa quanto tu sia lontano dal tuo obiettivo…inizia ad avvicinartici. Con la forza della goccia che buca la roccia, con la fede che sposta le montagne e, soprattutto la passione che brucia nel cuore, chissà, forse, un giorno… (Schwarzenegger).

Ho avuto la determinazione dalla mia parte e per me “quel giorno” è arrivato.. E spero ne arrivino in futuro tanto altri!
Ad maiora amici GIANLUCA DI LORENZO!

Intervista a Romeo Basso…come un rombo di tuono!

D)Benvenuto Romeo! Parlaci un pò di te come hai iniziato con questa disciplina e perchè?

CulturismoItaliano_Romeo Basso1R)Inanzitutto ci tenevo a rungraziarvi x questa opportunità che mi date. .ho. iniziato questa disciplina circa -25 anni fa all’epoca facevo pugilato e mi consigliarono di fare un Po di cultura fisica (perché all’epoca così si chiamava) per prendere un pò di massa e per migliorare la mia muscolatura. …così entrai per la prima volta in questo mondo  totalmente sconosciuto. ..una piccola palestra con attrezzi fatti artigianalmente ma molto funzionali. ..è da qui è iniziato tutto .

D) Quando hai iniziato seriamente a considerare l’idea dell’agonismo?

R)dopo quasi un anno di allenamento mi consigliarono di seguire un alimentazione corretta cosa che per me era inaudita. ..comunque iniziai a seguire tale alimentazione all’epoca ma non c’erano tanti integratori e da lì a poco mi rendevo conto che il mio corpo cominciava a cambiare fino al punto che dopo circa 4 mesi di alimentazione, un amico  mi convinse a prendere parte alla prima competizione agonistica, il  campionato regionale ipf dove mi classificai secondo. .e questo è stato solo l’inizio!

D) Adesso sei un over 40, e hai molta esperienza nel campo dell’allenamento suppongo, ma a parere tuo com’è cambiata in questi ultimi anni la categoria over 40?

R)oggi sono passati un bel pò di anni da quella prima gara diciamo che di esperienza lo acquisita, ma io ho sete di imparare sempre, di provare e sperimentare nuove tecniche di allenamento.  Oggi la categoria over è cambiata tantissimo, io ritengo che il body building non ha età,  vedi over che arrivano in gara con densità e volumi da paura che è difficile che troverai su un atleta giovane,  dato che  la maturità muscolare si acquisita negli anni. Ora sono dei veri fenomeni, dificili da battere!

CulturismoItaliano_Romeo Basso3D) Come ti alleni, per quanto tempo e dove?

R)Le mie sedute di allenamento variano dal periodo off che sono quattro, al periodo di gara dove mi alleno tutti i giorni escluso la domenica, per questione lavorative sono costretto ad allenarmi dove capita .

D) Perchè hai scelto il bodybuilding di categoria a peso come categoria di gara?

R)Bè ho scelto la categoria a peso perché nell’arco degli anni il mio corpo è cambiato tantissimo sono partito da un peso gara di 83 kg su 176 cm ad oggi il mio peso gara si aggira intorno ai 100- 102 kg in gara

D) Che tipologia di allenamento ti piace?

R)Per quanto riguarda gli allenamenti sono molto istintivo …vado dalle serie forzate, al rest pause. Fino ad arrivare a poche settimane della competizione con dei circuiti devastanti …allenamenti che non superano comuqnue  i cinquanta minuti.CulturismoItaliano_Romeo Basso4

D) Per portare una estrema condizione come la tua sul palco, come ti alimenti nel pre-gara? E come ti regoli con il cardio?

R)Eseguo circa 39 min di cardio circa quattro volte a settimana non di più, ovviamente questo è soggettivo io ho un metabolismo molto veloce quindi se faccio molto cardio rischio di vedermi emanciato. Essenzialmene è quello che faccio.

D) Quali integratori usi o preferisci?

R) Bè come integratori uso proteine in polvere di ottima qualità, un pool di aminoacidi ramificati, creatina, e tanti omega tre.

D) Che tipo di alimentazione segui, quali fonti proteiche preferisci e cosa preferisci mangiare in offseason?

R) la mia alimentazione in off tengo molto alto la soglia dei carbo fino ad arrivare circa a 700/ 800 gr al giorno ovviamente con una soglia proteica più bassa di circa 2,5 gr per chilo corporeo. ..nel pre contest abbasso i carbo ma non scendo mai sotto la soglia dei 200 gr al giorno variandone la immissione nel corpo per non far abituare il metabolismo e portandolo a difendersi e bloccarsi. E alzo le proteine fino ad arrivare a 3,5gr per kg corporeo. Le fonti proteiche che prediligo sono albume d’uovo, carni bianche, pesce e carne rossa e tanta verdura.

