Intervista a Filippo Masucci: il burbero che tutti amano

CulturismoItaliano_masucci01 (3)D) Partiamo, come di consueto, da una tua piccola presentazione personale per chi non ti conosce ancora, chi è Filippo Masucci?

Intanto un grosso saluto a tutti gli appassionati di body building,  sono Masucci Filippo atleta internazionale ifbb dal 2004 , nella mia ormai lunga carriera , ho partecipato a 3 campionati europei , 5 campionati del mondo, 3 arnold classic, 1 olympia amateur,. Nella maggior parte di queste competizioni sono riuscito a centrare la finale , conquistando nel 2005 un 3° posto al campionato europeo,
3 quarti posti ai campionati Mondiali negli anni 2007 2008 e 2009 , nel 2013 un 2° posto all’arnold classic europe. In tutto questo ho avuto anche una piccola parentesi nella Wabba, dove ho partecipato al Mr Universo arrivando al 2° posto nel 2014 , quella sfilza infinita di 4° a cui si aggiungono il primo Arnold classic che ho disputato in America nel 2011 , l’Olympia Amateur dello stesso anno , e l’ultimo Arnold Classic da me disputato sempre negli Stati uniti nel 2013 . Quel n° 4 mi ha lasciato parecchio l’amaro in bocca, questo per ciò che riguarda le competizioni internazionali. Il resto delle gare sono talmente tante che ad elencarle perderei troppo tempo, quello di cui vado molto orgoglioso è di aver conquistato il posto nella nazionale ifbb , vincendo le qualifiche nel periodo in cui in nazionale ci andavano 8 -10 atleti massimo .

D) Da quanti anni ormai segui questo stile di vita? E come hai iniziato con il culturismo?

Tutto e’ cominciato nel lontano 8 gennaio 1990 , a 20 anni , ed ebbe inizio , perché nella mia adolescenza sono sempre stato molto in sovrappeso , 1,65 cm di altezza per 105 kg . Pensate un po’ come ero, ho effettuato il mio primo campionato regionale nel 1993 , a 65 kg ,poi da li una pausa , che mi ha tenuto lontano dagli allenamenti per quasi 4 anni, per problemi di lavoro, quando mi accorsi che il mio fisico stava di nuovo diventando come quando ero giovane, ricominciai nel 1998 a frequentare nuovamente la palestra e da li’ non mi fermai più , ricominciai a gareggiare nel 2001 , e ad oggi sono uno degli atleti più longevi Italiani , avendo fatto 15 anni di gare di fila , solo pochi stop per infortuni, ma quelli ci stanno!!!

CulturismoItaliano_masucci01 (2)

D) Da un tuo punto di vista personale, qual’è la parte più dura del culturismo e perchè?

Inizialmente , la parte piu’ dura nell’affrontare questa disciplina era l’alimentazione , parlo nei primi 4 /5 anni di agonismo, poi invece , questo per me non e’ più stato un problema , oggi non saprei alimentarmi diversamente , oggi credo che la parte più difficile per fare il body builder , sia la costanza, il tenere la mente sempre concentrata, far si che quando sei in sala pesi nessun agente esterno possa distoglierti dal tuo obiettivo , trovare sempre gli stimoli giusti, questo secondo me e’ la parte più difficile di questa disciplina.

D) Quali sono state le prime gare fatte e le più importanti vinte?

Di gare ne ho vinte tante , nel circuito italiano le migliori gare della mia federazione , appunto la ifbb , le ho vinte piu’ volte , ma la gara che per me ha avuto piu’ significato e’ stato il Campionato del Mondo del 2007 nel Bahrain , dove non vinsi ma conquistai un 4° posto molto molto discusso, dagli score ero 3° fino a 3 minuti prima che finisse la gara…poi quello che e’ successo non lo so!

D) Hai mai pensato di mollare con l’agonismo?

Avrò’ pensato di mollare con l’agonismo almeno una decina di volte , compreso la gara di cui ho parlato sopra, ma questo pensiero  durava solo per una settimana max , poi si riprendeva più decisi di prima , ho un carattere molto deciso, difficile distogliermi dalle mie idee , so che questo e’ un difetto, per molti versi , ma per altri mi ha permesso di essere oggi quello che sono! Quindi ho sempre pensato di mollare il CulturismoItaliano_masucci01 (7)culturismo nei momenti in cui mi facevano un torto in gara, ma non ho mai pensato di mollarlo perche mancava la voglia, un giorno so che dovrò mollare, ed ormai quel giorno non credo sia lontano, ma mollerò solo per un problema fisiologico, quando il mio fisico avrà difficoltà a rispondere alle alte sollecitazioni di allenamento a cui questa disciplina ti sottopone. Prima di allora mi dovrete sopportare!

D) Cos’è il culturismo per te?

A questa domanda ci va una risposta secca: lavoro, passione, vita. Questo e’ il b.b. per me.

D) Porti sul placo una condizione molto estrema per un culturista, quanto tempo dura una tua preparazione ad una gara, e varia da competizione a competizione?

Le mie preparazioni non sono mai durate meno di 6 mesi , e molto raramente nel periodo in cui mi preparo faccio i famosi sgarri alimentari. Il massimo che posso fare e’ mangiarmi una pizza ogni mese circa fino a 3 mesi prima dalla competizione , questo mi permette di portare una condizione cosi’ estrema! Non varia da competizione a competizione, sono un tipo molto meticoloso , e se devo salire su un palco , voglio salire al top , se no rimango a casa.

CulturismoItaliano_masucci01D) Cosa non va e cosa va meglio, nel culturismo Italiano secondo te?

