Ognuno merita una chance

Qualche sera fa  in palestra ho rivisto un ragazzo che al tempo delle medie faceva il bullo nella mia scuola. In quegli anni, dovete sapere che io ero tipo alto 2 mele e poco più 😀 non che adesso sai un gigante eh sono solo 163 cm, ma il tizio era già stato bocciato due volte, aveva tipo 16 anni, era il più alto della scuola e il più grosso, non era della mia classe ma nella scuola se la comandava lui….oppure erano guai.

Sia nel cortile che durante le ore di educazione fisica o nei corridoi…ora è grassoccio, poco attivo da quello che vedo, fumatore…non è più così alto, nè più così intimidatorio….anzi….ho quasi provato tenerezza per lui che non sapeva fare le alzate laterali….l’ho aiutato…ovviamente non mi ha riconosciuto, ma meglio così, non mi piace avere a che fare con le persone cattive…la vita è strana.

Siamo noi, con le nostre azioni, che determiniamo cosa la gente si ricorda di noi, con quello che facciamo, più che con quello che diciamo.

E da questa situazione che è nata l’idea di questo articolo. Tutti meritano una chance, secondo me. Avete mai notato cosa succede spesso nelle nostre palestre? Spesso notiamo il tipo nuovo o quello che da anni viene in palestra ma non ne combinano una giusta, eppure stiamo lì, non facciamo altro che farci i fatti nostri senza interagire con loro o chiederci se in qualche modo possiamo aiutarli, certo molti di voi sono ormai dei veterani di questo stile di vita, alcuni di voi lo fanno come lavoro in palestra altri pur gareggiando ad alti livelli hanno altri lavori. Ma quanti di noi hanno mai aiutato uno di questi “neofiti” o “non-seri” frequentatori di palestra a provare a fare il primo passo? Si, il primo passo verso uno stile di vita migliore, uno sport magnifico e un successo che si cela dietro al dedizione e l’impegno costante che richiede questo stile di vita? Cercando di incoraggiarli, cercando di spiegargli dove sbagliano in quel determinato momento, invece di “farli cadere” o deriderli? Questo modo di “atteggiarsi” davvero aiuta questo stile di vita? Siamo sicuri che l’essere spocchiosi, o arroganti aiuti davvero questo stile di vita  diffondersi e a diventare un esempio per tutti?

7a

No, non sto dicendo che dovete aiutare tutti quelli che ci sono nel mondo o nella vostra palestra  tipo “personal trainer for free” ovvio. Ma deriderli? Prenderli in giro?  Come questo può aiutare qualcuno o il culturismo in generale, voi che lo rappresentate con questo tipo di atteggiamento?

Quante volte avete sentito: “Eh ma quello non ci dice tutto….!” ma perché avete paura a scambiare e condividere le vostre conoscenze? Credete forse che quelle persone possano dai vostri piccoli consigli e battervi in men che non si dica in ogni ambito di questo sport? E ancora, non vi sto dicendo di andare domani in palestra e mettervi a fare lezione di culturismo a tutti quelli che entrano in sala pesi, ma ci sarà sempre  il ragazzino, quello magro o grasso, che ci prova in tutti i modi, quello che timido cerca di fare delle alzate laterali…e sembra che stia imitando invece un gabbiano ubriaco dopo che ha sbattuto contro un muro…ecco, ditegli che l’esercizio lo fa in modo sbagliato, che si rivolga all’istruttore per farsi correggere e se siete voi quella figura, correggetelo, con gentilezza, incoraggiandolo, facendogli capire che c’è la può fare! “Ehy lascia  che ti mostri magari un modo migliore di fare questo esercizio…”  – non è difficile vero? Non hanno una colpa se non conoscono come fare dei semplici esercizi o non sanno come fare, ma possono imparare come voi.

Tornando ad esempi di vita reale, vissuta da me stesso…altri esempi di come il comportamento delle persone posso influenzare ciò che ci rimane di loro e come ci rapporteremo poi con loro per sempre.

Anni fa andai alla fiera del Fitness di Rimini, ero ancora minorenne…quindi secoli fa…!!!…..hahahah….c’erano vari atleti che vedevo da anni sulle riviste del settore, erano magnifici, era per un ragazzino come se i super eroi fossero diventati realtà! Mazzotta,  Violante, Ascani, Ceselli e molti altri… fra questi di uno ero un fan in quel periodo, avevo tutte le riviste dove c’erano suoi articoli o copertine,  era lì ad uno stand, aspettavo il mio turno per farmi firmare una copertina, mi disse di aspettare e attesi, finalmente sembrava arrivato il mio turno, ma lui aveva altro da fare, mi disse che se lo avessi aspettato lì ancora un attimo mi avrebbe firmato il giornaletto ( diamogli una chance no?)….bè mi fece aspettare un ora…se ne andò, lasciandomi lì, passandomi davanti come niente fosse parlottando con i suoi amici di quel tempo, secondo voi che idea e che ricordo mi ha lasciato questo atteggiamento spocchioso e supponente? Brutto ovvio. E’ questo tipo di ricordo e immagine che vogliamo lasciare a chi cerca di avvicinarsi a questo mondo? Quello poteva essere la fine dei miei sogni e del mio entrare in questo mondo….non lo fu, per mia fortuna più tardi incontrai altre persone che oltre al fisico hanno anche un cervello, come Nuccitelli, Costantini, Seccarecci, Centopani.

Atleti di livello con cui, con alcuni di loro, ho avuto l’onore di allenarmi anche che non mi hanno mai trattato come il ragazzino in più che fa numero e alimenta il mio ego, ma di cui non ci frega nulla, e capì che non tutti sono come noi li vediamo a primo impatto e mi hanno insegnato a dare una chance a chiunque.

Perchè non aiutare qualcuno a raggiungere il suo scopo? Perchè non provare per una volta a essere gentili, oltre che i più grossi e i più righi della palestra? Aiutare qualcuno, è una delle cose più belle al mondo, credetemi.  Pensate un attimo voi stessi all’inizio, se aveste trovato uno stupido caprone che invece di aiutarvi a crescere via avrebbe preso in giro o peggio deriso davanti a tutti….come vi sareste sentiti? Incoraggiate i ragazzi, avvicinateli a questo stile di vita, aiutateli a capire quanto meraviglioso può essere allenarsi e riuscire a migliorare ogni volta.

positive

Chiunque può essere un bodybuilder. Non tutti possono diventare grandi bodybuilder, ma un grande bodybuilder può celarsi in chiunque.

Perchè chiunque merita una chance. Voi che ne pensate?

Vittorio

Annunci