Evan Centopani, un amico.

E così dopo il week end dove i PRO sono stati a San Marino, per l’evento che ogni VERO appassionato di Body building non poteva perdere, il SAN MARINO PRO, ho avuto modo di passare un altro week end spettacolare con un PRO, ma questa volta, con un Amico: Evan Centopani!

Potrei iniziare questo racconto parlando di quanto è grosso Evan Centopani, di come le sue braccia grosse e coperte di vene da 58 cm pur essendo in offseason mi abbiano colpito, di come i suoi incredibili polpacci gli spuntavano da dietro la tibia facendolo sembrare sempre in contrazione continua, o come il suo peso da 132 kg era ben bilanciato su una struttura ampia e possente….ma io non voglio raccontarvi di cioè che vedono tutti, non voglio parlarvi del campione di body building, il PRO che tutti possiamo vedere on stage. No, vorrei parlarvi del mio amico, Evan Centopani e del nostro incontro e del rispetto reciproco.
Così, se volete, continuate a leggere.
Io e Evan ci conosciamo ormai da 2 anni, ma non ci siamo conosciuti dal vivo se non prima della scorsa domenica, il mio compleanno, il 19 ottobre. E già perchè per volere dell’universo, forse, il suo tuor in Italia organizzato da V-Power ha conciso con il mio compleanno….e quale miglior regalo se non incontrare un amico? Un amico con il quale ci sentiamo ogni settimana da tempo, parlando di tutto…sentendo che Evan è un ragazzo molto determinato e ben oltre gli stereotipi del culturista classico.
Come sapete da tempo ormai realizzo le interviste per CULTURISMO ITALIANO con la dissponibilità di vari  atleti in giro per il mondo, PRO IFBB  e qualche italiano che si rende disponibile, e grazie proprio ad una di queste interviste fatte con RON HARRIS  che sono riuscito tramite il suo aiuto a mettermi in contatto con Centopani. In realtà al suo contatto avrei dovuto intervistarlo, ma dopo pochi giorni Evan fu messo sotto contratto in esclusiva con Muscular Development e non riuscìi più ad intervistarlo….con mio sommo dispiacere, seguo Evan da quando calcava i palchi delle competizioni NPC, dove ottenne il tesserino PRO. Quando lo vidi per la prima volta sul palco rimasi senza parole, Evan rappresenta per me l’archetipo del body builder: muscoli, potenza , proporzioni e una presentazione generale equilibrata e impressiva. Mi ricordo che quando lo vidi dissi che se un giorno mi sarebbe piaciuto essere come lui, se mai avessi potuto scegliere un fisico, sarebbe stato il suo in assoluto. Certo tifo parecchio per Flex Lewis e Guy Cisternino che sono, con lui,  fra i miei body builders in assoluto che preferisco a livello PRO e  a cui farei vincere

praticamente tutto, ma Evan è fra gli open sicuramente il top per me!

Pensate che una volta su un forum di bodybuilding che non è più attivo ebbi una discussione molto accesa con vari membri di quel forum propio su Evan, alle sue prime gare di cui postati delle foto. Loro dicevano che non avrebbe mai ottenuto la PRO card e che anzi sarebbe spazzato via da Troy Brewer, altro atleta emergente di quel tempo…..Brewer ha da anni abbandonato il palco senza mai ottentere la PRO card e fa il personal trainer a Dallas….Evan al suo primo Mr Olympia è arrivato 8°…che dire, sono enormemente felice per lui!…E così, dopo anni di seguirlo su MD e alle varie competizioni, sono entrato in contatto con lui. All’inizio pensavo fosse un falso che si spacciava per lui sapete? Si come su facebook….un fake…anche perchè parlavamo di tutto tranne che di culturismo….e lui si è dimostrato subito molto disponibile, socievole e una persona sincera con uno spiccato senso dell’umorismo e gentile. Evan mi ha sorpreso perchè più che parlare di quanto facevo o meno in palestra mi chiedeva invece di parlargli della mia famiglia, dei miei fratelli di come passavo il tempo libero e di cosa facessi per vivere, ci siamo raccontati tante cose in questi anni.


