Alimentazione: una connessione mente e corpo.

di Cristina Romano

Ho pensato un pò all’alimentazione dal mio punto di vista , da atleta non da dietologa o da nutrizionista ma è una traccia di come io vivo il bodybuilding e l’alimentazione. Avrei potuto scrivere una dieta tipo e lavorare su quella specificando le quantità e la tipologia degli alimenti assunti, ma mi sembrava riduttivo e troppo semplicistico. 


Ho pensato e scritto cosa è per me, come io la vivo.

Bodybuilding è intraprendere un cammino dentro sè stessi, conoscersi, capire, comprendersi. È instaurare un rapporto particolare, speciale e profondo con il proprio corpo e con la propria mente. È creare un collegamento forte fra corpo, mente, pensiero, stimolo e manipolazione. 

All’interno di tale percorso, un ruolo di fondamentale importanza è rivestito dall’alimentazione, dall’alimentarsi. 

Mi piace pensare in maniera poetica al bodybuilding perché di poetico ha molto se si riesce ad andare oltre le apparenze, se lo si ama, se lo si vive con intensità. Michelangelo Buonarroti, attraverso i suoi attrezzi riusciva a manipolare, a plasmare la materia, ad infondere vita ed energia a freddi blocchi di marmo.

 Il cervello dell’artista generava impulsi capaci di guidare la mano sapiente: dalla forte e profonda interazione mente-mano sono venuti alla luce capolavori come la Pietà. Anche il/la bodybuilder possiede svariati strumenti e attrezzi in grado di attivare l’intimo legame tra mente e corpo. Uno di questi privilegiati mezzi è certamente il cibo, l’alimentazione e la modalità con cui essa viene gestita. 

Ogni alimento possiede delle virtù e svolge delle precise funzioni, configurandosi come la tessera di un mosaico che insieme agli altri tasselli compone e genera meravigliose figure, sorprendenti immagini. Allo stesso modo, ogni alimento contribuisce alla realizzazione del dialogo tra mente e corpo, essenziale per la manipolazione di quest’ultimo. Il nostro corpo ci parla: grazie ad un regime alimentare preciso è possibile comunicare e comprenderlo, parlare e parlarci. Difficile processo dal valore inestimabile. 

Quando tale stadio viene raggiunto, allora la conoscenza di noi stessi diventa meraviglioso premio del bodybuilding. In questo modo, l’alimentazione – oltre ad essere strumento – diventa parte integrante del proprio stile di vita. Intendo un’alimentazione sana, fatta di cibi semplici e nutrienti: cereali integrali, proteine, cibi ricchi di grassi salutari, vitamine, minerali. Un regime alimentare regolato dalla consapevolezza e dal grado di maturità raggiunto in tal senso. 

Questo è il mio approccio da atleta all’alimentazione: più poetico che scientifico, ma forte e intimo.

Annunci