INTERVISTA A Péter Molnár – International Bodybuilder Champ

INTERVISTA A  Péter Molnár


Hello Pèter! Thanks to be here…tell to our redears about yourself, please…


Hello Victor! Nice to meet you! 🙂 I’m 29’old, I’m amateur bodybuilder, I live in Budapest and I’m  also a personal trainer 🙂


Q: Pèter who is the first bodybuilder that ispired you to go to gym?

R: Flex Wheeler was the first bodybuilder who gave me inspiration. I think you know why. 🙂


Q: Tell us you best moment into you bodybuilding career until now…



R: 2002. was the year when i challenged first time on the stage. I  would have had help and knowledge for free from the owners of the gym where i trained if i compete under the gym’s name. It was an honor and they helped a lot because i come from a poor family.


Q: What is the bodybuilding for you?



R: Bodybuilding made me what i’m now and gives me livelihood. Everything is about this in my life. This sport gave me courage, discipline and perseverance.

Q: Let’s talk about the nutritional aspect, what is the big difference in the type of diet that you follow during an upcoming competition preparation and during off-season or do you follow the same type of diet during both seasons, as long as you maintain a specific weight and physical shape?

R: My trainer Ferenc Pintér (the champs trainer in Hungary) helped me through the diet and i tried his strategies and knowledge adjusted to me. My diet is a bit hard and you know if you prepare for a competiton or more there have time limit. In the basic diets don’t need to be that hard because you have your time. My diet is changing from the first week till the last day harder and harder. The basics can be hold for normal diet, but people don’t need for example lose water. Some tips: Eat 2,5gs protein per bodyweight kg a day. Maximum the half from nutritions. Use multivits and enzymes for your healthy body. Eat only slow carbs. Never drink fruit juices, or cokes. In off-season i don’t act on my food. Only the number of proteins. If the diet comes i’m eating only clear food. Grilled chicken breast, brown rice and a lot of vegetables. When i am on diet i’m eating a lot more food then off-season. Cca 2kgs meat, half kg rice and 2kgs of vegetables.

Q: When it comes to bringing up a lagging body part what is your plan of attack? And you prefered?



R: It depends on which part of the muscle or which one is a bit hardgainer. My legs and triceps is my basic problem ah and calf. I train them more then once a week with different training strategies. I think almost everyone likes train arms. 🙂 I enjoy it also.

Q: What do you think the biggest mistake people make when it comes to train ?

R: They start training with their own knowledge and never or several times they don’t ask. When they begin train everything works the whole work makes amazing changes for an unprepared body. But our body adepts fast and then need to change the training plans. Sometimes people tell me that they can be as big as i and that’s true but they don’t know how many work needed for it. 🙂 

Q: What is the training style for a champion like yourself…?

R:I’m training a bit slowly but if i have the weight in my hands i kill myself. 🙂 I’m not always enjoy the training because now it’s my duty. I need to train the weakpoints harder. I think the weakpoints comes from genetic and if you hate train a part of your body it grows slower.



Q: What you really like about bodybuilding life style? Training, fans, travel?



R: Training is the basic for me it follows me everywhere. If you have problems in the everyday life you can forget them in the gym. Traveling is a bit boring because i don’t see much from the countries during competitions. The fans are amazing! To give inspiration other people, to show them everyone can be good if really wanted. I had 20euro pocket money a month at the beginning so no nutrition only the gym lease. I had 55kg of bodyweight now in off-season i almost made a double.



Q: tell us about your family and your passion for this sport, they like it too?


R: My only family is my dear mother who is so important in my life. She gave me all the help she could and she always cheers on my competitions even if i had the 2nd or 3d place. Now my girlfriend gives me all the back help that i need indeed. She also proud of me and my victory also her own. 🙂

Q: Do you want to be a PRO?


R:  I can’t say that i didn’t think about it but it’s a long way and far away from me yet. I need 10kg more pure muscle i think and some more basic revenue.

Q: What is your idea about bodybuilding ?


R: It’s a man’s sport in my opinion. You can make a work of art from your body.


Q: What motivates you to get bigger and more ripped year after year?


R: I always wanted to be bigger and better. If i see other bodybuilders i watch them which part of muscle is better on them against me. I’m far away of perfection yet but i can tell you if i finished a season and one or two month later watch back the videos or pics i feel some joy and satisfaction. I think with every season i step one forward.

Q: What do you think about our italian bodybuilders?

R:The italian bodybuilders goal is the droughtness. When i competed first time in Italy i saw a competitor. He stand without muscle flexing and he was striped like hell. 🙂



Q: What is the most importat part of a bodybuilding life style? Traning, diet, nutrition?


