Intervista a Dave Crosland – steroids expert

Q) At first Thanks to be here, Mr Crosland. To start, talks about your background, so we can start this interview and and present you to our readers? When you begin with bodybuilding? And Why?

ok, hey to all, im 42 years old married to my beautiful wife shashana I live in Huddersfield in England and train at maloneys gym in Huddersfield. I work as a pieds councillor (performance and image enhancing drugs specialist) in short a steroid councillor.i currently stand 6ft 1 and 355lb with a 24.5 inch arm
I began training when I was 16 at home in the basement with a set of dumbells my brother had left. I was always big but also fat and quite weak for my size , I played rugby for the school and initially wanted to increase my power as well as look good. id always admired musclemen in cartoons id watched.
once I started i found I responded well but more than that I enjoyed it and it was something I was good at . I joined a local gym called bob sweenys Olympic gym and then shortly after maloneys opened and I moved my training to there. shortly after I got a job behind the counter and I soaked up as much information as I could from the seasoned trainers that came in. at the time I bought every bodybuilding magazine I could afford and I thought that all that separated me form them was that they trained harder so I pushed my self to the edge constantly in the gym something that has stuck with me even now. I later learned it was steroids that enabled them to create such incredible physiques

Q) You also compete?

not any more when I was 24 I was prepping for the british championship when I was taken to meet dorian yates. I was over 300lb with abs. dorian took some interest in me now at that time all I did was dream of turning pro. I went back to the gym with renewed vigor. this resulted in me detatching my left pectoral completely. I was refused surgery by the national health service and could not afford t go private. my dream was shattered I sank into depression and drifted away from training for 13 years.
when I returned to training my desire to compete had gone now I do it as a personal challenge pushing myself to my limits and beyond


Q) What do you think of the bodybuilding industry and the fact that today is an amateur who does not receive prize money if he wins a competition? What do you think?

unfortunately outside of the USA bodybuilding makes very little money so there just isn’t the prize money to go around. European sponsors are general very unwilling to invest any reasonable sums of money into their athlete’s yet quiet happy to make money off their achievements. its unfortunate as it is an exspensive sport. the federations aren’t much better they don’t do a massive amount in supporting their athletes, they seem more interested in chasing money especially the ukbff.

Q) In your experience, what percentage are imported in bodybuilding. these three factors: training, diet, steroids?

they all have their place but even with no drugs and poor food is your training is good youll grow but if you remove training nothing happens so for that reason id say training. however to reach your true potential all 3 need to be right. I feel the food is the hardest as it never leaves you it is something you have to deal with everyday all day. and when your trying to push 10,000 calories of clean food down it takes some doing

Q)…and ‘always been very clear and very free in talking about your intake of steroids and their effect on the performance, what prompted you to open a livejournal and to be so open about this subject that is often is a Taboo’?

a couple of things id done work with needle exchange programs and always been honest about my usage being a drugs councillor id never hidden my own usage. my old sponsor sean bushby who runs http://www.bodybuilding depot.com and represents SSN came up with the idea after meeting rich piana. he went back to head office but they refused to back the idea. I however was sold so I decided to do it off my own back. this meant surrendering my sponsorship, but I still use their products .
I hoped that by being honest people would see that it wasn’t just drugs and that it wasn’t all plain sailing that things did go wrong and no matter how big you get you still have im small days
I hoped that it would also educate people about drug use.

Q) Since you are a person who has much experience in this field, how many of these quotes are true or simply your questions about it, please:

A) “steroids have no adverse effect!”

absolute rubbish. steroids are not safe but then neither is alcohol its about managing risks, both in terms of how big a risk you are willing to take against the benefits you feel youll get from using. and In monitoring your health and taking precautions to minimise the impact on your health

B) “steroids change your life, make you become a mosro full of muscles, are magical”

For some people they do but there is nothing magical about them they are just chemicals they cause a reaction which we as users exploit.

