100% Capitanio: Chiaccherata con Stefano Capitano

DSC_5917Ciao Stefano, Come hai iniziato e perché?

Ciao Vittorio. Finalmente facciamo questa chiaccherata! Ho iniziato nel lontano 1984 ero calciatore di ottimo livello(mio padre fu’calciatore prof negli anni 60..) ebbi un grave infortunio (frattura rotula scomposta) e nn riuscivo più a recuperare il tono della gamba..fu’amore a “prima vista” ma all’epoca nn c’erano le teorie dei gg nostri e gli allenamenti erano spartani ma pazzeschi!! Io mi allenai per i primi 2 anni 7 giorni su 7 (domeniche comprese) allenamenti che includevano tutte le parti del corpo in un unica seduta e quindi ore e ore di palestra senza un briciolo di integrazione e senza teorie e tecniche precise! Le prime riviste le iniziai ad acquistare dal 85 in poi ricordo ancora “sport e salute” e “Vigor” da li iniziai a prendere qualche spunto dai campioni di quell’epoca.

Perché, cosa ti è piaciuto del bodybuilding che ti ha spinto fino alle gare?

Una mattina nella palestra che frequentavo a Udine (California) vidi per la prima volta un body builder di livello!! Era Silvio Braico !! Rimasi bloccato a fissarlo per minuti era fantastico se nn erro aveva appena vinto i campionati italiani Aicap nelle medie taglie ed era in preparazione per gli europei!! Fu lui il primo “maestro” custodisco ancora con gelosia la sua prima scheda e i consigli alimentari!! Intanto il corpo iniziava pian piano a plasmarsi e nel 87 feci la mia prima esperienza da palco ..e fu abbastanza traumatica in quanto per 4 mesi avevo intrapreso una dieta di solo, pesce e acqua!! Poi mi presi un paio d’anni di pausa avevo bisogno di molti chili in più di “carne” per riuscire ad essere per lo meno decente! Nel 1990 conobbi Armando Defant diciamo che fu il mio primo “vero “preparatore ed infatti nei 3 anni che passai sotto i suoi consigli il mio fisico, cambio’molto feci diversi gran prix nazionali Ifbb ma con risultati altalenanti perché non riuscivo a fare il cambio di marcia tra off season e pre-contest!! In realtà all’epoca le gare erano uno sfizio perché nDSC_5947on conducevo una vera e propria vita da atleta..mi piaceva fare tardi uscire e divertirmi e oggi penso di aver fatto una scelta giusta perché si vive una sola volta e non puoi più fare le cose che facevi da ragazzetto!!

A distanza di tempo, guardando indietro, pensi che il body building e l’agonismo abbiano in qualche modo ha cambiato la tua vita? E come?