D) Cos’è il body bulding per te, me lo spieghi?

CulturismoItaliano_ Romeo Basso5R) Mi chiede cos’è il body building per me. ..bhe’ questa domanda mi emoziona sai…. ho dato a questo sport più della metà della mia vita e chissà quanto altri ancora ho in servo. …ho gioito e pianto, ho lottato contro l’ignoranza di chi non capisce i nostri sacrifici di chi non apprezza, ma io vado sempre avanti magari controvento ma lo rifarei altre 1000 volte perché per me come per tanti altri come me, il body building è la nostra Vita.

D) Chi sono i tuoi miti nel culturismo?

R)Bè oggi credo che sia mutato tanto e troppo il bodybuilding professionistico l’era di Coleman ha stravolto tanto i canoni. .oggi vedo tantissimi muscoli ma pure con ventri ben pronunciati io resto del parere che un bel fisico non deve avere solo muscoli enormi ma deve essere un Total package, quindi senza ombra di dubbio dico: il mitico Flex Wheeler in passato e oggi posso dire il grande Dexter Jackson.

D) Sei uno degli atleti over più rocciosi e densi attualmente sui palchi italiani, e lo hai dimostrato al recente Seccarecci Classic, ma cosa vorresti ancora migliorare per distaccare ancora di più i tuoi avversari?

R)innanzitutto grazie. …diciamo che il mio motto sia nella vita che nello sport è: volere è potere. ….in passato ho già preso parte a competizioni dello stesso spessore e direi con una bella forma ma non sono stato considerato. ..questo mi ha forgiato (visto che sono una testa dura) dandomi la carica la voglia e la mentalità giusta per migliorarmi. …..quindi fin quando avrò voglia, la mentalità e carica giusta, io c’ è la metterò tutta per salire sul gradino più alto del podio in una forma sempre migliore!

D) Consiglieresti ai tuoi coetanei di intraprendere questa disciplina?

R) E perchè no? Ma assolutamente si. .credo fermamente che il bodybuilding sia agonistico che non. …non ha età e ultimamente lo vediamo spesso sui social network foto di atleti oramai non più giovanissimi con una forma fisica invidiabile. Alleantevi!

CulturismoItaliano_Romeo Basso2

D) Le nuove categorie di gara, men’s physique, bikini etc….cosa ne pensi?

R) Bè devo dire che oggi stanno spopolando in modo smisurato nelle gare atleti di queste categorie e da molti non sono visti di buon occhio. ..io credo che ognuno di noi è libero di fare le proprie scelte agonistiche senza essere criticato. ..Rispetto i sacrifici che si fanno, che  costano per tutti allo stesso modo e allo stesso prezzo.

D) Piani agonistici futuri? Cosa ci dobbiamo aspettare da te ?

R) i miei piani agonistici per il futuro sono di tentare il salto nel campo internazionale …. magari proprio l’anno prossimo!

D)C’è ancora qualcosa che vuoi dire, ringraziare qualcuno, concludendo questa intervista?

1214CulturismoItaliano_Romeo Basso7R) Bè quello che mi sento di dire che sappiamo benissimo che questo sport non è ricompensato economicamente e da soli non possiamo farcela magari ritornare un po indietro nel tempo quando gli atleti venivano sponsorizzati …e magari aiutati pure un pochino dalle federazioni che non guasterebbe. ..concludo questa intervista ringraziando in primis la mia famiglia che mi è sempre vicino un grazie a lei Vittorio per questa possibilità che mi ha dato. Un grazie particolare va al mio amico Biagio Barbato e il mitico prof Gianluca Daniele noi non siamo un Team, ma semplicemente amici che mettono insieme le proprie esperienze i propri vissuti l’uno a disposizione dell’alto. Grazie di cuore.

