Archivi categoria: IFBB PRO

BCAA: Cosa sono e a che servono

Di Francesco Mazzotta IFBB PRO

COME SEMPRE HO DETTO……SONO ADATTI SOLO PER SPORT DI RESISTENZA PER NON PERDERE LA MASSA MUSCOLARE……..EVITANDO IL CATABOLISMO E NON PER I BODY BUILDER CHE SONO ALLA RICERCA DELL’ ANABOLISMO E AUMENTO DELLA MASSA MUSCOLARE…

culturismo_italiano_Francesco Mazzotta

Se frequentate palestre o centri sportivi avrete già sentito parlare dei BCAA, che altro non sono che gli aminoacidi ramificati.

Alcuni sportivi, infatti, integrano I BCAA nella loro routine alimentare prima, durante o dopo il workout e tendono a consigliarli a chi vuole migliorare le proprie prestazioni fisiche.

Le domande che ci si pone, sentendoli nominare, sono parecchie, forse complice anche la sigla non facilmente riconducibile a “branched-chain amino acid”, ovvero “aminoacidi a catena ramificata”.

Tra le domande più frequenti vi sono:

Cosa sono e che ruolo svolgono I BCAA nel nostro organismo?
Perché sono così diffusi tra sportivi e soprattutto in alcune discipline?
Ne assumiamo a sufficienza con la classica dieta mediterranea?
Per che tipo di persone sono maggiormente indicati? E per quali, invece, possono rivelarsi di poca utilità?
Risponderemo a tutte queste domande, senza però trascurare informazioni importanti.

Partiamo dall’inizio.

logo

1. Che ruolo hanno i BCAA?
Ciò che differenzia gli aminoacidi ramificati (BCAA) dagli altri tipi di aminoacidi è il fatto che i BCAA intervengono direttamente nel lavoro muscolare, senza impiegarsi prima a livello di lavoro epatico.

I BCAA arrivano direttamente ai muscoli servendoli di azoto, fondamentale a sua volta per la sintesi di altri aminoacidi (alanina e glutamina). Questo implica che, con un corretto apporto di BCAA, si evita di incorrere nel tanto temuto catabolismo muscolare.

Altro effetto importante dei BCAA è l’opposizione dell’ingresso del triptofano libero nel cervello; quindi, al diminuire della concentrazione di BCAA, corrisponde un aumento della sensazione di fatica, nemica delle buone performance.

Diminuendo lo stimolo dato dal triptofano, i muscoli lavoreranno con meno fatica anche grazie all’apporto di azoto che contribuisce alla sintesi proteica e al reintegro della glutamina, a sua volta impiegata per neutralizzare l’iperammonemia (eccesso di ammoniaca).culturismo_italiano_Bcaa 2

Non vogliamo soffermarci qui sugli effetti dell’ammoniaca, ma vi basti sapere che, oltre ad essere una sostanza molto tossica per i tessuti, impedisce la sintesi proteica.

Costituendo il 35% circa di tutti gli aminoacidi presenti nei muscoli, un corretto apporto di BCAA risulta quindi fondamentale per evitare scarse performance e il catabolismo muscolare.

I BCAA, inoltre, come accennato, formano alanina durante la loro ossidazione. Forse non lo sapete, ma l’alanina è precursore più importante della gluconeogenesi che, come si deduce della parola, è il processo in cui un composto non glucidico viene convertito in glucosio (e, quindi, energia).

Ricapitolando: meno sensazione di fatica, meno catabolismo muscolare, maggiore energia e stimolazione alla produzione di proteine. Niente male, vero?

Culturismo Italiano Bcaa

2. Per chi sono maggiormente indicati?
Come è facile desumere dagli effetti, I BCAA sono maggiormente indicati per chi mira al mantenimento della massa muscolare.

A causa della loro peculiarità di frenare il catabolismo muscolare si rivelano indicati anche per chi segue regimi alimentari ipocalorici e non vuole che i muscoli vengano “attaccati” nella produzione di energia.

Chiaramente, costituendo un’importante sostegno in allenamenti intensi per la barriera al triptofano, si rivelano importanti anche in chi non è così interessato alla costruzione di nuova massa muscolare ma al semplice recupero post-allentamento.

3. È meglio assumere i BCAA prima, durante o dopo l’allenamento?
Non esiste una risposta giusta universale, ma vi elenchiamo gli effetti che i BCAA hanno se assunti prima, durante o post allenamento.

Prendere i BCAA prima di un allenamento influenza la risposta di alcuni ormoni anabolici, tra cui insulina, testosterone e ormone della crescita. I BCAA pre-workout permettono inoltre di avere più energia, a causa della barriera che costituiscono all’ingresso del cervello nei confronti del triptofano.

Assumere i BCAA durante l’allenamento diminuisce la degradazione proteica dei muscoli, contribuendo ad alleviare la sensazione di fatica nelle sessioni prolungate di allenamento.

arnold-schwarzenegger-now-2015-wallpaper-2

Assumere i BCAA post allenamento permette di favorire la sintesi proteica – e, di conseguenza, diminuire o annullare il catabolismo muscolare – e di ripristinare le riserve di energia.

Gli aminoacidi essenziali sono i giusti integratori da assumere Pre e post allenamento e nel Pre contest in dieta stretta anche durante gli spuntini e al mattino….. in tal senso se avete qualcosa da dire sono qui ad ascoltare e leggere le vostre discordanze in merito.

Un caro saluto a tutti i lettori,
P.t. Franco Mazzotta

San Marino 2016: leggendario! 


Leggendario. É la parola più adatta che mi viene in mente per questa edizione del San Marino pro 2016. Parto dalla mia splendida Sicilia alla volta del paese della libertà, così si legge al suo ingresso al confine…di San Marino. Quest’anno arrivo nuovamente a questo appuntamento nel freddo dicembre, con una punta di soddisfazione in più visto che sono anche sponsor della manifestazione oltre che ormai fan sfegatato dell’evento! 


Quest’anno ho deciso di essere ancora più parte di questo evento, come vi dicevo proponendomi come sponsor della manifestazione. Un opportunità che ho condiviso con l’organizzazione di v-power e Gianenrico Pica IFBB pro, che alla mia proposta di far parte di questo grandioso evento é stato subito disposto a farmi entrare in questa macchina di emozioni e super atleti , che è il San Marino pro! Grande é stata l’emozione nel leggere più volte il nome di questo blog, la mia creatura, su uno dei palchi più importanti nel nostro paese. Regalandomi non poca soddisfazione vi dirò, finalmente posso affermare che anche CULTURISMO ITALIANO é riuscito con le sue sole forze, senza sponsor e sostenuto da tutti voi  che numerosi mi seguite, a essere parte di questo splendido evento. Creando ancora più forte fra noi e questo evento inimitabile! Purtroppo non sono riuscito ad avere una buona connessione internet quest’anno ma per il prossimo anno mi sto attrezzando così da farvi vivere ancora con maggiore partecipazione ed essere ancora più parte dell’evento! Come solo CULTURISMO ITALIANO con il vostro supporto può fare! 

Questa edizione non si rinnova solo nella data, passata a dicembre, ma si espande unendo il famoso mr Olympia amatoriale IFBB e presentandosi nel palazzetto multi eventi centro olimpico, che crea uno scenario più grande per gli atleti dando un risalto maggiore alla competizione. Anche l’expo si rinnova, con nuovi espositori e miti del culturismo italiano a far da cornice all’evento. Campioni del culturismo italiano che si uniscono e si fondono alla perfezione con le leggende venute dalla terra natia del bodybuilding, l’America. 

L’edizione 2016 diventa San Marino Pro – Olympia Amateur Europe Edizione 2016! 

La quarta Edizione del San Marino Pro, l’appuntamento più atteso del bodybuilding Italiano, cresce ancora di credibilità e notorietà internazionale. Le tre edizioni passate sono state un crescendo di consenso sia in termini di affluenza che di qualità degli ospiti. Gian Enrico Pica, Presidente della IFBB San Marino (Federation Sammarinese Body Building) e CEO V-Powersrl è lieto di informare che l’edizione 2016 del San Marino Pro – Olympia Amateur si é tenuto a San Marino dal 2 al 4 Dicembre nella Repubblica di San Marino, i vincitori di 5 categorie dell’Olympia Amateur (BODY BUILDING OVERALL, MEN PHYSIQUE OVERALL, BODY FITNESS (FIGURE) OVERALL, BIKINI OVERALL, WOMEN PHYSIQUE OVERALL) riceveranno la IFBB PRO CARD.


Il Montepremi della Gara professionistica é stato di $ 30.000 suddiviso tra le categorie Open Men, Figure e Bikini!

Dopo il primo forte impatto emotivo non potevo che scegliere questo termine, leggendario, per descrivere questo evento speciale e raro! Infatti, non credo di esagerare nel dire che questo spettacolo raduna quest’anno il meglio dell’esistenza del BODYBUILDING professionistico di tutti i tempi. Quest’anno sono stati invitati dall’organizzatore, Gianenrico Pica IFBB Pro, alcuni fra i migliori Bodybuilders al mondo e icone di questo sport: Gaspari, James, Ray, Palumbo, Wheeler, Greene, Rhoden. Campioni che hanno fatto la storia di questo sport, atleti che hanno calcato più volte il palco dell’olympia. Campioni che hanno portato questo sport ai massimi livelli, leggende. 

 Campioni che hanno dato vita ad un seminario unico e speciale che da solo valeva tutto il biglietto, il viaggio! Un seminario dove si è parlato di vero bodybuilding, di esperienze dirette e racconti di quello che è stato e che sempre sarà il bodybuilding: passione, dedizione, pesi, grossi muscoli, posing, allenamento, alimentazione, proporzioni, arte. Un seminario magnifico che mi ha fatto 

emozionare, ridere e riflettere. Un momento in cui mi ha ricordato perché mi piace queste stile di vita. Un seminario come non se ne sono mai fatti e visti. Un seminario magistralmente moderato da Dennis James e per noi tradotto in tempo reale da Carlo Teani e da Luca Silvestrini. Un seminario che tanto bene ha parlato della passione che ci anima e ci accomuna, il vero bodybuilding, un seminario come non se ne sono mai visti prima in Italia, un seminario bellissimo. Mi spiace per coloro che non hanno avuto questa fortuna di poter essere presenti. Perché tornare a parlare di vero bodybuilding , finalmente, é ciò che ci voleva anche qui da noi! Troppo ci siamo persi dietro a stratagemmi per modificarne la vera natura di questa passione, ma essa ci ricorda sempre che é fatta di muscoli, dedizione e risultati fisici.