Certo l’hanno cambiata eccome!! Quando vuoi raggiungere certi livelli non puoi permetterti sbagli di nessun tipo!! Io ho iniziato a pensare in grande in età abbastanza avanzata perché prima era giusto facessi altre esperienze..a scanso di equivoci ero in ottima forma anche non amavo più gareggiare e se avessi voluto mi sarei potuto preparare in poche settimane perché la genetica mi ha dotato di qualche cosa di molto importante e riuscivo ad essere atleta anche senza gare!! Il passo più importante in termini agonistici lo feci in repubblica dominicana dove risiedevo 6 mesi all’anno dal 2006 al 2011, e’li che ho fatto il vero salto qualitativo allenandomi giornalmente con ragazzi che nn avevano quasi nulla ma riuscivano ugualmente a prepararsi per le competizioni!! Ho iniziato a concentrarmi su obbiettivi reali che mi ero prefissato e poi ho avuto la fortuna di incontrare 2 mostri sacri del bb mondiale come Victor Martinez e Gustavo Badell!! In repubblica dominicano ho preso pure parte a 3 competizioni vincendole nella cat. medio-Max!! Poi tornato in italia sono riuscito a portare sui palchi una condizione a detta di tutti eccelsa con densità e qualità muscolare al top!! Nel 2011 ho ripreso a gareggiare sulla spinta data da Richy Ramazzina che avevo incontrato dopo decenni che mi convinse di prepararmi per il 2 torri ! In verità la settimana prima mi qualificai per il mr universo wabba in Germania arrivando secondo al trofeo “linea sport”..quindi un quarto posto al trofeo 2 torri ed un quinto al mr universo wabba.il 2012 e’il mio anno migliore stravinco italiani wabba (cat over 40 ed assoluto) poi 2 settimane più tardi mi ripeto ai mondiali di Padova!! Ho DSC_6159raggiunto l’apice della mia carriera ma 2 mesi dopo mi cade il mondo addosso ed il problema è davvero serio !! Diagnosi; diabete mellito uno!! Nn posso crederci proprio ad uno come me doveva capitare??? Passo mesi molto duri a livello psicologico ma riesco a conviverci e riesco a riprendere tutto il peso perso(circa 20 kg in meno di un mese) mi convinco che dovrò conviverci per sempre e mi faccio forza!! Nel febbraio 2013 conosco Manuela la mia attuale compagna e mi convince di trasferirmi a Rimini città in cui vivo da 2 anni !! Manuela mi vede ancora con il “fuoco dentro”e insieme decidiamo di “rientrare”in pedana sapendo che metterò in gioco molto di me stesso Xche’dovrò capire come reagirà ora il mio corpo alle sollecitazioni di una preparazione che comunque sarà molto più dura di prima!! Vinco il trofeo “linea sport” Aicap poi un terzo posto al trofeo 2 torri un ottimo secondo al Mr. universo Wabba di Helsinki e per finire un primo posto al Ludus Maximus ifbb!! Che dire ?? Mi ritengo un uomo molto fortunato i miei genitori mi hanno donato di un dono che non puoi comprare al supermarket..chiamasi genetica perché riuscire a restare a certi livelli fon la mia sindrome e’ molto difficile!!

Sono venuto a conoscenza, per una piccola incomprensione fra noi due, di un tuo problema importante, vuoi parlarcene?

Nessuna incomprensione caro Vittorio !! E’giusto che ognuno veda le cose in modo diverso !! L’importante e riportarlo sempre con educazione e nel rispetto delle persone..poi è chiaro che a te può piacere più Big Rami di Phil Heat e magari a me piaceva più Kevin Levrone di Nasser o Yates!! Il mio “problema” affligge moltissimi atleti che a volte non sanno nemmeno di averlo perché a volte questa malattia può “nascondersi” per anni …l’importante è volersi ancora più bene di prima perché se userai sempre il cervello potrai conviverci tranquillamente !! A volte mi sento baciato da Dio perché al momento non vedo reali differenze dal giorno in cui ho saputo della malattia ad oggi, pur sapendo che i miei organi invecchieranno molto prima di una persona sana, ma a questo avrò modo di pensarci negli anni!!!

Come vedi l’agonismo attuale?DSC_6202

Vedo un livello molto buono in italia !! Forse manca un vero “fuoriclasse”che possa andarsela a “giocare” tra i grandi Body builders USA ma atleti del calibro di Alex Zuccaro e Corrado mMggiore mi sembra abbiano portato molto prestigio anche a livelli internazionali!! Ti segnalo un ragazzo che secondo me ha tutti i numeri per diventare “qualcuno” Andrea Presti, che tra l’altro è un peso massimo vero e in italia si sa che è una categoria in cui è difficile trovare atleti veramente competitivi!!

Ultimamente ci sono state, varie “guerre” su facebook fra federazioni varie….pensi che questo sia a discapito degli atleti? E se si, cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione dal tuo punto di vista?