Tuttle le foto sono di Francesco Iovine

YAMAMOTO on the road – l’esperienza

CulturismoItaliano_sem (5)E così si comincia! Dopo anni ad andare in giro per l’Italia per seguire la mia passione per ascoltare i migliori trainer Italiani, vedere gli allenamenti dei più grossi campioni di culturismo, seguire fiere e eventi PRO di alto livello,  finalmente con l’aiuto della palestra “Starfit” di Alcamo (TP)  e della YAMAMOTO Nutrition sono riuscito ad organizzare un seminario tecnico pratico nella mia piccola cittadina! CulturismoItaliano_sem (7)Grazie a questo supporto sono riuscito a portare qui da me Matteo Innocenti, Andrea Presti  e il trainer Mauro Sassi! Siete pronti a leggere cosa è stato l’evento “Yamamoto on the road” ? Si comincia!Tutto comincia con la mia volontà di far respirare un pò di vero culturismo anche nella mia piccola cittadina, perché dovete capire che come molti di voi, magari, spesso ci si sente una mosca bianca sapendo che il vero culturismo, quello che ti appassiona, che ti fa sognare, che ti fa sentire sereno e al contempo forte, quell’allenamento che ti fa avvicinare ogni giorno di più al tuo ideale fisico, la perfetta versione di te stesso, molto speso è lontano anni luce dal posto in cui ti trovi e dalla gente che frequenti. Bisogna, ongin tanto, prendere un bel respiro e assaporare l’essenza dell proprie passioni!

CulturismoItaliano_semQuesti eventi servono anche a ricaricare le batterie, a rinvigorire la tua passione, non lo nego, spesso viene quasi annichilita dal non frequentare gente che davvero vive questo stile di vita al 100%. Per mia fortuna, spesso posso “ricaricarmi” ma per coloro che non hanno questa possibilità ho cercato con questo, terzo evento, di stimolare e incoraggiare lo sviluppo del culturismo. Così con l’aiuto della “Stafit” la palestra dove mi alleno, nella persona di Gaspare La Monica titolare della palestra, la mia stretta collaborazione con il Team Stones creata con ormai 10 anni di amicizia e rispetto, il supporto fondamentale della YAMAMOTO Nutrition,  siamo riusciti a creare questo evento unico!CulturismoItaliano_sem (11)

Ma andiamo con ordine.  La STARFIT è una delle migliori palestre che ci sono nella mia piccola cittadina che conta 50.000 abitanti, dotata di tutto il necessario per allenarsi, un ampia sala attrezzi con macchinari technogym che ogni sera ormai da quasi 5 anni il prossimo Ottobre, mi sopporta e mi supporta! Personalmente credo che sia la miglior palestra che abbiamo qui ad Alcamo (TP) per allenarsi seriamente con i pesi. Le due receptionist. Livia e Sabina, sono sempre sorridenti e rendono l’ambiente ancora più piacevole da frequentare, facendo da  sostegno  a noi tutti,  svolgendo il loro compito alla perfezione. CulturismoItaliano_sem (14)Rendendo l’ambiente caldo e familiare. Il proprietario, pur non essendo un culturista, fa di tutto per fare in modo che chi segue realmente questa passione si trovi bene e abbia tutte le agevolazioni del caso. Assecondando anche le idee del sottoscritto nell’organizzare un evento unico come questo. Venite a trovarci se passate da queste parti 😉

CulturismoItaliano_sem (4)Il TEAM STONES , un team formato dal grande Mauro Sassi, un amico che conosco ormai con la sua splendida metà CRISTIANA CASONI da ormai 10 anni. Un gruppo con atleti eterogenei e di tutte le categoria, ma con uno spirito di gruppo e una passione vera quasi palpabile per questo stile di vita in coloro del team che ho incontrato, che spesso mi lascia piacevolmente senza parole. CulturismoItaliano_sem (3)Mi piacciono questi ragazzi, mi piacciono come vivono questo stile di vita, mi piace la persona. Matteo Innocenti  è mastodontico! spalle come palle da basket, braccia come cannoni, gambe equine e uno sguardo durante l’allenamento che fa paura, da vera bestia del ferro. Andrea Presti, detto anche “TheMind” è un ragazzone con un ampiezza di dorsali che oscura il sole, gambe e bicipiti femorali paurosi, quasi che vivessero di vita propria, uno sguardo di ghiaccio che nasconde un cuore di passione per questo stile di vita . ambedue sempre disponibilissi con tutti e pronti allo scherzo e alla battuta anche in un periodo di preparazione così dura per loro. E poi c’è lui, il coach, uno dei migliori trainer a livello europeo: Mauro Sassi ! CulturismoItaliano_sem (2)Con anni alle spalle di vero body building, oggi Mauro Sassi  e uno dei trainer più rispettati e seguiti, non solo per la sua conoscenza e i risultati tangibili sotot gli occhi di tutti ma anche per la sua semplicità,  per la sua capacità di connettersi con la passione che risiede dentro ognuno di noi che seguiamo questo stile di vita, e credetemi, si traspira da ogni cosa che dice e da ogni tipo di allenamento che vi propone, l agrande passione e il rispetto che ha per il culturismo. Davvero un incontro unico e piacevole. Due ragazzi educatissimi, grossi come camion, determinati, con due fisici diversi ma entrambi bellissimi da vedere sul palco, possenti e con linee e proporzioni da invidia.  Due culturisti, due supermassimi fra i migliori nel nostro ambiente, come non se ne vedono facilmente in Italia. Come loro pochi altri.  Un trainer che ti fa sentire a proprio agio e che ti sprona fin dentro per perseguire questa passione.CulturismoItaliano_sem (16)Il nome dell’evento, YAMAMOTO on the road, creato appositamente da me , nasce per l’idea che vede proprio questo team sponsorizzato di atleti che si muovo e interaggisce con il proprio pubblico portando le loro consocenze e le loro esperienze con gli appassionati di questa disciplina, in giro per l’Italia e supportati da IAFSTORE, un’azienda di supplementi di shopping online che vanta alcuni fra gli atleti più in auge in questi CulturismoItaliano_sem (15)anni in Italia e non solo, oltre al team Stones ricordiamo per esempio il mio Amico Simone Costantini, Thomas Benagli IFBB PRO, Doina Gorun IFBB PRO, Gabriele Andreulli IFBB PRO, Miha Zupan IFBB PRO e tanti altri.

