INTERVISTA A Daniel Noccioli – NPC competitor

Q :At first, thanks to be here!

Thank you for the opportunity Vittorio! I am a big fan of Culturismo Italiano and follow your media frequently!

Q: How old are you? How tall are you, and how much do you weigh in your contest condition and in off?

I am 24 years old. I am 5’11. I weigh 230lbs in contest condition, and I weigh anywhere from 255-265lbs in my offseason 🙂

Q: Tell us a little history of your succes during your bodybuilding and when you started?

I began my bodybuilding career competing in a small competition known as the Fitness Atlantic in the WBFF federation here in my home state of Connecticut, United States. It was my first time, I really did not have any idea as to what I was doing, but I always trained hard and wanted to show off my physique on stage. I ended up winning my weight class (heavyweights), but did not take the overall. After this first show in 2012, the next year (2013) I wanted to get a little more competitive and therefore looked into competing in the NPC. I entered the 2013 Jay Cutler Classic in Boston, Massachusetts, where I placed 3rd for the Open Heavyweight division where I competed at 213lbs. Again I did not have a coach, and did my prep by myself, not knowing exactly what I was doing. I then took a year off and put on some much needed size. I hired my coach and training partner Marc Antoine-Andrade, and began making drastic improvements for the 2014 Jay Cutler Classic where I placed 1st for the Open Super Heavyweight division where I competed at 231lbs. During this prep I also began training with both Marc and Evan Centopani, which helped me make huge changes to my body. I most recently competed in the Connecticut State Championships and Connecticut Grand Prix where I took 1st place for the Open Super Heavyweight division for both shows, as well as the Overall win for both. Next up is the Atlantic States on June 21 in Manhattan.

Q: How you discover the bodybuilding world? And how did you get involved in compete?

I discovered the world of bodybuilding by basic research I had made, and my desire to want to improve myself physically. I began training pretty intense after I graduated high school in 2008, and have continued to train hard since. I began competing in the NPC last year 2013 after many people told me I should give it a shot based on my physique. Ever since my first competition I was hooked. I fell in love with the sport, the feeling you get backstage, preshow, and on stage. The hard work, prep, and dedication makes everything pay off in the end.

Q: Do you do cardio? How you manage this part of training?

Cardio usually was around 20-40 minutes during most of my prep. It wasn’t until we got into the last two weeks or so of the competition that we picked up the cardio to around 1 hour. I usually split up my cardio to half and hour in the morning before my first meal where I will do steady pace on an inclined treadmill, and then again post workout where I will do some sort of high intensity interval training on the Stairmaster.

Q: I see your contidition on stage and it’s really amazing! You have a big structure! Any tips for big guy involved into bodybuilding to build mass?

EAT, EAT, EAT! I feel as if today’s generation is so focused on short cuts to putting on size, getting big fast, not really interested in putting in the hard work and dedication necessary to develop a large, conditioned physique. If you have a great, effective diet that enables you to grow, it is then up to you to put this diet to good use through hard, heavy, smart training. Push yourself to your limits and you will reap the benefits.

Q:Tell us about your training. Do you have a particular philosophy?

Prior to working with Marc Andrade and Evan Centopani, I always thought everything I did in the gym had to be heavy, heavy, heavy. The philosophy that Marc and Evan have helped me to develop is to truly feel every movement throughout your workout. There are exercises where it is good to go heavy, feel that heavy weight. Except don’t lose sight of what exactly you are doing, the contraction and relaxation of the muscle. Slow negative movements, controlled movements, truly focusing on contracting the muscle of interest and then relaxing it is the main points that have shown me during our training together. It has helped me improve and develop my physique tremendously.

Q: Can you tell us about your diet, supplements routine? And how much the right nutrition is really important for you, for build muscles?