Purtroppo in tutti gli sport succedono questi episodi spiacevoli!! Purtroppo negli anni le cose sono peggiorate con federazioni nate dal nulla e decine di Mr universo in carica…ma tutto questo che senso può avere?! La gente sa quali sono le federazioni valide e di livello e quindi gli atleti di un certo spessore sanno dove “cadere” io vengo dalla Wabba e credo che fino alla crepa creatasi 2 anni fa fosse una federazione molto competitiva molti atleti che hanno vinto in Wabba sono passati in Ifbb (me compreso) perché penso sia uno sbocca naturale x chi sa di poter competere con il meglio in circolazione!! Sicuramente è anche giusto che chi non ha qualità per essere competitivo in Ifbb continui la sua carriera agonistica in federazioni cosi dette di “seconda fascia” quindi è importante che anche le altre federazioni siano competitive e serie, per poter accogliere anche gli atleti meno baciati dalla fortuna ma ugualmente meritevoli del massimo rispetto!

DSC_6298Cosa non sappiamo di Stefano Capitanio, l’uomo, chi è?

Bè sono un uomo che ha vissuto molto intensamente ogni attimo della sua vita!! I miei migliori amici dicono che non mi sono mai fatto mancare nulla e ciò nonostante sono riuscito ugualmente a raggiungere grandi risultati sportivi…se devo essere sincero nn ho mai faticato molto a mantenere sempre un ottima forma anche lontano dalle competizioni e questo lo individuo sicuramente nella buona genetica che mi hanno Donato i miei genitori ugualmente divisa con la mia voglia di allenarmi sempre con un alta intensità a prescindere se avevo degli obbiettivi a media o lunga scadenza…penso che senza le esperienze accumulate in repubblica dominicana non avrei mai raggiunto questi risultati li ho imparato che con poco si può ugualmente fare molto se veramente la tua mente lo vuole!!! Finché non ho conosciuto la parola “soffrire” vedevo la mia vita ed il mio corpo intoccabile da ogni problema esterno ma quando il 30-8-2012 ero ricoverato in diabetologia con valori glicemici assurdi e al limite umano e persi 20 kg in meno di 2 settimane avevo capito che nn ero intoccabile come credevo …li è’stata la mia dott. Sandra Agus a farmi capire che se veramente ero forte come lei credeva ce l’avrei fatta e nn è’stato facile passare in poco tempo da atleta vincente a uomo vincente…si perché prima era tutto facile era adesso che dovevo dimostrare se ero pronto a vivere in una maniera a me sconosciuta prima!!! Ricordo come fosse adesso che in pochi gg riuscii a riportare i miei valori a livelli più che buoni e la mia dottoressa mi disse che il mio corpo era molto forte e avrei recuperato tutto il peso perso in poco tempo infatti fu così anche se di ritornare a gareggiare non se ne poteva neppure parlare!! Ma si sa nella vita tutto può succedere se una persona veramente lo vuole e DSC_6199così e stato caro Vittorio..un giorno tornai a casa e ne parlai con Manuela (la mia attuale compagna, che mi accompagna sempre nei back stage) – ” mi sento bene e sento che ho ancora qualcosa da dare” gli dissi proprio così …ne parlammo con la mia dottoressa e viste le analisi cliniche molto buone decidemmo che potevo pensare di ritornare “nel mio mondo”!! Quello che sono riuscito a conquistarmi nel 2014 e ‘risaputo e lo reputo un successo nn solo in termini sportivi ma soprattutto umani perché era di quello che ne avevo più bisogno!!! Ora ho cacciato dalla mia mente tante paure che mi affliggevano paure che aspettavano solo una risposta …ora dopo anni di militanza in Wabba e successivamente in Aicap …ho deciso di giocarmi gli ultimi anni di carriera in Ifbb , arrivare in una federazione d’élite e vincere “al primo colpo” mi ha riempito di un nuovo entusiasmo che forse si era un pochino assopito..spero di riuscire a scrivere qualcosa di importante anche in questa federazione che mi ha accolto molto bene !! Voglio concludere ringraziandoti per la grande opportunità che mi hai dato e salutare i miei sponsor della mia città natale(Udine) che mi sostengono nelle preparazioni la mia fantastica famiglia, Luca Marangone e la mia compagna Manuela!!!

Annunci