CulturismoItaliano_sem(20)L’evento si è svolto in due giorni, con un primo pomeriggio dedicato alla conoscenza degli intervenuti con i ragazzi e un piccolo allenamento personale del team stones, che ci ha dato un’idea dell’intensità reale che i ragazzi ci mettono in questa disciplina. CulturismoItaliano_sem (12)Mostrandosi poi in una forma, a fine allenamento, che ormai è molto vicina a quella che vedremo agli europei ifbb del prossmo mese. Davvero da rimanere a bocca aperta,  spero davvero che insieme a Marco Sapigni facciano bene in questa competizione. Spettacolari. Dopo una piacevole cena,con il team stones,  ricca per noi e pasti sempre pesati e miuziosamente preparati per loro, presso il ristorante SUNSHINE, ci addormentiamo per prepararci alla parte centrale di questo incontro. Nella seconda giornata, la parte centrale appunto, si è svolto invece il domanda e risposta che ha visto gli intervenuti  interaggire con il team Stones, su tematiche quali: l’integrazione, la nutrizione, l’allenamento.  CulturismoItaliano_sem (13)In questa giornata abbiamo pure avuto l’onore di avere un altro membro del team stones con noi, una punta di diamante della squadra italiana IFBB: Filippo Masucci, recente secondo classificato all’ Arnold Classic in Ohio dileetanti, che oltre a prendere parte al “domande e risposte” ha poi  anche collabborato alla perfetta riuscita della parte forse più complessa dell’evento. L’allenamento esclusivo per pochi ragazzi selezionati con il team  Stones!

CulturismoItaliano_sem (10)Infatti il team si è diviso per l’occasione, in piccoli gruppi da  quattro/sei ragazzi/e per allenarsi e condividere l’esperienza. Una cosa unica che a detta degli internvenuti è stata emozionate, molto istruttiva e sicuramente formante, questo è vero culturismo!
CulturismoItaliano_sem(21)Imparare per crescere. Il TEAM STONES in questi due giorni è stato di grosso insegnamento per tutti noi. Dandoci un piccolo esempio di cosa è davvero il culturismo, di come va fatto e di quale impegno richiede.CulturismoItaliano_sem (17)CulturismoItaliano_sem (9)Volevo adesso ringraziare personalmente tutte le persone intervenute, tutto lo staff della STARFIT , il proprietario Gaspare, le due splendide receptCulturismoItaliano_sem (8)ionist per il loro aiuto fondamentale nel cercare di far funzionare tutto alla perfezione anche se alla prima esperienza in questo tipo di eventi, il mio amico Davide che sempre si prende l’onere di seguirmi in queste pazzie. Il TEAM STONES,  nella persona di Mauro Sassi per l’affetto con cui mi supporta sempre e il rispetto reciproco che ci lega, i magnifici Andrea Presti e Matteo Innocenti che oltre ad essere due culturisti spettacolari, sono due ragazzi in gambissima! Il futuro del culturimso italiano! La presenza dell’amico Filippo Mssucci, sempr ein prima linea in questi eventi. Il fondamentale aiuto e il supporto della YAMAMOTO nutritions, nello specifico la persona di Alessandro Coradi,CulturismoItaliano_sem (6) che ha creduto in me, in questo evento regalandoci non solo la possibilità di incontrare questi ragazzi, e mr Stones,  ma anche una montagna di gadgets  poi distribuiti agli intervenuti. Spero di poter collaborare ancora con loro. E’ stata un wee-end intenso e davvero istruttivo. Grazie mille a tutti, punto presto organizzare un quarto evento di culturismo italiano e di vedervi lì con noi a supportare, respirare e assaporare il vero culturismo! Imparate per crescere!