Come quando abbiamo condiviso la sofferenza per la perdita di Seccarecci, persona e atleta che lui stimava e che in un certo senso ci ha lasciato un vuoto. Mi ricordo che mi scrisse con molta sofferenza per la perdita di Daniele. Lo abbiamo ricordato anche domenica scorso, al nostro incontro. La stima so che era reciproca, Francesco Seccarecci ne è testimone di ciò che dico.
Spesso mi ha ringraziato per le email che ci scambiamo e mi ha aiutato a passare alcuni momenti in cui ultimamente volevo lasciar perdere tutto, sia per i continue e inutili attacchi da parte di certa gente frustrata che forse crede che la vita sia una pagina su facebook o per alcune delusioni da parte di certe persone, mi ha spronato a dedicarmi di più a me stesso, a decidere cosa mi piacerebbe fare ed essere, senza mai giudicare o sentenziare le mie scelte. Ho l’onore di conoscere Evan davvero come pochi forse, e di più, ho l’onore di poterlo chiamare amico.
Vi svelo una curiosità. Evan non è su facebook, già avete letto bene,
Evan non è su facebook, nè ha una sua fan pagina. Tutti i profili che vedete sul social network più famoso al mondo sono dei falsi, Evan è solo presente su INSTAGRAM ( cliccate e vedrete il suo UNICO vero account) le cose si sono cominciate a muovere per incontri “indiretti” fra me e lui. Ha così partecipato alla causa benefica per la realizzazione della magliettina da donare in beneficenza a MAKE A WISH per regalare un sogno ad un bimbo in fase terminale, ha partecipato dando la sua disponibilità poi a vari video che ho realizzato sempre per CULTURISMO ITALIANO, sempre con molta semplicità e gentilezza.

Una cosa che trovo davvero particolare in Evan è che comunque non si arrende facilmente è una persona forte, determinata e che è felice di quello che fa in questo momento. Con determinazione  è riuscito ad arrivare al top dell’olimpo di questo sport, con passione e con saggezza, senza mai strafare, è una persona intelligente e sa benissimo cosa sta facendo e dove vuole arrivare.
In questi anni ho imparato a conoscerlo, ad apprezzarne il carattere sereno e pacato, la determinazione e la forza, la costanza e l’intelletto. Pian piano siamo diventati amici, ci siamo scambiato consigli e emozioni, risate e regali, e parole di conforto. PRIME NUTRITION per cercare di creare qualcosa di serio e tangibile oltre al palco e le vittorie. Evan è uno dei top 10 body builder al mondo ma vi assicuro che è uno dei ragazzi più disponibili e semplici che conosco.
Ho scoperto che Centopani è un ragazzo di solidi principi, che ama la famiglia e ci tiene molto e rispetta il prossimo, che ha una vita tranquilla, che si allena come un bue e che riuscirà a realizzare ciò che vuole nella vita, che pensa al suo futuro oltre il palco. Una persona che vuole essere ricordato non solo per i suoi muscoli ma per quello che è come uomo. Non vuole finire, come tanti, nel dimenticatoi una volta che finirà la sua carriera agonistica,  così si sta impegnando per il suo futuro, per il futuro di sua figlia, per la sua famiglia in un progetto con la ditta che lo sponsorizza la
Nessuno come lui mi ha dimostrato che se continui a credere in quello che fai riuscirai ad ottenere il risultato che tanto desideri.