A questa domanda preferirei non rispondere , per evitare di essere frainteso, visto il mio recente passato. Noi atleti dobbiamo pensare solo a prepararci al meglio e salire sul palco , a tutto il resto devono pensare gli organi competenti, nel momento in cui smetterò di fare l’atleta , se mi varrà concesso dirò cosa va e cosa non va secondo me nel b.b.di oggi , ma fino ad allora , non sono in grado di esprimermi in tal senso.

D) A chi ti sei ispirato, quali erano i tuoi modelli? E oggi, a chi ti ispiri?

Sinceramente non mi sono ispirato mai a nessuno di preciso, certo e’ normale che ho un paio di atleti che preferisco a livello professionistico rispetto altri , uno di questi e’ Shawn Ray , per me il n° 1 in assoluto.

Degli atleti di oggi mi piace molto il mio coetaneo Dexter Jakson , e poi lui il re dell’ Olympia: Phil Heat! Però ripeto quello che mi piace piu’ di tutti e’ Shawn Ray!

D) Qual’è sempre stato il tuo obiettivo finale nell’ allenamento?

Sentire piu contrazione muscolare possibile dal muscolo che sto allenando, spremendo il più possibile , facendo delle contrazioni prima con il cervello e poi con il muscolo, cerco di concentrarmi per far si di collegare mente e muscolo nell’esecuzione, questo però lo puoi effettuare solo se hai una piena padronanza del tuo corpo , bisogna avere tanti anni di allenamento alle spalle!CulurismoItaliano_Masucci02

D) Un gruppo muscolare carente, come consigli di allenarlo?

Prima cosa quando entri in palestra e devi allenare il tuo muscolo carente, devi andare con una voglia ed una concentrazione tale da sentire muovere ogni singola fibra muscolare, Poi con il mio coach Mauro Sassi abbiamo provato ad allenare il muscolo meno ipertrofico, più volte a settimana, con W.O totalmente differenti, es: 1° allenamento settimanale con carichi alti , 2° allenamento settimanale con carichi medi alzando l’intensità di lavoro, Per me ha funzionato.

D) Oltre a far parte del Team Stones di Mauro Sassi, hai anche un team di atleti tutto tuo….è difficile far appassionare oggi i ragazzi all’agonismo?

Non sono io a cercare i ragazzi che vogliono essere allenati da me, quindi chi viene per essere allenato , già parte con l’idea di fare l’agonista o comunque di avere cambiamenti sostanziali nel suo corpo, il problema e’ che molti di essi non sono coscienti dei sacrifici e del tempo che ci vuole per far si che questo avvenga. E capita che ogni tanto qualcuno si perde per strada!

D) Cosa consiglieresti al neofita come primo approccio alla dieta per il culturismo?

Il mio primo consiglio è di avere pazienza, lavorare sodo, alimentarsi in maniera idonea , ed essere costante, prima o poi i risultati arrivano, parlando un po’ di come ho cominciato io: i sacrifici che ho fatto per essere come sono adesso sono stati tanti e costanti, e se l’ho fatto io possono riuscirci tutti, l’importante è volerlo.

D) Prossime competizioni in programma?CulturismoItaliano_masucci01 (6)

Prima competizione in vista è l’Arnold Classic negli Stati Uniti il prossimo Marzo, poi da li con il mio Coach Mauro Sassi vedremo come proseguire la stagione. 🙂

D) Cosa vuoi dire a chi ci sta leggendo, per dare il loro meglio nell’impegno preso con il body building?

Non mollate mai ragazzi, io di problemi ne ho superati tanti, ed il b.b. è stata sempre la mia ancora di salvezza, so che la vita non e facile e’ ti mette sempre davanti a delle scelte, ma in tutte le scelte che ho fatto , questa disciplina l’ho tenuta sempre nel cuore e nell’anima, la sofferenza, le privazioni, la tenacia , hanno fatto di me l’uomo che sono! Ed io sono felice di essere me stesso! Un’altra cosa che voglio dirvi, è di volare sempre bassi , e di rispettare sempre i vostri avversari, ricordatevi che voi avete fatto sacrifici per salire in un palco, ma anche loro!

D) Siamo alla fine, vuoi ringraziare qualcuno?

Intanto Ringrazio te Vic per l’intervista, poi ringrazio di cuore i miei pochi amici, e quando parlo di amici parlo di quelli che mi sono stati veramente accanto , nelle gioie e nei dolori, non faccio nomi perchè loro sanno bene chi sono!

Ringrazio la mia famiglia , il mio Team , il TEAM MASUCCI , tutti compresi , nuovi e vecchi , chi mi ha dato tante emozioni, e chi mi darà tante emozioni. E voglio Ringraziare la palestra Body is Life di Salvo Barcellona , per mettersi a disposizione , affinchè io possa eseguire un’allenamento al top !!!!CulturismoItaliano_masucci01 (4)
Ed infine voglio ringraziare con tutto il cuore il mio Coach Mauro Sassi, grazie a lui sto vivendo una seconda giovinezza , a 46 anni mi sento molto più forte ed in forma di quando ne avevo 30!

Stiamo facendo insieme un lavoro eccezionale, e lui pur essendo surclassato dai tanti impegni, trova sempre un momento da dedicarmi , da qui si evince il gran rispetto che nutre nei miei confronti, che poi e’ totalmente ricambiato. Mauro Sassi lo stimi perche’ e’ indubbiamente un grande Coach , ma lo ami per il Grande Uomo che dimostra di essere! Un saluto a tutti!

Annunci