LOCANDINA_01

Vittorio

 

visitate :
IAFSTORE.COM
TEAM STONES

CULTURISMO ITALIANO

STARFIT a.s.d – ALCAMO (TP)

Articoli di prossima uscita

Salve amici che seguite Culturismo Italiano,  molto presto cominceremo a pubblicare una serie di articoli inerenti il body building atti a dare un infarinatura generale su alimentazione e integrazione, una sorta di “vademecum” per il neofita che si sta avvicinando a questa disciplina e vuole qualche nozione di base per districarsi in un mondo alquanto complesso,  lo faremo con un linguaggio semplicistico, assolutamente non in tono scientifico proprio per facilitarne la comprensione. Si toccheranno svariati argomenti, dagli integratori più popolari agli alimenti più comunemente usati in una sana alimentazione a seconda della fase in cui ci si trova o dagli obiettivi prefissati….in poche parole, cercheremo di darvi qualche mezzo in più per avvicinarvi ancora a questo stile di vita e/ o per le persone che vogliono soltanto mettersi in forma o prefissarsi anche piccoli obiettivi nel miglioramento del proprio aspetto fisico. Aiutandoli con semplici notizie generali … Imparate per crescere…stay tuned!

Intervista a Enrico Frisinghelli atleta IFBB

culturismo_italiano_Frisinghelli01D) Grazie per essere qui con noi oggi Enrico, cosa ti ha spinto ad iniziare con il culturismo?
R) Ciao a tutti! Il mio avvicinamento a questo sport risale a più di venti anni fà quando, un mio compagno di studi si divertiva a prendermi in giro per la mia esagerata magrezza. Infatti su una altezza di 1,79cm pesavo solo 63 kg. Sotto la spinta delle sue prese in giro mi ha convinto a frequentare con lui una palestra. Come tutti ho passato i primi anni ad allenamento con scarso impegno e scarsa costanza. Tuttavia con il passare del tempo ho cominciato ha leggere qualche rivista del settore e quindi ha capire quanto anche altri aspetti tipo: alimentazione, riposo e stile di vita potessero risultare importanti per ottenere dei risultati. Ero estasiato nel vedere le foto dei campioni di quel periodo e da li la mia passione ha cominciato a crescere sempre di più.

D) Quanti anni sono che adesso gareggi? e come ti sei approcciato ala tua prima gara?
R) Ho partecipato alla mia prima gara 18 anni fa ed è stato in pratica la prima realizzazione e soddisfazione che ho avuto da questo sport. Devo molto al mitico campionissimo Armando Defant che mi ha seguito nei miei primi anni di competizione.

D) Chi sono i tuoi miti nel culturismo e perchè?culturismo_italiano_Frisinghelli02
R) Secondo me il vero mito del body building è Ronnie Coleman in quanto è colui che davvero ha cambiato i parametri di questo sport , sono del tutto convinto che nessuno neanche nei prossimi venti anni riuscirà a raggiungere il livello ottenuto da Coleman. Per quanto riguarda i campioni attuali sono un super fan di Kai Green.

D) Sei in allenamento con Gabriele Trapani per adesso, com’è iniziata la vostra collaborazione e come procede?
R) La nostra collaborazione è cominciata quasi per caso in quanto abbiamo degli amici in comune che ci hanno presentato,la nostra collaborazione, che ormai è diventata una grande amicizia prosegue e spero proseguirà il più allungo possibile , in quanto con nessun altro trainer mi sono trovato così bene , e credo che i risultati lo stiano ampiamente dimostrando. Senza esagerare mi permetto di dire che lavorare con Gabriele è stata per me una vera e propria rivelazione , un continuo arricchimento delle mie conoscenze, supportate dai mie studi personali è stato quasi come iniziare a fare uno sport diverso.

culturismo_italiano_Frisinghelli03D) Ci puoi spiegare il tuo approccio dietetico, a grandi linee, per ottenere una condizione muscolare così dettaglia in gara?
R) Come tutti gli agonisti seguo un regime alimentare controllato tutto l’anno, che ovviamente varia in base alla vicinanza o meno delle competizioni, mi ritengo una persona piuttosto fortuna in quanto posso permettermi di mangiare molti carboidrati anche nella fase precotes. Di conseguenza non devo faticare molto nella mia fase di definizione . Tutta via esiste il rovescio della medaglia ossia faccio parecchia fatica nella fase in cui tento di aumentare i miei volumi muscolari.