Nutrition is the most important. If you go down to a gym you can see people who train hard but don’t gain, that’s because they don’t give their body the help to grow. I know less people who hates the pain but have a lot of money to use the best nutritions they can be big but don’t have a mature muscle.



Q: Is bodybuilding your bigger passion only? Or what else for you?



You know bodybuilding gives me and my family a living. I fight for them, for my trainer, for the sponsors, for the fans and for myself. That gives me strength to go further. There are some bodybuilders, videos about training, music and some of my older pictures what inspires me also. Bodybuilding gave me self-confidence and power for the everyday problems. I plan my future and try to be always one step closer. When i was growing somehow always watched action movies and drawn to  muscular bodies. It’s in my veins i think. The only war in this century is battle against ourselves. Bodybuilding is a battle for me.

Q: There some message you want to comunicate for our  readers for do their best into bodybuilding?


R: If you guys start something anything in your life do it with all of your power and do as best as you can. Sometimes need to pass this sport and fight on another battleground of your life if you win it’s wait for you. The only thing what really counts that how to treat others. If you show respect to them it returns to you.

Q: Again Thanks to was here, I hoep we meet some day, maybe in Italy like a guest poser?


R: I thank you guys! I hope also we’ll meet someday. 🙂

———————————————————–
TRADUZIONE IN ITALIANO
———————————————————–

 

Q: Ciao Pèter! Grazie per essere qui con noi! Presentati ai nostri lettori…


R: Ciao Vittorio, piacere mio!:) Il mio nome è Péter Molnár, sono un bodybuilder di 29 anni e vivo a budapest, in Ungheria. sono un personal trainer e un bodybuilder amatoriale.

Q: Pèter chi è stato il prmo bodybuilder che ti ha ispirato ad andare in palestra?


R: Bè fu Flex Wheeler, che mi spinse ad andare in palestra, la prima volta, e penso che sappiate perchè 🙂


Q: Parlaci del tuo momento più bello nella tua carriera agonistica fino ad oggi, ti và?


R: Nel 2002…fu il primo anno che gareggiai…furono i gestori della aplestra dove andavo a spingermi a farlo, da loro ricevetti le basi e tutt quello che mi serviva per iniziare, dovevo solo farlo con il nome della palestra come sponsor. Fu un onore per me, sia per l’iauto che mi diedero sia perchè io provengo da una famiglia molto povera, e non avrei mai potuto farlo da solo.


Q: Cos’è il bodybuilding per te?


R: Il bodybuilding mi ha dato tutto, mi ha dato da vivere e mi ha reso l’uomo di 29 anni che sono oggi. Questo sport mi da coraggio, disciplina e perseveranza.


Q: Parlaci un pò del tuo tipo di alimentazione e di come cambai in vista o meno di una gara, magari dandoci qualche consiglio genereale…


R: Il mio allentore è Ferec Pintér ( un campione ungherese e oggi alleantore) mi ha sempre seguito, aiutandomi e migliorando le sue strateggie per adattarle alle mie esigenze. Ovviamnete vicino ad una gara la mia dieta è un pò dura, anche per limiti di tempo.

La mia dieta cambia costantemente dalla prima all’ultima settimana prima della gara.  Le basi son sempre costanti, ma alcune persone, per sempio, non hanno bisogno di perder acqua. Qualche consiglio potrebbe essere: mangiare 2,2 gr di proteine per ogni Kg di peso corpore al giorno, Usare enzimi e multivitaminici per il benessere del corpo, mangiare solo carbo leggeri, mai bere succhi di frutta o coca cola. Nell’off-season non dò molta importanza al cibo, solo al quantitativo porteico in realtà, che è costante. Mangio comunque molto pulito: petto di pollo grigliato, riso integrale, tante verdure. Nel periodo In-seson arrivo a mangiare di più che non in off, circa 2 kg di carne al giorno, mezzo chilo di riso, e due chili di verdure 🙂


Q: Come alleni una parte del corpo che consideri carente, qual’è il tuo approccio? E invec eun mucolo che ti piace allenare?


R: Dipende molta dalla parte che vedo carente, per sempio per me il problema più grande sono i miei tricipiti e le mie cosce…eh i polpacci. Li alleno più volte con strateggie differenti. Mi piacciono molto le braccia, come un pò a tutti, credo 🙂



Q: Qual’è, secondo te il peggior errore che fa una persona che si allena per le prime volte?


R: L’allenamento indviduale, senza chiedere mai consigli.  Quando cominci ad allenarti, il tuo corpo cambia velocemente ma altrettanto velocemente si adatta, e molto spesso non si è preparati, E bisogna costamentemente eseguire piccoli cambiamenti. Ogni tanto al gente mi dice che non ci vuol nulla a diventare grossi come me, ed è vero, però quello che non sanno e di quanto lavoro ci vuole.