Così fra le nostre numerose email, una sera mi scrive Evan, dicendomi che presto sarà in Svizzera per un guest posing e se conoscevo qualcuno che volesse prendere questa occasione al volo per organizzare un tuor in Italia, essendo i due stati vicini, è stata una notizia fantastica! Ma ci pensate? Avrei potuto incontrare il mio mito! Il mio amico che da tanto voglio conoscere dal vivo e che stimo dal web da anni! Magari se avessi trovato uno sponsor avrei potuto incontrare il mio amico qui in Italia!….Bè ho trovato subito risposta in Gian Enrico Pica, che subito si è messo a disposizione per poter avere un contatto con Evan e organizzare l’evento che avrebbe portato Centopani in Italia….il 19 Ottobre 2014….non un giorno qualunque per me….ma il  mio compleanno! Una cosa davvero insolita non credete? Incontrerò il mio amico, il giorno del mio compleanno in Italia e per la prima volta dal vivo! Incredibile!

Così Evan è venuto in Italia il giorno dopo il suo guest posing in Svizzera,il 19 ottobre,  seguito dalla sua bella moglie, Erika. Passando due giorni in giro per Palermo, camminando per il ballarò, mangiando arancine e panelle, percepire il caldo sole Siculo nella splendida cornice di Mondello, facendo un seminario alla FITNESS AGOGO, per parlare con alcuni fan e farsi foto con chiunque lo chiedesse. Assaporare il cibo italiano che lui ama tanto, e lo ama davvero, avreste dovuto vedere la sua faccia  appena gli è arrivato il suo primo piatto davanti carico di pesce….entusiasta….le foto non rendono! Se ve lo state chiedendo Evan e Erika hanno imparato diverse frasi in Italiano in pochissimo tempo, mentre per il resto abbiamo parlato quasi sempre in inglese….devo migliorare la mia pronuncia però…non vi nascondo che fra l’emozione di averli li dal vivo e il fatto che poche volte mi capita di parlarlo…il mio inglese  a volte era davvero senza senso a ripensarci…meno male che Evan e Erika sono stati buoni con me!

Inutile dire che ho passato un compleanno davvero fantastico dal mio punto di vista, Evan ha confermato tutto quello che traspariva dalle sue email, e vi dirò di più quando ci siamo visti ci siamo abbracciati e salutati come due amici che si frequentano da anni, forse non è vero che bisogna frequentarsi perchè un’amicizia cresca e si maturi nel tempo, per me ed Evan è stato così. Fino ad oggi solo con altre poche persone sono riuscito ad instaurare un bel rapporto come quello che ho con Evan, uno di questi nei prossimi giorni sarà sul palco, l’ho mostrato ad Evan in foto, mi ha detto che se si presenta sul palco con la giusta durezza sarà un bel problema per chi lo cercherà di abbattere…chissà se sta leggendo….ma torniamo ad Evan, sapevate che è venuto in Italia con la moglie e che per la prima volta hanno fatto un viaggio insieme? Già non avevano prima di oggi fatto viaggi insieme, Evan si sposta molto per gli USA ma non erano mai riusciti a fare un viaggio completamente insieme. Questo Tuor è stata l’occasione per loro di visitare il paese dell loro origini, anche la moglie è infatti di origini italiane, di stare un pò insieme e di conoscere i suoi fan italiani.

Fan che devo dire almeno qui a Palermo, potevano essere più presenti ma forse non c’è tutto questa passione per il culturismo come pensavo io. Oppure non so, magari non è fra i vostri atleti preferiti e non avete voluto venire  a vedere un PRO dal vivo, però poi magari vi spostate per andarli a vedere in Germaia o chissà dove….comunque io so che io ho passato due giorni magnifici in compagnia di bella gente, un compleanno unico e irripetibile, cosa per cui devo ringraziare Gian Enrico Pica, Filippo Masucci, Cristiana Casoni, Mauro Sassi e ovviamente il grande Evan Centopani e la sua splendida moglie Erika! Cosa dirvi ancora? Evan è un amico! Evan e Erika grazie per la vostra amicizia, mi onora.

Vittorio.

Annunci

Un pensiero su “Evan Centopani, un amico.”

  1. Pingback: Benvenuti! |

I commenti sono chiusi.