D) ci spieghi come suddividi il tuo allenamento e perchè?
R) Nella maggior parte del anno mi alleno in 5 sedute settimanali . In certi periodi anche 6 sedute cosa che però mi stanca molto. Trovo che questa sia la soluzione migliore per il mio corpo tuttavia i miei allenamenti sono sempre molto brevi, durata massima un ora, però l’intensità a volte rasenta la follia.

D) Il momento più esaltante per la tua carriera agonistica fin ora e perchè?culturismo_italiano_Frisinghelli04
R) Sicuramente la punta massima della mia carriere fino a questo momento è stata la recente vittoria al Mr Olympia a Liverpool. una soddisfazione immensa che mi ha gratificato in tanti sacrifici e mi ha commosso fino alle lacrime.

D) Cosa ti piace del bodybuilding?
R)di questo sport mi entusiasma la possibilità di continuare a imparare e sperimentare su se stessi le varie tecniche di allenamento e i differenti approcci alimentari. Per questo motivo da anni continuo a studiare per continuare a progredire e anche per poter essere sempre aggiornato per il mio lavoro di personal trainer. Un’altra cosa che adoro sono le competizioni, impegnarsi e sopportare dei sacrifici per avere la soddisfazione di poter raggiungere la propria forma migliore.

D) Cosa consiglieresti ai neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?
R) alle persone che iniziano, a livello alimentare posso consigliare di aumentare fino a 6 il numero di pasti giornalieri, di prendere coscienza della composizione dei cibi e di imparare gradualmente, osservando i risultati su se stessi, a manipolare i macro nutrimenti. Non dobbiamo mai dimenticare che ogni organismo è diverso e reagisce in modo differente ai vari stimoli proposti. Per questo culturismo_italiano_Frisinghelli06motivo ognuno deve osservare su di se cambiamenti e risultati.

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio impegno preso con il body building?
R)Ho imparato nel corso degli anni che per dare il proprio meglio l’aspetto mentale è davvero fondamentale. Sono un gran sostenitore delle tecniche motivazionali e di visualizzazione dei propri obiettivi. Più il livello competitivo si alza più la mente può fare la differenza. Quindi consiglio agli atleti di dedicare più tempo alla concentrazione pre allenamento per riuscire a lavorare sulle sensazioni del nostro corpo e dei nostri muscoli per ottimizzare i risultati.

D) Piani agonistici futuri?
R) Come negli ultimi anni mi concentrerò sulla stagione agonistica invernale 2016.

D)Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?culturismo_italiano_Frisinghelli07

R) sicuramente devo ringraziare la mia famiglia, il mio sponsor storico Genesis nutrition, il mio trainer Gabriele Trapani e tutti gli amici che mi sono stati vicini in questi anni.
Un grande ringraziamento a Vittorio di culturismo italiano per questa possibilità
Un abbraccio Enrico.

Franco Malè, un’intervista senza peli sulla lingua!

Culturismo italiano_male04D) Benvenuto! Partiamo con un piccolo curriculum: le prime gare fatte e le più importanti vinte?

Ciao a Tutti! Ho disputato circa a 12 gare e tutte per me hanno una grande importanza perché dietro ognuna c’e’ una storia diversa. la prima gara e’ stata il Mr Lazio NABBA e solo dopo 6 mesi di allenamento sono arrivato secondo poi dopo altri sei mesi ho vinto il Mr Italia di Sapri vincendo anche l’assoluto li ho avuto la conferma che in quest sport potevo raggiungere buoni risultati! Circa dopo un anno mi sono presentato al Mr Italia WABBA in una forma stupenda ma purtroppo arrivai secondo non per la mia forma ma solamente perché non avevo acquistato attrezzature dal presidente della federazione in carica… non sono stato mai un lecca culo e tanto meno il cagnolino di nessuno volevo essere giudicato solo per il mio valore e la cosa più assurda che il lunedì dopo solo tre giorni mi arriva una telefonata dalla federazione che mi diceva che “Anche se sei arrivato secondo la tua forma non è da italiani ma è da Europei! Quindi abbiamo deciso di portarti in Grecia a gareggiare per l’Italia anche se solo il vincitore degli Italiani poteva partecipare, felice di ciò parto con la nazionale ed all’arrivo in Grecia mi chiudo in stanza per due giorni sdraiato a letto visto che dopo la gara mi ero abbuffato perché non sapevo di questa decisione. Bè al momento di salire sul pulmino tutto tirato pronto per il pre-gara viene il capo dei giudici italiani dicendomi che non potevo Culturismo italiano_male08partecipare agli Europei perché tutti gli accompagnatori degli atleti italiani avevano fatto una riunione e avevano deciso che non dovevo gareggiare perché toccava solo al vincitore in carica degli Italiano! Facendo cambiare la decisione presa dalla presidenza stessa pare!!! Cosa che ho ritenuto di basso livello come macchinazione, perché fatta dagli stessi italiani e così 15 minuti prima del pre-gara e dopo averli mandati tutti a quel paese, ho preso una decisione importante per me: andare in America!
In america ho disputato tre gare nella prestigiosa NPC piazzandomi 6° al Mr Los Angeles e invece 1° e vincendo pure l’Overall al Mr Hercules USA, un 3° posto al Nord America nei medio massimi. Poi ritornato in Italia dopo tanti anni ho ripreso a gareggiare anche qui. Ottenendo anche qui tante vittorie Overall al Gran Prix Freeway battendo tra gli altri il vincitore dell’assoluto di tre mesi prima del Trofeo Due Torri, il Gran Prix Internazionale open in Svizzera sempre Overall, Mr Universo NABBA Overall e primo al Trofeo Due Torri cat. Massimi poi con l’ ultima vittoria del 2000 mi sono ritirato da vincente.