Nutrition is EVERYTHING! A proper and effective diet, whether it be offseason or contest prep, is the most important aspect of any bodybuilder’s lifestyle. If you are not fueling the machine properly, then it can only reach a certain level before you plateau. My diet throughout prep has consisted of 6 meals, usually with a 7-8oz serving of protein, anywhere from 1 cups or 8oz of carbs, and an unlimited amount of greens. My meal plan follows a carb cycling theory, where carbs are placed and consumed around workouts, as well as are specific to the type of training day it is, whether it be legs, or upper body, or an off day. We generally utilize eggs, egg whites, white fish, London broil steak, chicken breast, almonds, olive oil, white rice, oats, sweet potatoes, all natural honey, cream of rice, etc. Nothing special or unheard of, just the basic appropriate foods in the right amounts. In terms of supplements I tend not to use many supplement products other than branched chain amino acids during and after my workout.

Q: What is the bodybuilding, for you?

Bodybuilding for me is the ability to express myself through my physique. I am able to show my hard work, dedication, passion, desire, and determination through developing my physique and then presenting it on stage. The ability to be admired and supported by so many people means more to me than words can describe. The support system of the bodybuilding world is amazing and only encourages me to continue.

Q: You know you look like a perfect bodybuilder for me into these days, you’ve always dreamed of being so huge or at the beginning you never imagined to get this result?

I actually used to look at the covers of Muscular Development and Flex and say to myself “Eww, I never want to look like that!” hahaha. Thinking back on that I think its funny, I never realized how much hard work and dedication these guys put into every waking moment of their lives to achieve such phenomenal physiques. Now that I am fully involved in the lifestyle, I only hope to reach that level at some point in my life, as long as God allows me to do so.

Q: What are your future goals?

My future goals are to take a long offseason after the Atlantic States on June 21. I begin Physician Assistant school in Manhattan this summer, therefore will be focusing strictly on school, my offseason dieting and training. I hope to come back next year with another 10-15lbs of stage weight added and compete in the Junior Nationals in Chicago in 2015.

Q: What are your weak points, what you do and how do you improve it?

At this point I don’t really see many weak points with my physique other than my conditioning on stage as well as my calves. Always room to improve calves! I know that will come with time, but I just hope to continue to improve and better my physique over time and continue to bring better, bigger, and more conditioned packages in the future.

Q: How do you see yourself in ten years?

In ten years I truly hope to see myself in the IFBB Pro Leagues, competing on the biggest stages throughout the world! Would mean more than anything to me to be regarded as one of the top bodybuilders in the world. I absolutely love this sport, the community, and everything there is about it.

Q: What newbie mistakes did you make when you first started training?

Some mistakes I am guilty of making is just absolutely doing too much. I know many people don’t believe in the concept of “overtraining,” but the fact that I would train 7 days a week, for nearly 2-3 hours a day on such training days as biceps or triceps, I feel as if I may have overworked myself on several occasions, and perhaps even hindered growth. Everything is great in moderation. If you train hard enough on your 5-6 day split, staying consistent with your diet, you wont need to spend hours upon hours in the gym killing yourself. Training effectively is the most important thing. I also knew very little about dieting, and would grossly overeat, which in a way could have also been a disadvantage to my physique.

Q:Do you have any funny stories about getting a cool comment about your physique by a random person?

Actually, one time in a local gym in my area, I was training and walking around the gym. I stopped to speak with a friend of mine and was approached by another kid at the gym. He came up to me and asked if I was Evan Centopani! Haha. This was before I ever started training with Evan, and didn’t really know him that well, but I found it quite hilarious. I told the kid I appreciate the compliment, but if I was Evan Centopani he would definitely know without having to ask haha.

Q: Any last advice for beginners or anyone looking to get into bodybuilding?

If you have the slightest interest in getting into bodybuilding, you should definitely do your research as to what is required of you to prep for a competition, as well as all that goes into competing. It is not an easy sport by any means, and it is too often people get into it cause “their friends are doing it” or they see the finished on stage product and they want to look like that. You need to be aware of the serious dedication and hard work that is necessary to step on stage and do well, and if you feel as if you are up for the challenge, I strongly encourage you to do so. It is an amazing sport, and it is extremely rewarding. Just make sure to educate yourself and learn before you take part in anything.