La gara amatoriale ci regala diversi primi posti in terra italica, con diversi nostri atleti vincitori di molte categorie di peso. Ma ci mostra anche le eccellenze di molti atleti stranieri, che danno battaglia agguerrita sul palco, come il mio amico russo: Shotia Kagramanian, eccellente bodybuilder che stravince la sua categoria di peso, con muscoli e una condizione superba. L’Italia culturistica ne esce ritemprata da questa speciale competizione. Complimenti a tutti. Speriamo di rivederla anche il prossimo anno.
La competizione professionistica, dal canto suo, é stata ben organizzata e Gianenrico Pica ci ha portato molti atleti professionisti eccellenti sul palco, nomi come Zupan, Beyeke, Ray, Shabunya ma fra tutti vince meritatamente la nuova stella del bodybuilding internazionale professionistico lo spettacolare: Lionel Beyeke, che ha lasciato tutti i presenti a bocca aperta per una condizione eccezionale e volumi incredibili! L’atleta francese si porterà a casa poi la coppa del primo posto meritatamente, guadagnando così la qualifica per l’olympia 2017, presentando un fisico muscoloso, tirato da bodybuilder e un posing sicuro e ben studiato. Vittoria meritata. Una gara che ci ha fatto vivere per una sera il bodybuilding di altissimo livello come solo i pro di questo sport sanno fare. Fra gli atleti pro presenti anche diversi italiani ma fra tutti va data una nota speciale alle donne , nello specifico a Mariella Pellegrino che si classifica 9′ alla sua gara di esordio nelle bikini. Mentre nelle figure le due veterane del palco, Lorena Cozza e Agnese Russo, ci regalano uno spettacolo entusiasmante dove la seconda conquista la finale classificandosi poi quinta. Grande competizione, grandi atleti. Splendida la categoria men bodybuilding dove, oltre la già citata vittoria di Beyeké, spicca decisamente Petar Klancir. Sottolineato anche dal grandissimo Dave Palumbo nel suo video report della gara che potete trovare sul sito rxmuscle. Insomma una competizione come non se ne possono vedere di eguali nella nostra bella Italia. Grazie dobbiamo solo dirlo al grande lavoro di Gianenrico Pica e del suo staff di Vpower sempre gentilissimi e disponibili con tutti! Insomma, cosa aspettate a prenotare i vostri posti per l’edizione 2017? A presto, Vittorio.

Muscle memories: Shawn Ray

banner_memorie

di Michele Parisi

Bentornati amici e amiche di Culturismo Italiano;
dopo il successo destato dal primo articolo, presento oggi un altro campione assoluto dell’età d’oro del bodybuilding, quella dei “nineties”, signore e signori: Shawn Ray.

CulturismoItaliano_shawn-rayNacque il 9 settembre del 1965 a Placentia (California), ragazzo dal carattere forte, già da giovane mostrò spiccate doti di comunicatore e appena diciottenne vinse la sua prima competizione. A livello giovanile vinse nell’arco dei 2 anni successivi praticamente tutto, sia a livello locale che mondiale come dilettante; nell’87 vinse prima il Mr. California e poi il tesserino da pro aggiudicandosi i Nationals NPC, sia la categoria (medio-massimi) sia l’assoluto.

La prima gara da pro la disputò nel 1988, la storica Night of Champions; la prima vittoria arrivò nel ’90 all’Ironman Pro, seguita dall’affermazione all’Arnold Classic, vittoria che però gli fu tolta in favore di Mike Ashley per non aver superato il test anti-doping. Nessun problema, perché l’anno dopo si aggiudicò nuovamente questa gara, stavolta senza intoppi.

CulturismoItaliano_shawnRay06La sua carriera non ha previsto la partecipazione ad un numero di gare altissimo: infatti, tolta qualche sporadica presenza all’Ironman e all’Arnold, Shawn si concentrò soprattutto sul “Big O.”, suo palcoscenico naturale e prediletto, dove, eccetto la prima presenza nel ’88 (dove arrivò 13°), non si e’ piazzato mai al di sotto del 5° posto dal 1990 al 2001, 12 volte consecutivamente e di cui spiccano 3 terzi posti e 2 secondi posti (’94 e ’96) dietro l’imbattibile Dorian….tumblr_nsxi2njhwk1tzj1x0o1_500

Yates, di cui Shawn fu spesso la nemesi, era la sua contrapposizione fisica: Ray, che dichiarò più volte di non voler assomigliare al Mr. Olympia in carica, ne avere il fisico del suo altro grande rivale degli anni ’90, Nasser El Sonbaty, era in effetti un baluardo del fisico estetico vecchio stampo, contro i fisici imperanti e dominanti dell’epoca, dove i più forti e gli emergenti ormai superavano i 110kg. Oltre ai già citati Dorian e Nasser, si facevano largo mostri della massa del calibro di Paul Dillet, Jean-Pierre Fux e migliorava CulturismoItaliano_shawnRay07costantemente un certo Ronnie Coleman…. Ciò nonostante Shawn, con la sua superba combinazione di rotondità e separazione muscolare, con un perfetto equilibro sotto ogni punto di vista, una vita sottilissima, muscoli assolutamente armonici e simmetrici tra loro e messi in mostra con un posing spettacolare, sia nelle obbligatorie che nelle libere, riusciva sempre ad imporsi sulla maggior parte di loro nell’evento più importante, distinguendosi dalla massa: un vero e proprio osso duro pronto a battere anche il migliore in assoluto, qualora non si fosse presentato al top, poiché la sua preparazione era sempre perfetta in qualunque occasione.

CulturismoItaliano_ShawnRay09Questo atleta possiamo definirlo splendido esemplare di simmetria, perfetto collante tra gli anni ’80 e ’90, con una plasticità fisica, una simmetria e una linea che ricalca statue viventi a cui si ispirò come il grande Bob Paris, ma con volumi e masse non ancora usuali per i tempi, visto che alla fine degli anni ottanta, tolto il mr. Olympia in shawn-ray-diet-bio-bodybuilder-mr-olympia-2014-bodybuilding-fitness-your-guide-to-building-bodybuilder-photos-youm-misr-12carica Lee Haney, pochi superavano i 100kg: lui, che superava abbondantemente i 90kg ma su una struttura minuta e leggerissima, con articolazioni inesistenti e un altezza modesta (1,70cm scarsi), aveva una muscolosità avanti per l’epoca, dunque presentava quel “total package” tanto ricercato che lo rendeva un fuoriclasse assoluto.

Posatore d’altri tempi, aveva la capacità di esaltare al meglio la bellezza del suo corpo senza punti deboli ne superiori che sovrastassero gli altri, presentandolo ai massimi livelli con musiche intense e struggenti che davano risalto alla sua passione, la sua plasticità saltava fuori con transizioni tra una posa e l’altra che lo hanno reso leggendario.

CulturismoItaliano_ShawnRay02La sua eleganza, non solo fisica, lo rese il modello perfetto per copertine, servizi dei più grandi fotografi del settore del periodo e articoli delle riviste più famose al mondo come Flex, Muscle & Fitness, Musclemag, nonché in vari video di cui e’ protagonista. La suo filmografia varia tra video istruttivi e documentari, motivazionali e descrittivi delle sue preparazioni all’Olympia. Famoso per la sua proverbiale loquacità, in effetti risulta molto bravo col microfono, facendo spesso da cronista di gare per siti e per grandi canali televisivi CulturismoItaliano_ShawnRay03(ESPN) ed intervistatore, prima saltuariamente durante la carriera, dopo il ritiro in modo fisso; oramai commentatore e redattore capo di Muscular Development, dove lavora sia con video sul sito, sia come corrispondente per la versione magazine, risulta anche grande organizzatore e promotore di gare ed èsempre presente nei maggiori contest (sia professionistici che dilettantistici) in giro per il mondo.

Disse che la sua massima aspirazione da giovane era diventare come l’ex Mr. Olympia Chris Dickerson e anche come Bob Paris, che reputava la massima espressione di bellezza e perfezione fisica, cosa che, in seguito, disse di aver ritrovato in un altro grande campione a cavallo dei due decenni, Francis Benfatto. Sempre in lotta con i vertici nel supportare un fisico che mettesse la bellezza e la simmetria sempre davanti alla massa a tutti i costi, contrario ad inestetismi, ginecomastie, stomaci prominenti, bozzi strani in alcuni muscoli, tutto ciò che era caratteristico dei Freak per lui andava eliminato o quantomeno penalizzato; fino all’ultimo tentò di diventare mister Olympia, che lui pensava e pensa tutt’ora di aver meritato, ma mai ricevette tale onorificenza per la strada CulturismoItaliano_ShawnRay05sbagliata seguita e impostata a suo avviso dalle gerarchie federali.

Rimarrà nella memoria collettiva come uno dei più grandi atleti a non essere diventati Mr. Olympia (nonostante ci fosse andato vicino più volte), nonché come posatore impareggiabile e a tutt’oggi inimitato ed inimitabile.

Bene, siamo nuovamente giunti al momento dei saluti. Ci ritroveremo presto qui per raccontarvi le gesta di un nuovo campione storico, per farlo conoscere a chi sa poco o nulla di lui e per rinfrescare la memoria dei nostalgici….Arrivederci e restate con noi!

Franco Malè, un’intervista senza peli sulla lingua!

Culturismo italiano_male04D) Benvenuto! Partiamo con un piccolo curriculum: le prime gare fatte e le più importanti vinte?

Ciao a Tutti! Ho disputato circa a 12 gare e tutte per me hanno una grande importanza perché dietro ognuna c’e’ una storia diversa. la prima gara e’ stata il Mr Lazio NABBA e solo dopo 6 mesi di allenamento sono arrivato secondo poi dopo altri sei mesi ho vinto il Mr Italia di Sapri vincendo anche l’assoluto li ho avuto la conferma che in quest sport potevo raggiungere buoni risultati! Circa dopo un anno mi sono presentato al Mr Italia WABBA in una forma stupenda ma purtroppo arrivai secondo non per la mia forma ma solamente perché non avevo acquistato attrezzature dal presidente della federazione in carica… non sono stato mai un lecca culo e tanto meno il cagnolino di nessuno volevo essere giudicato solo per il mio valore e la cosa più assurda che il lunedì dopo solo tre giorni mi arriva una telefonata dalla federazione che mi diceva che “Anche se sei arrivato secondo la tua forma non è da italiani ma è da Europei! Quindi abbiamo deciso di portarti in Grecia a gareggiare per l’Italia anche se solo il vincitore degli Italiani poteva partecipare, felice di ciò parto con la nazionale ed all’arrivo in Grecia mi chiudo in stanza per due giorni sdraiato a letto visto che dopo la gara mi ero abbuffato perché non sapevo di questa decisione. Bè al momento di salire sul pulmino tutto tirato pronto per il pre-gara viene il capo dei giudici italiani dicendomi che non potevo Culturismo italiano_male08partecipare agli Europei perché tutti gli accompagnatori degli atleti italiani avevano fatto una riunione e avevano deciso che non dovevo gareggiare perché toccava solo al vincitore in carica degli Italiano! Facendo cambiare la decisione presa dalla presidenza stessa pare!!! Cosa che ho ritenuto di basso livello come macchinazione, perché fatta dagli stessi italiani e così 15 minuti prima del pre-gara e dopo averli mandati tutti a quel paese, ho preso una decisione importante per me: andare in America!
In america ho disputato tre gare nella prestigiosa NPC piazzandomi 6° al Mr Los Angeles e invece 1° e vincendo pure l’Overall al Mr Hercules USA, un 3° posto al Nord America nei medio massimi. Poi ritornato in Italia dopo tanti anni ho ripreso a gareggiare anche qui. Ottenendo anche qui tante vittorie Overall al Gran Prix Freeway battendo tra gli altri il vincitore dell’assoluto di tre mesi prima del Trofeo Due Torri, il Gran Prix Internazionale open in Svizzera sempre Overall, Mr Universo NABBA Overall e primo al Trofeo Due Torri cat. Massimi poi con l’ ultima vittoria del 2000 mi sono ritirato da vincente.

Culturismo italiano_male01D) Perché hai iniziato a fare culturismo?

Ho iniziato a praticare culturismo perché dopo aver fatto altri sport in passato, tra cui il ciclismo e la boxe, volevo rimettermi in forma ed iniziai ad allenarmi con i pesi. Dopo alcuni mesi già ero il più grosso della palestra e ho capito che forse avevo una buona genetica per questo stile di vita.

