Michele Parisi: determinazione, sogni, passione.

10365519_10204066330689198_8103174841688083794_oHo incontrato la prima volta Michele a Catania, durante gli Italiani Wabba 2014, non ci conoscevamo ancora, ma la sua scelta musicale per la routine mi ha sorpreso. Non il solito tema musicale del Glaidatore o “It’s my life” di Bon Jovi….musiche super abusata ormai  nelle compatizioni e non sempre adatte al fisico dell’atleta, ma ROA DI KATTY PERRI, scelta interessante. Racchiude un pò quello che poi scoprirò essere Michele: “prima credevo di non potercela fare, poi finalmente mi sono alzato, ho lottato, ho scoperto di avere una passione, l’occhio della tigre e ho cominciato a lottare, e adesso sentirete il mio ruggito, sempre più forte, anche più forte del ruggito del leone!”

Se mi seguite un minimo saprete quanto per me la routine libera sia uno dei momenti più importanti e interessanti della competizione, perché è  in quel minuto, e solo in  quel minuto, minuto e mezzo,  che puoi far vedere chi sei.veramente e mostrarti al massimo dei tuoi risultati!

In quell’occasione non ci siamo potuti fermare a parlare per vari motivi, ma l’ho piacevolmente ritrovato quest’anno in occasione dei mondiali WABBA International sempre a Catania, durante una piacevole cena in quel di Aci castello. In questa occasione ho potuto approfondire la conoscenza con questo ragazzo che, lasciatemelo dire, rappresenta tutto quello che io mi sia mai preposto con l’apertura di Culturismo Italiano: determinazione, sogni e passione.

10369598_10204322215166150_5276560416308805684_n

Michele inizia i suoi allenamenti a 13 anni, da un punto di partenza del tutto svantaggiato per chi persegue questo stile di vita, una conformazione grassoccia e poco incline…così gli dicevano a diventare un culturista. Ma come un altro e più famoso culturista, mio caro amico, Evan Centopani, anche lui con determinazione ha completamente stravolto la sua figura, cercando ogni giorno con passione di realizzare il suo fisico che ha sempre sognato. Oggi è un atleta che calc i palchi nostrani, ma la cosa che mi ha colpito parlando con lui è che ha la mia stessa passione! ha la mia stesa voracità di informazioni, vuole conoscere, vuole sapere, e si informa su tutto il mondo del culturismo. Già sul mondo del culturismo, non sollo fermo al suo mondo fatto di palestra e allenamenti e magari credendosi un grande campione con la puzza sotto il naso, tanto in voga fra molti altri, per sua fortuna.  1607043_10204178017281293_8792863040345850104_nMa un ragazzo con i piedi per terra, che si impegna per far collimare l tutto, dal lavoro alla preparazione dei pasti al suo rapporto con la sua bella fidanzata, in modo da poter realizzare quello che desidera. Che ama il culturismo, non si blocca al propio orticello, ma esplora e conosce, prova e si impegna, ogni giorno.

Il bello di parlare di culturismo,  con una persona come Michele e che puoi spaziare da body building nazionale a quello Americano, passando fra passato e presente con un occhi al futuro, senza dover aspettarsi che dall’altro lato non ci sia una persona non preparata a capire e comprendere dove vuoi arrivare. Questi sono ragazzi per cui Culturismo Italiano fu fondato, per divulgare al meglio il culturismo, senza bandiere,  Ma divulgare la passione che si cela dietro questo stile di vita!

Se questa è la vostra passione, queste sono le vostre scelte, niente può fermavi adesso. Michele in tutto questi anni si è sempre impegnato per far questo, per migliorare se stesso, per cambiare ciò che non gli piaceva del suo mondo, studiando, provando e impegnandosi al massimo. Con l’aiuto del suo allenatore, Angelo Giustiniani,  e il supporto continuo anche della sua fidanzata Laura, il ragazzo sono sicuro che realizzerà finalmente ciò che vuole.

“La sua tenacia è incredibile, la sua passione coinvolgente. Io ammiro la sua caparbietà e la forza con cui ogni giorno mi insegna a lottare per i miei desideri così come fa lui, a superare gli ostacoli, a credere in me stessa”. Scrive la sua ragazza, parole che  hanno trovato riscontro nel nostro incontro davanti ad una bella pizza fumante, concordo pienamente.

10411805_10204066256327339_2456219963902161397_n

Parlando dell’atleta,  di Michele sicuramente è una piccola taglia, per esasperare la cosa lui rientrerebbe nei 212 lbs per dirla all’americana. Un atleta piccolo e compatto, che però mostra muscoli tondi e ben fatti. Trapezio grosso  alto,  spalle come palle di cannone, gambe solide, migliori sul frontale che sul laterale forse, ma comunque proporzionate  e una condizione di gara molto buona. Non gareggia da tanto, nè ha fatto molte gare, ma il ragazzo non vive solo per la competizione, quella è una cosa in più, si vede, Michele ama propio questo stile di vita e devo dire che approvo in pieno questa cosa. La vera battaglia è contro se stessi, ogni giorno. Ve l’ho detto siamo molto simili per certi versi.

10455003_10204178028161565_3084600652389852110_o
E ora permettetemi di andare un pò nel personale di Michele. Michele è un atleta, ma ancora prima un reale appassionato di questo pazzo mondo che è il culturismo e noi non possiamo fare altro che auguragli di realizzare tutto quello che si è preposto! Ma come dico sempre il culturismo è determinazione, sogni e passione e Michele Parisi è tutto questo!

Annunci

Un pensiero su “Michele Parisi: determinazione, sogni, passione.”

I commenti sono chiusi.