C) “to become like you, just take steroids. If I take them I became a monster, and I do not want to do it!”

I hear this one a lot, if that is the case then there would be more people like me, it takes a lot more than drugs. back breaking workouts and force feeding till your sick and beyond.
that comment is just an excuse given by people who cant achieve to justify their own failures


Q) Recently released your documentary, “Under Construction” – what inspired you to create this particular but very interesting documentary?

myself and james grealish had work on a couple of projects together and the subject came up in conversation. at first it wasn’t considered seriously but after a few weeks james got back in touch and we decided to do it. to be honest there wasn’t really a massive amount of planning. we didn’t want to stage anything. we wanted it to be as open and honest as possible. james came and stayed with me a few days and he just filmed my life.
and that was pretty much it . im quite shocked at peoples reactions we were happy with what we produced but we never thought it would create this much interest. ive had hundreds of messages saying how I inspire people which I find weird because im nobody special im just doing what I do. that is my normal life, I don’t see it as being anything particularly amazing but if it helps just one person then it was all worth it.
I was nervous as my training is very personal to me and except my wife I had never shared my thoughts and feelings on it with anyone before, so it was difficult I felt very exposed. but on the whole the response has been very positive ive even been invited on to geared up an online radio show in the usa that interviews some pretty big names.
it has had its critics as you would expect and ive been criticised over my condition but I expected that.

Q) Steroids are actually the greater evil of bodybuilding?

that’s a difficult one they definitely can be, a lot of it comes down to using responsibly and that is different for every individual a lot wouldn’t cope with running the dosages I run (up to 5000mg per week) but I have no issues bloods came back all normal after 5 weeks off.
I think to be honest the greater evil is people not the drugs.

Q) In conclusion, what you want to say to our readers?

if you haven’t already watched the film then please do. (http://ucthefreak.co.uk/)
I say this in the film and ill say it here to close
don’t set yourself limits find them dare to dream big you might surprise yourself we are capable of amazing things you just need to first believe then secondly go and do it you don’t fail until you stop trying

————————————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
————————————————–

D) Per iniziare, grazie di essere qui, il Mr Crosland. Ci parli del suo background, in modo che possiamo iniziare questa intervista e presentarvi ai nostri lettori? Quando ha iniziato con bodybuilding? E perché?

ok, salve a tutti, ho 42 anni sono sposato con la mia bella moglie Shashana. Io vivo a Huddersfield, in Inghilterra e mi alleno in una palestra di Maloneys, a Huddersfield. Io lavoro come consigliere specialista sugli steoridi (prestazioni e tutto ciò che è corelato al loro uso), insomma una specie di alleantore ma specializzato nell’uso degli steoridi. Attualmente peso 161 kg e sono alto 180 cm con un braccio 63 cm.

Ho iniziato l’allenamento quando avevo 16 anni a casa mia nel seminterrato con un set di manubri che mio fratello aveva lasciato lì. Sono sempre stato grande, ma anche molto grasso e piuttosto debole per la mia taglia, ho giocato a rugby per la scuola e inizialmente volevo aumentare la mia forza. Ho sempre ammirato i fisicis muscolosi nei cartoni animati che guardavo da piccolo.

una volta che ho iniziato ho risposto bene, ma più di questo mi sono divertito ed è stato qualcosa in cui mi sentivo bravo. Sono entrato in una palestra locale chiamato “bob sweenys gym olimpic” e dopo poco Maloneys ha aperto e mi sono spostato lì. Poco dopo ho trovato un lavoro dietro il bancone e ho assorbito quante più informazioni potevo da allenatori esperti che che sono venuti lì, da quel momento ho comprato tutte le riviste di bodybuilding che potevo permettermi e ho pensato che tutto ciò che mi separava dalla loro possenza fisica era che si sono allenati più difficile di coem facevo io. Così ho spinto il mio fisico costantemente in palestra, qualcosa che è rimasto con me anche adesso. Ho scoperto poi che era anche grazie agli steroidi che gli hanno permesso di creare tali fisici incredibili.