D) Cos’è il culturismo per Franco Malè?

Cos’è il culturismo per me? Per me è una ragione di vita che va oltre i muscoli o le vene è un modo di vivere, di pensare, di agire, di vedere i muscoli come tuoi amici. Muscoli che ti accompagnano nella vita e ti renderanno forte e ti aiuteranno a superare momenti difficili, su loro puoi sempre contarci, perché rappresentano la tua forza interiore.

D) 3 fratelli, 3 genetiche mostruose….il body building è ….?

Io e i miei fratelli, Maurizio e Marcello, abbiamo iniziato ad allenarci insieme me li sono portati in palestra fin da piccoli uno aveva 14 anni anni l’altro 11, poi la genetica ha fatto il resto ed anche loro hanno avuto un ruolo importate nel culturismo italiano. Dimostrandosi atleti grossi e massicci.

D) A chi ti sei ispirato, quali erano i tuoi modelli?
D) Hai avuto un “maestro”, qualcuno che ti ha seguito, a cui pensi di dover gran parte dei tuoi risultati?
D) A parte le gare vinte, qual è stata, secondo te, la tua forma migliore?Culturismo italiano_male06

Secondo me la mia forma migliore è stata al Trofeo Due Torri del 1999, un mese dopo aver vinto il Mr Universo, anche se sapevo che sarebbe stato difficile vincere, ma solamente perché in un colloquio privato con uno sponsor della manifestazione di un noto venditore di attrezzature sportive, mi disse:”Sai, si però c’è “Tizio” in gara!” – Come a farmi intendere che il primo posto era già assegnato, ma fatto sta che che poi l’anno successivo hanno diviso la categoria massimi in due…come mai? Avranno capito di aver fatto uno sbaglio l’anno prima? Chissà!

D) Come ti allenavi? E qual’è sempre stato il tuo obiettivo finale nCulturismo italiano_male03el tuo allenamento?

Come mi allenavo? Bè per me l’allenamento era sacro non mi affidavo agli integratori, sapevo che per crescere ci voleva una grande intensità negli allenamenti. Quella intensità appresa dai campioni americani.

D) Quanto è importante la nutrizione per un culturista e quali sono oggi gli errori che vedi commettere?

La nutrizione è importantissima non si può diventare Campioni VERI, senza alimentarsi come tali. Gli errori di oggi penso siano più o meno quelli di ieri: molti pensano che la chimica è alla base di tutto, ma se fosse cosi avremmo tantissimi atleti enormi…ma, sorpresa, non e’ cosi! Alla base c’è la genetica, che però deve andare di pari passo con la dedizione e la voglia di sacrificio.

D) Cosa non va nel culturismo Italiano secondo te oggi?

Da tanti anni sono fuori dalle competizioni l’unica cosa che mi disturba sono questi Team con schiere di atleti che non capisco il perche’ devono stare tutti insieme quando il BB e’ uno sport individuale e non una squadra di calcio come se Yates, Coleman o Cutler e vari, tutti a far parte di un Team magari il Team di Fichi!
Questi sono guerrieri che agiscono da soli! E poi , secondo me, tutti quest capi Team che nel body building non hanno vinto niente ed ora fanno i guru…e tutte queste pecorelle dietro questo mi infastidisce, ma co
munque io ho fatto il mio tempo…quindi va bene cosi.

D) Oramai non gareggi più, ma se potessi tornare su di un palco di gara, quale sceglieresti e perchè?

Se fossi in grado di gareggiare di nuovo, vorrei partecipare ad una gara di professionisti IFBB c’ero molto vicino dopo tutte le gare vinte e tanti atleti italiani erano passati professionisti senza vincere ciò che avevo vinto io, avevo chiesto di partecipare al Gran Prix IFBB visto che era a Roma ed io avevo gareggiato da poche settimane quindi ero in forma, bè mi fu risposto che dovevo rifare tutta la trafila dal Mr lazio! Che dire stessa situazione di gelosia ed invidia di sempre, come tantissimi anni prima in Grecia ma la soddisfazione mia e’ di aver lasciato un segno in questo sport! Mentre questi ancora vanno in giro nelle gare con quelle giacchette blu con lo scudetto della fedCulturismo italiano_male02erazione al petto mi fanno ridere. Avrebbero voluto essere vincenti sul palco ma purtroppo per loro non ci sono riusciti.

D) Cosa consiglieresti ai neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?

Ad un principiante direi di iniziare con il piede giusto perché i sacrifici sono tanti e la strada è lunga, io come regola mi sono sempre dato di ascoltare chi era meglio di me e da li la decisione di andare alla Mecca a Venice! Li i migliori sono, e non i ciarlatani che ci sono qui che fanno tutto difficile e tutto segreto con alchimie miracolose…il miracolo lo fa’ l’allenamento vero ed intenso punto.

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio nell’ impegno preso con il body building?

A chi sta leggendo non voglio dire niente in fondo, ho raccontato la mia storia di trenta anni in questo sport quindi spero che le persone da questa intervista possano prendere degli spunti per se stessi non mi reputo un guru, mi reputo un uomo che da ragazzino amava questo sport meraviglioso, ed ancora oggi continuo a farlo perché è la mia vita!

D) Le nuove categorie di gara, men’s physique, bikini etc….cosa ne pensi?

Cosa penso dei men’s phisique…mah, io capisco che gli organizzatori hanno bisogno di piu partecipanti alle gare quindi, più giro di soldi nel settore, ma certamente non mi piacciono affatto vedere molti bei ragazzi con quei mutandoni muoversi sul palco come donnette ed ad ogni posa spostarsi i capelli! Non ci vedo niente di maschio poi essere giudicati!  Per metà corpo nascosto…come si fa quando le gambe sono una parte impCulturismo italiano_male07ortantissima per un atleta! Ma visto che in questo momento non se ne può fare a meno, farei delle gare di belezza di questi in altre manifestazioni,  e a parte  di  culturismo vero! Pensiamo ad esempio ad Arnold,  “scodinzolare” sul palco in mutandoni e muoversi i capelli è una cosa assurda! Per quanto riguarda le bikini, sono a favore perché esprimono la femminilità  ed al tempo stesso penalizzerei le atlete super muscolose nella categoria delle donne perché si verifica sempre la stessa situazione dei men’s phisique ma al contrario, troppo mascoline per me!

D) Cosa ne pensi del livello del body building Italiano attuale?

Sinceramente non lo seguo da vicino ,quindi vedo qua e là qualche foto, so solamente che tanti anni fa a praticare culturismo eravamo in tanti e  tanti gareggiavano, quindi la selezione era più grande ed arrivare era molto più difficile do oggi! Con l’avvento del wellness sono pochi a praticarlo seriamente, come le mosche bianche, ma tuttavia si vede qualche atleta completo.

D)Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?

Certo che voglio ringraziare qualcuno. Per iniziare tutti i miei amici, che dopo tanti anni mi scrivono dicendomi che mi ammirano e mi stimano e spero che ora con questo articolo lo faranno di piu’ perche’ cosi avranno modo di conoscere anche il mio carattere e non solo il fisico. Ma il mio ringraziamento particolare va a mio fratello Maurizio con lui ho condiviso tutta la mia vita lui e’ semprCulturismo italiano_male05e quello che mi aiutava negli allenamenti mi faceva da sentinella quando mi allenavo per non far avvicinare nessuno che poteva distarmi e sempre lui quando stavo per salire sul palco mi diceva: “vai sei il migliore nessuno ti può battere”… e li già sapevo di aver vinto a prescindere daciò che decidevano i giudici, e ricordate sempre a testa alta mai chinarsi a nessuno! Grazie Vittorio per l’ opportunità che mi hai dato, a presto!

 

2015, San Marino Pro – Solo per numeri uno

culturismo_italiano_SMPRO22Venerdì. Sveglia presto, valigia pronta, biglietti in tasca. E’ ora di partire alla volta del monte Titano per il San Marino PRO 2015!

Quest’anno sarà diverso. Dalla mia splendida Sicilia mi dirigo alla volta della Capitale e da lì dritto per San Marino, dove anche quest’anno si svolge grazie a Gian Enrico Pica,  l’unico evento che permette a noi appassionati di vedere, ascoltare, incontrare i PRO IFBB, coloro che sono fonte di ispirazione e stimolo per noi tutti! Si, i PRO IFBB coloro che sono al livello più alto di questo stile di vita, coloro che ci sono da esempio per come si deve essere, per come rappresentare al meglio questo stile di vita. Parlo dei PRO VERI, quelli americani e  alcuni Italiani che hanno capito DAVVERO come va affrontata questa disciplina,  Come solo loro e pochi altri possono fare.culturismo_italiano_SMPRO17
Quest’anno non andrò a questa manifestazione in veste di reporter per CULTURISMO ITALIANO. Perché quest’anno è diverso. Per me quest’anno ci sarà qualcosa di diverso a questa manifestazione.
Infatti dopo quello che era nato, da parte mia, come un gioco…chiedendo a Pica se poteva riportare  in Italia colui che ho l’onore di chiamare Amico e atleta che stimo sopra ogni altro: Evan Centopani. Gian Enrico mi ha fatto contento! Si! Avete capito bene, ho chiesto e sono stato accontentato.
Davvero mi sono sentito un pò imbarazzato per questa sua gentilezza, di solito non mi succedono queste cose. Ma, stavolta, sono stato accontentato! Rivedrò Evan, vedrò nuovi PRO, rivedrò qualche amico!

culturismo_italiano_SMPRO01

Con questi pensieri in testa arrivo finalmente, dopo un viaggio piuttosto complicato devo dire, quest’anno, a San Marino. sono arrivato un giorno prima per essere rilassato e pronto a godermi questa festa. Posando le valige faccio un giro. Subito mi accoglie Gian Enrico, che mi invita ad andare al ristorante con lui….c’è una sorpresa che mi aspetta mi dice!culturismo_italiano_SMPRO21

Ed eccolo lì! il gigante buono, l’atleta che me
glio incarna per me l’archetipo del culturista, colui che prima di essere una montagna di muscoli è un Amico. una persona di cui mi fido e a cui voglio sinceramente bene: Evan Centopani!

culturismo_italiano_SMPRO27

E così si comincia! Parliamo per tutta la sera, cercando di non subissarlo di domande ma godendo della reciproca compagnia e ridendo come vecchi amici. E’ passato un anno dall’ultima volta che ci siamo visti, eppure quando sei con un Amico, quel tempo non è mai passato in realtà.  Ci rendiamo conto che l’ora è tarda, domani mattina entrambi sappiamo che inizierà la manifestazione. Per parlane, devi esserci…e noi ci siamo!