—————————————-
TRADUZIONE IN ITALIANO
—————————————-

D: Tanto per iniziare Daniel: Grazie di essere qui!

Grazie per l’opportunità Vittorio! Io sono un grande fan di Culturismo Italiano e seguo spesso i vostri post e i vari network ( facebook, Instagram, etc.)!

D: Quanti anni hai? Quanto sei alto, e quanto pesi in condizione da gara  e in off?

Ho 24 anni. Sono alto 179 cm e peso 104 kg in gara e solitamente fuori competizione peso dai 115-120kg ovvio in offseason 🙂

D: Parlaci un pò del tuo percorso nel bodybuilding e quando hai iniziato?

Ho iniziato la mia carriera come bodybuilding agonista in un piccolo concorso conosciuto come “Fitness Atlantic” nella federazione WBFF qui nel Connecticut, Stati Uniti. Era la mia prima volta, io davvero non avevo alcuna idea di quello che stavo facendo, ma mi sono sempre allenato duramente e ha voluto salire sul palco. Ho finito per vincere la mia classe di peso (pesi massimi), ma non ho preso l’assoluto. Dopo questa prima gara nel 2012, l’anno successivo (2013) Volevo avere un po’ più di competizione e quindi ho cominciato a miraree agli NPC. Entrai al 2013 Jay Cutler Classic a Boston, Massachusetts, dovemi sono piazzato terzo per la divisione dei pesi massimi  dove ho gareggiato a 96 kg. Ancora una volta non ho avuto un allenatore, e ho fatto la mia preparazione da solo, non sapendo esattamente cosa stavo facendo. Allora ho preso un anno di pausa e messo su molta massa di cui avevo bisogno. Ho assunto il mio primo allenatore e compagno di allenamento Marc Antoine-Andrade, e cominciato a fare miglioramenti drastici per il 2014 Jay Cutler Classic mi sono preparato e presentato nella divisione Open Super Heavyweight dove ho gareggiato a 104 kg. Durante questa preparazione ho anche iniziato l’allenamento sia con Marc che con Evan Centopani, che mi ha aiutato a fare grandi cambiamenti al mio corpo. Più recentemente ho gareggiato nei campionati dello Stato del Connecticut e al Connecticut Grand Prix dove mi sono piazzato 1 °  per la divisione Open Super Heavyweight in entrambi gli spettacoli, così come la vittoria dell’assoluto per entrambi. Il prossimo obiettivo è l’Atlantic City State il ​​21 giugno a Manhattan.

D: Come hai scoperto il mondo del bodybuilding? E come sei stato coinvolto nelle gare?

Ho scoperto il mondo del bodybuilding dalla ricerca di base che avevo fatto, e il mio desiderio di voler migliorare me stesso fisicamente. Ho iniziato l’allenamento piuttosto intenso dopo essermi diplomato alla scuola superiore nel 2008, e ho continuato ad allenarsi duramente da allora. Ho cominciato competere negli NPC lo scorso anno, 2013, dopo che molte persone mi hanno detto che era venuto il moemnto di passare al livello successivo di gare. Fin dalla mia prima gara sono stato innamorato della competizione. Mi sono innamorato di questo sport, la sensazione che si ha nel backstage, il preshow, e le emozioni sul palco. Il duro lavoro, la preparazione e la dedizione rende tutto alla fine.

Q: Fai cardio? Come lo implementi nel tuo allenamento?

si faccio cardio, di solito  circa 20-40 minuti durante la maggior parte della mia preparazione. E’ stato così fino a quando non siamo arrivati ​​nelle ultime due settimane o giù di lì della gara dove  abbiamo messo il cardio per circa 1 ora. Io di solito diviso il mio cardio per mezz’ora la mattina prima del mio primo pasto, ritmo costante su un tapis roulant inclinato, e poi di nuovo post allenamento, dove faccio una sorta di High Intensity Interval Training sullo Stairmaster.