Q: Come ti alleni?

R: per adesso ci sto andando piano, ma ogni volta che ho dei pesi in mano mi massacrerei :D. Non smepre però mi piace allenarmi…ma adesso è il mio lavoro, ho bisogno di allenare i miei punti deboli più duramente. Credo comunque, che i punti deboli, vengano dalla genetica, e se odi allenare quelle parti, cresceranno più lentamente.


Q: Cosa preferisci dello stile di vita di un bodybuilder agonista come te? L’allenamento, i fans, i viaggi…?

R:…uhmm…L’allenamento è la cosa fondamentale per me e mi segue ovunque, se hai problemi nelal vita quotidiana te li scordi in palestra 😉 Viaggiare può essere noiso, perchè durante le gare non riesco a vedere molto delle città che visito,  I fans sono grandiosi! E’ fantastico dare ispirazione ad altra gente! che tutit posso migliorare se si impegnano! Io avevo solo 20 Euro di paghetta al mese all’inizio e niente nutrizione, solo palestra,  pesavo 55 kg, ora in off season peso il doppio 😀



Q: La tua famiglia come vede questa tua passione? Tifa per te? Ti segue alle gare, ti aiuta nelle tue diete?


R: La mia famiglia è mia madre, che è molto importante per me. Mi ha sempre dato tutto l’aiuto che poteva, sostenenedomi e aiutandomi in ogni modo. Facendo il tifo per me alle mie gare,a nche se arrivavo secondo o terzo.  Adesso anche al mia ragazza mi sta dando tutto il supporto necessario è così fiera di me, e io vinco anche per lei 🙂

Q: Hai mai pensato di passare PRO?


R: Non posso dire di non averci mai pensato, ma la strad è lunga e lontana per me adesso, ho bisogno di altri 10 kg di puro muscolo e di molti più soldi. 

Q: Qual’è la tua idea di bodybuilding?

R: penso sia uno sport da uomini, per come la vedo io, uno sport dove puoi fare del tuo corpo il tuo capolavoro!

Q: Cosa ti ha spinto e ti spinge ad essere sempre più grosso e il migliore on stage?

R: Ho sempre voluto essere grosso e migliorare costantemente, se vedo altri bodybuilders, li guardo per capire cosa hanno in più di me e come sarei io con i loro punti forti. Sono lontanto dalla perfezione, ve lo assicuro, ma dopo due o tre mesi dalel competizioni mi riguardo  equesto mi aiuta a capire dove devo o dove sono migliorato. Penso di migliorare di volta in volta così. 
 



Q: Cosa pensi dei bodybuilders Italiani?


R: Il traguardo degli italiani è la drammaticità, sono davvero moolto tirati in gara,. Una volta ho visto un atleta che se ne stava lì, fermo, eppure era tirato come l’inferno!


Q: Qual’è la cosa pià importante dello stile di vita di un culturista? La dieta, il tipo di allenamento, l’approccio mentale?


R: La nutrizione. Se vai in una palestra vedi al gente che sia llena duramente, ma non guadagna muscoli. Questo perchè non aiutano il loro corpo in modo adeguato con la nutrizione. Conosco poi gente a cui non piace soffreie che eprò spendon tanti soldi in nutrizione e sono apaprentemnte grossi, ma non hanno la giusta qualità muscolare.

 
 Q: Il bodybuilding dunque è al tua più grande passione o cos’altro?


R: Il bodybuilding mi ha dato la grinta per affrontare i problemi di ogni giorno, molta più  fiducia in me stesso. Pianifico il mio futuro, e cerco di essere sempre un passo avanti. Quando crescevo vedevo semrpe i film d’azione ede ero semrpe attratto dagli eroi con i fisici più muscolosi. E’ nelle mie vene credo, è parte di me. La più grande sfida di questo secolo, credo, sia contro noi stessi. Il bodybuilding per me è una battaglia.
 
Q: Vuoi lasciare un messaggio a quanti ti sono fan e ti sostengono?

R:  Ragazzi se iniziate qualcosa nella vostra vita fatelo con tutta l grinta che avete, e fate il vostro meglio. A volte bisogna mettere da aprte questo sport e combattere su un altro terreno, se vincete, lui vi aspetterà. L’unica cosa che veramente conta è come trattate gli altri, se qualcuno vi mostra rispetto, ricambiatelo.


Q: Grazie mille per essere stato con noi, Peter, spero di vederti un giorno dal vivo e stringerti la amano, che sò magari per un guest posing in Italia?

R: Io vi ringrazio ragazzi, spero anche io che ci incontreremo un giorno 😀


 

Annunci

Un pensiero su “INTERVISTA A Péter Molnár – International Bodybuilder Champ”

I commenti sono chiusi.