culturismo_italiano_SMPRO03

La mattina di sabato si aprono gli stand, la gente comincia  girare, i PRO si fanno vedere nei vari stand. Phil Heath, Larissa Reis, Evan Centopani, Big Ramy, coloro che gareggeranno da  Josh Lenartowicz atleta PRO venuto fin qui dall’ Australia, Ronny Rockel, William Bonac, il nostro talento Emiliano Dell’Uomo e tanti altri.
culturismo_italiano_SMPRO11A questi vanno ad aggiungersi gli atleti che parteciperanno al GP del Titano, gara amatoriale ricca di premi che dovrebbe essere aperta a tutti gli atleti Italiani a parer mio, una gara così con questi tipi di premi non può fare che bene al culturismo Italico e a tutti dovrebbe essere permesso di parteciparvi. Quando capiremo dovremmo unire le forze ….invece di dividiamo il misero bottino, sarà sempre troppo tardi, secondo me.  Gara che si svolge comunque con un numero di atleti se non troppo altro, sicuramente preparatissimi, belli da vedere e che ci regalano una bella manifestazione, se pur con qualche piccolo intoppo.  Ma sto parlando del problema che si è avuto nei bb fino a 80kg, dove per un errore evidente dell’addetta ai conteggi….cambiatela…..un ragazzo viene illuso di vincere la categoria e poi riposizionato al terzo posto. Voi direte, ma non se né accorto culturismo_italiano_SMPRO18nessuno? Ovvio, io mi ero accordo della cosa improbabile,  vedendo gli atleti sul palco, ma evidentemente la ragazza addetta ai conteggi era molo emozionata e ha fatto questo errore. Per il resto le altre categorie scorrono tranquille e senza ulteriori intoppi.
Sul palco PRO abbiamo la più alta presenza di PRO in una gara europea in totale, 50 atleti provenienti da tutto il mondo! Che ci regalano uno spettacolo di altissimo livello non visibile in nessun altra gara italica. Un vero peccato per un appassionato non poterci essere, assurdo non guardare tutta la manifestazione, se sei un vero appassionato di questo sport, e ti capita una gara PRO dal vivo, ne vuoi fino all’ultimo secondo! Giusto?

culturismo_italiano_SMPRO21

La stessa manifestazione ha subito una piccola botta che ne ha minato la possibilità di avere atleti magari più blasonati per via di “guerre” politiche interne, so…invece di pensare al bene del culturismo, si cerca sempre di complicare le cose.

culturismo_italiano_SMPRO09

Ma come i migliori guerrieri, la manifestazione si è rivelata ancora una volta centro nevralgico di positività e di professionismo, sia da parte di Pica che si è speso per portare quanti più atleti noti possibili, sia da parte dei PRO veri presenti regalandoci uno spettacolo unico in Italia : Dell’Uomo, Bonac, Kiss. I vari seminai che ci hanno accompagnato per questi 2 giorni. La possibilità di conoscere i vari PRO. Questo è body building!

culturismo_italiano_SMPRO14

culturismo_italiano_SMPRO05

Come vi ho anticipato, per me quest’anno è diverso. Sarò un fan per i fan di culturismo italiano. godiamoci la manifestazione.  Andiamo  così analizzare il tutto più in dettaglio questi 2 giorni da un punto di vista di un fan. il mio punto di vista. Evan è il migliore per me, un Amico e una persona che ha una bella testa ore che un fisico invidiabile. Sempre disponibile, simpatico e pronto a una parola con tutti. Io sono stato davvero bene in sua compagnia, non avrei potuto scegliere di meglio come compagno di viaggio in questi 2 giorni! L’expo è sempre piana di amici da vedere con piacere e salutare, gente nuova da conoscere e personaggi di spicco del culturismo nazionale e internazionale . Non c’è un attimo che non ii ritrovi a parlare e a respirare l’aria del vero body building di alto livello. Proporrei un expo ancora più grande il prossimo anno, con più stand e più punti di incontro. Qui la fanno da padroni indiscussi i PRO. Sono il centro culturismo_italiano_SMPRO26nevralgico degli appassionati che chiedono foto su foto, autografi, maglie e gadget! E loro sempre lì, disponibili e sorridenti. Non è tutto un mondo magico eh…sono rimasto un pò deluso “dall’assenza” di Phil Heat …o meglio dalla poca presenza, perchè il Mr Olympia era presente come detto a San Marino, ma onestamente, lo facevo più un ragazzo della gente…forse perchè lo confronto con Evan che è stato allo stand per 2 giorni di fila, senza mai allontanarsi se non per andare a mangiare e al bagno. Al contrario di Heath. Così come Ramy e Larissa. Bho, non so…mi aspettavo di più da Heath. Gli altri PRO che ho incontrato nei vari anni si sono tutti presentati un pò più disponibili di lui, lo stesso suo mentore, Cutler, a suo tempo fu davvero socievole e disponibile. Peccato. Spero sia stato un solo episodio casuale, o il Mr Olympia in carica ha bisogno di ritornare alle origini. Avrei voluto una presenza maggiore anche di più testate note del settore, come il TEAM ANDRO o MUSCULAR DEVELOPMENT con presenze più forti, una cosa secondo me da incrementare il prossimo anno.
culturismo_italiano_SMPRO17culturismo_italiano_SMPRO10I seminari hanno dato una nota tecnica a questa manifestazione che ogni anno la rende sempre più interessante, e utile sia da un punto di vista divulgativo che di conoscenza. Il migliore per me quest’anno è stato il seminario di Melvin Antony, il signore del posing mondiale, davvero illuminante. Per chi mi segue sa quanto importante io ritenga il posing per un atleta, l’arte dentro il culturismo. L’unico momento in cui davvero potete mostrare il meglio del vostro impegno in palestra. Il suo seminario è stato sicuramente il più atipico e il più interessante quest’anno. Tanti trucchi imparati e tante cose che davo per scontate completamente rivoluzionate, utilissimo per gli agonisti. Quanto culturismo_italiano_SMPRO07pubblico! Per mia fortuna avevo preso per tempo il mio biglietto VIP, o mi sarei pentito di non averlo fatto per tempo! La competizione PRO è stata uno spettacolo unico!  Muscoli, condizione, determinazione, eleganza, educazione, professionalità. Qualcosa che in molte competizione italiane non di vede più purtroppo. Che dire, in ogni categoria si è visto che il livello PRO è alto davvero, anche in una gara che a detta di alcuni, con la lingua lunga,  non aveva grandi nomi presenti….ma vi avrei voluto vedere lì, per rimanere meravigliati come sono rimasto io. Sentire il nome di Emiliano Dell’Uomo pronunciato da Dennis James ( si! C’era pure il mito DJ), mi ha fatto emozionare! Cavolo, stiamo parlando seriamente di un PRO STAGE! non è da tutti! Questo ragazzo lo conosco e lo seguo da molti anni. Sin dalla sua prima apparizione sul palco sapevo che aveva una genetica fuori dal comune, e con gli anni, in silenzio ha lavorato sodo ottenendo il suo tesserino PRO, meritandolo vincendo un Arnold Classic e subito imponendosi sulla scena mondiale facendosi conoscere e riconoscere con rispetto da tutti i PRO, con Sassi, il suo trainer stanno facendo un lavoro che spero lo porti presto sul palco del big O! Se lo merita! In questa competizione però per me meritava un 3° posto pieno! Un talento genetico unico in Italia, una ragazzo che ha davvero conquistato tutto il suo successo con la sua umanità. Ma va bene anche il suo 5°posto in fondo…lasciamo che sia il lavoro futuro a far risuonare il suo trionfo, presto spero!
culturismo_italiano_SMPRO08
Bellissimo rivedere due veterani del palco come Mazzotta e Polesel di nuovo sul palco. Per chi come me li leggeva sulle rifviste, vederli dal vivo non ha prezzo! al di là del risultato finale che non li ha visto vincitori, per me è stato davvero bello vedere questi due guerrieri sul palco, riportandomi ad un idea di culturismo dove culturismo_italiano_SMPRO25contavano meno certe cose  e avevo un idea più ingenua di questo stile di vita dal punto di vista agonistico.  E poi il massiccio Marek Olejniczak, Petar Klancir aka Hulk’s son, il terminator Miha Zupan, il possente Jeno Kiss, il sempre preparatissimo e massiccio Piotrkowicz.

culturismo_italiano_SMPRO02Nella categoria Mp il nostro rappresentante si classifica quinto su cinque partecipanti. Atlete italiane presente sul palco la sempre bellissima Agnese Russo che centra la finale, Lorena Cozza anche lei in finalissima con un rientro in ifbb in grande stile e la neo PRO Doina Gorun, che avrei tranquillamente visto fra le sei finaliste ma, che non riesce a colpire i giudici. L’intervento con domande e risposte con Evan Centopani, che forse non siamo riusciti a sfruttare a pieno, ma io ho ampiamente recuperato in 2 giorni di star con lui, fidatevi 😀 ! Bella gara! Bonac Immenso! Muscoli, su muscoli! Emiliano dell’Uomo con una condizione stratosferica, separato, duro e possente! Il vincitore dei PRO è poi uno spaziale Josh Lenartowicz! Ci lascia tutti a bocca aperta, culturismo_italiano_SMPRO06fino ad ora lo avevo visto solo in foto, ma dal vivo……enorme, una bella linea, una routine ben studiata e una definizione perfetta. Perché così si valuta un body builder: massa, linea e definizione.  Questo è body building! Un atleta che mi ha riconosciuto poiché gli avevo tempo fa richiesto un’intervista per questo blog che spero di pubblicare al più presto, gentilissimo e con un modo di porsi già da PRO navigato.  Della gara avrei solo voluto vedere come lo scorso anno una divulgazione più mediatica,  ma sono sicuro che il prossimo anno sarà diverso. Io vorrei tornarci come Culturismo Italiano, voi che dite? Bhe…. che dirvi di più, se non che se fosse per me farai una 4/5 giorni del San Marino PRO! 😀
culturismo_italiano_SMPRO15E finiamo in bellezza con una cena a cui prendo parte fra campioni del Calibro di Ramy e Centopani, che si deliziano della cucina nostrana, coadiuvati dalla presenza della campionessa Agnese Russo, che serata! Avrei voluto al mio fianco pure Mauro Sassi e consorte, oltre al mio mitico Amicone Giorgio Mesghetz! Ma sarà per la prossima volta!culturismo_italiano_SMPRO04 Colgo l’occasione per ringraziare Gian Enrico Pica per aver accolto la mia richiesta di riavere Evan qui da noi, un tassello in più che ha dato ancora più risalto a questa manifestazione. Per aver riorganizzato questa competizione anche con una sua stessa preparazione in corso. Pica, un fan di questo stile di vita come noi, per questo apprezzo questo suo aspetto, una persona che ci mette del suo per organizzare una manifestazione che non sarebbe possibile in altro modo. Sapete vedere un palco pro in Italia mi ha fatto pensare a Daniele Seccarecci, lui avrebbe brillato con eleganza su quel palco, ne sono sicuro. Un grazie speciale al mio Amico Evan Centopani, sei un mito! onorato di culturismo_italiano_SMPRO24poterti chiamare Amico. Vorrei ringraziare poi alcune persone che magari non si vedono spesso alla luce, ma lavora dietro: Daniele, Andrea e Giulio, Marco, che in modi diversi hanno reso questi 3 giorni migliori di quello che potevo pensare. Coloro che sono stati così simpatici da voler scambiare una parola con me e un saluto, Certo ho speso un pò di soldini, ma ragazzi ne è valsa la pena! I pro con me!!!
Un ultima frase come diceva un mio amico: quando la stella brilla l’invidia strilla,  e il San Marino ha brillato tanto quest’anno.
Grazie a tutti coloro che sono rimasti a leggere fino a questo punto, ci vediamo l’anno prossimo….si perché io spero che il San Marino PRO torni pure il prossimo anno! San Marino PRO, solo per numeri uno!

cena

Vittorio

Presentazione “MISCELE PROTEICHE” – di Rossella Pruneti

——————————————————————————-
culturismo italiano ricette proteiche 03IL TITOLO
Dal titolo puoi non riconoscerle. Le Miscele Proteiche (in inglese “protein blends”) sono vendute tra gli integratori alimentari per lo sport con i nomi commerciali di Myofusion Gaspari Nutrition, Syntha 6, MyProtein Impact Blend e MyProtein Miscela Vegana, ecc. Sappi anche che la Prima miscela proteica l’ha inventata la Natura ed è il latte! Nel latte, come saprai, sono contenute due fonti proteiche: siero (20%) e caseina (80%).
Probabilmente ho toppato il titolo. Se lo avessi chiamato “150 ricette che ti mettono in forma con un pasto versatile e veloce” avrei attirato più l’attenzione. Ma non è l’attenzione che voglio: è offrire comprensione. Fare informazione. Cambiare davvero il pensiero delle persone e quindi le loro azioni per risultati ottimali e duraturi.

