Mauro Sassi & Patrick Tuor – il seminario.

In questo week end si è svolto nella splendida cornice di San Marino, il tanto atteso incontro fra i due allenatori più titolati d’Italia: Mauro Sassi e Patrick Tuor. Lasciatemi dire sin dall’inizio che dovevate esserci!
Spesso si pensa che due leader, che l’unione sai dannosa quando ci sono due punte di diamante, due Re non possano coesistere….bè questo seminario vi assicuro che smentisce tutto ciò, l’unione fa la forza, in questo caso crea un evento unico!
Altro vedere i risultati sul palco di questi due mentori, altro sentire quanto duramente questi ragazzi da loro seguiti si impegnano, altro sentire come questo può essere raggiunto e vedere i loro metodi messi in pratica. E si, perché questo non è stato solo un seminario teorico, ma anche uno pratico. Allenamento e conoscenza, queste sono le basi e le fondamenta per il progresso e miglioramento nel body building. Due elementi essenziali per il miglioramento, non ci sono storie. Il tutto è iniziato, il sabato, in quella che è ormai doveroso chiamare : la mecca del body building italiano. Ovvero la palestra migliore in italia per veri body builders: la V-power gym di San Marino di Gian Enrico Pica! La palestra! Dovete vederla dal vivo, ragazzi uno spettacolo!

Purtroppo anche questa volta non sono riuscito ad allenarmi in questo posto, ma prima o poi ci riuscirò pure io! Ma torniamo al seminario, la palestra è gremita di appassionati ed atleti, si sono riuniti qui per questo evento forse i migliori atleti Italiani e europei per omaggiare e ascoltare questi due eccellenti trainers. Mi scusocon gli atleti che non nominerò, ma non li ricordo tutti….Qualche nome?
Lorenzo Filippi, Mirco Caselli, Filippo Masucci, Jonata Rinaldi, Eleonora Marinucci, Alfredo Texiera ( Alfy), Galya Yerofyeveva, Matteo Innocenti, Giorgio Pittalis, Ilenia di Giugno, Miha Zupan, Mattia Vecchi, Zoki Kolevski, Mavi Gioia, Emiliano Dell’Uomo, Simone Marchi e tanti altri! Davvero un enorme presenza di muscoli e campioni di tutte le stazze! Nel sabato si è svolta una piccola parte introduttiva, tenuta come dicevo in questa splendida palestra messa a disposizione da Pica per tutti noi, dove Mauro e Patrick si sono presentati a chi non li aveva mai incontrati dal vivo e dopo una spiegazione di base su cosa per ognuno di loro è fondamentale nell’allenamento si è passato alla parte pratica, dove abbiamo potuto vedere messi in pratica i loro metodi di allenamento. Creando dei veri e propri gruppi di allenamento.
I due trainer si sono divisi gli atleti presenti mostrandoci allenamenti di gambe e dorso,  mostrandoci come loro stimolano e istruiscono gli atleti. Vi assicuro che non solo è uno spettacolo vedere questi ragazzi come si allenamento ma sentire parlare Mauro e Patrick ti carica dentro, dandoti motivazione e voglia di allenarti!
Dove mauro predilige , forse poche parole e molti fatti direttamente sul campo, mostrando in modo ottimale come allenarsi, Patrick è più un trainer che ti spiega fin al microscopio ciò che stai facendo, studiando attentamente ogni ripetizione e nulla e lasciato al caso. Due metodi diversi certo, perché sono due persone diverse, ma due persone che sono accomunate da una passione unica, per questo stile di vita, che è il body building.

Ponetevi qualche domanda, chi siete e dove volete arrivare? Quali sono i vostri obiettivi? Visualizzate ciò che volete essere e come far questo in palestra durante l’allenamento. Grossi pesi, daranno grossi muscoli, sempre stando attenti a non farvi male, controllando il peso. L’alimentazione deve essere sempre curata anche durante la fase off. Stimolando sempre il processo di crescita e la forza.  Se l’idea di Sassi è quella di un allenamento strutturato in base a 8/10/12 settimane cercando di riequilibrare le parti carenti e variandolo anche alla condizione, uno schema che si sviluppa su 12 mesi studiando anche una split routine doppia per alcune parti del corpo, mostrandolo a tutti durante gli allenamenti dal vivo. Il metodo di Tuor è più aggressivo utilizzando carichi molti pesanti con 6/8 ripetizioni fare pochi secondi di pausa e poi passare alle successive ripetizioni per il massimo che riuscite a fare, e via di un altra pausa di 10 secondi, altre ripetizioni per il massimo che riuscite a fare ma sempre seguendo uno schema molto dettagliato che Tuor ha illustrato egregiamente durante il seminario. Durante la domenica abbiamo avuto la possibilità di un botta e risposta fra intervenuti e i due trainers, che si è sviluppato ancora una volta su alimentazione, supplementazione e allenamento. Non dimenticandosi di toccare l’annoso problema del posing. Ormai parte delle competizioni che sembra quasi del tutto ignorato dagli atleti e dai così detti “guru” in giro per lo stivale Italico….isole comprese, e così poi ci troviamo atleti in categoria che non sanno ancora fare un doppio bicipite di schiena. Ogni metodo deve essere adatto all’atleta in primis, deve imparare correttamente come contrarre il muscolo ad esempio, dove ti vedi arrivare un atleta che è convinto di saper fare lo squat o una leg extension ma non ha ancora la coscienza sulla propria contrazione muscolare, non creando quel momento dove realmente il muscolo cresce.
Grazie alle spiegazioni dell’ SST di Tuor o dei metodi di Sassi, si è cercato di far comprendere anche questo aspetto, sia teorico che pratico ( sabato) di questa importante fase per la reale crescita del muscolo, per creare quella ipertrofia muscolare che tanto aneliamo. Ricercando il controllo muscolare e l’esecuzione corretta, con carichi adeguati o con carichi grossi ma che siamo capaci di gestire e di sentire lavorare su di noi. Ricercando le lacune o le mancanze dell’atleta, per creare un allenamento anabolico. Certo tutta la teoria va bene, ma altro leggere della teoria altro provarla su di voi in palestra, ecco perchè non mi dilungo su quello che ci hanno spiegato, perchè comunque va provata.

Ovviamente i metodi di allenamento descritti da Patrick e Mauro, non vogliono essere leggi assolute, né assolutamente perfetti, ma metodi che hanno sviluppato con gli anni e che hanno dato diversi risultati tangibili e sotto gli occhi di tutti. Risultati veri e concreti per diversi amatori e PRO, sia nazionali che internazionali. Un seminario dove si è imparato molto e dove si è speso bene il tempo, le esperienze  come queste vanno fatte dal vivo, potrei scrivervi altre 3000 parole, non sarebbe lo stesso, la prossima volta dovete esserci !

Vittorio

Annunci