80.000 e non li dimostro!

80000

CULTURISMO ITALIANO … che cosa è? … è quello spazio dove si promuove lo sviluppo muscolare, la dedizione, l’impegno e soprattutto il culturista, in un ambiente positivo e costruttivo, condizione ideale di come dovrebbe essere il culturismo; dove anche un neofita si sente a proprio agio, regalandogli la giusta visibilità in un contesto virtuale e reale allo stesso tempo.

Gli atleti di alto livello che costellano il blog e la pagina di CULTURISMO ITALIANO, nazionali, internazionali e Pro, hanno ovviamente uno spazio maggiore; seguirne la carriera e i risultati, stimola in tutti noi la giusta ispirazione e motivazione, esaltando gli appassionati del Culturismo. Nato da un’idea mia, di Andrea Nuccitelli ed Emilio Casini, è diventato nel tempo, il mio spazio, del quale sono l’unico amministratore, gestore e padrone. Spazio virtuale che con immensa passione e dedizione è diventato quello che è oggi. Non mi interessano i pettegolezzi, né il banale tifo partigiano per nessuno, ovvio che essendo italiano spero sempre nelle vittorie dei nostri atleti o degli italo/stranieri. Nessuno è obbligato ad essere presente sul mio blog … quindi, escludendo le classifiche delle competizioni che sono cronaca sportiva (da quello non posso esimermi), non posto o nomino coloro che mi hanno comunicato la volontà di non apparire.

Una buona pubblicità è parte fondamentale di questo sport, avere visibilità può interessare o meno, dipende da noi in fondo. Questo stile di vita è dedizione, costanza, grinta, passione e da non dimentica piacere. Spesso leggo parole di dolore, rinunce e sofferenza. Mi spiace per chi senza nessun obbligo a farlo si sente così triste, ma dolore, sofferenza e rinunce sono termini che si riferiscono ad altro nella vita, non è un obbligo di legge andare in palestra. Svolgere il vostro allenamento, mangiare riso e pollo, è una scelta. Se vi serve come motivazione, qualcosa che vi spinga ad alzarvi la mattina, ad allenarvi o sentirvi fighi predicando sofferenza, sappiate che la sofferenza è altro. Smettetela di lamentarvi, vi piace farlo? Vi piace vedervi in un certo modo?
Se questa è la vostra passione: FATELO col sorriso e con gioia.
In questi anni ho cercato di gestire il tutto nel mio tempo libero, la passione che sento per questo stile di vita mi ha portato a frequentare il mondo del culturismo con impegno e rispetto, frequentando io stesso il mondo del ferro, allenandomi ed amandolo come un atleta che gareggia pur non avendo interesse nell’agonismo. La vera sfida è me con me stesso. Dal mio punto di vista nessuno può battermi eccetto il sottoscritto. Forse sono un’anomalia, ma io sono fatto così.

Preferisco organizzare le competizioni, guardarle, gustarmi il backstage, tifare per i miei preferiti, scriverne. Amo tutto il culturismo in ogni sua forma, alcune più di altre, rispetto chiunque rappresenta questo sport con serietà, dalle donne bodybuilders ai men’s physique Classic, dalle fitness ai super massimi del bodybuilding maschile. Questo è ciò che ho scelto di essere e di divenire, è la mia prospettiva, il mio modo di vedere questo stile di vita. Il mio modo di fare culturismo.

Fatico ad apprezzare coloro che si credono campioni dopo aver vinto mr pianerottolo o chi si finge famoso truffando con “mi piace” acquistati da Facebook. Il duro lavoro e la determinazione, non si comprano. E i numeri reali di CULTURISMO ITALIANO parlano chiaro.

Penso che in Italia ci siano molti buoni atleti ma non altrettanti campioni, quei pochi spero che con maggiore intensità e passione realizzino il sogno di arrivare in vetta. Come meritano.

Purtroppo nel nostro paese anche se molti agonisti sono istruttori e/o proprietari di palestre, essere bodybuilder non è considerato un lavoro. Fortunatamente negli ultimi anni ho visto alcune aziende serie investire in questo settore, supportando competizioni e atleti di spicco, una nota positiva in una “italietta” sempre più piccola e sempre più in crisi. Spero vivamente che tutto ciò renda più facile la carriera dei tanti che cercano di emergere.

Io sono Vittorio Gagliano, questo è Culturismo Italiano: sogni, passione, impegno e 80.000 e più followers … GRAZIE ad ognuno di voi per l’affetto, le critiche e il sostegno che in meno di sei anni hanno permesso tutto questo, senza sotterfugi, sabotaggi, acquisti di “mi piace” o altre nefandezze prive di senso.

Grazie dal profondo del mio cuore perchè oggi siamo noi tutti CULTURISMO ITALIANO.

Vittorio

Annunci