Infatti non so neanche fino a che punto possiamo definire questo libro “un ricettario”. Contiene un sacco di studi scientifici e, dunque, una nutrita parte teorica.culturismo italiano ricette proteiche 01
MISCELE PROTEICHE è un ricettario con tante idee, una guida al supplemento alimentare e una spiegazione su sostenibilità e futuro del Pianeta. Insegna come cucinare con un ingrediente insolito quale le miscele di proteine in polvere, animali e vegetali, un po’ per gioco un po’ per praticità e salute. A sorpresa raccoglie “tre libri” perché non c’è differenza tra l’importanza di nutrire il corpo e quella di nutrire la mente. Senza dimenticare il cuore per l’utilizzo equo delle risorse.
Ma questo “ricettario” mi è piaciuto così perché non vedo differenza tra l’importanza di nutrire il corpo e quella di nutrire la mente. Questo è il principio alla base di tutto il mio lavoro, della mia casa editrice RP Publishing e della mia azienda Fitness Media.

culturismo italiano ricette proteiche 02

LA RIVELAZIONE DEL LIBRO
Alle volte succede anche agli autori più prolifici. Intendo dire, scrivi e ti senti schiacciare dalla mole del lavoro. Questa fu la mia sensazione a metà del ricettario PROTEINE IN POLVERE (di prossima uscita, chissà!). Virai quindi su quello che (ingenuamente) ritenevo una scorciatoia. Piuttosto che trattare ricette con fonti proteiche in polvere da animali a vegetali e pure sintetiche, decisi di concentrarmi sulle miscele. Beh… il lavoro è stato forse ancora più titanico, ma mozzafiato. Come fare a manifestare tanto entusiasmo per un barattolo di polvere? Ve lo garantisco. Lo studio delle miscele proteiche mi ha spalancato questioni intriganti e inquietanti come il futuro della razza umana, la sostenibilità del Pianeta, la globalizzazione. Vicende e scelte che partono adesso da te, in palestra, ma che riguarderanno i tuoi figli e i tuoi nipoti.
Lo studio scientifico che dimostra che una miscela proteica è superiore al siero dopo l’allenamento per la crescita muscolare è di appena un paio d’anni fa. Ora voglio dire due cose: possiamo confidare nella correttezza dei protocolli di ricerca? E nella serietà?

culturismo italiano ricette proteiche 04
Il fatto è che la maggioranza degli studi sulle miscele proteiche per gli atleti sono successivi alla vendita intorno al 2005 delle miscele proteiche tipo Myofusion. Chi viene prima? Lo studio o la trovata commerciale? Ho rivolto la domanda privatamente a Rich Gaspari e mi ha risposto che il senso comune e l’esperienza degli atleti portò alla formulazione delle miscele. Questo in fondo non è che vero: l’atleta, soprattutto il campione, è da sempre la fucina dei migliori metodi e tecniche. La scienza può arrivare dopo a spiegare il perché e il percome, con dovizia di grafici (sul libro ne trovate) e di dati. Anche Galileo andava nei cantieri perché gli operai sapevamo il come si fa, mentre poi lui era in grado di spiegare il perché.
Resta da dire che le proteine in polvere nacquero effettivamente come miscele proteiche… e nel libro traccio un po’ della storia degli integratori proteici, facendoti vedere lo “iato” nella vendita delle miscele proteiche durante i primi anni ’90 con la diffusione del siero.

LE BASI RAZIONALI DELLE MISCELE PROTEICHE
Ha qualcosa a che vedere con le combinazioni alimentari? Sì e no, nel libro ho approfondito anche questo argomento. Infatti per una vita sostenevo che “non bisogna mescolare le fonti proteiche”. Beh… sorpresa!
La realtà è che le miscele proteiche nascono in risposta a problematiche economiche (costo del latte, capacità di sfamare il Pianeta) e sono rivestite di aura accademica in modo da porgerle su un piatto d’argento allo sportivo sottolineando una caratteristica innegabile: la staffetta dei tempi di assimilazione delle varie fonti proteiche permette un’aminoacidemia (una permanenza degli aminoacidi) maggiormente protratta nel sangue e questo si traduce in maggiore crescita muscolare.

culturismo italiano ricette proteiche 05

LE RICETTE
Il libro contiene oltre 150 ricette, presentate con il mio speciale sistema delle METARICETTE: ti indico lo scheletro, l’impalcatura di una tipologia di ricetta e tutte le possibili varianti e ampliamenti. In questo senso hai a disposizione un numero infinito di ricette.
Personalmente adoro l’impiego del minimo di ingredienti e le miscele proteiche sono un asso sotto questo aspetto. Sia ai corsi che tengo sia sul ricettario ti faccio vedere come combinando 1 misurino di miscela proteica e acqua più varie tecniche di preparazione o cottura ottieni oltre 12 ricette diverse. Vedi la tabella che ti allego.

DAL MODO CLASSICO AL MODO INFINITO
Shakera, agita, frulla erano le indicazioni classiche sulle polveri proteiche. Con il ricettario MISCELE PROTEICHE io ti dico CUCINA! Cuoci, congela, monta, impasta… ci sono mille cose che si possono fare con le miscele proteiche. Non devi più bere un bicchiere di “latte diluito” e rimanere anche male perché non ti ha saziato o ricompensato psicologicamente.

NON SOLO CARTA
Sono molto creativa, lo si sa, quindi non mi sono accontentata del ricettario. Mi sono detta: perché non controllare anche l’ingrediente? E quindi presto avrò una novità per tutti gli amici de La dispensa del Bodybuilder e di Culturismo Italiano.

BUONO SCONTO
Per i follower di Culturismo Italiano, buono sconto di 2 euro sull’acquisto di 1 copia di Miscele Proteiche sul mio sito all’indirizzo http://rossellapruneti.it/shop/editoria/libri/ricettari/miscele-proteiche/
inserendo il codice promozionale: CULTURISMOITALIANO

culturismo italiano sconto

GRAZIE
Desidero ringraziare Vittorio Gagliano per lo spazio concessomi e soprattutto per l’amicizia. Non ce la siamo guadagnata facilmente, ma questo le attribuisce ancora più valore. Ci si incontra e scontra proprio nelle passioni e alla fine ci si riconosce più vicini che mai.

———————————————-

Miscele proteiche tra cucina, sport, salute e sostenibilità €24.00
I edizione italiana © 2015 RP Publishing
ISBN 9788899174026  (I Edizione brossura)

————————————————-

Chi è la cuoca-bodybuilder ?

culturismo italiano ricette proteiche 06Rossella Pruneti entrò in una palestra di cultura fisica nel 1987, appena diciassettenne, e da lì, racconta, sposò il bodybuilding con un matrimonio
che non accenna a dare segni di stanchezza.
Gareggia come atleta bodybuilder, bodyfitness e physique nella IFBB dal 1992.
Istruttrice di aerobica e di bodybuilding FIF e IFBB, personal trainer ISSA, Master Trainer Coni-CSEN, ha gestito una sua palestra dal 1993 al 1995, mentre conseguiva la laurea in Logica Matematica a dimostrazione che il collegamento tra testa e muscoli esiste, ed è anzi alla base di questa sua passione.
Ha lavorato come traduttrice professionista e redattrice specializzata in fitness e bodybuilding per le testate Olympian’s, Body’s Magazine, Muscular Development e per alcune riviste da lei interamente concepite: BIG, Better Bodies, Power e IFBB Universe.
Oltre una dozzina sono i libri di alimentazione, integrazione e allenamento
di cui ha curato la traduzione e altrettanti i seminari tecnici di cui è stata interprete.
Attualmente fa parte della Commissione Stampa IFBB.
Giudice nazionale e internazionale di bodybuilding IFBB oltre che promoter di eventi collegati al fitness, dal 2006 insegna “Tecnica di Bodybuilding” ai corsi per istruttori Coni-CSEN. Ha fondato un’associazione culturale e sportiva dedicata al lottatore e bodybuilder Ray Stern (il primo a creare palestre miste negli USA) con lo scopo di aiutare le persone a migliorarsi per mezzo del fitness e del bodybuilding.
Nel 2003 ha ottenuto il premio Grimek per aver diffuso con la propria attività giornalistica la cultura fisica e il bodybuilding e due IFBB Silver Medal (2009, 2011) quale riconoscimento mondiale per la sua opera nella divulgazione del bodybuilding e di uno stile di vita sano.
La dispensa del bodybuilder è nata un po’ per caso un po’ per organizzare il proprio ricettario di famiglia, appassionata di cucina salutare e di dolci statunitensi.
Due generi apparentemente inconciliabili, eppure rivedere i grandi classici della culinaria in versione fitness è diventato uno dei suoi hobby preferiti.

————————————————-
INDICE DEL LIBRO (con elenco delle ricette contenute)