D) Ha Gareggiato o gareggia?

Non più, quando avevo 24 anni fu l’ultima volta che ho messo piede su un palco, per la preparazione per il campionato britannico quando incontrai Dorian Yates. Ero sopra i 136kg con l’addome in vista. Dorian ha preso un certo interesse per me, e da quel momento tutto quello che ho fatto è stato per il sogno di passare al professionismo. Sono tornato in palestra con rinnovato vigore. questo ha provocato in me però un pò di non curanza e ho subito un’incidente, il mio pettorale sinistro si è completamente distaccato. Mi è stato rifiutato l’intervento chirurgico da parte del servizio sanitario nazionale e non potevo permettermi di farlo in privato. il mio sogno si è infranto. Sprofondai in depressione e mi allontanai dalla palestra per oltre 13 anni.

quando sono tornato all’allenamento il mio desiderio di competere era andato via. Ora lo faccio come una sfida personale che mi spinge ai miei limiti e oltre!


D) Cosa ne pensa del settore bodybuilding e il fatto che oggi è un dilettante non riceve un premio in denaro se vince un concorso?

Purtroppo al di fuori del bodybuilding USA, questo rende molto poco denaro quindi non solo non è c’è il premio ma non ne girano molti. Gli sponsor europei sono in generale molto poco disposti a investire somme ragionevoli di denaro sugli atleti, ma sono felici di fare i soldi con i successi dei loro atleti. Purtroppo è uno sport molto costoso. Le federazioni non sono molto meglio,non fanno molto per sostere i propri atleti, azni sembrano più interessati ad andare a caccia di soldi, soprattutto il ukbff.

D) Secondo la sua esperienza, in quale percentuale sono importati nel bodybuilding questi tre fattori: allenamento, dieta, steroidi?

Tutti hanno il loro posto e la loro importanza, ma anche senza farmaci e con cibo scadente se il vostro alleamneto è buono otterrete dei risultati, ma se si rimuove l’allenamento dall’equazione non succede nulla quindi per questo motivo penso che l’allenamnto sia la parte più importante. Tuttavia per raggiungere il tuo vero potenziale tutte e tre sono necessari. Il più complicato da gestire è sicuramente il cibo, in quanto non vi lascia mai ed è qualcosa che ha a che fare con voi tutti i giorni per tutto il giorno.


D) … E’sempre stato molto chiaro e molto libero nel parlare dell’assunzione di steroidi e il loro effetto sulle prestazioni, che cosa l’ha spinta ad aprire un LiveJournal e di essere così aperti su questo argomento che è spesso un tabù’ ?

Un paio di cose: il fatto per cui lavoro con programmi di ricerca sugli steroidi e circa il mio utilizzo, essendo un ricercatore e esperto, non ne ho mai nascosto il mio uso. il mio vecchio sponsor “Sean Bushby” che gestisce http://www.bodybuilding depot.com e che rappresenta SSN venne coinvolto con questa idea dopo che avevo incontrato Rich Piana. Tornai alla sede centrale con questa idea, ma si sono rifiutati di sostenerla. Io però è sono convito che sia utile, così ho deciso di farlo. Questo significava rinunciare al mio sponsor, ma io uso ancora i loro prodotti.

Spero che, essendo onesto si potrebbe capoire che non è solo l’utilizzo si sterodi che ti fa diventare grosso e forte, ma che è un concatenarsi di fattori.

Spero  di aiutare le persone ed educarle nell’uso degli steroidi.

D) Dal momento che sei una persona che ha molta esperienza in questo campo, quale di queste citazioni sono vere o semplicemente la sua opinione su:

A) “Gli steroidi non hanno alcun effetto negativo!”