Culturismo italiano_male01D) Perché hai iniziato a fare culturismo?

Ho iniziato a praticare culturismo perché dopo aver fatto altri sport in passato, tra cui il ciclismo e la boxe, volevo rimettermi in forma ed iniziai ad allenarmi con i pesi. Dopo alcuni mesi già ero il più grosso della palestra e ho capito che forse avevo una buona genetica per questo stile di vita.

D) Cos’è il culturismo per Franco Malè?

Cos’è il culturismo per me? Per me è una ragione di vita che va oltre i muscoli o le vene è un modo di vivere, di pensare, di agire, di vedere i muscoli come tuoi amici. Muscoli che ti accompagnano nella vita e ti renderanno forte e ti aiuteranno a superare momenti difficili, su loro puoi sempre contarci, perché rappresentano la tua forza interiore.

D) 3 fratelli, 3 genetiche mostruose….il body building è ….?

Io e i miei fratelli, Maurizio e Marcello, abbiamo iniziato ad allenarci insieme me li sono portati in palestra fin da piccoli uno aveva 14 anni anni l’altro 11, poi la genetica ha fatto il resto ed anche loro hanno avuto un ruolo importate nel culturismo italiano. Dimostrandosi atleti grossi e massicci.

D) A chi ti sei ispirato, quali erano i tuoi modelli?
D) Hai avuto un “maestro”, qualcuno che ti ha seguito, a cui pensi di dover gran parte dei tuoi risultati?
D) A parte le gare vinte, qual è stata, secondo te, la tua forma migliore?Culturismo italiano_male06

Secondo me la mia forma migliore è stata al Trofeo Due Torri del 1999, un mese dopo aver vinto il Mr Universo, anche se sapevo che sarebbe stato difficile vincere, ma solamente perché in un colloquio privato con uno sponsor della manifestazione di un noto venditore di attrezzature sportive, mi disse:”Sai, si però c’è “Tizio” in gara!” – Come a farmi intendere che il primo posto era già assegnato, ma fatto sta che che poi l’anno successivo hanno diviso la categoria massimi in due…come mai? Avranno capito di aver fatto uno sbaglio l’anno prima? Chissà!

D) Come ti allenavi? E qual’è sempre stato il tuo obiettivo finale nCulturismo italiano_male03el tuo allenamento?

Come mi allenavo? Bè per me l’allenamento era sacro non mi affidavo agli integratori, sapevo che per crescere ci voleva una grande intensità negli allenamenti. Quella intensità appresa dai campioni americani.

D) Quanto è importante la nutrizione per un culturista e quali sono oggi gli errori che vedi commettere?

La nutrizione è importantissima non si può diventare Campioni VERI, senza alimentarsi come tali. Gli errori di oggi penso siano più o meno quelli di ieri: molti pensano che la chimica è alla base di tutto, ma se fosse cosi avremmo tantissimi atleti enormi…ma, sorpresa, non e’ cosi! Alla base c’è la genetica, che però deve andare di pari passo con la dedizione e la voglia di sacrificio.

D) Cosa non va nel culturismo Italiano secondo te oggi?

Da tanti anni sono fuori dalle competizioni l’unica cosa che mi disturba sono questi Team con schiere di atleti che non capisco il perche’ devono stare tutti insieme quando il BB e’ uno sport individuale e non una squadra di calcio come se Yates, Coleman o Cutler e vari, tutti a far parte di un Team magari il Team di Fichi!
Questi sono guerrieri che agiscono da soli! E poi , secondo me, tutti quest capi Team che nel body building non hanno vinto niente ed ora fanno i guru…e tutte queste pecorelle dietro questo mi infastidisce, ma co
munque io ho fatto il mio tempo…quindi va bene cosi.