Indice
Disclaimer………………………………………………………………………………………………..11
Ringraziamento………………………………………………………………………………………13
Introduzione……………………………………………………………………………………….15
Questo libro è per te………………………………………………………………………………..17
A cosa ti servono queste ricette (più che credi!)…………………………………..18
Tutto questo è per te, per sempre………………………………………………………….22
Come nasce questo ricettario………………………………………………………………..22
Che tipo sei?……………………………………………………………………………………………23
Cosa non è questo ricettario (i suoi limiti, se ti pare)……………………………25
Questo ricettario potrebbe anche essere per nessuno…………………………26
Conoscenza delle proteine……………………………………………………………………..27
Crea la nuova abitudine………………………………………………………………………….28
Parte 1…………………………………………………………………………………………………….31
Da integratore di nicchia a Functional Food………………………………………..33
Dalla palestra ai mercati di massa……………………………………………………….34
L’origine: le problematiche alimentari globali…………………………………….36
Aumento della popolazione del pianeta e fame nel mondo………………..36
Cambiamento (culturale) dei consumi………………………………………………..37
Sostenibilità e “Food Bubble”……………………………………………………………….37
Invecchiamento della popolazione e sarcopenia…………………………………38
La tua richiesta………………………………………………………………………………………38
La richiesta del mercato: l’ascesa delle miscele proteiche……………….39
Superiorità nell’integrazione post-workout per la crescita muscolare…39
Migliore copertura qualitativa del fabbisogno proteico………………………41
Migliore resa organolettica e in cucina………………………………………………..41
Benefici nutrizionali delle miscele proteiche………………………………………42
Il ruolo delle proteine nel controllo del peso corporeo
e conservazione della massa magra……………………………………………………42
Il ruolo delle proteine sulla performance atletica………………………………..43
In quale di questi consumatori ti riconosci? Il grande target
delle miscele proteiche………………………………………………………………………….51
L’industria alimentare soddisfa la richiesta con sostenibilità
proteica, nuove fonti e prodotti……………………………………………………………60
I vantaggi dell’industria alimentare con l’uso delle miscele proteiche..60
… e noi anche, cucinando a casa!………………………………………………………….61
I vantaggi che mi ha dato cucinare con le miscele proteiche…………….62
Parte 2…………………………………………………………………………………………………….65
Il nostro ingrediente principale: le miscele proteiche…………………………67
Cosa sono le miscele proteiche…………………………………………………………….69
Com’è fatta una miscela proteica?………………………………………………………69
Differenza tra pasti liquidi e miscele proteiche……………………………….70
Gli ingredienti di una miscela proteica commerciale…………………………..71
Quanto è pura…………………………………………………………………………………….76
Dove si comprano le miscele proteiche?……………………………………………..80
Commerciali su tua formulazione……………………………………………………….80
Casalinghe…………………………………………………………………………………………….81
Storia delle miscele proteiche………………………………………………………………84
Le combinazioni alimentari come miscele proteiche “primordiali”…..84
Le proteine sono cibo?……………………………………………………………………….85
Proprio nello stesso pasto?…………………………………………………………………86
Un altro concetto alla base delle combinazioni alimentari: la digestione..86
I tempi di assimilazione come concetto alla base delle miscele proteiche..88
La letteratura scientifica sulle miscele proteiche…………………………….90
L’economia e la vera storia delle miscele proteiche…………………………….94
Le prime miscele proteiche sul mercato………………………………………………94
La leucina nelle miscele……………………………………………………………………..97
Altri ingredienti utili……………………………………………………………………………….98
Che ruolo hanno i carboidrati in questo ricettario?……………………………..98
Che ruolo i grassi?…………………………………………………………………………………98
Acqua……………………………………………………………………………………………………..99
Latte animale o vegetale……………………………………………………………………….99
Miscele proteiche…………………………………………………………………………………..99
Latticini………………………………………………………………………………………………..100
Uova……………………………………………………………………………………………………..100
Farine……………………………………………………………………………………………………100
Gomme………………………………………………………………………………………………….101
Ingredienti strani?………………………………………………………………………………101
Accessori utili per cucinare con le miscele proteiche……………………….102
Parte 3…………………………………………………………………………………………………..105
Perché cucinare con le miscele proteiche………………………………………….107
L’ingrediente nella sua “modularità” è il punto di partenza delle mie ricette..107
Come cucinare con le miscele proteiche……………………………………………..108
Come consumare le miscele proteiche…………………………………………………109
Uso delle miscele proteiche: aggiunta e ingrediente…………………………….110
Il potere delle forme…………………………………………………………………………..111
La metaricetta………………………………………………………………………………………111
Tecniche per creare nuove ricette………………………………………………………112
Come diventare un cuoco di ricette con miscele proteiche?…………..112
Organizzazione di pasti e spuntini con le miscele proteiche……………113
Il fantasista in cucina: 1 misurino di miscela proteica e acqua per oltre
una dozzina di ricette con e senza cottura………………………………………….114
Si possono cuocere le miscele proteiche (le proteine in polvere)?…..116
Intanto… com’è l’ingrediente da cui partiamo?………………………………..116
Denaturazione male o bene?…………………………………………………………….117
Il corpo deve denaturare le proteine per usarle…………………………………..118
Le ricerche sul comportamento in cottura delle miscele proteiche:
biodisponibilità e digeribilità……………………………………………………………. 119
Cosa accade alle miscele proteiche in cottura con la presenza di
altri ingredienti……………………………………………………………………………………121
Il problema non è la denaturazione ma la reazione di Maillard…………..123
Altri accorgimenti per non sperperare il nutrimento…………………………125
Parte 4…………………………………………………………………………………………………..127
Passa alle ricette. Divertiamoci in cucina……………………………………………129
Calcolo delle calorie e delle informazioni nutrizionali……………………….129
Come leggere le ricette…………………………………………………………………………131
Elenco alfabetico delle ricette…………………………………………………………….135
Baci con burro di arachidi…………………………………………………………………….165
Banana rivestita……………………………………………………………………………………194
Barrette con avena………………………………………………………………………………..261
Barrette con cottura all’ avena…………………………………………………………….138
Barrette senza cottura 2 ingredienti……………………………………………………137
Barrette…………………………………………………………………………………………………136
Base per pizza ricetta di base………………………………………………………………247
Base per pizza senza farina………………………………………………………………….248
Bavarese proteica ai frutti di bosco……………………………………………………..141
Bavarese………………………………………………………………………………………………..140
Biscotti senza cottura cioccolato e peperoncino………………………………144
Biscotti 100% proteine…………………………………………………………………………143
Biscotti cioccolato e peperoncino………………………………………………………..145
Biscotti…………………………………………………………………………………………………..142
Bon bon 2 ingredienti……………………………………………………………………………149
Bon bon alla banana……………………………………………………………………………..150
Bon bon pre-nanna………………………………………………………………………………..151
Bon bon …………………………………………………………………………………………………148
Budino (sludge) ricetta di base…………………………………………………………..153
Budino con burro di arachidi………………………………………………………………..154
Budino di riso toscano………………………………………………………………………….156
Budino……………………………………………………………………………………………………152
Caffè proteico………………………………………………………………………………………..159
Caffè………………………………………………………………………………………………………158
Cake pops energetici……………………………………………………………………………..161
Cake pops……………………………………………………………………………………………..160
Ciambella all’acqua………………………………………………………………………………163
Ciambella………………………………………………………………………………………………162
Cioccolatini…………………………………………………………….. ……………………………164
Crema bruciata……………………………………………………………………………………..169
Crema inglese……………………………………………………………………………………….168
Crema nel sacchetto…………………………………………………………………………….170
Crema ricca……………………………………………………………………………………………171
Crema ricetta di base……………………………………………………………………………167
Crema…………………………………………………………………………………………………….166
Creme caramel ricetta di base…………………………………………………………….155
Crêpe d’avena ripiena……………………………………………………………………………173
Crêpe……………………………………………………………………………………………………..172
Cuore di proteine…………………………………………………………………………………..200
Cupcake farcito……………………………………………………………………………………..177
Cupcake ricetta di base ……………………………………………………………………….175
Cupcake…………………………………………………………………………………………………174
Donut 1 ingrediente………………………………………………………………………………179
Donut 3 ingredienti……………………………………………………………………………….181
Donut salati ………………………………………………………………………………………….180
Donut……………………………………………………………………………………………………..178
Fiocchi d’avena caldi e freddi alla fragola……………………………………………183
Fiocchi d’avena……………………………………………………………………………………..182
Flan ricetta di base……………………………………………………………………………….157
Fluff con cola light………………………………………………………………………………..187
Fluff con kefir………………………………………………………………………………………..189
Fluff croccante………………………………………………………………………………………188
Fluff ricetta di base……………………………………………………………………………….185
Fluff……………………………………………………………………………………………………….184
Frappuccino proteico……………………………………………………………………………191
Frappuccino…………………………………………………………………………………………..190
Frollini con farina………………………………………………………………………………….147
Frollini senza farina………………………………………………………………………………146
Frutta…………………………………………………………………………………………………….192
Fudge ricetta di base……………………………………………………………………………197
Fudge…………………………………………………………………………………………………….196
Gelatina al latte……………………………………………………………………………………..201
Gelatina proteica ricetta di base………………………………………………………….199
Gelatina …………………………………………………………………………………………………198
Gelato alla crema………………………………………………………………………………….205
Gelato frutta e proteine………………………………………………………………………..204
Gelato proteico ricetta di base……………………………………………………………..203
Gelato…………………………………………………………………………………………………….202
Glassa al limone……………………………………………………………………………………210
Glassa colante……………………………………………………………………………………….206
Glassa da modellare …………………………………………………………………………….211
Glassa in pasta………………………………………………………………………………………208
Glassa proteica……………………………………………………………………………………..207
Glassa ricetta di base……………………………………………………………………………209
Granita…………………………………………………………………………………………………..212
Marshmallow…………………………………………………………………………………………214
Mela proteica ripiena……………………………………………………………………………..193
Mini panettone………………………………………………………………………………………225
Miscela proteica casalinga latte di soia latte in polvere……………………81
Miscela proteica casalinga proteine del siero del latte yogurt………….82
Miscela proteica casalinga vegana con 3 fonti – avena, riso integrale e lenticchie……82
Miscela proteica casalinga vegana con 3 fonti – mandorle, anacardi, piselli……………82
Miscela proteica casalinga vegana multifonte – chia, canapa, riso, pisello e zucca….83
Mousse proteica……………………………………………………………………………………217
Mousse…………………………………………………………………………………………………..216
Muffin all’acqua…………………………………………………………………………………….224
Muffin all’uovo……………………………………………………………………………………….220
Muffin con zucca…………………………………………………………………………………..222
Muffin di lenticchie………………………………………………………………………………..223
Muffin nel cono……………………………………………………………………………………..221
Muffin…………………………………………………………………………………………………….218
Mugcake ricetta di base……………………………………………………………………….176
Pancake avena e proteine…………………………………………………………………….230
Pancake banana e proteine………………………………………………………………….228
Pancake di Rich…………………………………………………………………………………….229
Pancake ricetta di base………………………………………………………………………..227
Pancake………………………………………………………………………………………………….226
Pane………………………………………………………………………………………………………232
Panforte………………………………………………………………………………………………….234
Parfait……………………………………………………………………………………………………236
Pasta frolla……………………………………………………………………………………………240
Pastasciutta………………………………………………………………………………………….238
Pavlova………………………………………………………………………………………………….242
Pina colada……………………………………………………………………………………………244
Pizza………………………………………………………………………………………………………246
S’more pie……………………………………………………………………………………………..258
Salame dolce………………………………………………………………………………………..250
Sformatino con albume………………………………………………………………………..253
Sformatino……………………………………………………………………………………………..252
Shake ricetta di base…………………………………………………………………………….255
Shake zucca cotta e miscela proteica……………………………………………………..257
Shake zucchine e miscela proteica……………………………………………………….256
Shake…………………………………………………………………………………………………….254
Super fluff………………………………………………………………………………………………186
Tarte tatin……………………………………………………………………………………………..260
Tiramisù………………………………………………………………………………………………….278
Torta al limone (senza farina)………………………………………………………………272
Torta arcobaleno…………………………………………………………………………………..262
Torta banana & yogurt………………………………………………………………………….276
Torta barbabietole (senza farina)………………………………………………………….264
Torta Bundt……………………………………………………………………………………………266
Torta della nonna………………………………………………………………………………….270
Torta gelato…………………………………………………………………………………………..268
Torta tropicale………………………………………………………………………………………274
Tortina banana e burro di arachidi……………………………………………………….282
Tortina post-workout con mix per pancake………………………………………….286
Tortina post-workout soffice………………………………………………………………284
Tortina post-workout con cereali…………………………………………………………285
Tortina post-workout con mix per budino…………………………………………….287
Tortina post-workout con quinoa…………………………………………………………288
Tortina post-workout con snack industriale……………………………………….289
Tortina proteine e avena con cuore morbido………………………………………283
Tortina ricetta di base…………………………………………………………………………..281
Tortine……………………………………………………………………………………………………280
Tortine iperproteiche…………………………………………………………………………….219
Waffle…………………………………………………………………………………………………….290
Waffle ricetta di base……………………………………………………………………………291
L’autrice ……………………………………………………………………………………………….294
Ne gradisci ancora?………………………………………………………………………………292

Seccarecci Classic IFBB 2015, ci sono andato!

Roma. 11 Ottobre 2015.

11046263_942480975813375_314985089474850714_n

Seccarecci Classic Ifbb, in ricordo di un amico, una competizione che grazie agli atleti che vi partecipano gli rende onore.