Spazzatura assoluta. gli steroidi non sono sicuri, ma come non lo è l’alcool, per dire. Ma tutto sta come li gestisci, sia in termini di quanto è grande il rischio che si è disposti a pagare contro i benefici che si ha nell’utilizzarli. Molto sta nel monitoraggio della salute e prendere precauzioni per ridurre al minimo l’impatto sulla salute.

B) “Gl steroidi cambiano la tua vita, ti fanno diventare un mostro pieno di muscoli, sono magici”

Per le persone che fanno davvero uso non c’è nulla di magico sono solo le sostanze chimiche che provocano una reazione che noi utenti sfruttiamo. Combinate ad altri fatto: allenamento e dieta.

C) “per diventare come te, basta prendere gli steroidi. Se li prendo io divento un mostro, e io non voglio farlo!”

Ho sentito questo un sacco di volte, se questo è il caso, allora ci sarebbero in giro più gente come me, ci vuole molto di più dei farmaci. Allenamenti e alimentazione forzata finché il vostro fisico è spinto al massimo e oltre. Il commento è solo una scusa, dato da persone che non raggiungono i loro obiettivi lo usano per giustificare i propri fallimenti.


D)E’ stato pubblicato di recente il suo documentario, “Under Construction” – che cosa l’ ha spinto a creare questo particolare, ma molto interessante documentario?

Bè io e James Grealish avevano lavoro su un paio di progetti insieme e il soggetto è venuto fuori durante una conversazione. In un primo momento non si è ritenuto serio, ma dopo poche settimane James si è rimesso in contatto e abbiamo deciso di farlo. Ad essere onesti non c’era davvero una massiccia quantità di pianificazione. Non volevamo mettere in scena qualcosa. Abbiamo voluto che fosse più aperto e onesto possibile. James è venuto ed è rimasto con me un paio di giorni e ha filmato la mia vita.

E’ solo qeusto in pratica. Sono riamsto abbastanza scioccato le reazioni della gente ma siamo stati felici con quello che abbiamo prodotto, ma non abbiamo mai pensato che generato un così clamorso interesse. Ho ricevuto centinaia di messaggi dicendo come ho ispirato le persone e li ho aiutati, e ciò lo trovo strano perché nessuno mi ha mai detto che quello che faccio è speciale. Questa è la mia vita normale, io non lo vedo come qualcosa di particolarmente sorprendente, ma se aiuta anche una sola persona, allora ne vale la pena.

Ero nervoso lo amemtto, il mio allenamnto è molto personale per me e mia moglie, non avevo mai condiviso i miei pensieri e sentimenti su di esso con nessuno prima, quindi era difficile, mi sentivo molto esposto. ma nel complesso la risposta è stata molto positiva, sono anche stato stato invitato ad uno spettacolo radio online in USA che intervista grandi nomi di questo sport.

Certo ha avuto i suoi critici come ci si aspetterebbe e hanno anche criticato la mia condizione, ma me lo aspettavo.


D) Gli steroidi sono in realtà il male maggiore di bodybuilding?

Questa è difficile coem doamnda… sicuramente possono essere, ma si tratta di utilizzarli in modo responsabile e che è diverso per ogni individuo, so per certo che molti non potrebbero affrontare l’esecuzione dei miei dosaggi (fino a 5000mg a settimana), ma non ho problemi di pressione e torna tutto normale dopo 5 settimane di riposo. Penso che ad essere onesti il male maggiore pe ril bodybuilding non sono gli steroridi, ma al gente che non sa usarli o ne capisce nulla.

D) In conclusione, cosa vuole lasciare coem suo messaggio ai nostri lettori?

Bè se non l‘avete già visto, correte a guardare il mio documentario. (http://ucthefreak.co.uk/ )

Dico questo nel film e loi dico pur equei per chiudere:

“Non impostate i vostri stessi limiti. Ma trovate il coraggio di sognare in grande potreste rimanere sorpresi. Siamo capaci di cose davvero incredibili ma bisogna crederci. Prima credete, poi andate e provateci fincheè non ci riustite, non smettete mai di provarci!”

Annunci