D) Oramai non gareggi più, ma se potessi tornare su di un palco di gara, quale sceglieresti e perchè?

Se fossi in grado di gareggiare di nuovo, vorrei partecipare ad una gara di professionisti IFBB c’ero molto vicino dopo tutte le gare vinte e tanti atleti italiani erano passati professionisti senza vincere ciò che avevo vinto io, avevo chiesto di partecipare al Gran Prix IFBB visto che era a Roma ed io avevo gareggiato da poche settimane quindi ero in forma, bè mi fu risposto che dovevo rifare tutta la trafila dal Mr lazio! Che dire stessa situazione di gelosia ed invidia di sempre, come tantissimi anni prima in Grecia ma la soddisfazione mia e’ di aver lasciato un segno in questo sport! Mentre questi ancora vanno in giro nelle gare con quelle giacchette blu con lo scudetto della fedCulturismo italiano_male02erazione al petto mi fanno ridere. Avrebbero voluto essere vincenti sul palco ma purtroppo per loro non ci sono riusciti.

D) Cosa consiglieresti ai neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?

Ad un principiante direi di iniziare con il piede giusto perché i sacrifici sono tanti e la strada è lunga, io come regola mi sono sempre dato di ascoltare chi era meglio di me e da li la decisione di andare alla Mecca a Venice! Li i migliori sono, e non i ciarlatani che ci sono qui che fanno tutto difficile e tutto segreto con alchimie miracolose…il miracolo lo fa’ l’allenamento vero ed intenso punto.

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio nell’ impegno preso con il body building?

A chi sta leggendo non voglio dire niente in fondo, ho raccontato la mia storia di trenta anni in questo sport quindi spero che le persone da questa intervista possano prendere degli spunti per se stessi non mi reputo un guru, mi reputo un uomo che da ragazzino amava questo sport meraviglioso, ed ancora oggi continuo a farlo perché è la mia vita!

D) Le nuove categorie di gara, men’s physique, bikini etc….cosa ne pensi?

Cosa penso dei men’s phisique…mah, io capisco che gli organizzatori hanno bisogno di piu partecipanti alle gare quindi, più giro di soldi nel settore, ma certamente non mi piacciono affatto vedere molti bei ragazzi con quei mutandoni muoversi sul palco come donnette ed ad ogni posa spostarsi i capelli! Non ci vedo niente di maschio poi essere giudicati!  Per metà corpo nascosto…come si fa quando le gambe sono una parte impCulturismo italiano_male07ortantissima per un atleta! Ma visto che in questo momento non se ne può fare a meno, farei delle gare di belezza di questi in altre manifestazioni,  e a parte  di  culturismo vero! Pensiamo ad esempio ad Arnold,  “scodinzolare” sul palco in mutandoni e muoversi i capelli è una cosa assurda! Per quanto riguarda le bikini, sono a favore perché esprimono la femminilità  ed al tempo stesso penalizzerei le atlete super muscolose nella categoria delle donne perché si verifica sempre la stessa situazione dei men’s phisique ma al contrario, troppo mascoline per me!

D) Cosa ne pensi del livello del body building Italiano attuale?

Sinceramente non lo seguo da vicino ,quindi vedo qua e là qualche foto, so solamente che tanti anni fa a praticare culturismo eravamo in tanti e  tanti gareggiavano, quindi la selezione era più grande ed arrivare era molto più difficile do oggi! Con l’avvento del wellness sono pochi a praticarlo seriamente, come le mosche bianche, ma tuttavia si vede qualche atleta completo.

D)Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?

Certo che voglio ringraziare qualcuno. Per iniziare tutti i miei amici, che dopo tanti anni mi scrivono dicendomi che mi ammirano e mi stimano e spero che ora con questo articolo lo faranno di piu’ perche’ cosi avranno modo di conoscere anche il mio carattere e non solo il fisico. Ma il mio ringraziamento particolare va a mio fratello Maurizio con lui ho condiviso tutta la mia vita lui e’ semprCulturismo italiano_male05e quello che mi aiutava negli allenamenti mi faceva da sentinella quando mi allenavo per non far avvicinare nessuno che poteva distarmi e sempre lui quando stavo per salire sul palco mi diceva: “vai sei il migliore nessuno ti può battere”… e li già sapevo di aver vinto a prescindere daciò che decidevano i giudici, e ricordate sempre a testa alta mai chinarsi a nessuno! Grazie Vittorio per l’ opportunità che mi hai dato, a presto!