Ricevo una sera sera di settembre un messaggio del mio amico Francesco Seccarecci: “..Ti volevo dire che l’undici di Ottobre faremo il Seccarecci Classic a Roma! Mi farebbe molto piacere se ci fossi! io te l’ho detto mò vedi tu! ;)”….un messaggio che mi ha fatto molto piacere, Francesco, come il fratellone Daniele, è un bravo ragazzo. Un lavoratore e un ottimo esempio di come il culturismo e la vita normale possano convivere tranquillamente non sfociando per forza nell’agonismo. La mia risposta non si è fatta attende :”Mi farebbe molto piacere per rivederti, rivedere la tua bella mamma, perchè io sono sempre dalla parte del culturismo e non delle bandiere, per ricordo di Daniele e per rivedere i miei Amici, per divertirmi!”

Preso il biglietto aereo, la camera d’albergo, si va alla volta della capitale, Roma ci aspetta! Daniele sempre nel cuore!

Arrivo in una giornata piovosa, nella splendida location,  Hotel Marriott Park, un albergo non molto distante dall’ aereoporto di Fiumicino. Sicuramente un posto abituato ad ospitare varie convention, attrezzato con una buona palestra tecnogym, ampie sale per accogliere eventi e un cordiale team.

12108995_1059032880788285_2451005311145112083_n

Sistemati i bagagli mi dirigo dove si svolgerà  l’interessante corso di Rossella Prunetti su come creare pasti sfiziosi e gustosi pure rispettando la dieta e lo stile di vita del body building. Durante il corso, Rossella oltre a fornirci molte informazioni interessanti ci ha anche deliziati con alcuni manicaretti appositamente creati per l’occasione. Potrete trovare molte ricette interessanti qui sulla sua famosa pagina facebook.

Mentre questo corso si svolgeva avvenivano le operazioni di peso nella sala adiacente, qui gli atleti venivano divise nelle varie categorie e si preparavano per l’evento che si sarebbe svolto il giorno dopo: il Seccarecci Classic.

11113748_1060248744000032_7895612628176024032_o

Fra un muffin e una spiegazione di come utilizzare anche le nascoste propietà di una proteina vegetale,  incontro i miei primi amici della giornata, il massiccio Simone Costantini, il sempre longevo e uno dei pochi veri bravi posatori d’Italia Fabio Paoloni  la bellissima Daniela D’Emila,  il team Stones, tutti carichi per salire sul palco e pronti a dare spettacolo, Innocenti, Rinaldi, il neo acquisto Andrea Presti e il loro coach Mauro Sassi. La regina del culturismo Italiano, la splendida Cristiana Casoni, ma fra i tanti saluti incontro finalmente, la signora di queste giornate, la mamma di Daniele Seccarecci. Ogni volta che  incontro lei e/o Francesco Seccarecci, è come rivedere immediatamente Daniele vivo davanti a me, ed è davvero una delle cose più belle di questi eventi per me. Rincontrare un amico.12120164_1060250320666541_1692365421927918420_o

Non so bene come descrivere la cosa ma è una sensazione unica, rivedere Francesco Seccarecci e la sua mamma, è davvero sempre come se Daniele fosse li con noi, accanto sorridendo alle nostre battute e supportandoci nei nelle nostre lunghe chiaccerate.

Se questa gara esiste lo dobbiamo anche a loro, nella loro volontà di portare avanti il ricordo di Daniele dandogli una giusta riconoscenza con una gara che ogni anno si arricchisce di più e diventa sempre più 12115557_1060249667333273_1242509659155314940_nperfetta e perfettibile. Daniele è stato e rimarrà un grande del Culturismo Italiano, sia per aver portato in alto la bandiera italiana sia per una capacità che poi hanno oggi giorni nel mondo del culturismo italiano, sapersi rapportare in ogni contesto e con ogni persona gli si presentasse davanti, avendo sempre una battuta pronta con tutti e una testa che gli ha permesso di realizzare molte cose importanti in questo pazzo mondo del body building mondiale!

Daniele Seccarecci rimarrà sempre un esempio come atleta per ognuno di noi,  un esempio di determinazione, costanza e fatti concreti.

La prima giornata volge al termine, io decido di passare la serata con un altro mio Amico di Roma. Andrea Nuccitelli, un mito del culturismo Italiano e con la sua splendida famiglia, quando torno in albergo si è fatto tardi è ora di andare a nanna. Domani si gareggia!

11224407_1059778780713695_8841489029403128658_n

La colazione  è pronta! Il sole splende alto nel cielo in questa metà di Ottobre, quasi a voler rendere giustizia ad una giornata così importante per tutti coloro che sono venuti qui a Roma oggi, per dare ricordare Daniele.  Finito di mangiare tutto, mi dirigo alla piccola expo pre-gara, dove trovo ad attendermi il grande PRO Italiano Emiliano Dell’Uomo, in splendida forma pronto a dare battaglia fra qualche settimana sul palco del San Marino Pro,  altra grande competizione  unica nel suo  genere in Italia e unico modo per vedere dal vivo i PRO IFBB da noi.

12065499_1060248574000049_808973120641865640_n

Ma queste sono le ore più decisive  per un atleta, la condizione di gara si sta rivelando in tutta al sua pienezza, le ragazze sono ormai agli ultimi ritocchi, tutto deve essere perfetto, si ripassa mentalmente la routine, si prova qualche posa  allo specchio, l’ultima ricarica di carbo prima di salire sul palco,  il lavoro si mesi sarà portato con orgoglio sul palco, per divenire il campione, per far brillare il proprio nome sopra gli altri per alzare quella coppa sopra tutti gli altri, per essere immortali. Si prepara il posing, si riscaldano i muscoli, si sistema l’acconciatura….il Seccarecci Classic inizia!11113748_1060248744000032_7895612628176024032_o

Si apre la competizione con un bel video in ricordo di Daniele  dove sembra quasi che lui posi sullo steso palco con i ragazzi in gara…molto suggestivo, dopo i giusti saluti iniziali sia della federazione IFBB che della mmma di Daniele, comincia davvero con la gara! Non vi annoierò descrivendo tutte le categorie, tranquilli ma coloro che più mi hanno colpito per una cosa o per un altra, dando a questa manifestazione il giusto lustro e l’onore che merita.

12141519_1060248737333366_5280278852750081418_n

I Classic body building aprono la competizione, con atleti che già segnano l’alto livello di questa gara. Tutti meritevoli e in condizioni davvero ottime. Da Fagotti a Felici, Da Ludovico a Brancaccio. Ma è la categoria Bb over 40 che attira di più la mia attenzione,  questi over sono davvero tosti! Da Frinsinghelli  a Paoloni i muscoli si sprecano su questo palco, ma farla da padrone in questa categoria è un enorme e granitico Romeo Basso, che poi vincerà la categoria,  ma qui abbiamo uno dei pochi veri talenti nel posing italiani: Fabio  Paoloni, vederlo posare è sempre un piacere come lui, pochi in Italia.

Si presenta poi sul palco l’inossidabile Nicola Gravina che alla “tenera” età di 70 anni passati ci dimostra che il body building può essere una fonte di giovinezza e longevità come poche altre discipline.

12079825_1060249044000002_6730812375244111290_o

Mentre nelle Women Physique vince una ormai una campionessa italiana, Jessica Laghetto, nei 70 kg si conferma un duro avversario per tutti, il neo vincitore dell’Arnold Classic, Enzo Mascaro  seguito da un miglioratissimo Francesco Cervino e dal campione italiano in carica Francesco di Novi piazzatosi terzo in questa serata. Nei body builders  80kg  sale sul palco Roberto Casavecchia…e il mondo si ferma! Elegante, possente, posing da puro spettacolo, unico! Vince meritatamente, chiudendo i giochi nell’attimo esatto in cui smette di posare. mettendo dietro a se 5 ottimi atleti che in questa categoria hanno lottato come leoni per strappare la coppa al re degli 80 kg, Roberto Casavecchia.

12080233_1060250277333212_4459558985149122283_o
Mentre vince la successiva categoria Simone Meittini anche lui fresco dell’avventura dell’Arnold Classic di Madrid, su un superbo Gianni Iacono ritornato sul palco dopo un lungo periodo di stop forzato dovuto ad un incidente stradale, mostrando sul palco una forma pienamente riconquistata e straordinaria. In questa categoria fa il suo esordio il giovane Alex Daz che pure essendo un novizio si classifica molto bene, con il tempo e continuando a impegnarsi al massimo come ha fatto fin ora, salirà con una velocità straordinari le classifiche di molte competizioni.12113316_1060249090666664_926171830261534487_o

Continua la serata e si sale di peso nelle categorie body building arrivando così alla nuova categoria fino a 100kg. Categoria inaugurata i questa competizione che prevede per questa volta, solo 3 atleti. Due dei quali del Team Stones. Jonata Rianaldi e Michael Tiraoro.12120164_1060250320666541_1692365421927918420_o

il primo è drasticamente cambiato dall’ultima gara in cui l’ho visto dal vivo…una schiena impressionante, volumi aumentati in ogni distretto pure mantenendo una linea piacevole, magari non al top in questa competizione, ma credetemi un lavoratore come Jonata in poco tempo ci sorprenderà! Vince la categoria invece un bellissimo Tiraoro tornato anche lui sul palco dopo tanto tempo, elegante e molto bello da vedere. Ottima prova.

Prima di procedere alle ultime categorie, un video ci viene mostrato, un video perfetto in onore di Daniele, un video fatto da un vero professionista come Zhasni per un vero professionista IFBB PRO. Un video che riceve oltre 3 minuti ininterrotti di applausi, un video che gli rende onore, un video scelto e voluto dal fratello di Daniele, Francesco per rendere onore a suo fratello maggiore, un ottimo lavoro. Nessuno poteva fare di meglio, è evidente.

12068885_1060249310666642_4139787121083380627_o

E sia arriva così ai giganti, ai più grossi: i super massimi.  In questa categoria abbiamo davvero molti atleti belli e grossi.11224407_1059778790713694_4476542831846362139_n Un ragazzo molto alto, scusate non ricordo il nome, rispetto agli altri mi colpisce per la struttura ampia che se nel tempo riuscirà a riempire di più sarà davvero un osso duro da battere. Corvaglia che si presenta con gambe enormi da purosangue, mentre non ho visto purtroppo Roberto Falso al top come invece si presenta spesso in gara. Ma per adesso i tre protagonisti rimangono loro: Costantini, Presti e Innocenti.  Grossi, pieni, tirati, belli, tondi ed esplosivi! Un Costantini decisamente migliorato rispetto all’Arnold recuperando anche sulle gambe che è sempre stato un suo punto forte. Con una linea e delle proporzioni davvero molto belle. Un Innocenti con il miglior front dell’intera gara, con muscoli possenti e pieni, che però lascia uno spiraglio agli altri atleti sul dietro. Un Presti in una forma strepitosa, mostrando un side chest, e un back da rimanere senza parole. 12140639_10153417569807562_2783165224470396194_nLa rountine di Costantini dedicata a Daniele è da brividi, lascia tutti con il magone in gola, rendendo giustizia sia al suo fisico che alla sua muscolatura equilibrata ed elegante, il femorale di Presti mi lascia senza parole…è come se avesse un hp impiantato sotto la coscia! Nelle pose di lato evidenzia molto bene il suo incredibile spessore generale con una schiena ampia,  Il doppio bicipite frontale di Innocenti spacca come un boom sonico! Mostrando anche in rilassata frontale una potenza difficile da trovare spesso in atleti così giovani. Tre grandi atleti, è fuori dubbio, tre meravigliosi massimi!  Posa dopo posa, si scontrano questi tre titani che da subito si impongono come i top della serata senza dubbio alcuno. Ogni confronto è un’ esplosione di potenza, muscoli e vene, Ognuno dei tre è molto forte e i punti carenti sono davvero pochi e minima è, secondo me la differenza fra i tre.  Questa è davvero una sfida ardua, sia per gli atleti sul palco che per i giudici. Chiunque ne esca vincitore ha vinto e di conseguenza gli altri hanno perso, contro grandi atleti. Una battaglia onorevole e davvero di alto livello. i confronti si susseguono, le rountine libere lasciano spazio al posedown finale dove la musica si fa assordante e i grossi si mescolano con il pubblico per un posedown stratosferico Alla fine la spunta Andrea Presti, facendo un esordio con il botto in IFBB. vincendo poi anche l’assoluto body building!11224407_1059778784047028_3804789454034411066_n

Il resto della serata prevede Bikini e Men’s physique, due categorie che io trovo davvero difficile da giudicare, le prime le premierei tutte con il primo posto! i secondi invece non riesco a capire come un atele sia migliore dell’altro, sono tutti ragazzi in formissima…ecco qui mi servirebbe l’aiuto del mio amico Francesco Montuori o di Valentino Tozzi per darmi un mano! Ma dove sono quei due quando ho bisogno di loro?!?!? Fra queste categorie quelli che più mi hanno colpito sono nelle bikini mi salta subito all’occhio la bellissima Matilde Biagini, che vincerà poi le bikini fino a 169cm, nei men’s physique bellissimi Rinaldi e Zanetti.