D: Ho visto che la tua condizione sul ​​palco ed è davvero incredibile! Hai una grande struttura! Eventuali suggerimenti per i ragazzoni coinvolti nel bodybuilding per costruire la massa?

Mangiare, mangiare, mangiare! Mi sento come se la generazione di oggi è così focalizzata sulla scorciatoie per mettere su dimensioni, diventando grande in fretta, non è davvero interessato a mettere quel duro lavoro e la dedizione necessarie per sviluppare un grande fisico. Se si dispone di un buon dieta efficace che consente di crescere, è poi sta a te mettere questa dieta a buon uso attraverso il duro pesante,  intelligente allenamento . Spingere te stesso ai tuoi limiti e si raccoglieranno tutti i benefici.

D: Parlaci del tuo allenamento. Hai una filosofia particolare?

Prima di lavorare con Marc Andrade e Evan Centopani, ho sempre pensato che tutto quello che ho fatto in palestra doveva essere pesante, pesante, pesante. La filosofia che Marc e Evan mi hanno aiutato a sviluppare è quello di sentire veramente ogni movimento durante l’allenamento. Ci sono esercizi dove è bene andare pesante, senti il peso. Tranne non perdere di vista che cosa esattamente si sta facendo, la contrazione e il rilassamento del muscolo. Movimenti lenti negativi, movimenti controllati, veramente concentrandosi sulla contrazione del muscolo interessato e poi rilassarsi sono i  punti principali che mi hanno dimostrato durante il nostro allenamento insieme. Mi ha aiutato a migliorare e sviluppare il mio fisico tremendamente.


D: Puoi raccontarci della tua dieta, integratori che usi di routine? E quanto la giusta nutrizione è davvero importante per costruire muscoli?

La nutrizione è TUTTO! Una dieta corretta ed efficace, che si tratti di offseason o preparazione pre-gara, è l’aspetto più importante dello stile di vita di ogni bodybuilder. Se non  stai alimentando la macchina correttamente, allora può solo raggiungere un certo livello prima del Plateau. La mia dieta per tutta la preparazione è consistita in 6 pasti, di solito con una porzione 200 gr di proteine​​,in totale 300gr di carboidrati e una quantità illimitata di verdure. Il mio piano aleimntare segue una teoria di ciclizzazione dei carbo, dove i carboidrati sono collocati e consumati vicino agli allenamenti, così come sono specifici per il tipo di giornata di allenamento, sia che si tratti gambe, o la parte superiore del corpo, o un giorno di riposo. In genere utilizziamo uova, albume d’uovo, pesce bianco, London broil bistecca, petto di pollo, mandorle, olio di oliva, riso bianco, avena, patate dolci, miele naturale, crema di riso, ecc Niente di speciale o inaudito, solo cibi di base appropriati nelle giuste quantità. In termini di integratori tendo a non usare molti integratori diversi da aminoacidi a catena ramificata durante e dopo il mio allenamento.

D: Cos’ è il bodybuilding, per te?

Il Bodybuilding per me è la capacità di esprimere me stesso attraverso il mio corpo. Sono in grado di mostrare il mio duro lavoro, la dedizione, la passione, il desiderio e la determinazione attraverso lo sviluppo del mio fisico e poi presentarlo sul palco. La capacità di essere ammirato e sostenuto da tante persone significa per me più di quello che le parole possano descrivere. Il sistema di supporto che ruota attorno al mondo del bodybuilding è incredibile e mi incoraggia solo a continuare.

D: Sai che hai miei occhi risulti vicino all’esempio perfetto del bodybuilder per me, ma tu hai sempre sognato di essere così grande o all’inizio non avresti mai immaginato di ottenere questo risultato?

In realtà ho sempre guardato le copertine di Muscular Development e Flex e dire a me stesso “Eww, non voglio assomigliare a quello!” Hahaha. Ripensandoci penso che suoni adesso moltodivertente, non avevo mai capito quanto lavoro e dedizione questi ragazzi mettono in ogni momento della loro vita per raggiungere tale fisico fenomenale. Ora che sono pienamente coinvolto in questo stile di vita, spero solo di raggiungere quel livello, finché Dio mi permette di farlo!

D: Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

I miei obiettivi futuri sono di prendere una lunga offseason, dopo l’Atlantico City state il 21 giugno. Comincio il corso di assistente fisico per la scuola a Manhattan questa estate, quindi sarà incentrato esclusivamente sulla scuola, la mia dieta offseason e l’allenamento. Spero di tornare l’anno prossimo con altri 4/6 kg in più di peso sul palco e competere negli Junior Nationals a Chicago nel 2015.

D: Quali sono i tuoi punti deboli, è che stai facendo per migliorarlo?

A questo punto non vedo molti punti deboli nel mio fisico diversi dalla mia condizione sul palco e i miei polpacci. C’è sempre sapzio per far crescere i polpacci, non sono mai troppo grossi! So che arriveranno con il tempo, ma spero solo di continuare a migliorare e migliorare il mio fisico nel tempo e continuare a portare una forma migliore, più grande e più condizionata in futuro sul palco!

D: Come ti vedi tra dieci anni?

Fra dieci anni spero davvero di essere parte della IFBB Pro, competere sui più grandi palcoscenici di tutto il mondo! Significherebbe più che altro per me essere considerato come uno dei migliori bodybuilder del mondo. Adoro questo sport, la comunità, e tutto quello che c’è in esso.

D: Quali errori che i neofiti, secondo te, fanno quando iniziano l’allenamento con i pesi?

Alcuni errori , come per sempio farea troppo. So che molte persone non credono nel concetto di “overtraining”, ma il fatto che ti vuoi allenare 7 giorni a settimana, per circa 2-3 ore al giorno allenamenti per giornate come bicipiti o tricipiti, mi sento come se fossi oberati di lavoro in diverse occasioni, e forse anche ostacolato la crescita. Tutto si fa con grande moderazione. Se ci si allena abbastanza duro su 5-6 giornate, rimanendo coerenti con la vostra dieta, non c’è bisogno di spendere ore e ore in palestra cercando di uccidersi. L’allenamento  è la cosa più importante. Sanno anche molto poco di dieta, e grossolanamente mangiare troppo, che in qualche modo potrebbe essere anche essere uno svantaggio per il fisico.

Q: Hai una storie divertenti collegato al tuo fisico con situazioni o commenti fatti da pesone comuni?

In realtà, una volta in una palestra locale nella mia zona, mi allenavo e stavo muovendomi fra le macchine della palestra. Mi sono fermato a parlare con un mio amico ed è stato avvicinato da un altro ragazzo in palestra. Venne da me e mi ha chiesto se ero Evan Centopani! Haha. Questo era prima che io mi allenassi con Evan, e in realtà non lo conosceva molto bene, ma ho trovato abbastanza divertente. Ho detto il ragazzo: Apprezzo il complimento, ma se ero Evan Centopani sicuramente te ne saresti accorto senza chiedere haha.

D: un ultimo consiglio per i principianti o coloro che cercano di avvicinarsi al bodybuilding?

Se avete il minimo interesse a entrare nel bodybuilding, si dovrebbe assolutamente fare una ricerca su ciò che è richiesto da voi per preparare una gara, così come tutto ciò che si deve fare per gareggiare. Non è uno sport facile con qualsiasi mezzo, è inutile pensare a pillole magiche. E troppo spesso la gente entrare in questo mondo per idee banali come “i miei amici lo stanno facendo”, o perchè vedono il prodotto finito sul palco e vogliono assomigliare aquello velocemente. È necessario essere consapevoli della grande dedizione e il duro lavoro che è necessario per salire sul palco e fare bene, e se ti senti pronto per la sfida, Vi incoraggio vivamente a farlo. Si tratta di uno sport incredibile, ed è estremamente gratificante. Basta fare in modo di educare se stessi e imparare  da tutti, prima di prendervi parte!

Annunci