Ma come tutte le cose belle, anche questa competizione volge al termine e così il mio articolo su questa competizione. Una piccola nota personale. Daniele Seccarecci oltre ad essere molto grosso, molto alto e uno dei più pesanti atleti mai apparso su un palco PRO, tanto da meritare di entrare nel Guinness World Record book,  era una body builder che sapeva posare come pochi al mondo. Ogni posa, ogni routine era studiata e provata, molte volte prima di salire sul palco. In questa gara in suo onore solo pochi gli hanno davvero reso onore con il posing. Perché è il posing che di Daniele più di ogni altra cosa ci rimane sempre dentro, prova ne sono le foto sempre in posa perfetta che hanno fatto il giro del mondo . Trimboli, Casavecchia, Costantini, Paoloni. Alcuni nomi che gli hanno reso giustizia, molti altri a malincuore ancora si ostinano a sbagliare musica rispetto al loro fisico o presentano delle routine inventate al momento, certo non farà punteggio, ma la routine è l’unico momento che vi darà sempre visibilità e che renderà giustizia al vostro impegno. Daniele lo sapeva bene. Grazie Daniele!

Ci tengo a ringraziare alcune persone però prima di chiudere. Francesco Seccarecci, che si dimostra ogni volta un amico, come lo era sua fratello. Un uomo che porta vanti la memoria di Daniele con orgoglio e dandogli il giusto onore.12087680_1060249897333250_4728538482921760895_o

La mamma di Daniele, sempre gentilissima con me e piena di preziosi consigli,  ogni volta che ci vediamo non possiamo far a meno di abbracciarci  e sentire Daniele qui, accanto a noi, dentro il nostro cuore. grazia ancora alla famiglia Seccarecci per l’invito, è stato un onore vedere questa competizione dal vivo. Mauro Sassi e Cristiana Casoni per tutto il supporto e l’affeto dimostratomi sempre, i ragazzi del Team Stones per essere dei veri body builders. Simone Costantini per la sua amicizia e Andrea Nuccitelli per sopportarmi sempre!

12095126_1060250010666572_3003552910507420686_o

Ora si torna a casa, felici di aver rivisto i miei Amici, di aver rivisto Daniele, pronto per nuovi allenamenti motivato dal Culturismo Italiano.

Vittorio

Mark Dugdale: Assalto alle gambe!

di Mark Dugdale IFBB PRO

MarkDugdale6-1

Questo che sto per descrivervi è un allenamento per atleti di livello avanzato, con almeno 10/12 anni di serio allenamento alle spalle. Questo è stato il mio allenamento delle gambe da questo lunedi nella palestra Kirkland’s Gold gym. Come di consueto è stato progettato da mio allenatore, John Meadows. Questa è stata una sessione di allenamento classica in stile Mountain Dog. Utilizzo anche una integrazione intra-allenamento per questo tipo di allenamento. Ecco l’allenamento …

Leg Press Superset con leg extension

Questo è particolarmente intenzo come tipo di allenamento, quindi prima di iniziare riscoaldatevi adeguatamente, in modo da essere sicuri di essere riscaldato prima di andare forte. Alcuni minuti su una bici potrebbe essere qualcosa da prendere in considerazione.

Set 1 Leg Press x 8 ripetizioni con 1 piastra ad ogni lato

Immediatamente seguita da …

Set 1 Leg Extension x 8 ripetizioni con 50kg per lato

Set 2 Leg Press x 8 ripetizioni con 2 piastre per lato

Immediatamente seguita da …

Set 2 Leg Extension x 8 ripetizioni con 60kg

Set 3 Leg Press x 8 ripetizioni con 3 piastre ogni lato

Immediatamente seguita da …

Set 3 Leg Extension x 8 ripetizioni con 65kg per lato

Set 4 Leg Press x 8 ripetizioni con 4 piastre per lato

Immediatamente seguita da …

Set 4 Leg Extension x 8 ripetizioni con 70kg

Impostare 5 Leg Press x 8 ripetizioni con 5 Piastre ogni lato

Immediatamente seguita da …

Impostare 5 Leg Extension x 8 ripetizioni con 75kg per lato

Set 6 Leg Press x 8 ripetizioni con 6 piastre per lato

Immediatamente seguita da …

Set 6 Leg Extension x 8 ripetizioni con 80kg

Impostare 7 Leg Press x 8 ripetizioni con 7 piastre ad ogni lato

Immediatamente seguita da …

Impostare 7 Leg Extension x 8 ripetizioni con 92kg per lato

Set 8 Leg Press x 8 ripetizioni con 8 piastre per lato

Immediatamente seguita da …

Set 8 Leg Extension x 8 ripetizioni con 98kg

Impostare 9 Leg Press x 8 ripetizioni con 9 piatto ogni lato

Immediatamente seguita da …

Impostare 9 Leg Extension x 9 ripetizioni con 98kg per lato

Set 10 Leg Press x 8 ripetizioni con 10 piatti per lato

Immediatamente seguita da …

Set 10 Leg Extension x 8 ripetizioni con 98kg

* Praticamente sono partito da un’unica piastra per lato in leg press fino a 10 piatti per lato. La chiave sui leg extension è quello di eseguire ½ ripetizioni dal fondo con un conteggio di due secondi fino a 3 secondi di movimento.

maxresdefault

Reverse Banded Hack Squat superset con leg extension

Ho usato questo tipo di  cinghia per fare l’hack al contrario. Ho fatto un set di riscldamento impostato sull’ hack con 2 piastre ad ogni lato e un altro con 3 iastre per lato prima di iniziare.

Hack Squat x 6 ripetizioni con 4 piastre per lato

Immediatamente seguita da …

Estensioni Leg x 8 ripetizioni con 80kg

* Niente di speciale sugli hack, ma sulle leg extension ho eseguito ripetizioni ad un range completo per questo superset con le dita dei piedi rivolte verso l’esterno. Eseguire questo esercizio per un totale di 8 serie attraverso 4 superset ( 1 superset = 2 serie di ripetizioni – 1 serie per ogni esercizio).

Single Leg macchine Press in superset con leg extension

Ho usato una semplice macchina con peso selezionabile in cui mi sono seduto per fare dei leg press singoli e le gambe si alternano attraverso il seguente schema: 3 ripetizioni a sinistra, 3 ripetizioni a destra, 3 ripetizioni a sinistra, 3 ripetizioni a destra, 3 ripetizioni a sinistra e una finale 3 ripetizioni destra . 9 ripetizioni per gamba prima di passare alle leg extension.

Single Leg Press Macchina x 9 ripetizioni con 60kg

Immediatamente seguita da …

Estensioni Leg x 8 ripetizioni con 85kg

* Tenere il piede in alto sulla piattaforma in modo da impegnarsi sui glutei e adduttori un durante la spinta. La chiave per le estensioni per tutti i superset questa volta è quello di estendere per ogni superset, dalla posizione completamente contratta a quella, con l’aiuto del vostro compagno di allenamento che preme sul pad, fino a quando le gambe sono circa ½ del vostro range di movimento all’indietro su ogni ripetizione. Sovraccarico eccentrico. Eseguire questo per un totale di 8 sep di lavoro impostato con 4 giri di superset.

82609522641

Leg Curls da seduti in superset con stacchi con i manubri

(Ho usato un leg curl seduto unilaterale, il peso indicato è per ogni gamba.)

Leg Curls da seduti x 8 ripetizioni con 35kg

Immediatamente seguita da …

stacchi con i manubri x 8 ripetizioni con manubri 24kg

* La chiave sulle leg curl è quello di tenere la contrazione per una frazione di secondo su ogni ripetizione. Sulle gambe rigide andare lenti con un tempo controllato. Eseguire 6 working set con 3 giri di superset.

E questo conclude il mio allenamento delle gambe. Io di solito provo dolore per forse un giorno di allenamento, ma questa volta ho patito dolori per due giorni!

Allenatevi duramente!

Mark.

—————————————————————————————–

fonte :http://www.elitefts.com/training-logs/leg-assault/#.VScJYtjzIDI.facebook

TORONTO PRO – Full Results

IFBB Pro 212 Bodybuilding
1. Zane Watson
2. Shaun Clarida
3. Oliver Adzievski
4. Mboya Edwards
5. Raul Carrasco-Jimenez

29041-zane-watson-171_final
Zane Watson – Toronto Pro

IFBB Pro Bodybuilding
1. Brandon Curry
2. Johnnie Jackson
3. Fred Smalls
4. Ibrahim Fahim
5. Iain Valliere
6. Renaldo Gairy

9235-brandon-curry-11_final
Brandon Curry – Toronto Pro

IFBB Pro Figure
1. Gennifer Strobo
2. Linda Andrew
3. Azaria Glaim

18103-gennifer-strobo-65_final
Gennifer Strobo – Toronto Pro

IFBB Pro Women
1. Christine Envall
2. Vera Mikulcova
3. Jana Bendová

41271-christine-envall-37_final
Christine Envall – Toronto Pro

IFBB Pro Fitness
1. Ryall Graber
2. Allison Ethier
3. Stacy Dawn

18720-ryall-graber-55_final
Ryall Graber – Toronto Pro

IFBB Pro Bikini
1. Dayna Maleton
2. Cynthia Benoit
3. Jessica Renee

20812-dayna-maleton-25_final
Dayna Maleton – Toronto Pro

 

IFBB Pro Men Wheelchair
1. Harold Kelley
2. Gabe Andruilli
3. Nick Scott
4. Jack Carl Anderson
5. Kyle Roberts

29084-harold-kelley-73_final
Harold Kelley – Toronto Pro

 

IFBB Pro Men’s Physique
1. Maurice Arthur
2. Matthew Acton
3. Michael Ferguson
4. Sentanta Carroll
5. AJ Shukoori
6. Eren Legend
50460-maurice-arthur-53_final

Maurice Arthur – Toronto Pro